Una voce fuori dal coro: mamma autosvezzante con bambino inappetente



bambino legge giornale

Spesso si legge di bambini che grazie all’autosvezzamento si mangiano il loro piatto e quello dei genitori e di genitori “pentiti” del percorso fatto con le pappe con fratelli o sorelle maggiori che da sempre sono inappetenti.

Ebbene, la mia storia è diametralmente opposta: mio figlio è un autosvezzante da sempre, ma è stato inappetente fino a circa i due anni e mezzo – tre.

Non tutti gli autosvezzamenti sono rose e fiori, il nostro è stato come un percorso ad ostacoli con giornate (che si contano sulla punta delle dita) in cui mangiava (e per mangiava intendo dire che andava oltre l’assaggio di un cibo, al di là di quanto ne mangiasse) e molti di più (quasi tutti) in cui saltava il pasto (a discapito della mia linea e di chi dice che allattando si dimagrisce!!).

Ora ha 3 anni e 1/2 e posso dire che si nutre, nel senso che mangia quello di cui ha bisogno, che a giorni è metà piatto, mentre altri è il primo, il secondo e tutto il resto che c’è.

Ora posso dire di conoscere i suoi gusti e di sapere in base al menù se quel giorno mangerà tutte le portate del pasto (perché c’è qualcosa che gradisce) o se salterà qualcosa (in genere il secondo).

Per questo credo che la nostra esperienza sia importante da condividere con chi sta per intraprendere questa strada, perché non si trovi dopo un po’ a pensare: ma dove ho sbagliato? Perché mio figlio non mangia sebbene io abbia scelto l’autosvezzamento?

Noi ci ritroviamo a dire, come fanno molto genitori reduci di svezzamenti alla carta, che lo svezzamento di Fabio è stato faticoso. Lo è stato non tanto in termini di gestione pratica (del tipo: cose da pulire dopo il pasto) perché questo è comune a tutti gli autosvezzanti, quanto in termini di vivere il pasto pensando: ok, oggi cucino anche per lui o solo per me? Cosa che è andata avanti per mesi, anche in presenza dei suoi piatti preferiti ci sono stati scioperi della fame e ancora me ne chiedo il motivo.

Pur non avendo mai cercato di farlo mangiare a forza mi ritrovo un bambino ostinato col cibo e radicato nelle sue abitudini. Pur avendo sempre cercato un’alimentazione sana per lui se a colazione non ci sono i biscotti industriali piuttosto beve solo il latte e snobba ogni tipo di cosa casalinga.

In tutto questo il latte non è mai mancato, a volte razionalizzato per motivi logistici, ma la quantità di latte in termini di numero di poppate o di lunghezza delle stesse è sempre stata ininfluente.

Ma alla fine di tutto devo ammettere che non mi sono mai pentita della scelta fatta, del resto se un bambino assaggia un pezzo di polpetta a basta perché non ama la carne (come il mio), può almeno riempirsi la pancia con la pasta, se invece gli avessi proposto il piatto di farina con dentro l’omogeneizzato di carne non credo che sarebbe stato più gradito, probabilmente avrebbe lasciato tutto il piatto ed a questo punto non avrei neppure potuto dire: lo lascio per stasera a cena, ma avrei dovuto buttare via tutto.

Quindi alla fine di questo lungo, tortuoso percorso a che si domanda se sia meglio l’autosvezzamento o lo svezzamento tradizionale, credo ancora che valga la pena puntare sull’autosvezzamento.

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


There are 16 comments

Dicci come la pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *