COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

Rapporti con le maestre
#1
Apro questo topic molto generico per raccogliere varie storie di rapporti con le maestre dei nostri bimbi e lo inauguro con l'ultima chicca personale (sarebbe fouriluogo parlare delle cose precedenti che sono capitate, acqua passata non macina più).
Dopo un periodo di "Non voglio andare a scuola" Fabio si è assestato sul "Non voglio dormire a scuola". Benissimo: ti vengo a prendere dopo pranzo.
Questo da giovedì scorso ed oggi la fatidica domanda della maestra: perchè? E la risposta alla mia risposta: devo essere io ad impormi sennò diventano capricci.
Ora dico io: ma perchè io che posso (cioè non lavoro quindi non ho bisogno di posti in cui lascirlo) e voglio assecondare un suo BISOGNO (sottolineo bisogno e non capriccio) non lo dovrei fare? Mi è capitao 2 volte di portare Fabio urlante a scuola ed entrambe le volte sono stata malissimo, peggio io di lui che poi lo so a scuola si diverte e io a casa a rimurginare e mi sono detta MAI PIU'.
Questo lo scrivo per sfogo personale, ammetto di non avere un'ottima opinione delle scuole materne (per varie esperienze personali acquisite), ma portarlo e lasciarlo di controvoglia mi mette veramente in crisi. Ripeto: se ne avessi bisogno lo dovrei fare, ma non stanno così le cose.
Spero solo che dalle risposte date sia loro chiaro che non mi pongo limiti alla cosa (come da loro suggerito) poi che pensino quello che vogliono.
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
(27-02-2013, 01:37 13)Chiara Ha scritto:  E la risposta alla mia risposta: devo essere io ad impormi sennò diventano capricci.

Ciao Chiara, accadde qualcosa di simile con mia figlia Valentina.
Il primo anno di materna, iniziato quando aveva 4 anni, andò bene, tranne alla fine, a giugno, quando la bambina stette male e la maestra mi telefonò, ma sbagliò numero, così Valentina si spaventò, disse che se aveva bisogno di me non era vero che io andavo a prenderla... mi fece anche un disegno, e quando me lo diede disse "così mamma non ti scordi di me"...
L'anno scolastico successivo (quindi l'ultimo, perchè aveva 5 anni), all'inizio fu una vera tragedia: ogni mattina era tutto un pianto, da quando si alzava dal letto fino a quando entrava a scuola.
Dopo una decina di giorni venne fuori qual'era il problema: il momento del pranzo. Nel refettorio erano 120 bambini, figurati la confusione... diversi bambini lamentavano mal di testa quando tornavano a casa. Inoltre ho saputo da mia figlia - ma molti mesi più tardi - che, nonostante le mie richieste, le insegnanti insistevano sul mangiare, e mia figlia veniva imboccata, a 5 anni, perchè non voleva mangiare.
La ritirai subito dalla mensa e la bambina cominciò ad andare a scuola felice e contenta, malgrado le insegnanti mi dicessero che sbagliavo, perchè il momento del pranzo è particolarmente aggregativo per i bambini, ed hanno più possibilità di socializzare tra loro. Inoltre io sarei stata meno "libera" (manco fossi in galera, con la mia bambina a pranzo a casa).

Di conseguenza hai fatto non bene, ma benissimo a prendere Fabio prima del pisolino. Intanto credo che lui abbia i suoi motivi per non voler più dormire a scuola, inoltre non credo affatto che lo stai viziando, tutt'altro: gli stai comunicando che sei attenta ai suoi sentimenti, lo ascolti e ti fidi di lui, in te trova un'alleata e spero che sia così per sempre, anche quando crescerà e diventerà un adolescente. Infine, spesso la vita è fatta di "momenti": ora il suo bisogno è questo, magari tra due mesi sarà lui stesso a chiederti di rimanere di nuovo. E, infine infine, non capisco il motivo di fasciarsi la testa prima di rompersela, di pensare ai problemi che potrebbero verificarsi domani: in fondo "oggi, è il domani di cui ci preoccupavamo ieri".
A.
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Stessa cosa!
Avevo anche aperto un post a settembre.
Quest'anno proprio non ci voleva dormire a scuola.... anzi il pomeriggio non dormiva neanche a casa.
Dopo una litigata con la maestra ho deciso comunque di andarla a prendere all'una fino ad un giorno di dicembre.... Vado a prenderla e vedo che corre dalla maestra (non la stessa) a dirle qualcosa.... poi vengono vicino insieme e mi dice: "domani voglio stare qui a dormire con la mia amica Giada" e così è stato. Mi hanno riferito che si sono addormentate tenendosi la mano e da allora nessuna storia per il dormire!
Ancora una volta.... ho aspettato e rispettato i suoi tempi!

Poi per quanto riguarda i rapporti con le maestre... da noi ci sono moooolti problemi con una di loro e di conseguenza con la scuola in toto! Ma devo fare un bel respiro e scrivere con calma perchè siamo nel bel mezzo della rivoluzione! Purtroppo sono andata in cerca di un asilo più vicino possibile alle mie idee e mi sono accorta che proprio non è quello che credevo.... sbagliato tutto!!! Angry
Voto le telecamere negli asili!!! Sneaky2

MummyMara
Sisterina (20 dic 2011)
Sisterella (11 sett 2008)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
Io proprio non posso lamentarmi. Frequenta il nido da quando aveva 18 mesi ed io non posso proprio tenerla a casa. Tantomeno lasciarla alle nonne: di una il solo parlare di lasciargliela mi fa venire il cimurro, l'altra me l'ha tenuta i primi 18 mesi ed ora mi tiene BNR, da due settimane, per nove ore sei volte la settimana. Non posso chiederle di tenere anche la grande.
Però al nido ha trovato un ambiente meraviglioso ed anche il personale ausiliario era preparato, dopo tanti anni! Lo scorso settembre è cambiato totalmente il personale, e LaPiccola ne ha risentito per due mesi ma le educatrici "nuove" sono state molto brave. Unica pecca che trovo è che sono in troppe e con turni corti così i bimbi stanno con tante persone diverse. Da un lato è un vantaggio perché ha imparato ad apprezzare caratteri diversi, ma dall'altro preferirei un po' più di stabilità. Sono comunque persone preparate, giovani e di cui non posso lamentare niente. Anzi, sono contentissima e fosse per me non farei il salto alla materna! Mi pare che essere un nido municipalizzato e con tanto personale renda meno probabile che si manifestino problemi: si "guardano" una con l'altra, hanno anche il supporto di una pedagogista (anche molto nota) per formare il gruppo di lavoro, migliorare la coesione e creare un ambiente sereno.
[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxNVCyBlwwFZ8C1Q,,44.png]
[Immagine: eNortjKzUjK0MDMxsVSyBlwwFbYC3Q,,40.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
io la penso esattamente come Antonella C! Smile
[Immagine: as1cF58003D0015MDAwOGQ0fDEyOWp8SWwgbWlvI...NvIGhh.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Riprendo il mio post per aggiornarvi: sto facendo un corso (una volta a settimana) e ho chiesto a Fabio di dormire a scuola nei giorni del corso perchè ne ho bisogno, non ha fatto una piega, quesl giorno lo sono andata a prendere alle 4 e la maestra ha detto tutto bene. Gli altri giorni esce all'1 e abbiamo il nostro equilibrio così, io al mattino quando entriamo in classe sto con lui finchè suona la campanella e poi ci salutiamo.
In realta l'equilibrio è un po instabile, ma ce la facciamo... ogni giorno mi dice che a scuola non vuole andare, ma poi quando gli dico che io devo fare i lavori da casa e non posso giocare con lui e che può decidere se stare con me a giocare da solo o a scuola a giocare con gli amici e che dopo poco lo vado a prendere ci va. Spero che con la bella stagione che li portano in giardino ci vada più volentieri...
Le maestre non insistono affatto e questa cosa mi rende davvero più serena nel momento in cui lo saluto e forse anche questo fa...
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
Eccoci qua alla fine della faccenda: ho fatto una manleva in cui specifico che lo vado a prendere dopo pranzo fino a fine anno. Che dire: le maestre non sono contente, ma ho chiaramente detto loro che per me la scuola materna non deve essere un obbligo, ma un piacere e se per lui diventa un peso a me non va bene.
Detto ciò dall'ufficializzazione del ritiro va a scuola sempre contento: non mi ha mai più detto che non vuole andare a scuola, mi chiede solo ogni giorno se lo vado a prendere dopo mangiato.
Non so perchè il dormire a scuola lo indisponeva, una volta gli ho chiesto se starebbe a scuola se potesse stare aveglio invece di andare a dormire e mi ha risposto di sì con grande intusiasmo. Però non capisco perchè di questa rigidità delle maestre... alla fine credo che avere un bambino in meno da gestire possa essere un vantaggio anche per loro... Se per me non è un problema non vedo perchè lo deve essere per loro, visto che non intacca neppure le attività scolastiche dato che al pomeriggio dormirebbe lì e poi lo andrei comunque a prendere...
Peccato che la scuola materna part-time della zona sia così lontana... ci avrei volentieri fatto un pensierino...
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)