COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

Spasmi affettivi
#1
Vado e vengo da questo forum come dal famoso motore di ricerca, ma con spirito di simpatia e di comunità!
001_smile
Torno stasera per fare appello di nuovo a chi ne ha voglia:
fuori tutto quello che sapete sui cosiddetti "spasmi affettivi".

In breve: Giovanni, messo sul seggiolone in un giorno qualsiasi di un mezzogiorno qualsiasi (allora aveva 13 mesi), scoppia in pianto dirotto, diventa paonazzo, apnea - soffiargli in viso non è servito - irrigidimento, sbavamento, tremori, occhi in su, respiro affannoso.
Dura minuti.
Io da sola in casa mantengo una relativa lucidità ma d'istinto chiamo un'ambulanza. La crisi rientra, ma quando arrivano a visitarlo è in stato di torpore. Pressione e pulsazioni sono ok.
Pronto soccorso, fatti tutti esami del caso. Niente di fisiologico: non aveva febbre, quindi non erano convulsioni. Escludono l'epilessia.

Lo dimettono con l'etichetta "spasmo affettivo severo".
Mi dicono: se ricapita, spruzzare acqua fredda in viso.
Da allora (fine novembre) a fine anno succede di continuo, anche più volte al giorno. L'acqua gelida funziona nell'arrestare la crisi.
Da gennaio a oggi, invece, capita circa una volta a settimana, ma l'acqua non ha più alcun effetto, perché è talmente rapido il ciclo che riesco solo con pazienza a fargli tante carezze e tenerlo in braccio finché non passa.

Secondo i più è una forma di rabbia fuori controllo per qualcosa che il bambino non può o non riesce a fare.
Quando però aggiungono (compresi educatori e psicologi) che è un "ricatto alla madre" e "va ignorato" perché "se gli dai retta lo vizi" a me saltano i nervi (e grazie al cielo non sono nervosa).

Siccome oggi ho risentito la stessa solfa da un'educatrice di nido che guidava un mini-laboratorietto a cui ho iscritto G., ho deciso di "sputare il rospo" e coinvolgervi!

(già mi sento meglio)
[Immagine: an1cHun003D1105OTNkaHw4OTY4MDkzYXxJbCBwc...aSBoYQ.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Ammetto l'ignoranza in materia. Non li avevo mai sentiti nominare prima di leggere, un minuto fa, il tuo commento a "colichette".

Però il fatto stesso che non li conosca (non che sappia tutto) mi convince che ci deve essere qualcosa sotto e che il bambino provi a comunicare qualcosa. Dopo tutto, se fosse così comune da classificarlo così velocemente come vizio da reprimere mi aspetto che ne avrei sentito parlare da qualche parte.

Cosa possa essere non lo so e chissà se tu lo scoprirai mai, ma non mi sentirei proprio di catalogarlo come vizio...
BM 06-09
C (ex PA) 20-10-11
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Cecilia... riesci a collegare una causa a queste crisi? A istinto...da cosa credi che possano dipendere? Mi vengono i brividi...cucciolo. Perchè ha tanta paura?
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
Allora non ho la più pallida idea di cosa siano ma ti dirò cosa succedeva a mia sorella perchè ci sono alcune analogie.A volte (a caso) quando si metteva a piangere capitava che a un certo punto smettesse di respirare,diventava tutta rossa e poi perdeva conoscenza.Le hanno fatto tutti i controlli di rito per l'epilessia (io avevo 6-7 anni e ricordo tutto) e l'hanno esclusa,non so se ci sia stata diagnosi (e non so se la tua è una diagnosi) ma ai miei avevano consigliato una specie di manovra per metterla a testa in giù,manovra che è stata spiegata a tutte le maestre del nido.Stamattina chiedo a mamma qualcosina di più perchè magari a me hanno spiegato solo quello che potevo capire allora
10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
Mai sentito parlare di "spasmi affettivi".......e, parere mio, tu devi ignorare chi ti dice di ignorare tuo figlio Big Grin ....ma siamo matti??? Ignorare un bambino che diventa viola dal pianto!!!
Di sicuro c'è una causa scatenante di tutto questo...che so, per fare un esempio stupido, una volta salendo sul seggiolone si è fatto male (dico una stupidata per fare un esempio eh...) e a volte, quando ci sale, gli viene in mente ed ha quella reazione.....la reazione "eccessiva" potrebbe essere dovuta al non sapersi controllare tipico dei bimbi piccoli unito alla"frustrazione" di non sapersi esprimere come vorrebbero.
Di sicuro immagino che sia difficile....io quando la vedo star male mi farei tagliare una mano piuttosto....
[Immagine: an1cE-3Hg3D0015MTU1bHp8MzE3NTU2MGRhfENhd...2NoaSE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Purtroppo non avevo mai sentito parlare ma pensare che sia un ricatto del bimbo e che vada ignorato bè.. è semplicemente vergognoso e sta gente dovrebbe andare a rinchiudersi buttando la chiave.
Penso che la causa sia psicologica ma scoprirla è dura.
Heart Diana 05/06/2011
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Nemmeno io ne ho mai sentito parlare. A mio fratello peró succedeva qualcosa di simile (e tale era lo spavento che me lo ricordo anche io, che avevo 2-3 anni): ogni volta che piangeva diventava viola e non respirava piú, a volte fino a perdere quasi conoscenza. Dopo mille esami (compreso elettroencefalogramma) é venuto fuori che era semplicemente la ghiandola del timo un po' indietro nella crescita, quindi non aveva una causa psicologica diciamo, ma fisica. Il pediatra (che poi era mio zio) aveva detto che con la crescita sarebbe passato e cosí é stato. Mi ricordo anche che per questo mio fratello prendeva delle fialette con qualche integratore (forse calcio?)...provo a chiedere a mia mamma. Probabilmente i medici avranno pensato anche a questa cosa del timo, ma non si mai. Qualunque cosa sia, é comunque evidente che il piccolo ha bisogno di mamma o papá vicini, quindi non ascoltare proprio le cavolate sui vizi e roba simile.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
(17-02-2012, 08:47 08)cancy Ha scritto:  Allora non ho la più pallida idea di cosa siano ma ti dirò cosa succedeva a mia sorella perchè ci sono alcune analogie.A volte (a caso) quando si metteva a piangere capitava che a un certo punto smettesse di respirare,diventava tutta rossa e poi perdeva conoscenza.Le hanno fatto tutti i controlli di rito per l'epilessia (io avevo 6-7 anni e ricordo tutto) e l'hanno esclusa,non so se ci sia stata diagnosi (e non so se la tua è una diagnosi) ma ai miei avevano consigliato una specie di manovra per metterla a testa in giù,manovra che è stata spiegata a tutte le maestre del nido.Stamattina chiedo a mamma qualcosina di più perchè magari a me hanno spiegato solo quello che potevo capire allora

A me succedeva da bambina, piangevo disperatamente e svenivo, e mamma mi metteva le dita in bocca per tenermi la lingua.
[Immagine: vDMJp1.png] [Immagine: 6DRT.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Bè, sono stupita... ho scoperto grazie a questo thread come si chiamava quella "cosa" che mi succedeva da piccola... Sono andata a leggere la definizione di spasmo affettivo su (santo) Wikipedia ed eccolo là...

Cecilia, non so se ti sia utile, ma ti posso raccontare i miei ricordi di bambina che però, chiaramente, si limitano a quelli che credo siano stati gli ultimi episodi, intorno ai 6 anni. Ricordo che semplicemente piangevo così forte che mi si bloccava il respiro, vedevo tutto nero e poi mi risvegliavo o per terra dopo poco (quanto non so) o nel momento stesso in cui cadevo giù. Infatti mi ricordo bene quando capitò il giorno del mio compleanno, credo che fosse quello della prima elementare, quindi compievo 7 anni. Mi ricordo che mi sono vergognata di farmi vedere dai compagni di scuola che erano alla festicciola...
Mi ritrovo perfettamente con la descrizione che ho letto: rabbia, delusione, frustrazione, sensazione di non poter fare niente altro che disperarsi.
Come dicevo sopra, mia mamma (o le sorelle, se ci si trovavano loro) mi metteva in bocca due dita per trattenermi la lingua come (credo) le avesse detto il dottore (non c'era il pediatra all'epoca), e mi ricordo la sua faccia spaventata e piena di apprensione quando riaprivo gli occhi.
Per altro io odiavo sta cosa delle dita, non si poteva piangere in pace che ti vedevi arrivare sti siluri in men che non si dica Lol
neanche svenire in pace, si poteva Big Grin

Mi sbaglierò, ma credo che sia una manifestazione di grande sensibilità agli eventi esterni.

Quando ti dicono "ignoralo", però, forse (e dico forse) si riferiscono al fatto che in casi come questo c'è poco da consolare: accade e basta. A parte che comunque non credo siano eventi pericolosi, ma il rischio che si corre cercando di interferire in qualche maniera, anche con la migliore delle intenzioni, può non far altro che allungare la crisi o renderla più violenta.
[Immagine: vDMJp1.png] [Immagine: 6DRT.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
io non snulla in merito, ma immagino cosa provi in quei momenti.....
Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
Piaciuto da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)