COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

stettamento lampo!
#1
Wink 
Partiamo dall'assunto che i pupi non sono tutti uguali, gia i miei due sono completamente diversi in tutto;
ma voglio raccontarvi come sono riuscita a guadagnare la mia prima dormita ininterrotta dopo un anno. Stavo impazzendo....
Con la pupetta che ha un annetto e qualche mese, l'allattamento è stato un successo, a differenza del fratellone, passa un anno, ormai lei mangiava gia dai 6 mesi, sempre con appetito ma sempre voglia di tetta, spessissimo, io però nel tempo mi stavo distruggendo, perchè soprattutto di notte la richiesta rimaneva ogni 2 ore, oppure faceva risvegli urlati di soprassalto e si calmava solo con la tetta. Insomma ormai ero uno straccio e non ne potevo piu. Ormai ultimamente le davo il latte solo di notte, e di giorno non ci pensava ma mangiava come una matta.
Ebbene una settimana fa mi sono decisa.
Tetta dopo cena e poi basta, pupetta a dormire solo col papà.
Perchè ormai era solo richiesta di contatto ma contatto tramite tetta, nonostante dormisse sempre nel lettone.
La prima notte urli a non finire. Ma io non me la sentivo di cedere, ormai ero troppo uno straccio, considerando altri casini e cambiamenti che stavo passando.
2° notte tetta dopo cena e poi nel lettino vicino papà.
Ragazze, ha fatto tutta una tirata!!!!
E io mi sono svegliata come se avessi dormito 50 ore!
sono passati pochi giorni e siamo passati a due notti che non davo la tetta neanche dopo cena.
Risultato: io dormo, se proprio insiste me la rimetto nel lettone ma niente tetta, lei dorme di filato a meno di qualche svegliata rara con lamentela, lettone libero, e lei mangia ancora di piu di giorno.
L'equilibrio tetta-pupa s'è presto regolato, le prime due notti avevo le tette che scoppiavano, massaggiavo e resistevo per darle dopo cena, poi mancando il richiamo la tetta s'è adeguata, spariti i dolori, sparito il carico di montata lattea, adesso fate conto che le tette sono gia un po gonfie dopo 3 giorni di assenza ciucciamenti. Darò e poi i tempi di ricarico si allungheranno fino a finire, idem lei con le sue richieste.
No traumi, no diti o ciucci in bocca, che poi non è per forza associata la cosa, ma tutto ok.
mamma di un pupetto nato a fine agosto 2010 e di una pupetta nata in dicembre 2012
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Tantissima invidia, vorrei riuscirci anche io Confused
[Immagine: lamlamard20120926_-6_Eleonora.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
sono contenta per te e per la bambina, e complimenti anche al babbo.

l'unica nota di disturbo nel tuo racconto è quando dici che "era solo richiesta di contatto": mi sembra strano dal punto di vista fisiologico, ma non lo escludo a priori perchè il mondo è grande e può esserci la possibilità che ci sia un lattante che non ha più bisogno del latte ad appena un anno.
l'aspetto che non condivido di questa frase è il "solo". la richiesta di contatto, possibilmente attraverso l'allattamento (quando possibile) è un fattore importantissimo dell'allattamento, che non può e non deve essere considerato solo nutrizione fisica, ma anche emotiva. naturalmente ci sono moltissimi altri modi per offrire contatto e vicinanza emotiva (per fortuna, altrimenti chi non allatta al seno, o peggio ancora gli orfani, sarebbero segnati, e invece non è così), ma non riconoscere - o semplicemente sminuire - questo aspetto dell'allattamento naturale, un pò mi dispiace.
spero non ti sia offesa... d'altra parte la mia è solo un'opinione, non una critica nei tuoi confronti!
A.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
Mammadel71, grazie per il tuo messaggio, mi dai un pò di speranza (innanzitutto sul fatto che tornare a dormire 5/6 ore di seguito..si può!).

Sono una mamma "ad alto contatto", allatto topola che ora ha 17 mesi ma la notte è sempre stata e continua ad essere davvero un massacro: sia che dorma con noi sia che stia nel lettino attaccata a me il ritmo non cambia, spesso si sveglia ogni 2 ore per poi fare notti in cui si sveglia ogni ora Scared e notti - rare - in cui dorme 4 ore di fila. Il problema è che quando si sveglia piange (secondo me perchè infastidita e vorrebbe riaddormentarsi) e siccome sa che con la tetta si riaddormenta subito..non c'è santo che tenga, tetta deve essere.
Se si alza il papà diventa riposseduta, si inarca tutta piangendo come una disperata al patibolo; idem se intervengo io ma non la attacco (ogni tanto ho provato per poi cmq capitolare).
Va bene l'alto contatto, l'allattamento a richiesta e finchè vorrà, ma mi viene il dubbio di rafforzare il suo modello mentale: tetta=riaddormentamento rapido e sinceramente questo non è più sostenibile per me, che in 17 mesi ho dormito 5 ore filate per sole 2 notti. Non credo di resistere ancora molto, ma da una parte ho tutti i dubbi legati al "mi cerca e non ci sono? ha bisogno di me e mi sto negando? e se sto sottovalutando magari una fase per lei importante?" (sempre di notte parlo eh), ma dall'altro questo sonno così frazionato mi sta usurando...
Domanda: quando dici che la prima notte sono stati pianti e urla, che intendi di preciso? chiedo per due motivi. Uno: perchè topola è capacissima di urlare e piangere come una forsennata per un'ora di seguito, senza smettere, e io non ce la faccio a vederla così. E due perchè una mia amica racconta spesso della figlia che piange disperata ma quando mi ci sono trovata ho capito che quelle urla disperate io le catalogo come "piagnistei", quindi si vede che lo standard di ognuna è proprio diverso (e non è ahimè una gara a chi raggiunge vette sonore più elevate eh...io vorrei essere ultima in questa graduatoria!!)
grazie cmq per la testimonianza.

Antonella, grazie per la precisazione, mi sembra molto interessante. Non voglio disconoscere la sua richiesta di contatto, ma vorrei poterla gestire anche con modalità diverse dal "tettatetta"...è possibile per chi continua ad allattare secondo te?

grazie a tutte!
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
Il contatto senza "tetta tetta tetta" si puó, in teoria. Nel senso che alla mia prima (ma aveva due anni e qualcosa) le ho proposto "coccole" invece che "tetta" di notte, e ha accettato subito e di buon grado... peró secondo me devono essere pronti loro (o molto decise noi). Con la seconda secondo me mi sto incanalando in un bel tunnel... ma é ancora piccola... perché anche lei si sveglia spesso e basta una ciucciatina per riaddormentarsi, e pensare che a 1 mese faceva le notti intere, fino a tre mesi quasi sempre e poi... solo che io sono piú stanca, spesso sono sola con le due bimbe.. insomma cerco di ottimizzare per dormire qualche ora. Speriamo che la situazione non precipiti....
001_wub Sofia 9/9/10
Olivia 6/7/13 001_wub
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Secondo la mia esperienza prima dei due anni è proprio difficile, oltre al contatto c'è anche il bisogno di suzione per riaddormentarsi, non è un caso che anche chi non è allattato e prende il ciuccio non lo molli facilmente prima di questa età. Poi ovvio è soggettivo.

chiaraC, pimpa mi stupiva perché era capace di addormentarsi da sola nella sdraietta. Ma a quanto pare io i figli li so crescere solo in un modo, e ho iniziato comunque a farla dormire in fascia o ergobaby di giorno e nel lettone di notte (ha sempre poppato un paio di volte a notte) col risultato che ora non dorme se non così...me la sono cercata! Big Grin ma io al contatto non so proprio rinunciare... Wink

[Immagine: age.png]



[Immagine: age.png]
[/url]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Aggiornamento:
AntonellaC comunque ci sono però lattanti che smettono di prendere latte volutamente prima dell'anno. Conosco mamme che sono rimaste basite che un certo giorno i loro piccoli non chiedevano piu, e non è necessariamente perchè il latte cambiasse sapore o ci fosse qualche evento particolare in casa.
Ma nel mio caso allora non saprei dirti, cos'era, perchè ad oggi che ormai non beve piu, ha smesso di comportarsi come una in carenza di dose da astinenza perenne solo a vedermi, ci sono tantissime coccole, abbracci e tutto il contatto che si puo immaginare, mangia molto di piu, beve molto latte di mucca la mattina e mangia, non cerca piu la tetta. Idem di notte...e le tette piene di latte mandano anche un odore che per loro sono un richiamo pazzesco.
Ogni tanto di notte caccia qualche urlo, come avrebbe cacciato se non gli avessi subito messo la tetta in faccia. Ma poi smette, a volte basta farle sentire una mano addosso, sulla pancia, sulla testa, a volte si riaddormenta da sola subito. Ma apparte questi episodi che ogni tanto capitano, fa tirate.
La richiesta di contatto quando prendeva latte era solo ciucciando e poi si staccava, qualche volta no, rimaneva li come un disco incantato e la staccavo io, ma gia dormiva. A volte mi addormentavo prima io e quindi non saprei. Ma se avessi continuato a dormire con lei con tutto il contatto possibile, senza darle la tetta sarebbe stato, lo vedevo che era così, uno straziarsi suo da matti per ore. Tipo tortura...sei li e non me la dai.
Aletta, rispondo, lei è una che urla anche 2 ore di seguito, è capitato per strada con mia madre...tu segui l'istinto cerca di sentire per te e per lei, fai conto che un giorno c'è stata la prova del nove, uscire dopo cena e rientrare a mezzanotte.
Lei capendo che non c'ero ha fatto storie, ma sapeva che papà non ha le tette, e non ha urlato come se fossi presente, 10 minuti tra urli e coccole di papà s'è addormentata. Così ho capito che era possibile, perchè ripeto, ero a pezzi a pezzi. E lo stesso papà mi prendeva in giro dicendomi: lei piange solo quando ci sei tu presente, altrimenti gioca, va in giro, è proprio una tossicomane ahahah.
Quindi mi sento di dirti, sintonizzati su come è tua figlia, fai qualche prova, trova il tuo metodo, anche io avevo il terrore di urla infinite, ma poi un po per stanchezza, un po per coccole di entrambi, si addormentava.
Lo stesso casino l'ho avuto col primo, ma non per il latte, perchè dopo 4 mesi purtroppo non ne avevo piu, ma per togliergli il ciucciamento al dito per addormentarsi a un anno e mezzo. Perchè ormai si era aperto una ferita sul dito dove toccava coi denti.
3 giorni di intense coccole, cerotto al dito, difficoltà a dormire, poi ha superato il peggio.
E non state a pensare che seguo Estivill, ho letto il libro e l'ho buttato via!!!
mamma di un pupetto nato a fine agosto 2010 e di una pupetta nata in dicembre 2012
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Io ho appena aperto una discussione poco fa sul sonno interrotto... che dire... sono stremata anche io per i continui risvegli notturni... ora leggendo questo forum e altri simili (anche quello collegato a questo tuo) ho la testa piena di informazioni, considerazioni, idee, ma anche dubbi... dubbi su come e quando...
Mario 05Giu2013
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Allora agisti di istinto. Io non sono pentita della strada che ho scelto. E per quanto puo sembrare, non è stata in realtà drastica.
La piccola oggigiorno mangia come un treno, beve latte di mucca la mattina e prima di andare a nanna.
La propria salute è importante, altrimenti trasmettiamo tutti i disagi ai piccoli, se proprio non ce la facciamo eh!
mamma di un pupetto nato a fine agosto 2010 e di una pupetta nata in dicembre 2012
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
Smile 
Ciao,

volevo portarvi la mia esperienza.

A luglio di questo anno Mario aveva 13 mesi e ilo allattavo ancora la sera e qualche volta la notte, ma sentivo che per me si stava avvicinando il momento di smettere, iniziavo a non sentirmi più a mio agio.
Ad agosto ho smesso di allattarlo, il tutto senza una lacrima e in 3 giorni.
Come ho fatto? Così...
1) tutte le sere, alle 21 in punto, si chiudeva la vena della ragione a Mario e partiva con l'assalto alla tetta... ho iniziato ad anticipare questo suo bisogno (in parte affettivo, in parte fisico di fame) proponendogli lo yogurt verso le 20.30-40
2) a pancino pieno, abbiamo iniziato a fare coccole, giochi soft e bagnetto prenanna con regolarità
3) Mario stava iniziando davvero a camminare in autonomia e questo credo lo abbia aiutato nel capire che poteva "staccarsi" un po' dalla mamma
4) camminando di più, si stancava di più...
Insomma, devo aver azzeccato il momento giusto e devo dire che il mio piccolino è stato davvero bravo, vi giuro non una lacrima o un urlo.
Quando ha provato ad avvicinarsi al seno in quelle sere o durante la prima settimana ho semplicemente parlato con lui, dicendogli di no, ma l'ho lasciato avvicinare a me fisicamente.

Boh, questo è quanto è successo a me... poi so che per ognuno è diverso... spero però che qualcuna di voi possa trarne qualche suggerimento!

A presto!
Mario 05Giu2013
Cita messaggio
Piaciuto da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)