Dai genitori per i genitori

6.5 mesi fusilli sugo zucchine e philadelphia autosvezzamento

Scopri l'auto-svezzamento

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum


La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché il cibo è un fatto di famiglia e lo svezzamento, e la prima infanzia in generale, sono un momento normale nello sviluppo e nella crescita di un bambino, non una malattia da curare.

La community dà supporto e voce alle mamme e ai papà durante la (ri)scoperta del modo più semplice e sereno di introdurre i cibi solidi nella dieta dei bambini.

BENVENUTO!

Vuoi una mano per orientarti in questo sito? Clicca qui.

 

663 comments

  1. Sabrina says:

    Ciao,
    sono sabrina e il mio bimbo ha quasi 7 mesi e di pappe non ne vuole sapere. Vorrei quindi provare con questa tecnica, però ho un dubbio: il mio pediatra ha detto che il mio latte dai 6 mesi non ha il quantitativo di ferro di cui necessita il bambino, come si può ovviare a questo problema con l’autosvezzamento?

    • Andrea says:

      Direi trovandoti un altro pediatra… :D
      Ricorda al pediatra che quella del ferro NON è una cambiale in scadenza e che comunque, come popolazione, in Italia non siamo particolarmente soggetti ad anemia.

  2. Cinzia says:

    Ciao,

    sono mamma di un bambino di 7 mesi, a 6 mesi dopo un inizio con le pappe dello svezzamento classico abbiamo cominciato a fargli assaggiar il nostro cibo adeguatamente spezzettato ed ora le pappe non le vuole più.
    Lui non fa solo assaggi ma gli prepariamo delle vere e proprie porzioni per lui adeguatamente adattate e lui mangia finché ne ha voglia, (naturalmente tutto il pasto lo finisce se imboccato da noi) per ciò il latte non è già più l’alimento principale, siamo intorno alle 3 poppate al giorno, La mia domanda è: è troppo presto perché abbia già dei pasti completi come noi anziché solo assaggi? Sembra stia bene a parte un pò di problemi di stitichezza, secondo voi dovremmo fare un passo indietro?

    Grazie per il vostro parere.
    Cinzia

    • Marzia says:

      Ciao Cinzia, io ho un bambino di 6 mesi, abbiamo iniziato facendogli assaggiare tutto, però passato o frullato perchè per due volte ce la siamo vista brutta :( e anche lui mangia tutto quello che ha ne piatto. A volte mi chiedo pure io se stia sbagliando dandogli da mangiare tanto, ma sembra che sia lui che chieda di mangiare. Le poppate però non sono diminuite perchè subito dopo il pranzo o la cena lui vuole il seno.

  3. Giorgia says:

    Buonasera a tutti,
    Sono Giorgia, mamma di Sofia un anno e una settimana. Ho iniziato lo svezzamento tradizionale a sei mesi e ha sempre mangiato tutto quello che le proponevo senza fare storie. Da qualche tempo ha imparato a mangiare il pane e i biscotti, e se li gestisce senza problemi. I guai arrivano al momento che le propongo qualcosa di diverso dalle pappe tradizionali. Si rifiuta di mangiare e lancia tutto per aria. in pratica il problema non è tanto il gusto dei cibi ma le consistenze. Il latte materno lo prende solo X dormire o quando è sconsolata. Cosa sto sbagliando?

    • Andrea says:

      La devi capire. Dopo tutto per TUTTA la sua vita ha mangiato in un certo modo e ora non puoi pretendere che dall’oggi al domani cambi.
      Mettetevi a tavola assieme e lascia che si incuriosisca da sé. Prima o poi lo farà anche lei.

  4. Anastasia says:

    Buonasera sono una mamma di una bambina di 5 anni e un bambino di 5 mesi, allatto entrambi. Con la bambina avevo fatto autosvezzamento, lei non ha mai voluto pappe quindi ha inziato ad assaggiare quello che mangiavamo noi dai 7 mesi. Il bambino invece, piange quando ci vede mangiare e non vuole cibo solido..
    Ho l impressione che non si accontenti di sentire i diversi sapori ma voglia proprio mangiare quindi ho provato a fargli creme di verdure e mousse di frutta e le apprezza davvero tanto. Le digerisce bene ma chiaramente le feci sono diventate solide e lui fa fatica ad espellerle se non stimolato… mi chiedo e vi chiedo faccio male ad assecondare questo suo desiderio? Grazie

    • Andrea says:

      Che la cacca diventi dura è normalissimo.
      Al momento non ha bisogno di niente che non sia latte. Se fate una zuppa e la vale assaggiare e/o se vuole qualcosa dal vostro piatto da ciucciare non è un gran problema.
      Tra l’altro i sapori li sente attraverso il tuo latte :D
      Insomma, tranquilla e lascia che il bambino cresca un altro po’, così sarà in grado di mangiare da solo ;)

  5. Marzia says:

    Buongiorno, sono mamma di un bimbo di 5 mesi e mezzo e vorrei che si autosvezzasse ma la pediatra, con cui ho appuntamento la settimana prossima per la visita di controllo mensile, è per lo svezzamento tradizionale:
    Per non arrivare impreparata chiedo: non appena il bambino comincia a prendere il cibo dai nostri piatti e quindi capisco che il latte materno non è più sufficiente, devo dare lo spuntino tra un pasto e l’altro?

    • Andrea says:

      Marzia, chiariamo bene, il latte materno è SEMPRE sufficiente. Il processo che ti porta da un’alimentazione solo lattea a una solo solida è lento e imprevedibile, ma una cosa è certa, il tuo latte non diventa acqua da un giorno all’altro (né da un mese all’altro ;) ). L’alimento che al bambino serve in questa fase è uno solo, il latte. Il resto è semplicemente un di più.
      Quindi tu prosegui normalmente con l’allattamento.
      Se il bambino debba fare uno spuntino a metà mattina è una questione totalmente diversa e non c’è una risposta univoca. Se lo vuole OK. Se non lo vuole, va benissimo ugualmente.
      Onestamente in questa fase non ci penserei neanche ;)

  6. barbara says:

    Ciao, sono barbara e ho una bimba di sei mesi e mezzo, ho provato inizialmente con lo svezzamento classico ma nulla allora ho pensato l autosvezzamento ma neanche questo sembra funzionare, qualche consiglio? la piccola si tiene seduta è sta nel seggiolone da quasi un mese , la frutta la mangia e anche gli yogurt.

  7. Sara says:

    Ciao sonoSara, mamma di Giulio ( quasi 5 mesi).Sto iniziando ad informarmi sull’ autosvezzamento per non arrivare impreparata con la pediatra che giá mi ha dato il suo magico ricettario delle pappe. Mio figlio ha un po’ di dermatite atopica che temo possa essere specchio di qualche allergia…come regolarmi con l-assaggip di cibi? non c’è il rischio di non individuare l’alimento scatenante? Infine: adoriamo.le vellutate e speriamp che anche Giulio le apprezzi:)Quale frullatore è meglio usare per evitare che ci sia troppa aria?

    • Veronica says:

      Ciao! Per quanto riguarda la dermatite ti dico cosa ha detto a me la pediatra (pro autosvezzamento)
      Anche nelle dermatiti più gravi non sono quasi mai state riscontrate allergie relative al cibo, quindi a me ha dato il via libera (mia figlia quasi 6 mesi e dermatite atopica)

      • Rosy says:

        E qui già un errore enorme: il cibo sulla dermatite atopica ha un effetto DETERMINANTE. Sono esperta di DA e solo il cibo con le opportune integrazioni (tra cui importante é la vit D) possono cambiare la situazione che nell’atopica può degeneraro a livelli davvero tragici.

        • Eleonora says:

          Posso avere qualche informazione in merito? Mio figlio, 8 mesi, soffre di dermatite atopica dal terzo mese di vita. Riesco a tenerla a bada con una vasta gamma di unguenti, ma a volte diventa proprio una maschera povero cucciolo

        • Andrea says:

          Rosy, come ti avrà detto il pediatra, l’unica cosa è il cortisone, applicato al bisogno, per far passare il prurito. Non è certo una soluzione, ma solo un palliativo. Poi il tempo farà il resto.
          Il pediatra ti ha detto la stessa cosa, no? ;)

  8. Beatrice says:

    Buongiorno, ho un bimbo di sette mesi che non ne vuole sapere di mangiare pappe o provare qualsiasi cosa tu gli dia con il cucchiaino, appena lo vede gira la faccia e usa la lingua come barriera per non fare entrare il cibo. L unico modo in cui “mangiucchia” è tenendo lui in mano il cibo. Gli do i plasmon il pane, le carote crude e pezzi di mela da ciucciare è solo così riesco a fargli provare qualcosa. Il problema è che vuole ovviamente perennemente la tetta perché è molto affamato. Come posso fare? Qualche consiglio?

    • Andrea says:

      Consigli? Darle la testa, cos’altro? Non ha bisogno di altro che del latte a quest’età. IL resto è solo un di più ;)
      (e poi ha sette MESI, non anni :D)

      • Laura says:

        Verissimo.Capita però che la mamma (come nel mio caso…) a 8 mesi sia un pochino stanca di allattare esclusivamente (vengo da un precedente allattamento durato due anni e finito al secondo mese di questa gravidanza).Speravo che il mio bimbo a 8 mesi fosse in grado di cavarsela durante il giorno senza di me (come era accaduto per suo fratello che alla sua età chiedeva la tetta solo mattina e sera) e invece non è così…rifiuta completamente di essere imboccato (se non quando gli si propone frutta cotta) e per il resto siamo ancora nella fase in cui manipola molto ma non mangia un granché.Inoltre non prende il biberon…consigli Se capitasse di volermi prendere un paio d’ore di libertà dopo il lavoro o se tra un mesetto volessi tornare a lavorare un po’ di più?(solitamente lui aspetta la tetta alle 13.30 al mio rientro)Grazie mille!

  9. Massimo says:

    Ciao,
    sono padre di un bimbo di 9,5 mesi.
    Abbiamo cominciato lo svezzamento tradizionale a 5,5 mesi, anche se la tentazione di passare all’autosvezzamento era forte ma bassa la fiducia in noi stessi.
    Negli ultimi mesi abbiamo cominciato a dare un po’ di cibo solido al termine della pappa su cui non ha avuto grossi problemi e sembrava apprezzare.
    Da una settimana circa abbiamo cominciato a lasciarlo mangiare da solo con fortune alterne: qualche volta mangia di più, qualche volta mangia di meno. Negli utlimi giorni è particolarmente irritabile e piange quando lo mettiamo a tavola con noi. Hai qualche suggerimento?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *