COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

Ma deve per forza portarsi pezzi alla bocca da subito?
#1
Mi spiego meglio,
che metodo adottare per dare il cibo?
mettere davanti al piccolo più cibi consistenti (sennò li spappola) e lasciare che scelga da subito e che si arrangi a portarsi il cibo alla bocca oppure proporgli una pietanza che è normalmente presente a tavola e magari nei primi tempi aiutarlo?

Dato che sono stato scioccato da un'occlusione per un pezzo di pera che ho risolto istintivamente battendo sulla schiena con piccolo appoggiato inclinato sulle ginocchia (e l'altra sera con un pezzo di crosta di pizza idem) ho pensato di progredire lentamente nel dare i pezzoni al piccolo.
Così Davide (6m e 1/2) mangia qualsiasi cosa abbiamo in tavola noi (che siamo amanti delle zuppe di verdura/leguminose) ma ridotte in pezzetti piccoli, non poltiglia.
Normalmente in tavola abbiamo una pietanza, ma variamo molto tra pranzo e cena e durante la settimana. Poca carne (qualsiasi tipo, niente affettati e comunque 1 volta la settimana).
Per questo facciamo zuppe con pastina/pane e verdure e a lui le dò col cucchiaino. Ma non gli metto in bocca il cucchiaino, glielo presento a distanza tale per cui riesce ad afferrarlo e lui prende il cucchiaino e se lo porta alla bocca (salvo rare volte in cui si distrae, gira la testa e si infila il cucchiaino nell'orecchio Lol).
Una cosa tipo questa:
   
Le prime volte (un paio di giorni) è stato un po' un disastro, ma adesso si arrangia, si inforca perfettamente da solo e appena vuoto il cucchiaino inizia a sbatterlo sul vassoio del seggiolone protestando perchè non gliel'ho ancora riempito.
Se non ha più fame smette di prendere il cucchiaino oppure inizia a giocarci.
Ieri sera pasta integrale col ragù bianco ed olio d'oliva, spezzettata e data al solito modo.
Noto che un po' alla volta inizia a masticare, cosa che all'inizio non faceva ma ingurgitava dritto..

Che ne pensate?
ciao
[Immagine: ZRv2p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
(15-03-2013, 12:51 12)pieri70 Ha scritto:  Mi spiego meglio,
che metodo adottare per dare il cibo?
mettere davanti al piccolo più cibi consistenti (sennò li spappola) e lasciare che scelga da subito e che si arrangi a portarsi il cibo alla bocca oppure proporgli una pietanza che è normalmente presente a tavola e magari nei primi tempi aiutarlo?

Dato che sono stato scioccato da un'occlusione per un pezzo di pera che ho risolto istintivamente battendo sulla schiena con piccolo appoggiato inclinato sulle ginocchia (e l'altra sera con un pezzo di crosta di pizza idem) ho pensato di progredire lentamente nel dare i pezzoni al piccolo.
Così Davide (6m e 1/2) mangia qualsiasi cosa abbiamo in tavola noi (che siamo amanti delle zuppe di verdura/leguminose) ma ridotte in pezzetti piccoli, non poltiglia.
Normalmente in tavola abbiamo una pietanza, ma variamo molto tra pranzo e cena e durante la settimana. Poca carne (qualsiasi tipo, niente affettati e comunque 1 volta la settimana).
Per questo facciamo zuppe con pastina/pane e verdure e a lui le dò col cucchiaino. Ma non gli metto in bocca il cucchiaino, glielo presento a distanza tale per cui riesce ad afferrarlo e lui prende il cucchiaino e se lo porta alla bocca (salvo rare volte in cui si distrae, gira la testa e si infila il cucchiaino nell'orecchio Lol).
Una cosa tipo questa:

Le prime volte (un paio di giorni) è stato un po' un disastro, ma adesso si arrangia, si inforca perfettamente da solo e appena vuoto il cucchiaino inizia a sbatterlo sul vassoio del seggiolone protestando perchè non gliel'ho ancora riempito.
Se non ha più fame smette di prendere il cucchiaino oppure inizia a giocarci.
Ieri sera pasta integrale col ragù bianco ed olio d'oliva, spezzettata e data al solito modo.
Noto che un po' alla volta inizia a masticare, cosa che all'inizio non faceva ma ingurgitava dritto..

Che ne pensate?
ciao

che dovresti rilassarti :-)
nell'as c'e' un'idea di fondo, ma non dettami e regole. va bene tutto quello che va bene a tutti voi.
Alessandra + Daniele Giaime (7/10/2004) + Giorgia Diana (15/06/2010)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
E aggiungo alla saggia Alessimdon che il punto cruciale è che lui voglia accedere (e gli venga lasciato fare liberamente) a quello che vede in tavola cibo o no che sia (vabbè, i coltelli possono anche attendere) in modo che prendendoli come un gioco finisca prima o poi per imparare da solo a distinguere quello che ha anche il dono di 'un sapore' e quello che non ne ha.
Se inizia a provare gusto per qualcosa che noi, non lui, già sappiamo essere cibo e mostra il desiderio che qualcuno lo agevoli a portarselo alla bocca, se su sua richiesta va bene pure quello.
Personalmente ho sempre cercato anche in quei casi di lasciarlo cimentare da solo con una piccola quantità mentre lo assecondavo con qualche imboccata (solo se la richiedeva prima lui).

Il punto non è tanto se debba "per forza portarsi cibo o pezzi alla bocca da subito", ma se arriva a portarsi pezzi alla bocca e se così giocando inizia ad associare alcuni di quegli oggetti 'saporosi' con un'idea di cibo=alimentazione.
Considera che fino ad allora l'idea di 'cibo' è associata solo al latte (seno o biberon) quindi per lui è tutto una scoperta.
E anche dopo aver portato qualcosa alla bocca e averlo magari anche assaporato con gusto, non è detto che subito gli scatti questa molla. È sempre ancora solo esperimento-gioco.
Arriverà il momento che mostrerà di attendersi la sua parte in un piattino e forse solo allora inzierà ad associare al suo gioco (il nostro e suo pasto) l'idea del nutrirsi.

Detto così sembra lunghissimo, lo so, ma quando scatta, con alti, bassi, stop and go a iosa, poi il passo verso il piacere di mangiare diventa un crescendo continuo.

E poi, soprattutto per il 'per forza'.....è esattamente come dice l'amica sopra:
non c'è nulla che debba essere per forza.

Si asseconda la sua voglia di scoperta e novità senza imporle, come quando iniziano a parlare, e tutto segue ciò che madre natura ha scritto nei nostri geni senza interferire con regole e dettami dall'esterno!!!

in bocca al lupo!
Wink
Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
...e comunque, mi sembra che stiate andando benissimo! Io però ho ridotto i legumi, anche per me e il mio latte di conseguenza, perché a BNR gonfiano troppo la pancia.
[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxNVCyBlwwFZ8C1Q,,44.png]
[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxsVSyBlwwFbYC3Q,,40.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
(15-03-2013, 03:27 15)alessimdon Ha scritto:  che dovresti rilassarti :-)
nell'as c'e' un'idea di fondo, ma non dettami e regole. va bene tutto quello che va bene a tutti voi.
Già
ma quello che ho visto spesso è l'affidare al piccolo cibo a volte tosto da gestire..

(15-03-2013, 04:53 16)Linda Eva Ha scritto:  E aggiungo alla saggia Alessimdon che il punto cruciale è che lui voglia accedere (e gli venga lasciato fare liberamente) a quello che vede in tavola cibo o no che sia (vabbè, i coltelli possono anche attendere) in modo che prendendoli come un gioco finisca prima o poi per imparare da solo a distinguere quello che ha anche il dono di 'un sapore' e quello che non ne ha.
Se inizia a provare gusto per qualcosa che noi, non lui, già sappiamo essere cibo e mostra il desiderio che qualcuno lo agevoli a portarselo alla bocca, se su sua richiesta va bene pure quello.
Personalmente ho sempre cercato anche in quei casi di lasciarlo cimentare da solo con una piccola quantità mentre lo assecondavo con qualche imboccata (solo se la richiedeva prima lui).

Il punto non è tanto se debba "per forza portarsi cibo o pezzi alla bocca da subito", ma se arriva a portarsi pezzi alla bocca e se così giocando inizia ad associare alcuni di quegli oggetti 'saporosi' con un'idea di cibo=alimentazione.
Considera che fino ad allora l'idea di 'cibo' è associata solo al latte (seno o biberon) quindi per lui è tutto una scoperta.
E anche dopo aver portato qualcosa alla bocca e averlo magari anche assaporato con gusto, non è detto che subito gli scatti questa molla. È sempre ancora solo esperimento-gioco.
Arriverà il momento che mostrerà di attendersi la sua parte in un piattino e forse solo allora inzierà ad associare al suo gioco (il nostro e suo pasto) l'idea del nutrirsi.

Detto così sembra lunghissimo, lo so, ma quando scatta, con alti, bassi, stop and go a iosa, poi il passo verso il piacere di mangiare diventa un crescendo continuo.

E poi, soprattutto per il 'per forza'.....è esattamente come dice l'amica sopra:
non c'è nulla che debba essere per forza.

Si asseconda la sua voglia di scoperta e novità senza imporle, come quando iniziano a parlare, e tutto segue ciò che madre natura ha scritto nei nostri geni senza interferire con regole e dettami dall'esterno!!!

in bocca al lupo!
Wink

Mah
a me non sembra del tutto un gioco...
Voglio dire, il piccolo ha il suo seggiolone che mettiamo sempre affiancato alla tavola tra me e mia moglie e lui sa benissimo che in quel momento inizia la "pappa".
Tant'è che spesso il momento della fame, testimoniata da pianti tipici, coincide con il nostro pranzo ed una volta seduto sul seggiolone smette ed inizia a protestare perchè non è ancora pronto :-).
Ed inizia a guardare cosa c'è nei piatti.
Cosa incredibile è che qualsiasi cosa gli diamo la mangia..
Unica eccezione una volta le verze cotte.
Ieri per fargli uno scherzo gli ho messo davanti un limone spremuto, beh, si è messo a ciucciare anche quello Blushing.

Vabbè, come giustamente mi fate notare è una questione di calma.
Sto infatti notando che il piccolo inizia a "masticare" quello che mette in bocca e non lo spara dritto in gola con la suzione.
Probabilmente deve un po' alla volta modificare il suo modo di gestire il cibo in bocca, che passa da suzione spinta (approccio tetta) a introduzione-masticamento-deglutizione.
Grazie per i consigli
ciao
p
[Immagine: ZRv2p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Allora probabilmente sei già avanti come fase.
Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Non so che dire..
saranno due settimane che abbiamo iniziato lo svezzamento, prima mai nulla oltre al latte..
[Immagine: ZRv2p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Secondo me stai andando benissimo. La capacità di gestire pezzi piú o meno grossi dipende da bimbo a bimbo. Anche io a Giulietto all'inizio spezzettavo le cose e premasticavo la carne. La cosa importante dell'As é lasciarli liberi di scegliere quando cosa e quanto vogliono mangiare/sperimentare. Quindi continua cosí!
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Aaahhh...
Ok, capito!
È che se fai un giro su youtube e e vedi cose tipo:
https://www.youtube.com/watch?v=zzPMAJCPhmA&feature=youtube_gdata_player
Ti vien da chiederti se stai facendo le cose sul serio ;-)
[Immagine: ZRv2p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
Bè, è come dire che non si è abbastanza forti perchè ci si paragona a superman! il bambino del video mette quasi paura....e a 6 mesi è grande come uno di un'anno!!! Comunque una cosa che non ho mai fatto e che non approvo molto è quella di dare i cosci di pollo o comunque di carne. Mi spaventano le ossa, soprattutto quelle del pollo che si spezzano e sono vuote dentro e quindi più taglienti, ed i pezzetti di esse che si potrebbero staccare (scusa l'OT)
[Immagine: 67rgp1.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  a proposito di pezzi di cibo nella cacca... fede_de 11 3.137 21-03-2013, 10:36 10
Ultimo messaggio: Tatina
  Quanto piccoli i pezzi? mamyGiò 32 4.601 05-09-2012, 11:30 23
Ultimo messaggio: cristina81
  Bocca piena paemma2 5 1.368 19-08-2012, 09:50 21
Ultimo messaggio: ERiCa
Sad Ho super paura dei pezzi... ely8421 48 6.129 11-05-2012, 09:45 09
Ultimo messaggio: Ambra Farina
  Ingoia pezzi interi! mamitta 7 2.719 04-08-2011, 12:25 12
Ultimo messaggio: Chiara
  Tutto in bocca tranne il cibo gapazerotre 5 1.092 20-06-2010, 07:04 19
Ultimo messaggio: Chiara

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)