COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

rientro a lavoro-biberon-svezzamento
#1
Ciao a tutti mi chiamo Lia, sono la mamma di Anna (4 mesi il 01 maggio). Innanzitutto voglio ringraziarvi per questo strumento di confronto che avete messo su. E voglio ringraziare il dott. Piermarini perchè non è facile trovare medici che ragionano.

Vi introduco il mio problema, oggi sono rientrata a lavoro e la mia bambina non ne vuole sapere di biberon nè col mio latte tirato nè con quello artificiale. Ho provato a darglielo molte volte anche perchè io non ho moltissimo latte e lei è "cresciuta" poco. Oggi pesa 5,5 kg (quando è nata pesava 3,1 kg). Io credo che lei si sia abituata a mangiare poco perchè ha avuto delle coliche molto pesanti che si manifestavano appena si attaccava al seno impedendole di completare il suo pasto serenamente...è stata una lotta. Insomma sarà almeno 1 mese e mezzo che le provo tutte ma niente.
La necessità di doverla lasciare mi aveva fatto decidere di avviare lo svezzamento, per cui sebbene avessi letto alcune informazioni poco accurate su come svezzare i bambini sono andata dalla pediatra che mi ha dato la solita ricettina che non sto qui a ripetervi.
Ho iniziato a darle un pò di pera grattugiata che lei sembra apprezzare particolarmente, ma io mancherò 8 ore al giorno: la bambina non può mangiare solo frutta per tutto il giorno.
Poi finalmente sono stata illuminata da questo Autosvezzamento. Ho subito comprato il libro IO Mi SVEZZO DA SOLO..che per altro è molto gradevole da leggere, è finalmente ho trovato una logica in tutta questa bolgia di informazioni inutilli e di dictat che girano intorno a questo argomento che tutti accettano come dogmi della fede ( e dire che sembrerebbe la cosa più semplice del mondo!).
Ovviamente ora che ho scoperto tutto questo mi piacerebbe poterla applicare con la mia bambina che non si merita una mamma "boia" che la ingozzi di porcherie quando non è ancora pronta... ma come faccio se non prendere il latte? avete qualche suggerimento? Ho provato col cucchiaino, ma a parte il tempo che si dovrebbe impiegare per farle prendere il latte che i miei genitori, cui la lascerò, sono anche disposti a perdere credo che sia inutile perchè se la bambina ancora non ha maturato il meccanismo di deglutizione dei cibi solidi avrà anche lo stesso problema con il latte, sebbene liquido..o no?
Qualcuno ha avuto lo stesso problema? io provo ad insistere col latte, magari per fame cederà. Sono davvero disperata.
Volevo chiedere inoltre se può essere dannoso proporre il cibo prima dei 6 mesi, non so ad esempio per qualche carenza enzimatica: noi ogni tanto le facciamo leccare dalle nostre dita qualche cibo che stiamo mangiando per vedere se le piace...come si faceva una volta.
Vi ringrazio in anticipo per i consigli che potrete darmi.
ciao
annalia
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Ciao Lia,

non ti posso rispondere esaurientemente perché non sono troppo ferrato su quello che è il tuo problema, ma vedrò se riesco a convincere uno dei numi tutelari che protegge il forum a scendere tra di noi a darci qualche consiglio.

L'unica cosa che mi viene da dire è che non so quanto faccia bene la frutta (molto popolare in Italia per il pre-svezzamento, chiamiamolo così) dato che riempe senza nutrire; mi domando se nel tuo caso sia una scelta giusta dato che credo faccia poco per la crescita (ma almeno non le fai mangiare il fruttolo...).

Tra l'altro credo che il tuo problema sia indipendente dal metodo di svezzamento scelto, perché anche se le dài il liofilizzato e poi te lo sputa tutto ti trovi al punto di partenza. C'è un altro post simile al tuo: leggi qui e poi il seguito qua

Ora giro la domanda e aspettiamo lumi.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Ho letto sul libro di Gonzales che il latte si può dare persino ad un neonato anche col bicchiere, certo ci vuole un po di pratica però puoi provare...
Riprendo il discorso con più calma...
Un bambino piccolo non ha problemi con i liquidi altrimenti come farebbe con il latte? Ha problemi con la gestione dei solidi e basta. Il punto è che seno e biberon funzionano al contrario: col seno il bimbo deve tirare fuori il latte, col biberon ne deve fermare l'uscita è per questo principale motivo che si parla anche di confusione tra seno e biberon (ma non sempre è così: Fabio non ha avuto nessuno problema). E poi il biberon ovviamente non odora di mamma...
Per la pericolosità del cibo dipende dalla preparazione dell'intestino a digerirlo, anche se ho già citato in altra sede il link di uno studio molto interessante sul tema allergia-periodo finestra (help Arkadian... io non so inserire il sistema che la porti tramite una parola al post!!)... inoltre sul tema è meglio davvero se interviene il luminare.
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
(03-05-2010, 11:42 23)annalia Ha scritto:  Ciao a tutti mi chiamo Lia, sono la mamma di Anna (4 mesi il 01 maggio). Innanzitutto voglio ringraziarvi per questo strumento di confronto che avete messo su. E voglio ringraziare il dott. Piermarini perchè non è facile trovare medici che ragionano.

Vi introduco il mio problema, oggi sono rientrata a lavoro e la mia bambina non ne vuole sapere di biberon nè col mio latte tirato nè con quello artificiale. Ho provato a darglielo molte volte anche perchè io non ho moltissimo latte e lei è "cresciuta" poco. Oggi pesa 5,5 kg (quando è nata pesava 3,1 kg). Io credo che lei si sia abituata a mangiare poco perchè ha avuto delle coliche molto pesanti che si manifestavano appena si attaccava al seno impedendole di completare il suo pasto serenamente...è stata una lotta. Insomma sarà almeno 1 mese e mezzo che le provo tutte ma niente.
La necessità di doverla lasciare mi aveva fatto decidere di avviare lo svezzamento, per cui sebbene avessi letto alcune informazioni poco accurate su come svezzare i bambini sono andata dalla pediatra che mi ha dato la solita ricettina che non sto qui a ripetervi.
Ho iniziato a darle un pò di pera grattugiata che lei sembra apprezzare particolarmente, ma io mancherò 8 ore al giorno: la bambina non può mangiare solo frutta per tutto il giorno.
Poi finalmente sono stata illuminata da questo Autosvezzamento. Ho subito comprato il libro IO Mi SVEZZO DA SOLO..che per altro è molto gradevole da leggere, è finalmente ho trovato una logica in tutta questa bolgia di informazioni inutilli e di dictat che girano intorno a questo argomento che tutti accettano come dogmi della fede ( e dire che sembrerebbe la cosa più semplice del mondo!).
Ovviamente ora che ho scoperto tutto questo mi piacerebbe poterla applicare con la mia bambina che non si merita una mamma "boia" che la ingozzi di porcherie quando non è ancora pronta... ma come faccio se non prendere il latte? avete qualche suggerimento? Ho provato col cucchiaino, ma a parte il tempo che si dovrebbe impiegare per farle prendere il latte che i miei genitori, cui la lascerò, sono anche disposti a perdere credo che sia inutile perchè se la bambina ancora non ha maturato il meccanismo di deglutizione dei cibi solidi avrà anche lo stesso problema con il latte, sebbene liquido..o no?
Qualcuno ha avuto lo stesso problema? io provo ad insistere col latte, magari per fame cederà. Sono davvero disperata.
Volevo chiedere inoltre se può essere dannoso proporre il cibo prima dei 6 mesi, non so ad esempio per qualche carenza enzimatica: noi ogni tanto le facciamo leccare dalle nostre dita qualche cibo che stiamo mangiando per vedere se le piace...come si faceva una volta.
Vi ringrazio in anticipo per i consigli che potrete darmi.
ciao
annalia

Premesso che ogni caso è a sé e esige una discussione approfondita faccia a faccia, la mia risposta sarà di ordine generale.
Una crescita come quella segnalata, in bambini in buona salute psico fisica, è da considerare del tutto normale e non andrei a cercare spiegazioni improbabili per un problema improbabile. In più esistono non pochi bambini che, provvidenzialmente dotati di un metabolismo ad alto rendimento, stanno benissimo con la terza parte del cibo che serve agli altri.
A qualunque età i bambini mangiano se hanno fame e se non gli facciamo odiare il cibo e chi glielo porge, per cui è del tutto fondata la decisione di aspettare lo sblocco spontaneo della situazione, ma senza violentare la bambina. In questi casi bisogna sempre riflettere sul fatto che il latte materno può scomparire anche di colpo per le più svariate ragioni, del tutto indipendenti dalla volontà materna (malattie gravi, stress ambientali, decesso) e i bambini si sono sempre adattati alla sopravvenuta necessità, sempre purché l'ambiente resti calmo e rassicurante (cosa difficile se lei si sente irragionevolmente in colpa). Il mio consiglio, per tutto ciò, coincide con la sua, diciamo così, intuizione materna. Aggiungo solo la possibilità, per dare il latte, di usare un bicchiere, con o senza beccuccio.
La digestione di alimenti diversi dal latte materno comincia ad essere adeguata dai 4 mesi e si perfeziona rapidamente in seguito. Perché allora non cominciamo prima a dare altro? Perchè il bambino potrebbe non essere in grado di gestire in bocca il cibo solido e perché potrebbe non interessargli affatto, portando il tentativo ad un fallimento scoraggiante e a negative etichettature ingiustificate dell'innocente violentato. Ma, se, per ipotesi (veritiera raramente, tuttavia, a 4 mesi, ma sempre più possibile andando avanti con i mesi), il soggetto in questione fosse pronto anche dal punto di vista neurologico e fosse interessato all'esperimento (e qui attenti a non raccontarci bugie!), non ci sarebbe nulla da obiettare ad iniziare come con un bambino più grande.

Lucio Piermarini
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
io (anzi chi sta con la bimba quando lavoro) le do il mio latte con il beccuccio morbido con la valvola, così lei può decidere quando e quanto tirare (credimi, non so come faccia, perchè io non riesco a tirare nulla da lì, ma lei sì!), poi c'è anche il metodo della siringa con il tubicino attaccato al mignolo (il bambino ciuccia il dito e il latte scende dal tubicino), che forse è + veloce con il cucchiaino.
cmq non ti preocc tanto: quando io non ci sono silvia riesce a stare tante ore senza mangiare e quel latte che si beve è giusto per "sfizio", perchè mi aspetta x poppare alla grande, ma durante la mia assenza è cmq serena e sorridente; i bambini hanno una grandissima capacità di adattamento!
poi il biberon o il cucchiaino glieli stai proponendo tu o chi ti sostituirà? è normale che da te lo rifiuti perchè pensa "cosa vuole questa qui con questo attrezzo, se ha la titta?".
per quanto riguarda l'introduzione di altri cibi, secondo me non la devi anticipare x' tu devi tornare al lavoro: se la bimba è pronta e ha già dato i famosi "segnali", bene; altrimenti berrà il tuo latte dal bicchiere, dal biberon o da qualcos'altro (ne berrà pochissimo, perchè ti aspetta: silvia alcuni giorni sta ore e ore senza volerlo e poi se lo scola tutto; poi quando arrivo io si recupera!). la parola d'ordine è RILASSATI!
facci sapere, baciiiiiiii!!!
[Immagine: kgaQ.jpg][Immagine: ZSuep1.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
vi ringrazio tutti per i consigli dati, in particolare il dr. Piermarini. Cercherò di controllare l'ansia mia e di mia mamma che tiene Anna mentre io sono a lavoro. La bambina in effetti è in ottima salute e sempre allegra...tranne quando ha fame ed io non sono nei paraggi...ovviamente.
Proverò ad utilizzare il bicchiere e a non insistere troppo quando non ne vuole. Tra qualche giorno vi farò sapere se abbiamo ottenuto risultati.
annalia
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Anche io devo probabilmente tornare al lavoro al compimento del terzo mese (fra pochissimo!), ho chiesto oggi alla pediatra per il latte e lei mi ha detto di tirarmelo e fare vasetti da 100, se poi non gli basta aggiungeremo frutta o miglio o biscotti... ma mi sembra che qui si faccia del gran casino!
Non so cosa fare... secondo me è meglio dargli più latte che non latte e frutta, mi sembra così piccino e così affezionato alla tetta.... NON VOGLIO TORNARE A LAVORARE!!!!
[Immagine: foxfoxsbu20100225_0_Fanco+is.png]

[Immagine: catcatcrd20120612_1_Alessandra+is.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Scusa Isotta: vanno bene i vasetti da 100gr come ti hanno suggerito, ma poi nel caso avesse ancora fame potresti preparare anche dei vasetti da 20gr... chi terrà il piccolo? Mi sembra davvero troppo piccolo per dargli altro e poi la frutta non riempie di certo come il latte!
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
hai ragione rientrare a lavoro è uno strazio, per la mamma e per il bambino, ma purtroppo s'ha da fare. Vi aggiorno sulla situazione. Giovedì anna ha mangiato 120ml di latte dal biberon, ma poi venerdì niente...è comunque una buona speranza. Purtroppo durante la mia assenza non ne vuole sapere neanche di dormire...fa solo dei microsonni di un quarto d'ora mezz'ora.
Io comunque provo a tenere duro un'altra settimana e continuerò a proporle solo il latte. anch'io me o tiro e lo congelo.
Certo il rientro a lavoro non facilita neanche la scelta dell'AS perchè delegare agli altri, anche se sono i nonni, e fargli capire che la bambina non morirà di fame non è semplice. Fortuna che la bambina non accetta nient'altro se non sarebbe più difficile convincere tutti che bisogna insistere col latte e basta.
Ti consiglio comunque di iniziare a lasciare la piccola qualche ora al giorno in prossimità del rientro così iniziate ad abituarvi ed organizzarvi.
in bocca al lupo
annalia
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
grazie in effetti ci avevo pensato anch'io ad un inizio graduale per l'allontanamento: credo che di punto bianco lasciarlo senza mamma (indipendentemente da chi lo terrà) 6-7 ore di fila sia un po' troppo traumatico.
Non so decidermi fra nido e nonna... anche perchè la nonna in questione sarebbe non mia mamma ma la suocera Dodgy, donna di 70 anni un po' con le sue idee... e soprattutto la suocera mica puoi mandarla a quel paese se fa qualcosa su cui non sei d'accordo Angel
D'altro canto al nido mi sembrano un po' troppo ferrei su orari, quantità di latte dei pasti e pisolini, mio figlio ovviamente è un selvaggio (di giorno non dorme se non in giro o nella fascia, e mangia a richiesta con orari del tutto casuali).

Domanda per Annalia (e altre mucche): ma tu il latte lo congeli appena tirato o aspetti di averne una quantità sufficiente? Posso tenere in frigo un vasetto e aggiungerlo via via che lo tiro (nello stesso giorno ovviamente) fino ad arrivare ai famosi 100cc?
Non ho ancora iniziato a fare le scorte, so che devo cominciare ma mi fa un po' senso l'idea del tiralatte... e soprattutto l'idea di nutrire il mio adorato cucciolo con il biberon! la prima volta (e praticamente unica) che ha accettato il ciuccio per poco non scoppio a piangere a vederlo ciucciare tutto felice qualcosaltro che non fossi io Em0300
[Immagine: foxfoxsbu20100225_0_Fanco+is.png]

[Immagine: catcatcrd20120612_1_Alessandra+is.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  AS e rientro al lavoro inaspettato e repentino pati 3 890 09-10-2013, 06:32 18
Ultimo messaggio: pati
  Autosvezzamento e rientro al lavoro arkadian 21 2.625 02-03-2013, 02:00 02
Ultimo messaggio: chiaraC
  Autosvezzamento - rientro al lavoro sara 6 2.006 28-11-2011, 04:00 16
Ultimo messaggio: Irenotta
  Basta biberon Elis 10 2.341 18-05-2011, 02:10 14
Ultimo messaggio: Elis
Sad AS e rientro a lavoro sere 14 3.295 30-03-2011, 12:01 12
Ultimo messaggio: Lyra
  Aiuto!!! Prime perplessità: a settembre rientro a lavoro!!! la_pantana 16 3.457 29-03-2011, 02:03 14
Ultimo messaggio: Chiara
  Rientro dalla vacanza simo75 0 597 12-08-2010, 11:03 11
Ultimo messaggio: simo75

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)