COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

Bambini diversi, svezzamento diverso?
#1
Information 
Ciao a tutti
Mi chiamo Corinna, ho 31 anni e ho due bambini meravigliosi che stanno per compiere un anno.
Sono approdata qui grazie ad un'amica che mi ha suggerito di iscrivermi, così da poter ricevere rassicurazioni e consigli sull'alimentazione (che, quando vi racconterò, capirete essere attualmente un gran caos).
Ho letto tutto quel che ho potuto sull'autosvezzamento, in parte l'ho applicato, in parte rimango in ansia.... che dire... ho bisogno di voi!
Buona giornata

[Immagine: WCoVp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Ciao Corinna, che piacere conoscerti... raccontaci un po' di te!
001_tt2Lol001_tt2Lol

Ora che sei approdata qui posso fare mio il motto del forum e regalartelo:
STAI MANZA!!!!!!!!!!!!! Thumbup
HeartHeartHeart
(e mi fermo qui se no supero il limite massimo consentito di faccine...Blush)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Ciao e benvenuta! Che intendi per caos alimentare? Dicci tutto. Le vecchie volpi sapranno illuminarti!
[Immagine: HYj9p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
Scherzi a parte, quando hai un minuto fatti un giro nella sezione dei diari, così capisci cosa intendo quando ti dico di stare tranquilla e lasciar fare a lei! Heart
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
Benvenuta!!!

Ma chi ti ha consigliato di iscriverti? Dicci, dicci!!
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Mi ha invitata erreabi, che prontamente interviene e mi prende in giro Big Grin conosco anche Sonica60, siamo tutte amichette...... Smile


Ora "sto manza" (concetto interessante per un'anti-carne come me) e vi racconto qualcosina in più!
[Immagine: WCoVp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Eccoci qui, un breve sunto della nostra storia.
Paolo e Greta hanno avuto una gravidanza difficile ed un inizio difficile. Sono nati prematuri con cesareo predisposto per IUGR grave della seconda gemella, che infatti alla nascita era 930 grammi per 34cm, una minibimba nche a confronto col fratello molto più "grande", 1660gr per 42cm.
A dispetto delle dimensioni la piccolina s'è dimostrata una guerriera fin da subito ed in TIN ha avuto pochissimi problemi (a parte il peso piuma ha dovuto vedersela solo con anemia, l'ittero e poco altro). All'inizio ha ricevuto alimentazione parenterale e poi a partire dai suoi dieci giorni di vita si è alimentata esclusivamente al biberon, inizialmente con latte misto (materno tirato e formula per prematuri). È stata dimessa quasi due mesi dopo, non appena raggiunti i due chili di peso, e con rigite imposizioni riguardo ai pasti che non ha mai seguito in vita sua.
Il fratello invece è rimasto più traumatizzato dalla nascita prematura ed ha sofferto di distress respiratorio (intubato, surfactante, c-pap, ossigeno in culla e poi finalmente autonomo), se l'è vista con più batteri ed infezioni (non sto a raccontarvi) ed ha tardato parecchio a farsi venire il riflesso di suzione. È stato alimentato inizialmente con la parenterale, pol gavage per quasi un mese, infine ai due chili e raggiunta l'autonomia respiratoria è stato dimesso che prendeva il biberon a stento, anche lui con rigide regole che non sono mai riuscita ad applicare.
Una volta a casa ho tentato timidamente di passare all'allattamento misto (anche al seno) ma non ci sono riuscita e i bambini sono fondamentalmente cresciuti a latte artificiale, formula per prematuri fino ai 4chili, formula di tipo 1 fino ai sei mesi, formula 2 fino all'anno e tra poco passeremo penso al latte di tipo 3.
Quando sono stati dimessi facevano sette pasti ad orario rigido, con dose rigida di latte che non hanno mai voluto prendere. I primi mesi a casa sono stati passati a dar loro il biberon ininterrottamente giorno e notte, non riuscendo mai comunque ad arrivare alla dose minima che secondo i dottori avrebbero dovuto prendere. In questo Paolo dopo il primo periodo in cui era il contrario è sempre andato un po' meglio di Greta.
Dopo un po' sono passata all'allattamento a a richiesta ma con un massimo intervallo, arrivando a fare però molti più pasti (anche nove a testa.... diciotto al giorno......) e siampo arrivati ai sei mesi così. Paolo ha sempre sofferto moltissimo di RGE, ulcere gastriche, vomitava sangue e lo drogavamo di ranidil. Per questo per lui il passaggio al cibo solido è stato una manna.
Abbiamo iniziato lo svezzamento con una linea morbida: papponi sì, ma non talebani (tutta la verdura di stagione, tutto fatto in casa da subito), chi ne voleva mangiava quanto voleva, e per il resto latte a richiesta sempre. A Paolo la cosa è piaciuta da subito, tant'è che ha iniziato a rifiutare il biberon e ha iniziato a fare tre pasti solidi molto presto. Greta invece non ama il pappone (ama solo lo yogurt), ma dopo un paio di mesi arrivava comunque a mangiare circa la metà di quel che mangia Paolo, ed andava bene perché cresce poco ma cresce.
Nell'ultimo periodo da parte di Greta c'è un rifiuto totale di qualsiasi pappone (eccetto la merenda: yogurt o gelato), non ne mangia neanche un cucchiaino. In compenso mostra interesse per quello che mangio io, e io le do tutto quello che chiede (torte salate, farinacei, pasta fondamentalmente). Ciuccia un paio di bocconi, qualcosina manda giù, qualcosina sputa.... e poi non mangia nient'altro.
È vispa, è sveglia, ride e piange, io direi che sta bene, ma.... davvero non mangia nulla, e quindi ansia-di-mamma si fa sentire.
A quasi un anno è alta 63cm (come una bimba di tre mesi) e pesa sei chili e mezzo abbondanti...... di strada da fare ne ha!
Paolo al contrario vuole solo papponi, il nostro cibo non lo vuole, neanche la pastina, neanche il più piccolo pezzettino. Se gli capita in bocca, vomita.
Morale della favola non so mai cosa dare da mangiare e a chi..... ogni giorno e ogni notte sono un'avventura!
Mi aiutate a rilassarmi?? Biggrin
[Immagine: WCoVp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Ciao e benvenuta!
Guarda, ti capisco anche se io ne ho solo uno che tutt'ora (a 23 mesi) è capace di saltare un pasto e vivere di solo latte (il mio).
Io ti direi di lasciarti guidare da loro, tu li metti a tavola con i bei manicaretti che prepari e poi se mangiano bene, sennò pazienza. Non fare sparire del tutto i "papponi" se al tuo piccolo piacciano, ma non smettere di offrire altre consistenze e soprattutto lascialo esplorare con il cibo, piano piano ci prenderà gusto!
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Grazie per il benvenuto!

Ma lei non mangia nient'altro veramente..... è per quello che sono in ansia! I pasti li salta tutti, mangia uno yogurt a merenda e un goccino di latte a colazione e a volte a mezzanotte....
Se prendesse il latte per me potrebbe vivere di quello anche fino alla maturità ma una bambina che ha così tanto da recuperare non può vivere con 100ml al giorno di latte -.-
Io dalla mia tavola le offro tutto ma due ciucciamenti non sono un'alimentazione, e tra l'altro io non mangio la naggior parte degli alimenti che lei dovrebbe mangiare (io non mangio carne, nè pesce, nè una miriade di altre cose - vivo di carboidrati ma sono un'adulta, lei no).

il maschio non mi preoccupa, ha scelto di essere svezzato in maniera tradizionale e amen, lui tra l'altro il latte di notte lo beve... ma la femmina?
[Immagine: WCoVp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
ciao e benvenuta,
non sono un medico ma...
per quello che ne so io i prematuri ci mettono un po' a recuperare... una bambina che conoscevo fortemente prematura (compagna di nido di mio figlio) - circa 600gr alla nascita, e' dovuta arrivare a sei anni per usare vestiti "adeguati" all'eta'. Ma era un fulmine, da tutti i punti di vista, a due anni piccola piccola, si lanciava a testa in giu' dallo scivolo facendo venire un infarto alla mamma...
Mi figlia giorgia, ha 13 mesi e pesa circa 7 kg (tagliando lunedi') ed era un vitello alla nascita...
Ma il loro medico cosa dice? Che tipo e', qualcuno che puoi mettere a parte delle tue ansie?
Alla fine lei ha quasi raddoppiato l'altezza e il peso e' sei volte quello della nascita, non conta come cosa?
per quanto riguarda la tua alimentazione: scopo ultimo dell'autosvezzamento e' migliorare l'alimentazione di tutta la famiglia... altrimenti tra quattro-cinque anni (ti auguro prima, a me piace mangiare tutti insieme e non separati come ci facevano fare da piccoli), anche i tuoi figli vivranno solo di carboidrati.... e forse anche per un'adulta non e' l'ideale
ot: ma la felpa di barbabarba da dove viene?
Alessandra + Daniele Giaime (7/10/2004) + Giorgia Diana (15/06/2010)
Cita messaggio
Piaciuto da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)