COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

Appena arrivate, primi dubbi
#1
Ecco qui. Come ho anticipato nella breve presentazione, è da circa un mesetto che provo con l’AS per Leda, 7 mesi ora (giugno 2012) e sono in preda ai primi dubbi.

Dubbi che stranamente non riguardano il soffocamento, in quanto in merito, forse anche per un po’ di incoscienza, non ho per il momento paure. Ho fiducia nelle capacità di Leda di gestire i pezzi di cibo e di imparare progressivamente a gestirli. Me lo ha già dimostrato più volte.

I principali dubbi riguardano me, le pressioni dell’ambiente esterno (suocera, mamma, tata…) e soprattutto l’effetto destabilizzante che tali pressioni esercitano sul mio già sentirmi fragile su questo tema.

Per loro, gli “altri” - il solito esercito di suocere-mamme-tate - dovrei già esser lì a preparare pappine, piazzare Leda sul seggiolone in momenti specifici e fissi della giornata distanti dai nostri pasti, ingozzarla col cucchiaino e vederla sbattere le mani nel piatto con rivoli di pappina che le escono dalla bocca, più o meno ridente, più o meno piangente.
A me non va, ma non riesco a sentirmi a mio agio e “giusta” nel controbattere con l’AS.

E quindi veniamo ai dubbi e alle mie fragilità.

1) Non sono una brava cuoca e anche per me/noi cucino sempre cose semplici ed essenziali: carne ai ferri, pesce in padella o lesso, legumi, verdure lesse o al vapore… insomma, niente di elaborato. Non sono abile, non ho tempo, energia ecc
Basta questo per proporre a Leda i cibi? Non si annoierà? Riuscirò a presentarle un’adeguata varietà? Riceverà tutto quello che le serve?

2) Starò facendo le cose giuste? O forse sto andando troppo lenta? Devo proporle di più e più spesso? Con più regolarità?
Al momento Leda ha 7 mesi, da quando ne ha cinque e mezzo la metto a tavola con noi. Lei non si sbraccia e non si è mai sbracciata per afferrare ciò che noi mangiamo, ma accetta sempre di buon grado – se non è stanca in quel momento – tutto ciò che le propongo e le metto in mano.
Fino ad ora ha assaggiato in pezzi dalle sue o mie mani guidate da lei: mela, pera, banana, pesca, albicocca, ciliegia, pane, gallette di riso, fette biscottate, croste di pizza, parmigiano, galletta con sopra spalmato un po’ di stracchino, galletta con sopra spalmata un po’ di crema di lenticchie, carota al vapore, pezzetti di zucchina in padella, pezzettini di pasta (spaghetti, farfalle, rigatoni).
Ed imboccata ha assaggiato yogurt, un po’ di fiocchi di miglio con bieta, un po’ di polenta e un’altra pappetta che avevo fatto per me che ora non ricordo.
Tutto ovviamente in quantità minuscole, non certo tali da costituire un pasto.
Tutto ciò non avviene in maniera sistematica però, ad ogni pasto intendo. Né sto lì a fermarmi ogni metà mattina o metà pomeriggio a darle la merenda. Se capita e c’è occasione gliela dò.
Ci sono pasti in cui non è interessata, a volte non c’è proprio perché magari è crollata a dormire, oppure ci sono quelle giornate in cui io sono di fretta tra lavoro, sua cura ed altri impegni che non riesco a fermarmi e trovare “spazio” per i suoi pasti. E questa “mancanza di regolarità” mi fa chiedere: ma starò facendo le cose per bene? Se seguissi lo svezzamento tradizionale, avrei orari fissi di pasti, obblighi di fermarmi nella giornata per la merenda, tabelle e quantità da seguire e Leda già salterebbe alcune poppate (non è questo a cui miro, non intendo assolutamente smettere di allattare per il momento, non ne ho alcuna necessità fortunatamente). Così come accade alle figlie delle mie amiche coetanee di Leda… e io mi sento la solita “diversa”, quella che fa le cose strane.

3) penultimo dubbio, un po’ più concreto. Come vi regolate con i cibi che anche noi adulti mangiamo col cucchiaio o col cucchiaino? Li imboccate o il cucchiaino è proprio da “bandire”?
Mi riferisco ad esempio a minestre, tipo pasta e fagioli o allo yogurt…

4) ultimo dubbio (per il momento), carne. Con che consistenza gliela date e più o meno che dimensioni hanno i pezzi?

Grazie per l’ascolto e le eventuali risposte

Leuca
Leuca mamma di Leda nata l'8 novembre 2011 (e di Amalia, n. m. il 14 ottobre 2010)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
io ti capisco e ho dubbi simili ai tuoi.
però ora non ho tempo con il nano sveglio quindi provo a scriverti stasera^^
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  3) penultimo dubbio, un po’ più concreto. Come vi regolate con i cibi che anche noi adulti mangiamo col cucchiaio o col cucchiaino? Li imboccate o il cucchiaino è proprio da “bandire”?
Mi riferisco ad esempio a minestre, tipo pasta e fagioli o allo yogurt…

4) ultimo dubbio (per il momento), carne. Con che consistenza gliela date e più o meno che dimensioni hanno i pezzi?
intanto benvenute!

3) io personalmente l'ho sempre imboccato e contemporaneamente gli ho dato un cucchiaino da gestirsi,all'inizio faceva grossi macelli ma ora mangia da solo anche il brodo di carne con i filini.Per evitare di dover pulire ogni 5 minuti ho cucinato spesso purè, minestre un po'dense, budini,yogurt...Non è bandito il cucchiaino (altrimenti le minestre come si mangiano?)ma per approfondire leggi "autosvezamento..ovvero..."

4) carne premasticata dagli 8 mesi fino intorno all'anno.Ha iniziato a mangiarne seriamente a quell'età (ha fatto i molari)la tagliavo a pezzetti minuscoli,poi sempre più grandi
10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  Per loro, gli “altri” - il solito esercito di suocere-mamme-tate -

UFF...loro sono sempre pronte a rompere le scatole, anche in buona fede...rompono uguale!!
Glissa, evita l'argomento, inventa che ha fatto qualcosa di meraviglioso. E cerca di mangiare senza "ospiti"! La tata...non dovrebbe assecondare le richieste di mamma? Quando se ne occupa?

(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  1) Non sono una brava cuoca e anche per me/noi cucino sempre cose semplici ed essenziali: carne ai ferri, pesce in padella o lesso, legumi, verdure lesse o al vapore… insomma, niente di elaborato. Non sono abile, non ho tempo, energia ecc
Basta questo per proporre a Leda i cibi? Non si annoierà? Riuscirò a presentarle un’adeguata varietà? Riceverà tutto quello che le serve?

Se tutti cucinassero sano come sembra faccia tu, direi che riceve perfettamente tutto quello che serve! E, no, non si annoierà!

(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  2) Starò facendo le cose giuste? O forse sto andando troppo lenta? Devo proporle di più e più spesso? Con più regolarità?

Alison (magari ci chiamerò mia figlia così, bello!), ricordati che non sei tu a fare le cose giuste o ad andare lenta. Lo fa la tua piccola Leda e queste cose sono esclusivo appannaggio suo!
Tu preoccupati di preparare da mangiare come fai sempre (dalle descrizioni che dai mi sembra una cucina semplice e varia, quindi perfetta) e lascia che lei faccia come le pare. Cerca di lasciarla fare da sè, ma se capita di imboccarla o di passarle o tenere il cibo, bene uguale.
Non proporre niente, lascia che ispezioni! E non preoccuparti della regolarità: per esperienza ti dico che va tutto bene ugualmente. La mia piccola mangiava "solidi" solo con me, non ho voluto che affrontasse il cibo con nessuno, tranne papà. Almeno fino a sentirmi perfettamente sicura di entrambe e ciò accadeva secondo i miei turni di lavoro!

(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  Così come accade alle figlie delle mie amiche coetanee di Leda… e io mi sento la solita “diversa”, quella che fa le cose strane.

Ah, beh, qui allora sei di casa! Thumbup
La naturalità di certi percorsi sembra sempre strana ad occhi convenzionali.

Per i cibi liquidi ci vuole tempo, puoi darglieli tu oppure fare minestre spesse in cui puoi mettere pane o riso e pasta. Il cucchiaino non è da bandire in assoluto, io l'ho usato molto perché ho sempre fatto molte zuppe, ne davo uno a lei e con un altro la imboccavo se lo desiderava!

La carne io non l'ho (quasi) mai tagliata. Prediligeva ragù e bruscitt (carne macinata ben cotta tipica del varesotto), il resto lo rifiutava. Ha cominciato a mangiarla con la comparsa dei molari (ma ancora non so se ci sia una relazione diretta o se sia un caso). Fai come ti senti ma solo se lei lo vuole.


Ah, dimenticavo, state andando benissimo!


[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxNVCyBlwwFZ8C1Q,,44.png]
[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxsVSyBlwwFbYC3Q,,40.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
Ti rispondo per la merenda: io ne ho sempre date due/tre, una a metà mattina e una/due il pomeriggio. Il fatto è che entrambi i miei bimbi la chiedevano a gran voce, non potevo non fermarmi a farli mangiare! Se la tua bimba non la chiede non ne ha bisogno. Merenda per mio figlio, fino a 13 mesi, è stata la tetta, sia mattina che pomeriggio, con un po' di frutta. Gli puoi dare anche un biscotto durante la passeggiata o un pezzetto di pane, è questo che è la merenda!
Se cucini con semplicità meglio, vuol dire che impareranno ad apprezzare i cibi così come è il loro sapore naturale e non artefatto o mascherato. Mi preoccuperei di più di una mamma che nascondesse gli ingredienti in piatto elaborati sempre. Anche per le pappe consigliano di non mettere mai troppi ingredienti, ma di fare delle vellutate di una/due verdure al massimo.
Per le quantità o il cucchiano non ti cruciare, se volesse di più o volesse usare il cucchiaino in autonomia si farebbe capire.
Gli altri? Durissima ignorarli ma è ciò che devi fare, perchè la tua è la strada giusta per voi, se no non l'avresti scelta. Quello che hai elencato va benissimo, tu continua a mettere in tavola un menù vario, anche se cucinato con semplicità, e andrete benone.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Naturalmente quoto le altre e aggiungo:
"gli altri" : se allatti al seno, probabilmente hai già imparato a gestirli un po', tenendoli informati ma senza che invadano e critichino le tue scelte;
1) la tua bimba, al più tardi fra un annetto, mangerà comunque quello che cucini tu, mica mangerà a vita roba industriale. Pensi poi davvero che le cose industriali siano "cucinate meglio" di quello che prepari tu (che poi mi sembrano di tutto rispetto)? E poi può essere l'occasione per liberare un po' di fantasia in cucina!
2) stai facendo benissimo. Pensa sola a te e a lei. Fidati dei suoi tempi e scoprirai che ti servirà come allenamento anche per altri mille aspetti della crescita e dell'educazione. Loro sanno quello che fanno più di noi. Perchè noi siamo imbastiti di sovrastrutture culturali. Loro hanno la conoscenza innata e millenaria dell'istinto;
3) se ti mostra che le piace, imbocca. Se non ne vuole te lo farà capire.
4) Da piccolissimi non amano molto la carne. Il picco, come scriveva Rossana da qualche parte, è verso l'anno. In ogni caso, se è molto tenera (tipo ragù cotto per tre ore e bello spappolato) riescono a masticarla con le gengive. Altrimenti puoi fare polpettine con carne macinata, hamburger, pasta con sugo con la carne tritata. La fettina tagliata piccola piccola io l'ho data abbastanza presto, non so dirti l'età con precisione. La carne bianca, poi la spappolano che è un piacere. Altrimenti, se hai paura, all'inizio puoi pre-masticarla come ti hanno suggerito. Io la carne non l'ho mai pre-masticata perchè perde tutto il sapore.

In bocca al lupo!! Smile
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Intanto benvenuta Smile

1) guarda il più delle volte i bambini preferiscono i gusti semplici, quindi vai tranquilla... e comunque anche dessi delle pappe, prima o poi inizierebbe a mangiare con voi comunque, no?

2) mi sembra che abbia assaggiato moltissime cose, non è una gara, e come dici tu stessa il punto non è eliminare le poppate (anche se succederà, vedrai). Per la regolarità dei pasti. Io la mettevo a tavola ogni volta che mangiavamo noi (pranzo e cena), colazione se era sveglia. Però cercavo di fare anche merenda al pomeriggio, magari mi mangiavo uno yogurt o un frutto, così se mi vedeva e le andava gliene davo un pò. Non è essenziale, ma io cercavo di esporla il più spesso possibile all'esperienza del cibo. E soprattutto all'inizio per noi era solo cena e weekend, dato che a pranzo era all'asilo (dove andavamo di tetta), quindi se potevo aggiungevo la merenda.

3) non credo ci sia nessuna regola col cucchiaio. Sofia si lasciava imboccare con lo yogurt, ma non molto con zuppe e minestre. Non siamo amanti di zuppe, quindi ne ho anhce fatte molto poche.. vedi cosa gradisce la tua bimba, se si lascia imboccare volentieri fallo, se no trova un trucco (per esempio un pezzo di pane "pucciato" nella zuppa da noi andava alla grande..

4) ci ha messo un pò a mangiare carne, comunque le prime cose che le ho fatto provare sono state polpette, cioè carne macinata, e o le facevo dei pezzettini tipo 1 cm per lato, oppure le lasciavo la polpetta intera così poteva addentarla (anzi.. aggengivarla sarebbe il termine adatto per l'epoca). Altra carne abbastanza morbida è il pollo.

Ultima cosa, cerca di non dare ascolto agli altri.. se sei convinta delle tue scelte, tira dritto per la tua strada, fra qualche mese, quando tua figlia mangerà in autonomia un pasto da "grandi" andranno in visibilio..
001_wub Sofia 9/9/10
Olivia 6/7/13 001_wub
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
quoto anch'io le "colleghe" Wink e mi unisco al coro: non dare retta a nessuno, andate per la vostra strada, tranquille, tranquille.
lilla 31/3/11
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Che dire, grazie a tutte Smile
Confrontarsi fa sempre bene, ora mi sento più sollevata e soprattutto più "giusta".

A Leda piace essere imboccata, sia col cucchiaino che con la mia mano. Quando ho un pezzo di cibo in mano che le piace tende la manina verso la mia, mi afferra la mano e se la porta alla bocca... insomma, sa farsi capire.

Ho trovato spunti utili in ciascuna delle vostre risposte. Solo alcuni esempi: proverò con carne macinata o bianca, userò il cucchiaino dandone uno anche a lei, cercherò di esporla il più possibile al cibo...

grazie!
Leuca mamma di Leda nata l'8 novembre 2011 (e di Amalia, n. m. il 14 ottobre 2010)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
(14-06-2012, 08:20 08)alison Ha scritto:  1) Non sono una brava cuoca e anche per me/noi cucino sempre cose semplici ed essenziali: carne ai ferri, pesce in padella o lesso, legumi, verdure lesse o al vapore… insomma, niente di elaborato. Non sono abile, non ho tempo, energia ecc
Basta questo per proporre a Leda i cibi? Non si annoierà? Riuscirò a presentarle un’adeguata varietà? Riceverà tutto quello che le serve?

2) Starò facendo le cose giuste? O forse sto andando troppo lenta? Devo proporle di più e più spesso? Con più regolarità?
Al momento Leda ha 7 mesi, da quando ne ha cinque e mezzo la metto a tavola con noi. Lei non si sbraccia e non si è mai sbracciata per afferrare ciò che noi mangiamo, ma accetta sempre di buon grado – se non è stanca in quel momento – tutto ciò che le propongo e le metto in mano.
Fino ad ora ha assaggiato in pezzi dalle sue o mie mani guidate da lei: mela, pera, banana, pesca, albicocca, ciliegia, pane, gallette di riso, fette biscottate, croste di pizza, parmigiano, galletta con sopra spalmato un po’ di stracchino, galletta con sopra spalmata un po’ di crema di lenticchie, carota al vapore, pezzetti di zucchina in padella, pezzettini di pasta (spaghetti, farfalle, rigatoni).
Ed imboccata ha assaggiato yogurt, un po’ di fiocchi di miglio con bieta, un po’ di polenta e un’altra pappetta che avevo fatto per me che ora non ricordo.
Tutto ovviamente in quantità minuscole, non certo tali da costituire un pasto.
Tutto ciò non avviene in maniera sistematica però, ad ogni pasto intendo. Né sto lì a fermarmi ogni metà mattina o metà pomeriggio a darle la merenda. Se capita e c’è occasione gliela dò.
Ci sono pasti in cui non è interessata, a volte non c’è proprio perché magari è crollata a dormire, oppure ci sono quelle giornate in cui io sono di fretta tra lavoro, sua cura ed altri impegni che non riesco a fermarmi e trovare “spazio” per i suoi pasti. E questa “mancanza di regolarità” mi fa chiedere: ma starò facendo le cose per bene? Se seguissi lo svezzamento tradizionale, avrei orari fissi di pasti, obblighi di fermarmi nella giornata per la merenda, tabelle e quantità da seguire e Leda già salterebbe alcune poppate (non è questo a cui miro, non intendo assolutamente smettere di allattare per il momento, non ne ho alcuna necessità fortunatamente). Così come accade alle figlie delle mie amiche coetanee di Leda… e io mi sento la solita “diversa”, quella che fa le cose strane.

3) penultimo dubbio, un po’ più concreto. Come vi regolate con i cibi che anche noi adulti mangiamo col cucchiaio o col cucchiaino? Li imboccate o il cucchiaino è proprio da “bandire”?
Mi riferisco ad esempio a minestre, tipo pasta e fagioli o allo yogurt…

incredibile ma vero ce l'ho fatta!
non mi sono dimenticata, ma fino ad ora non ci son proprio riuscita..magari tu intanto hai fugato i tuoi dubbi, ma tant'è...
io ho gli stessi crucci sulla mancanza di regolarità -qui non c'è un pasto allo stesso orario del giorno prima!- e sul fatto che se non fosse per as e allattamento non avrei tanta libertà ma si irrigidirebbe tutto e lui avrebbe magari più punti di riferimento.
anche io non ho come obiettivo la fine dell'allattamento, ma è un dato di fatto che sirio sia ancora allattato come un neonato -solo i tempi si son ridotti, le poppate, come numero, non scemano..(grande mia depressione qualche giorno fa quando un'amica as mi ha detto che suo figlio solo ciuccia di notte ormai, con appena 3settimane più di sirio..e io giù a chiedermi cosa stessi facendo male!)
anche il padre qualche giorno fa, forse più preoccupato per la mia salute che altro, ha fatto notare come il piccolo mangi appena, mentre ciucci alla grande..
sirio si sbraccia e urla pretendendo solo alcune cose, che evidentemente gli piacciono proprio da matti. il resto sta sul suo piatto dell'alzasedia. prende, mangia, quando finisce gli aggiungo qualcosa, se è difficile cucchiaino -glielo do pieno, lo prende in mano lui, mangia, ma devo riprenderlo io, perchè non sembra comprendere il passaggio pieno-svuoto-riempio ancora-
ho fatto un periodo lasciandolo in totale autonomia, preoccupata del fatto che non avesse abbastanza libertà per esplorare i cibi. ha preso le lenticchie con le mani, ne ha mangiato qualcuna, e poi basta. senza chiederne ancora.
mentre qualche giorno prima, con un piatto simile, con il cucchiaino, ne aveva mangiati svariati..
i dubbi aumentano!!
l'altra questione sul cosa proporre..ahhhhrggghhh!!!
anche qui spesso c'è monotonia -o almeno così pare a me. cerchiamo di mangiare soprattutto roba locale e di stagione. siamo andati avanti per 3 mesi o + con sole arance come frutta....è che non c'è nient'altro!! oppure mangiamo spessissimo legumi e cerali, e mi chiedo spesso se non si annoi -anche se son sempre cucinati in modo diverso! un periodo abbiamo fatto formaggio. in tavola c'era sempre ricotta, gli piaceva da matti, ha mangiato un sacco di ricotta e io a chiedermi se andasse bene..boh...

il romanzo è finito e lui si sta per svegliare..io ho un po' di cose da finire prima che questo accada quindi smetto..
forse ho solo incasinato di più il tutto, ma ci tenevo proprio a scrivere qui!Laugh
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  primi giorni di autosvezzamento...un po' di dubbi.... elisabio79 6 1.142 06-07-2014, 10:06 22
Ultimo messaggio: mk5
  Autsovezzamento iniziato... i primi dubbi bianca 6 1.415 18-10-2012, 03:07 15
Ultimo messaggio: cristina81
  Prime esperienze, primi dubbi MummyMara 8 1.820 04-07-2012, 08:34 08
Ultimo messaggio: giulieee
  Inizio e primi dubbi michy 9 1.379 16-06-2012, 09:09 09
Ultimo messaggio: giulieee
  primi dubbi lialeali 6 965 08-02-2012, 12:02 12
Ultimo messaggio: lialeali

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)