COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

la "crisi" degli undici mesi
#1
Mario ha compiuto undici mesi. E' un ometto. Ha una voglia irrefrenabile di scoprire il mondo e di fare cose che ancora non riesce a fare (con conseguente frustrazione), come camminare e parlare.
Camminare e parlare...appunto! Entrare nel mondo dei "giganti" (gli sembreremo tali, credo)... farsi capire, poterli inseguire, poter raggiungere quel cassetto alto alto...

Lui non sa che presto correrà e parlerà tanto tanto... io lo so! Ma lui sente solo la pulsione ad alzarsi e a blaterare "ma-mma pa-pà ta-tta ca-cca tetetetete ". Forse capisce che io so qualcosa più di lui.... perché è da una ventina di giorni che non mi molla mai!!! Se ci sono estranei mi si appiccica addosso. A volte non va neanche col papà. Di notte ha ripreso a ciucciare come quando era piccino piccino, tanto da farmi gocciolare di nuovo il seno, che sta cercando di calibrarsi ai nuovi ritmi.
Ha bisogno di me come non mai...anzi come sempre, in realtà! Ma è come se volesse comunicarmi che non devo allontanarmi proprio ora.. perché sta succedendo qualcosa dentro di lui. Qualcosa che lui non sa... ma che io (la gigantessa!) ...forse so.

Volevo il vostro parere. Io attribuisco l'attaccamento di Mario al periodo di forte crescita che sta attraversando. Ma volevo sapere cosa ne pensate; se l'avete vissuto anche voi o se lo state vivendo...insomma ho bisogno di un confronto.

Grazie Smile
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
sì io credo che sia una fase piuttosto comune quella di tuo figlio, come dici tu: nuove abilità, nuove scoperte....la mamma è il suo punto fermo, per questo la vuole di più vicino Smile e poi tanta tetta! Wink
[Immagine: as1cF58003D0015MDAwOGQ0fDEyOWp8SWwgbWlvI...NvIGhh.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Che carino, sta scoprendo le sue nuove abilitá che lo portano all'autonomia: cosa che attrae molto ma che fa anche tanta paura. Per questo ha bisogno della mamma. Per prendre affetto coccole e forza cosí puó continuare a esplorare il mondo. Ho letto su molti libri che in questa fase é fondamentale che la mamma ci sia perché i piccoli acquisiscano sicurezza. In qualche modo devono fare il pieno di mamma, per avere l'energia e la forza di fare le loro piccole conquiste da grandi e da soli. Sta proprio realizzando che esiste il mondo esterno, fatto di altro ed estranei...per questo quando ci sono altre persone ti cerca ancora piú.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
è normalissimo e accade a tanti bimbi e più o meno all'età del tuo.. accadde anche a mia figlia emma e per fortuna appena prima dell'inserimento al nido (un mesetto prima) così mi salvai dai sensi di colpa... sta accadendo a tobia, e in modo anche più accentuato che nella sorella, ma magari è perché come si dice "i maschi sono più mammoni delle femmine" BiggrinBiggrinBiggrin
Alessia + Emma (01.11.06) + Tobia (01.05.10)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
grazie per le risposte Smile

la vostra sensibilità è fondamentale ...
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
noi siamo il loro punto fermo, il loro esempio degli adulti che saranno e nel momento delle grandi scoperte (camminare parlare leggere o scrivere) hanno bisogno di avere la certezza che ce la possono fare! sta a noi sostenerli e spronarli verso il mondo a cui naturalmente appartengono.
per mesi siamo state noi il loro mondo ora scoprono che c'e' "altro" oltre alla mamma e anche il papa' non basta proprio perche' e' il momento in cui si rendono conto di non essere un tutt'uno con noi.

(forse il discorso non e' molto liscio, sono un po' cotta scusate)

@giuleee: quante cose in comune, il tuo intervento e' arrivato a proposito, sto vivendo un periodo simile e mi e' servito per ricordarmi e ripetermi come funzionano le nostre adorate bestioline
[Immagine: py4yilnlrfogzc73.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
(07-05-2011, 10:07 22)emilia Ha scritto:  noi siamo il loro punto fermo, il loro esempio degli adulti che saranno e nel momento delle grandi scoperte (camminare parlare leggere o scrivere) hanno bisogno di avere la certezza che ce la possono fare! sta a noi sostenerli e spronarli verso il mondo a cui naturalmente appartengono.
per mesi siamo state noi il loro mondo ora scoprono che c'e' "altro" oltre alla mamma e anche il papa' non basta proprio perche' e' il momento in cui si rendono conto di non essere un tutt'uno con noi.

(forse il discorso non e' molto liscio, sono un po' cotta scusate)

@giuleee: quante cose in comune, il tuo intervento e' arrivato a proposito, sto vivendo un periodo simile e mi e' servito per ricordarmi e ripetermi come funzionano le nostre adorate bestioline

Si c'è una grande affinità Smile anche io mi rispecchio nei tuoi interventi e ho provato subito simpatia per te e per il bellissimo Leonardo Biggrin
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Ma hai appena descritto ciò che succede a Marina ultimamente...uguale!
Ci rassicuriamo a vicenda allora!
Noi ci siamo e ci saremmo sempre per i nostri cuccioli.
Provo a godermela il più che posso ( e sono sicura che lo fate anche voi!), specialmente perché so che il tempo passa veloce e questo loro 'appiccicarsi' non durerà per sempre.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Ho aperto il forum decisa ad aprire un nuovo post "Help: attacco di mammite acuta" e leggo che arrivo seconda!
Per Filippo (16 mesi giovedì) è in corso una crisi acutissima! Ok, ha imparato a camminare, sta cominciando a scoprire il mondo, ma non mi molla un secondo. Come mi allontano, comincia a piangere, urlare e sbatte i piedi. Vuole camminare, se non si sente sicuro, solo con la mia mano, niente babbo, nè nonne o zie (fino ad ora è stato con tutti senza proteste)...
io sto con lui voolentieri, ci mancherebbe, ma il problema è che non riesco a fare niente: ho il letto da rifare, la lavatrice da stendere, devo preparare il pranzo ed impostare la cena (visto che nel pomeriggio sono a lavoro), sono le 12.40 e ancora non ho fatto nienteeeeee!!!!!!
Ma voi come fate?
Una zia mi ha detto ieri: forse è l'ora che tu lo mandi al nido, così si abitua....
ma mandarlo proprio ora che ha più bisogno di me, mi pare una gran crudeltà, e sicuramente va contro i principi educativi che ho tenuto fino ad adesso.

Voi che avete già passato questo momento, mi potete dare dei suggerimenti?

P.S.: ok, questa crisi di mammite acuta capita, non a caso, in concomitanza con un attacco di raffreddore (il secondo della stagione e della vita per Filippo), che gli sta portando anche disappetenza, sonnolenza e, ovviamente, tosse+starnuti. Venerdì scorso non sono andata a lavoro e sono stata tutto il giorno con lui. se avessi avuto un altro figlio non so come avrei fatto!!!
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
Io ci passo anche ora che sto eliminando (con molta calma e solo parzialmente) il pannolino e ci sono passata anche per le altre tappe di crescita... io faccio le cose mentre dorme, le altre che devo fare prima cerco di coinvolgerlo o tenerlo in braccio o comunque vicino a me...
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  crisi isteriche di pianto mammadel71 4 1.742 08-06-2013, 06:35 06
Ultimo messaggio: giulieee
  Crisi mamma paemma2 16 2.405 17-12-2011, 09:40 09
Ultimo messaggio: paemma2
  Il controllo degli sfinteri, un'altra frottola? arkadian 23 3.579 13-09-2010, 05:39 17
Ultimo messaggio: LottaCate

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)