Legumi e svezzamento



Legumi autosvezzamento

Tante mamme si domandano come  (e quando) dare i legumi ai loro figli. Sappiamo già che il concetto di “dare” non ci entusiasma proprio tanto e che la risposta più corretta sarebbe in verità “glieli dai così come li mangi tu!”, ma è proprio qui che casca l’asino: per qualcuno questa risposta non va bene, infatti spesso non siamo abituati a mangiarli e quindi non siamo pratici né a sceglierli né cucinarli, o semplicemente li prepariamo sempre alla stessa maniera e vorremo giusto variare un po’… Non so voi, ma io per lunghi anni ho mangiato piselli come contorno (e spesso lo faccio ancora, per inciso…) e qualche rara, rarissima pasta e ceci o pasta e fagioli, per il resto i miei legumi si limitavano ad alcune zuppe amatissime di lenticchie e… finita là. Per cui iniziare a mangiare i legumi ha significato esplorare un sacco di tipologie che non conoscevo e di maniere nuove di usarli in cucina. Devo dire che non è stato per niente difficile, in fondo i legumi sono belli, stuzzicanti e soprattutto buoni da matti!
Insomma, a volte qualche suggerimento fa comodo, quindi ecco qui una raccolta di idee per preparare i legumi in maniera “AS friendly”, cioé: a portata di bambino autosvezzante ;-)

Come glieli do?

Interi, schiacciati, passati, frullati, con o senza buccia?
Quando si parla di legumi si pensa molto spesso anche alla spiacevole conseguenza dell’aria nell’intestino. Qual è la maniera per evitarla?
Passare i legumi dopo averli cotti oppure utilizzare legumi decorticati; la buccia è la parte non digeribile e la responsabile dei brontolii di pancia! Se il bambino non è un gran masticatore,  mangiando legumi interi li ritroveremo tal quali nel pannolino: questo vuol dire che il contenuto nutrizionale  dei legumi non viene assimilato. Ad ogni modo, per ovviare a questo problema basta usare legumi decorticati oppure si possono passare con un passaverdura o li si può schiacciare con la forchetta. Alcuni, poi – come i fagioli borlotti o anche i ceci, che perdono la pelle facilmente, si riesce a sbucciarli ragionevolmente bene. Ma mica tutti, eh… se in pancia finisce qualche buccia va benissimo così :)

Come cuocere i legumi secchi

Alcuni suggeriscono di aggiungere bicarbonato all’acqua per velocizzare il reidratamento dei legumi secchi. Se avete fretta, fatelo, ma se potete teneteli in acqua durante la notte e cambiate l’acqua un paio di volte. L’ammollo serve per eliminare i fitati (qui trovate una spiegazione ben fatta del perché e per come).

Una maniera di accorciare i tempi e per riuscire a mangiare legumi la sera stessa, è usare la pentola a pressione. Con la nostra, in 40-45 minuti i legumi sono cotti.
Con le lenticchie andate sul sicuro, sono molto più veloci da preparare: circa 45 minuti in pentola normale oppure una ventina in pentola a pressione.

E poi che ci faccio?

Zuppe

Cucinare zuppe e vellutate di legumi è molto semplice e veloce, le opzioni sono potenzialmente infinite: legumi e verdure, legumi e cereali, legumi, verdure e cereali… le combinazioni non hanno davvero fine; aprite la dispensa o il frigorifero e date libero sfogo alla fantasia ;)
Qualche suggerimento per prendere spunto?

Zuppa ceci e farro
Zuppa di pisellini secchi
Zuppa di ceci e funghi

Le potete dare con il cucchiaino oppure, se al vostro bambino non piace essere imboccato o se preferite che usi le sue manine, potete inzupparci il pane oppure cucinare la zuppa in maniera che risulti abbastanza densa e usarla come crema da spalmare, effetto crostino.

Anche cucinare vere e proprie creme spalmabili non è affatto una cattiva idea:
Crema di fagioli bianchi
Mousse di piselli

Polpette

I legumi cotti e passati o frullati si prestano benissimo per fare delle deliziose polpette, ideali per l’autosvezzamento perché i bambini le possono tenere in mano agevolmente da soli, inoltre si sfaldano bene e quindi sono estremamente semplici da gestire in bocca.
Io in genere mi lascio andare a semplici versioni “svuota frigo” :-D ma se preferite una guida sicura, ecco alcune ricette:

Falafel al forno
Polpette di polenta a lenticchie
Polpette di fagioli

Cereali + legume (tipo curry)

I curry sono una cosa che ho scoperto quassù in terra di Albione: sono il tipico piatto take away di origine indiana simbolo (qui) dell’alimentazione fast food, godereccia e tutt’altro che sana, eppure se si fanno in casa sapendo bene cosa ci finisce dentro, diventano piatti sani, gu-sto-sis-si-mi, che piaccio a tutti ed estremamente versatili. Un curry in pratica è una salsa ricca di spezie che condisce molto spesso carne, ma che a noi piace fare con i legumi e le verdure. Si accompagna a un cereale, generalmente riso, oppure anche cous cous o bulgur. Anche il miglio e il grano saraceno ci stanno benone. Sono piatti unici: i legumi abbinati ai cereali fanno un pasto completo perché assunti insieme forniscono al corpo tutti gli aminoacidi essenziali. Tipo questo Korma di ceci o anche la nostra caponatina di zucca e ceci con cous cous

Nei prossimi giorni mi riprometto di buttar giù la ricetta di quello che facciamo qui a casa nostra!

Uno per uno

La maniera più semplice che c’è! Magari non le lenticchie :) ma i legumi più grandi, soprattutto fagioli, ceci, lupini e fave si prestano benissimo ad essere presi uno ad uno e portati alla bocca una volta che i bambini hanno sviluppato la presa a pinza.
Una maniera che io adoro per servire legumi da mangiare uno ad uno è farci insalate di legumi e verdure crude. D’estate sono fantastiche!
Insalata di ceci neri
Fagioli e pomodori in insalata

Altre idee?

Hummus, da spalmare sul pane, per intingere grissini, polpette o verdure crude, o per tuffarci selvaggiamente le dita :D
Ragù di lenticchie,(io non uso né vino né funghi e viene lo stesso buonissimo :)) per condire la pasta o per sfornare lasagne o paste ripiene.
Per non parlare dei nostri cannelloni di lenticchie :D

E se volessimo attingere alla cucina tradizionale?

Farinata ligure
Pasta e fagioli
Pasta e ceci
Panelle siciliane (ma sono fritte!)

Vogliamo provare a realizzare un post bello esauriente su come portare in tavola i legumi?
Dai, raccontateci come li cucinate voi e se avete idee inesplorate! ;-)

Iscriviti alla newsletter e ricevi SUBITO l’ebook sul soffocamento, “E SE SI STROZZA?”

Con noi i tuoi dati sono SEMPRE al sicuro e non verranno condivisi con NESSUNO.

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


61 comments

  1. celeste says:

    Ciao a tutti….
    Girovagavo sul blog leggendo unbpo qui un po li ed ho deciso di commentare….

    Sarò un po pesante quindi non me ne volete….
    Piccola premessa….ho scelto di essere salutista da piccola….che non significa essere vege-vega o stare a dieta ma semplicemente vivere una vita in salute(xke’ non si ferma all alimentazione ma va oltre….)

    E qui divento pesante….
    Basterebbe solo essere un po informati…..vi do(senza che nessuno me l ha kiesto)il mio punto d vista:
    -mangiare legumi è importantissimo
    -x evitare l aria e renderli più digeribili basta aggiungere un cucchiaino d cumino(in tutti i super secco a €1.99) durante la cottura
    -i fitati sono presenti in tantissimi cibi ma nessuno se ne cura come x i legumi…
    Ad esempio sono presenti nei formaggini!!!! Limitandone l assunzione del calcio….e pensare che molti li comprano xke’ sulla confez c è scritto “ricchi di calcio”….peccato che poi non venga assimilato….
    -x combattere i fitati nei legumi basta solo associarli a vit c….
    Così come x gli spinaci,la carne ecc ecc ecc….
    -i baby tendono a mangiare volentieri il cibo ke gli ricorda il sapore del latte o del liquido amniotico(ovvero i sapori dei cibi mangiati dalla mamma)….
    Quindi se la mamma nn li mangia non possiamo poi “obbligare” i baby a consumarli…
    Un po come x i broccoli :p
    -i legumi come qualsiasi altro cibo richiedono solo un pizzico d fantasia..

    Io ad esempio amo i cannellini con tonno e cipolla fresca di tropea….
    Con i cannellini rimasti e schiacciati(perché i salutisti non usano il frullatore a immersione….sono pesante lo so :) ) preparo delle deliziosissime tartine (che ritaglio con la formina d stella) ….semplicemente spalmate su un po d crema d cannellini,un pizzico di granella d mandorle(che hanno talmente tante proprietà che proprio nn ve lo so dire) e poi in base a cosa o chi le gusta guarnisco cn un po d prezzemolo tritato…..oppure una goccia d olio piccante….
    O ancora….mia nipote da di matto quando le preparo la fagiolata (fagioli neri)….
    Cucinate i fagioli regolarmente…. A parte stufate il guanciale a striscioline e qualche scalogno(quantità in base ai gusti) e a cottura ultimata aggiungete i fagioli facendo insaporire…
    E sono solo pochi esempi….ma come x tutto vige la fantasia….

    Con la crema di piselli(piselli cotti cn cipolla e aglio) ricopro dei conchiglioni ripieni d ricotta e olive nere ripassandoli in forno….

    Ecc ecc ecc….

    • Mariangela says:

      Ciao! Commento molto interessante! Volevo chiederti: come mai i salutisti non frullano il cibo? M’interessa molto saperlo. Ti ringrazio

  2. Valeria says:

    Ho da poco scoperto un altro modo per evitare l’inconveniente dell’aria nell’intestino: metterli a bollire (secchi) insieme a un pezzo di alga kombu. Si trova in tutti i negozi bio. Fino a un mese fa ignoravo la sua esistenza, ma ho testato sia sulla mia bimba che su di me e confermo: effetto meteorismo praticamente scomparso!

      • Valeria says:

        In un pentolone di circa 5 litri ne metto una striscia di circa 3 dita x 6… Ma non so se è ci sia una dose esatta da seguire… Attendo lumi

        • Giulia says:

          CIAO, il mio insegnante di cucina macrobiotica diceva di metterne una falange, nostra, circa un francobollo. Non di piu’, è una botta di minerali. Importantissimo NON usare quella che viene messa nell’ammollo, perchè ha fatto da spugna e con la cottura rilascia le sostanze che si era ssorbita. Meglio un pezzo a freddo nell’acqua di cottura oppure togliere quella dell’ammollo! Ciao

  3. Anna Castiglioni Bouhrizi says:

    Youssef stravede per la zuppa di lenticchie con pomodorini e pane, colpo di fulmine dei suoi sette mesi. Se non lo fermo quando finisce la zuppa mi divora il piatto!

  4. Sofia Bianchi says:

    Legumi in tutti i modi, noi li mangiamo molto spesso essendo vegetariani, e al mio bimbo piacciono, in particolar modo le lenticchie!!

  5. Michela Baezzato says:

    Emma adora mangiarseli uno ad uno, tipo pop corn!!! Le piacciono molto anche le polpette e la pasta&fagioli! Una volta al ristorante si è divorata l’orzotto con fagioli…è venuto il cuoco a farle i complimenti (che era Zoppolatti! Scusate il gongolamento :D)

  6. Simona Durando says:

    roba rinfrescante? insalata di azuki e carote tritate condito con olio limone sale e se piace aglio tritato!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.