COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

manifestare la rabbia
#1
E con l'anno nuovo, ecco una discussione "leggera" Smile!
Avevo cominciato il post ieri pomeriggio, ma poi sono stata richiamata all'ordine...

Premesso che ritengo importantissimo manifestare tutte le emozioni, anche quelle negative, mi trovo in una "empasse", perchè ho un modo molto spiacevole di manifestre la rabbia. Io la definisco una "modalità Vesuvio", ossia sono di quelle persone che trattengono molto per poi esplodere nei momenti meno opportuni e con una veemenza esagerata e sporporzionata. E' un grosso difetto che vorrei davvero eliminare.
Pure perchè Mario è entrato nei "terrible twos". Spesso compie azioni evidentemente dirette a provocare una nostra reazione...
Io sono convinta che lo faccia proprio per capire COME va manifestata la rabbia, perchè poi ci osserva con sguardo quasi..."scientifico".... come Piero Angela guarderebbe uno scarafaggio...per intenderci!

Insomma, vorrei davvero insegnare a mio figlio ed a me stessa un modo più corretto di esprimere la collera. Forse pretendo troppo, perchè in fondo la rabbia è un sentimento spiacevole e non posso sperare di arrabbiarmi in modo "carino". Forse è del tutto naturale che una volta esplosa la rabbia, dopo due secondi ci si penta del proprio comportamento.
Io le ho provate tutte... ma non mi piaccio mai. Solo ultimamente sono riuscita, con grande self control, a dire "mamma è arrabbiata adesso..." e devo dire che Mario mi ha guardato tutto serio e, finalmente, mi sono sentita bene.
Se grido, se metto il muso (tipo bambina, sigh!), se addirittura mi succede di pensare che ci vorrebbe uno sculaccione, mi sento malissimo. Mi sembra di non insegnare nulla a mio figlio...anzi. Mi sento delusa da me stessa e penso di deluderlo nella immagine che lui ha di me Sad.

Voi come manifestate la vostra rabbia?
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Bell'argomento tosto da inizio anno! Ti ringrazio per aver posto la questione, perchè mi riguarda da vicino e mi sta creando non pochi problemi. Io sono un tipo impulsivo, quindi quando mi arrabbio urlo!
Quando Tommaso ha avuto l'età di Mario, mi sono proposta di controllarmi, di sgridarlo se faceva qualcosa di pericoloso, ma per il resto di insegnargli e guidarlo con calma. Quando fanno qualcosa per provocare la nostra reazione è normale, perchè hanno bisogno che non poniamo loro dei limiti, il fatto è che dopo un po' la pazienza finisce, soprattutto quando siamo più stanchi, e sbottiamo. Per quanto mi riguarda, la situazione è degenerata con la nascita di Giulia, complice l'età (2 anni e mezzo), un po' di gelosia, la mia stanchezza e la difficoltà di gestire 2 bambini, entrambi con molte esigenze e completamente diverse.
Tommaso ha subito capito e quando sono impegnata con Giulia ne combina di tutti i colori e finisce che urlo tutto il giorno e poi mi sento in colpa...Quando oltrepasso il limite gli chiedo scusa (e anche lui ha imparato a farlo), ma il fatto è che non vorrei arrivare a quel punto! Non voglio che lui diventi come me, anche perchè è già sulla buona strada, quando è arrabbiato fa l'isterico come faccio io, ma spesso sono così stanca ed esasperata che non riesco neanche a pensare prima di agire e il mio carattere impulsivo ha la meglio.
Mi rendo conto che a volte sono io con il mio modo di pormi che scateno le situazioni...vorrei tanto avere la capacità di correggere le situazioni che possono diventare conflittuali, distraendo Tommaso, mettendola sul gioco come sanno fare alcuni genitori.
Io dovrei essere la sua guida, dovrei saper contenere le sue emozioni e invece avrei bisogno di essere contenuta a mia volta...
certe volte mi sento davvero una cattiva madre, vorrei dimostrargli il mio amore incondizionato e non ci riesco.
Lui ha un bel carattere e 2 minuti dopo che l'ho sgridato è di nuovo allegro come prima, ma ho paura di causargli dei traumi a lungo termine.
Marianna
+ Tommaso 16/12/2008
+ Giulia 11/06/2011
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
uhmmmm....
la rabbia? qualche anno fa ho deciso che non mi sarei più arrabbiata...
qualche tempo dopo ho capito che non funzionava, così ho pensato che forse sarebbe stato meglio arrabbiarsi e comunicarlo. Poi dopo un periodo variabile di tre/quattro giorni affrontare il discorso....
qualche tempo fa ho capito che funzionava benissimo per me ma ledeva gli altri, così mi sono detta: ok, affronta subito e con calma la siatuazione controversa....
solo negli ultimi tempi, dopo la nascita della piccola mi sono trovata a segnalare subito le cose che mi fanno male e che mi offendono con calma e serietà. La piccola lo ha capito ed anche il papà. In pratica quando accade qualcosa penso:
1 - è davvero una cosa per cui arrabbiarsi? In fin dei conti anche se porta i suoi giochi dove non mi piace ma poi li rimette a posto, chissenefrega. Se mi tira indietro il piumone dopo che l'ho sistemato che importa, ci posso dormire ugualemnte.
Se invece è una cosa per cui dovrei arrabbiarmi lo dico, puro e semplice. Però non lascio strascichi. Mi arrabbio e mi passa.
2 - mi capita di sbottare perché sono stanca o nervosa? Riconosco lo sbaglio ad alta voce e chiedo scusa. I bambini imparano anche che il mondo non è perfetto, si cerca di fare del proprio meglio.
3 - sono libera di decidere. Ho la facoltà di scegliere se arrabbiarmi oppure no. Siccome voglio insegnare a lasciare spazio per gli altri, devo lasciargli spazio! Se le cose sono diverse da come le vorrei, pace. (basta che non mi si smonti la casa, saccheggi il frigorifero e si giochi con i miei gomitoli).
Se decidi che vuoi essere migliore puoi cominciare ad esserlo. Sii contenta di essere migliorata, anche se poco. Esercizio lento e profondo dà migliori risultati di una full immersion finta di calma momentanea!
Miiiihhhh. Ieri sera mi devono avere drogate le lenticchie!!!! Big Grin
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
quando finisce la digestione posto una risposta sensata...
10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
Grazie ragazze! Maribok, credo che i consigli di Valina siano davvero molto saggi e meritino di essere seguiti. Valina, erano proprio le parole di cui avevo bisogno. Grazie!
Non è che ti è avanzato un piatto di lenticchie? Smile

@cancy.... ancora in 'coma' post-cenone?
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Sì sono degli ottimi consigli, devo solo imparare a dominare la mia impulsività per riuscire a pensare un attimo prima di scattare!
Marianna
+ Tommaso 16/12/2008
+ Giulia 11/06/2011
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
(02-01-2012, 12:46 12)giulieee Ha scritto:  @cancy.... ancora in 'coma' post-cenone?

no...devo digerire i suoceri
10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Ultimamente io non sono la persona più adatta per consigliarti come 'gestire' la tua rabbia, anzi.... I consigli saggi che riceverai torneranno decisamente utili anche a me Smile
Mi è piaciuto il consiglio di Valina, mi sembra molto equilibrato..
In effetti credo che far prevalere la ragione nei momenti difficili possa essere d'aiuto...
Il classico contare fino a 10 potrebbe diventare un contare fino a 150 prima di agire ad esempio... Big Grin
In questo modo si dà il tempo alla rabbia di sbollire, e si evitano atteggiamenti di cui poi ci si debba pentire.
Diciamo che io finora sono riuscita a gestire il mio nervosismo abbastanza decentemente, ma ultimamente la mia carenza di sonno mi sta facendo vacillare.
Maribok hai tutta la mia comprensione... Non è facile con due figli!!!
Però non dire che sei una cattiva madre, stai comunque facendo del tuo meglio, e il fatto che hai desiderio di migliorare significa che ce la stai mettendo tutta, e sei lodevole per questo.
Quant'è difficile ragazzi!!!!!
Un abbraccio grande
(02-01-2012, 08:04 20)cancy Ha scritto:  
(02-01-2012, 12:46 12)giulieee Ha scritto:  @cancy.... ancora in 'coma' post-cenone?

no...devo digerire i suoceri

Hi hi hi.... Big Grin
Allora mi sa che devi scolarti 1 litro di "idraulico liquido"!!
Come ti capiscoooooooo!!!!
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
(03-01-2012, 01:26 13)StellaLuna Ha scritto:  Maribok hai tutta la mia comprensione... Non è facile con due figli!!!
Però non dire che sei una cattiva madre, stai comunque facendo del tuo meglio, e il fatto che hai desiderio di migliorare significa che ce la stai mettendo tutta, e sei lodevole per questo.
Grazie per l'incoraggiamento! E' che ogni tanto lo sconforto prende il sopravvento...
Marianna
+ Tommaso 16/12/2008
+ Giulia 11/06/2011
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
Bell'argomento! Tocchi un tasto vivo. Proprio ieri pomeriggio mi sono arrabbiata molto dopo che é salito una decina di volte sul gradino della televisione e io sempre calma che lo dissuadevo e lo tiravo giu, ma all'ultima é caduto pericolosamente e se non fossi stata li sarebbe volato per terra. Li sono sbottata con urla e rabbia, lui ha fatto la mescola e poi ha cercato un abbraccio. Oltretutto questo evidente atteggiamento di sfida lo ha avuto anche in mezzo ad alcuni amici genitori durante le feste. Loro dicono che mi vedono troppo morbida e che dovrei arrabbiarmi molto prima e magari dare qualche patrone educativo. Io non credo molto all'educazione fatta di rabbia e pattoni, ma almeno per e cose pericolose vorrei trovare un modo per farmi ascoltare. Se gli dico di non mettersi i pennarelli in bocca lo fa 100 volte, se glielo dice qualcun'altra smette subito... Uffa!
Complice della mia rabbia anche il fatto che prima che nascesse M riuscivo a fare sport e scaricavo molto, ora é un continuo accumulo ed arrivo a sera proprio 'nervosetta'...
[Immagine: an1cHr8002B0015OTU4OTY0ZHw0ODI3NjM0cGF8TWFyY28.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  Giulio e la rabbia Elis 9 2.137 20-01-2014, 01:35 01
Ultimo messaggio: mamitta

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)