Quanta pazienza ci vuole per fare autosvezzamento…



[box]Giorni fa mi è arrivato questo messaggio tramite Facebook. Chissà in quanti ci si riconosceranno. Dopo tutto non è vero che per fare autosvezzamento ci vuole taaanta pazienza? Tuttavia questa volta non parliamo della pazienza che ci vuole per rispettare i tempi del bambino, ma di quella, ben maggiore, necessaria per gestire i tempi (a volte biblici) di chi ci sta intorno e che l’autosvezzamento proprio non riesce a mandarlo giù, denti o non denti :)[/box]

Contrari all'autosvezzamento

Quanta pazienza ci vuole nel fare autosvezzamento??? Tantissima.

Sono stata quasi un mese a casa di mia mamma: un continuo di “so quello che faccio”.
Una sera decidiamo di fare risotto con zucchine e gamberetti e nel negozio lei mi dice: “E lei?”; “ Mangia lo stesso“, rispondo io. Arrivate a casa, io esco di nuovo e ritornata, trovo su due pentole separate: una con il nostro risotto super profumoso, nell’altra il suo, bollito con aggiunta di sole zucchine, senza aglio, prezzemolo… niente di niente.
La bambina ha mangiato il nostro, il suo era una simil poltiglia senza sapore e lei faceva i conati di vomito… E cosi è continuata la guerra al cibo: pesce bollito senza niente, patate schiacciate, no aglio, no cipolla, niente. E mia figlia che non li mangiava.
Ma soprattutto c’era quella maledetta frase di tutti: secondo me la bambina mangia poco.
Però quando stava con me mangiava alla grande!

Quando finalmente la nonna si rende conto che la nipote davvero mangia come noi, le fa 6 belle polpette al sugo, senza friggerle, gustose e salutari. Lei se le pappa tutte e la nonna super contenta.

Ad un certo punto ci ricoverano in ospedale per febbre alta. Il primo giorno arriva pastina (pastina ospedale = acqua con pasta + omogenizzato di carne e frutta), ma, guarda un po’,mia figlia mangia il mio pranzo, carne al sugo e spinaci per contorno. E li parte la scenata delle infermiere, che noi mamme siamo pazze, come si può dare questa roba ai bambini al di sotto dei due anni, sono cose non salutari e senza denti si strozzano. Al che gli ho fatto notare cosa c’era scritto vicino all’omogeneizzati di frutta: zuccheri aggiunti. E sì perché una bella mela sbucciata è meno salutare dell’omogeneizzato alla frutta. Dopo due giorni il papà ci porta un bel pollo che la nana si pappa tutta contenta, e loro, con la faccia del giudizio negativo (gli mancava solo il dito puntato della foto), ritenevano fosse sbagliato.
Per fortuna che alla fine siamo tornate a casa e alle belle mangiate di mamma!

Insomma, quello che doveva essere un mese di relax si è rivelato uno stress.
La gente non va oltre.
Ho conosciuto anche una mamma che mi ha detto: “a 8 mesi io sforzo mio figlio a mangiare e se piange non importa deve imparare a mangiare quello che dico io, e se fa storie con la pastina all’omo pazienza, l’importante è che mangi”.
Secondo lei io sbaglio perché assecondo mia figlia. Peccato che mia figlia è felice e mangia tutto cantando e battendo le mani.

Evviva l’autosvezzamento, ma quanta pazienza… :D

Aurora

[box]E voi? Raccontateci nei commenti di quando avete dovuto avere pazienza con chi vi sta intorno.
Vi aspettiamo :) [/box]

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


8 comments

  1. marika89 says:

    Io proprio oggi sono in piscina con tutta la mia famiglia… a pranzo pizza e focaccia e il mio bimbo di quasi sei mesi mentre si ciucciava il suo pezzo tutto soddisfatto ne ha staccato un pezzettino che finendo in gola gli ha creato conati di vomito seguiti da un piccolo rigurgito… mia mamma stava correndo al soccorso e io: mamma lascia che si gestisce da solo e tutta la mia famiglia a guardarmi male e giù a commentare grrrr

  2. stevenarianna says:

    Hai ragione… vorrei vedere la signora dell’omogenizzato e minestrina se la obbligassero a mangiare anche se non le piace altrimenti pancino vuoto!!! è un ricatto non educazione. Basta capire un po’ i gusti del proprio bimbo e cucinare di conseguenza… Ipocriti quelli che li obbligano a mangiare tutto, a noi piace tutto? No! E loro perchè dovrebbero essere diversi? bisogna capire se insistere perchè un capriccio o fermarsi perchè c’è una ragione!!! Poi minestrina e omogenizzato?!? Tutti i giorni lo stesso sapore… che “pizza”!!!

  3. Valina says:

    Eh….pazienza, già. La mia sta per finire, prima o pii sbotterò con un “ma fatevi le polpette vostre!” Fortuna che usciamo di rado e con i parenti ancora meno. Io boicotto i pranzi dai nonni paterni, ci mando solo il socio con le bambine e so che lui può farsi sentire. A me vengono i crampi…

  4. ameliaedaniele says:

    detto e ridetto, la mia precedente pediatra, seppur avendomi fatto seguire lo svezzamento tradizionale, con introduzione graduale degli alimenti e pappe iniziali a 8 mesi da tabella mi avrebbe già portata a primo/secondo/contorno non di certo frullatti!!! Pasta normale, secondo tagliato normale, contorno da prendere in mano intero e così frutta. Mia figlia ha deciso prima che le pappe le facevano schifo e abbiamo anticipato il passaggio a 7 mesi, in accordo con pediatra e con buona pace del calendario originale (che ovviamente avrebbe potuto variare in negativo a seconda del bambino, cioè tutto a pezzi a 9 mesi invece che a 8). 
    I nonni nostri avevano più paura della “qualità”, cioè uovo a 5 mesi (Daniele si è incuriosito presto), ma la peddy mi ha fatto una dichiarazione scritta :-)

  5. PlayVintage Pa Andrè Marty says:

    Fresca-fresca di giornata…mia mamma: cos’ha mangiato oggi la piccola (1anno)?! Io: pasta con i ceci, tacchino al forno, carote e mela…lei: frullati? Io: no interi
    Lei: ma la mela come gliela danno (al nido)?! Io: intera… Lei: ma è pericolosissimo!!! Io: anche a casa la mangia’ cosi… Lei: ma tu guardi solo lei, mentre loro hanno più bimbi…io: si però non penso gli convenga farmi fuori la bimba….lei: beh, in effetti…

  6. Daniela Bighi says:

    Idem come Sarah: appoggiata dagli amici e, soprattutto, dai nonni!!! E anche qualche commento “brava, vorrei ma nn ho il coraggio” da gente trovata in giro. E per fortuna, perché solo mio caratterino, avrei sbranato qualcuno :D

  7. Sarah Faltoni Thaler says:

    Io sono stata fortunata, molti mi facevano i complimenti per essere così “ardita” molti per paura non lo fanno. I miei inoltre mi hanno sempre appoggiata così come gli amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *