È davvero così strano che un bambino ciucci ancora nonostante mangi cibo solido?



allattamento bambino grandicello
Foto di Benjamin Magaña, con licenza CC

Chi è venuto a uno degli incontri che faccio con i genitori conosce la mia antipatia per la parola “svezzamento”. Lo “svezzamento”, anche se uno non se ne rende conto, è un concetto carico di negatività perché parte dal presupposto che ci sia un vizio da togliere, e quale vizio peggiore del prendere il latte, specialmente se il latte viene dal seno della mamma? Partendo quindi dal presupposto che si stia “svezzando” il bambino non può quindi sorprendere che in tante si sentano in qualche modo in “difetto” se il loro figlio passata una certa età (misurata in mesi, non in anni) ancora ciuccia molto. Il seno è un qualcosa che DEVE essere tolto, quindi se mio figlio non lo fa o è lui in qualche modo sbagliato o io non sono un buon genitore o entrambe le cose.

Se invece cominciamo a pensare in termini di alimentazione complementare, ecco che le cose cambiano radicalmente. Mi autocito (brani presi da Autosvezzamento per tutti e leggermente riadattati per questo articolo):

[Pensando allo svezzamento] in molti considerano l’allattamento come un vizio da togliere, qualcosa di cui liberarsi il prima possibile, e si continuano a introdurre i solidi sostituendoli alle poppate secondo un calendario prestabilito (ma da chi?) per far posto a un tipo di alimentazione radicalmente diverso. Se invece parliamo di “alimentazione complementare” sottolineiamo che la transizione dal latte ai solidi è – per sua intrinseca natura – graduale e protratta nel tempo. Continuando invece a ragionare in termini di “svezzamento” c’è il rischio di rafforzare il concetto di sostituzione delle poppate, quasi si considerasse il lattante alla stregua di un alcolista al quale devi togliere il biberon (che, forse non a caso, in inglese si chiama “bottiglia”) o, peggio ancora, il seno per non correre il rischio che il bambino ci rimanga attaccato tutta la vita.

Tuttavia l’essere umano, essendo un mammifero, all’inizio si nutre di latte e poi piano piano lo abbandona per passare ad altro; è così che siamo stati programmati – dopo tutto conoscete qualcuno che non abbia mai abbandonato la tetta?

Su questo anche la letteratura ci viene ampiamente in aiuto. Ad esempio qui leggiamo che se guardiamo le calorie totali ingerite da un bambino nell’arco di una giornata, il valore MEDIO di latte materno assunto da bambini di 12 mesi è pari a circa il 50% del totale e a 23 mesi è di circa il 30% (e questi numeri passateli a chi dice che il latte è acqua…). Però bisogna fare attenzione, queste non sono “prescrizioni”, ma “descrizioni” di quanto latte in media assumono i bambini (differenza che troppo spesso sfugge a chi legge frettolosamente). Le quantità assunte dal singolo possono variare enormemente, e rimanere perfettamente nella norma.

Con queste premesse dovrebbe essere oramai chiaro che avere un bambino di 6-9-12-15-18-24 mesi che ancora ciuccia tanto/tantissimo non è da considerare strano, il bambino non è viziato e la madre non è una incapace. Che possa essere faticoso per il genitore non ci piove, ma questo è tutto un altro discorso.

A riprova che sono in tante ad avere bambini “grandicelli” che ancora ciucciano come se fossero dei neonati, qui di seguito trovate alcune testimonianze raccolte sulla pagina Facebook di Autosvezzamento.it. La domanda originale era:

Mamme di bambini che ha 10 mesi fanno ancora al massimo minuscoli assaggi perché il latte della mamma 6 volte al giorno è più buono, ne abbiamo?? —

Ecco le risposte…

R.: Qui abbiamo una bimba di 18 mesi che mangia tutto ma la tetta della mamma 10 volte al dì è mooooolto gradita!

S: Noi… 10 mesi e mangiamo come un piccolo uccellino, la tetta come un neonato… e ho avuto momenti di panico.

L.: Noi…15 mesi… mangiucchia come un pulcino e quando va a lei, e ciuccia tutto il giorno! La notte…siamo sui 6 risvegli, ogni 2 ore ma non posso lamentarmi, dorme 12 ore di notte e 3 ore nel pomeriggio (attaccata alla poppa).

V.: Identica situazione! 15 mesi, assaggi micro di tutto e la tetta di mamma è il pasto principale! La notte 6 risvegli ma dormendo!
PS figlio che cresce alla grandissima.

L.: Anche qui… quasi 11 mesi tanti assaggini di tutto che sembra anche gradire molto, ma dopo i 3 secondi in cui mi illudo che si aumentino le dosi di cibo si gira e cerca la tetta.

K.: Se ti può consolare il mio bimbo non fa assaggi ma mangia come un lupetto… Eppure tetta anche come i primi mesi😉😉😉

V.: Presenti! Si è deciso a mangiare quando a 10 mesi ho ricominciato a lavorare e adesso che ha quasi un anno mangia solo quando io non ci sono!! Per il resto solo tetta!

A.: Sì, sì vai tranquilla. Il mio ora ha 19 mesi e mangia come un leone, ma a 10 mesi faceva così! Il latte di mamma però è ancora presente!

V.: Qui, 8 mesi, mangia qualunque cosa gli passi davanti… ma riesce a fare almeno 6/8 poppate, se non di più, nelle ore in cui sono a casa dal lavoro.
La settimana prossima abbiamo la visita dalla pediatra e ho già l’ansia della bilancia! 😂
Per la cronaca: mi sento pure dire che dovrei svezzarlo completamente visto che se fa le poppate notturne è tutta colpa del latte “ormai poco nutriente”…

E.: 10 mesi mangiamo si, ma alcune volte la tetta vince; solo tetta forever. Ancora 3 volte a notte.

A.: Anche noi, 7 mesi e solo latte della mamma!!! Io mi sto esaurendo, soprattutto perché ho anche un altro bimbo di quasi 2 anni geloso del fratellino che ciuccia da me. Spero che il piccolo capisca presto cos’è il cibo perché tra poco dovrò anche rientrare al lavoro e non so proprio come fare.

C.: Ciao, ho 8 mesi e sto attaccata alla tetta e mangiucchio quello che c’è solo se mi va. Sono ugualmente una palla di 8,500 kg

L.: Presente! 11 mesi e totale indifferenza verso il cibo. Piccoli assaggini insomma, ma nemmeno tutti i giorni. Io credo che finché crescono e sono sereni e attivi, il problema non esiste. Come non esiste un’età per lo svezzamento. I 6 mesi dell’OMS sono indicativi e ci dicono “da quando” si inizia, come c’è chi cammina a 9 mesi e chi a 15, chi parla prima e chi dopo. Ogni bimbo ha i suoi tempi. Ogni tanto vengo assalita da qualche dubbio, però poi ritorno in me e mi dico che non c’è nulla di anormale. L’unica cosa che mi disturba sono i consigli indesiderati: “eh ma deve mangiare”, “eh ma devi svezzarla”, “il latte diventa acqua”, “deve mangiare le pappe”, “devi farle capirle”, “finché ha la tetta non mangerà” e altre dicerie più remote di mia nonna. Un poco mi stancano, lo ammetto. A voi capita?

V.: 13 kg, 10 mesi. Mangia di gusto un pasto al giorno, per il resto spizzica, ma sta a tavola volentieri. Per il resto PUPPA a tutto spiano, di giorno e di notte!!

K.: 18 mesi e siamo più o meno messi così 😊 a parte assaggi e mezza banana ogni tanto.

R.: Allora mi consolo… idem pure qui… e sto iniziando a pensare che non mangerà mai…🙈🙈🙈

A.: Mi consolo anch’io, 13 mesi e assaggia solo😂. Tetta sempre 😬

L.: 12 mesi e certi giorni si va avanti solo tetta e frutta. Non preoccuparti, nulla di più normale. Poi ci sono le giornate che si mangia pure il piatto… chi li capisce?!

M.: Luca 20 mesi e fa ancora così…. comincio seriamente a pensare che la mia cucina faccia schifo 😬

R.: 18 mesi e idem…

F.: Qui otto mesi appena fatti. Assaggia di tutto ma chiude quasi sempre con la tetta e fra giorno e notte 5-6 poppate le fa. Io continuo a dirmi che è normale e che sto solo rispettando i suoi tempi… ma i consigli non richiesti sono fastidiosi.
Poi ci si mette pure la pediatra che prima ti suggerisce l’autosvezzamento e poi alla visita degli otto mesi si aspetta che la bimba mangi e poppi solo la notte. E ti cazzia perché ormai il tuo latte non è un granché. 😠
Otto mesi, 76 cm e quasi 10 chili. Non mi pare deperita. Direi che il latte il suo lavoro lo fa.

E così via… Di storie simili ce ne sono altrettante, ma credo che ci siamo capiti. Speriamo che queste storie brevissime servano per scardinare alcune storie di vecchie comari (il tuo latte è acqua, lo vizi, non serve, è un attaccamento morboso, serve l’indipendenza e fesserie simili.)

Ora lasciate un commento con la VOSTRA storia di allattamento di un bambino di più di n mesi (con n grande a piacere, ma maggiore di 6). Sono in TANTE a chiedere conferma che non sono pazze, che non sono sbagliate, che non sono anormali e che non fanno del male al loro figlio non negando loro il latte. Vi assicuro che di domande così ne ricevo TANTE, quindi aiutate chi verrà dopo di voi a sentirsi meno… strana!

 

Iscriviti alla newsletter e ricevi SUBITO l’ebook sul soffocamento, “E SE SI STROZZA?”

Con noi i tuoi dati sono SEMPRE al sicuro e non verranno condivisi con NESSUNO.

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


31 comments

  1. Gloria says:

    Giona, 21 mesi, attaccato al seno in questo momento! :D Mangia di tutto, va al nido la mattina, io lavoro a tempo pieno ma lui è ancora un grande ciucciatore, giorno e notte! A volte è pesante, altre è una salvezza (per esempio quando ammalato), altre una gran comodità. Al momento non abbiamo intenzione di smettere!

  2. Celeste says:

    Buondi :)
    Inizio con i complimenti per questo articolo…

    Andrebbe stampato e tenuto un borsetta per farlo leggere alle “zie Marie” della situazione…

    Mamma di Giada,14 mesi…
    Allattata con enorme piacere ..circa 6/8 risvegli a notte…dove notte sta a volte x 9 ore a volte x 14 ore..

    Di giorno,ci sono poppate ogni due ore circa…
    Se riposa dopo un ora e mezza…

    Per quanto mi riguarda ha gli stessi ritmi di quando aveva due mesi…

    Ha avuto circa 6 mesi di assaggi solidi a volte anche consistenti…
    Un mese di ritorno al solo latte per varie motivazioni e ora sta pian piano complementando di nuovo con assaggini di solidi.

    Il latte materno è una coccola e un abbraccio per la mia pupetta e spero che voglia continuare a lungo…
    Noi lasceremo a lei la scelta di smettere…

    Generalmente lasciando ai piccoli questa decisione,ci si avvicina intorno ai tre anni,per alcuni si arriva anche a quattro,in modo comunque lento e graduale…

    La nascita di piccolina mi ha portata a riflettere e a scegliere di essere.sostegno per altre mamme ..spesso circondate da troppe “zie Marie” che,s sicuramente in buona fede,usano con troppa facilità la parola “vizio” lasciando comunque nella mamma dubbi…

    Consiglio alle mamme che necessitano,la frequenza a gruppi di sostegno …
    Confrontarsi con altre mamme….e anche avere vicino una mamma che allatta, è uno stimolo positivo a superare i pregiudizi(e lasciatelo dire a volte poca conoscenza/ignoranza) della gente.

  3. Elena says:

    Alessandro, 8 mesi appena compiuti, tetta sempre a richiesta e con gran piacere, si siede sempre a tavola con noi pranzo e cena, ma sono più assaggi che pasti consistenti. Nonostante tutte le dicerie é un bambinone di quasi 11kg

  4. Leda Campaniolo says:

    Presenti! 8 mesi e mezzo, allegramente autosvezzante, mangia come se non ci fosse un domani…e ciuccia allo stesso modo! E ti guarda come a dire: “ma perché scegliere quando posso avete entrambe le cose?” Noi siamo felici, il parentato meno, ma che importa?

  5. Lisetta says:

    Quasi 3 anni e 4 mesi di latte di mamma e sta per nascere a giorni il fratellino. Il bimbo dice che il latte di mamma è buonissimo! Intanto mangia qualsiasi cosa e di continuo, è indipendente e sicuro di se! Di fronte a qualsiasi cibo la sua reazione è: “lo posso assaggiare?”. PS non è stancante allattare, è rilassante!

    • menomale non sono sola. la mia 3 anni e 10 mesi, ora tetta solo per rilassarsi e addormentarsi, ma fino a poco tempo fa tittava ancora anche solo per farsi venire l’appetito, mi chiedeva un goccetto prima di pranzare o cenare. ed in passato tutti a rompere con i consigli non richiesti, ma siamo sempre andate per la nostra strada ed è sana e mangia di tutto, tranne qualcosa che non gradisce particolarmente (paradossalmente non ama i pomodori, per dire, ma si sbafa manciate di cavoletti di Bruxelles)

  6. Tabita says:

    45 mesi sono troppi? Di cui 13 di tandem…la prima aveva 2 anni e mezzo quando è nata la seconda e il suo disagio per questo e per l’inizio della materna lo manifestava digiunando. Forse è grazie al latte di mamma se è riuscita a stare in piedi comunque, la notte ciucciava più della neonata. Ora tutto si è riequilibrato, la grande dorme tutta la notte e fa una ciucciatina prima di dormire; la piccola di 13 mesi, autosvezzata, ha capito subito che il cibo riempiva la pancia e la tetta era solo un pre/dopo pasto se richiesto…la notte però è ancora una ciucciata unica. È dura, le critiche e i pregiudizi sono tanti, troppi e spesso sembra quasi una cosa di cui ci si debba vergognare, già per chi supera i 6 mesi…

    • Celeste says:

      Tabita che bello!!!!
      Noi abbiamo preso felicemente in considerazione l’idea del tandem…
      Ci piacerebbe tanto avere un altro pupetto

  7. Rosi says:

    Io sono la “R” prima tra le risposte al post.
    18 mesi e non si accenna a mollare la tetta anche se il cibo è tutto una goduriosa scoperta!
    Sono stata convinta sin da principio di allattare a richiesta per tutto il tempo che sarebbe stato necessario a patocchietta.
    .Lo sono ancora oggi anche se non nego che è pesante,stressante e logorante nella perdita di sonno, nel dover dipendere dalle sue richieste e dai suoi tempi.
    Ma d’altro canto rifletto sul fatto di averla avuta questa fortuna, anzi, di averla faticosamente costruita col sacrificio mio, di mio marito ed anche di mia figlia.
    A chi spesso vedendomi stanca mi consiglia di smettere per la “serenità di entrambe” e perché ormai le basta quello che mangia, rispondo che NO!, non smetto per rispetto a chi voleva e non ha potuto ( come mia sorella), a me stessa che nel nutrire mia figlia trovo la certezza di assicurarle più tranquillità, alla salute di mia figlia che ne avrà beneficio certo nel futuro, all’economia della mia famiglia che del latte artificiale non conosce nemmeno il prezzo!

  8. Bighi says:

    Gaia, 27 mesi e ancora tetta di mamma. Per mio marito, suocera e parenti tutti sono una mamma snaturata e sto rovinando la mia bambina, la sto inibendo e non le sto permettendo di crescere ed essere indipendente. Io credo che lei abbia ancora bisogno di me ed io di lei, ma é davvero duro il pregiudizio

  9. Giusy says:

    Ciao, la mia piccola ha 24 mesi e alterna momenti in cui prende solo tetta e qualche assaggino a momenti in cui mangerebbe anche le gambe del tavolo, però la tetta è la sua migliore amica soprattutto la notte! Proprio in qst giorni pensavo a come farò tra qualche settimana (visto che da settembre ciuccia di nuovo tutta la notte come una neonata) quando nascerà il fratellino che avrà necessità di avere tutte,o quasi, le attenzioni! Ogni tanto ho momenti di sconforto soprattutto riguardo al sonno mancato e a se e come riuscirò a conciliare due poppanti in contemporanea e con età ed esigenze diverse ma allo stesso tempo non me la sento proprio di “svezzarla” perché anch’io credo fermamente che prima o poi sarà lei a decidere che non vorrà più ciucciare e qnd succederà vi renderò partecipi!

  10. michela says:

    Che bello, mi consolo nel leggere questo. Piccolo principe ha 16 mesi, 10kg, 76 cm. Tra giorno e notte differenza notevole. Di giorno mangia,gioca, ma di notte tre-quattro risvegli (si sta su un’ora ogni volta) e tetta tetta. A volte passano le ore così con tutti i tentativi possibili :(
    Dopo 16 mesi di NON NANNA è tanto dura, anche se leggo che dovrebbe essere normale. Io mi chiedo: Ma cosa ha e cosa gli manca? Piange e piange le ore. Per il pediatra non c’è niente, ma a me non sembra. Scusate se ho divagato un pò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.