COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

[split] Perché il LA sì e il lio no??
#1
LatteMiele:
(30-03-2011, 09:29 09)arkadian Ha scritto:  Se non vuoi fare allattamento prolungato, non lo fare...
Certo il latte gli serve, ma provando qualche tettarella sono sicuro che puoi passare alla formula per i prossimi 6 mesi.
D'altra parte non credo che fare lo svezzamento "tradizionale" faccia molta differenza dato che se la pappa te la tira, che fai poi?

Scusate se intervengo così pur essendo assente da molto!
Mi dispiace se sono OT, magari chi di competenza può spostarmi dove meglio ritiene, però leggendo questa risposta non riesco a soprassedere.
Posto che non voglio fare polemica, mi è sorta spontanea questa domanda, ancor di più perchè qusta risposta l'ha scritta un moderatore di questo forum (con una tranquillità che un pò mi lascia basita):
Che differenza c'è tra un omogenizzato/liofilizzato che tanto viene demonizzato e un latte di formula o artificiale (perchè è di questo che si tratta..)?
Non voglio impiantare una discussione latte di mamma VS latte artificiale, ma mi chiedevo come mai questa discordanza...
Voglio dire..artificiale il primo, artificiale il secondo...quale allora la differenza?
Grazie e scusate questa incursione!

Arkadian:

Passo di sfuggita e muovo questo intervento qui (con un nuovo titolo), dove credo che sarà più facile discuterne

LatteMiele:

In realtà il tirolo a mio avviso è errato..scusate non voglio fare la pignola!!
Però io conosco benissimo la differenza tra latte materno e latte artificiale...io vorrei capire per voi, per i sostenitori dell'AS, perchè va bene il latte artificiale e il liofilizzato no?

Arkadian:
titolo editato come da richiesta

Aleberto:

Lattemiele sono assolutamente d'accordo con te e infatti quando per la prima figlia, allattata al seno, arrivai allo svezzamento, o per meglio dire all'alimentazione complementare, pur non conoscendo allora l'autosvezzamento non riuscii ad utilizzare omogeneizzati o liofilizzati e cercai comunque di fare tutto in casa da sola... infatti ad eccezione di qualche confezione di cremine di cereali varie non ho mai speso per l'alimentazione (liquida o solida) di mia figlia un solo euro in farmacia o nei negozi di alimentazione per l'infanzia ,per il fratello poi abbiamo risparmiato pure i soldi delle creme
Em3600Em3600Em3600

Ax76:

Vorrei mettere in chiaro un punto: c'è una differenza tra Utente e Moderatore.
Anche un Moderatore o un Admin hanno la libertà e il diritto di esprimere la loro opinione personale, e questo avviene ogni qual volta si scrive "in nero".
Gli interventi di Moderazione vera e propria, invece, li potete riconoscete perché sono in rosso.
Nel caso citato da LatteMiele, l'utente Arkadian diceva la sua.
Che sia anche un Moderatore non deve influire.

La tecnica di moderazione, qui in questo forum, va ancora affinata (le forze sono poche, e le occasioni di discutere ahimè anche), per cui è possibile che ci siano stati casi "dubbi".


LatteMiele:

ma certo Ax ci mancherebbe che un moderatore o amministratore non possa dire la sua però convieni che quanto è detto da chi è praticamente il "capoforum" abbia un risalto diverso da quello che è detto da un utente qualunque? E' un po' (scusate l'esempio) come l'esternazione di un capo di stato su faccende che sono sì private ma hanno una eco diversa rispetto all'esternazione fatta da me, normalissimo cittadino, nel bar dove solitamente faccio colazione

Ax76:
Anche a me ha fatto strano leggere quella risposta (e abbiamo passato tutta la sera a tirarci piatti!! Big Grin Big Grin), ma credo che di fondo sia stata fraintesa. Probabilmente sarebbe bastata una piccola premessa perché suonasse meno facilona.

Il concetto è: se proprio sei stufa di allattare, e ne hai tutto il diritto, esiste un'alternativa. Se il bambino è ancora di età inferiore ad 1 anno, l'alternativa è il latte artificiale. Se è più grande, si chiama latte vaccino e modifica progressiva dell'abitudine a poppare.

Non ho capito qual'è il problema nell'usare il latte artificiale se la madre, a mio parere con tutto il diritto, si sente stanca, sfinita di allattare e cerca una libertà che ora non ha.
L'alternativa c'è, e sono strasicura che qualunque madre sia in grado di mettere sulla bilancia i pro e i contro della scelta che sta facendo.
Se una mamma mi dice "io lavoro tutto il giorno, torno a casa la sera alle 8 dopo 12 ore fuori casa e preferisco aprire un barattolo di sugo pronto piuttosto che cucinare qualcosa" o mi dice "preferisco aprire due omogeneizzati e preparare una pappa perché non ho le forze e il tempo di fare piatti bilanciati, sani, e caserecci tutti i giorni, odio stare in cucina e non ho tempo".... che le devo dire? Le dico "cara, ti capisco, mi dispiace, io ti consiglio X e Y, però fai quello quello che credi sia meglio".

Ci sono casi e casi. C'è a chi l'allattamento pesa come un macigno.

Ax76:

(30-03-2011, 10:55 22)aleberto Ha scritto:  ma certo Ax ci mancherebbe che un moderatore o amministratore non possa dire la sua però convieni che quanto è detto da chi è praticamente il "capoforum" abbia un risalto diverso da quello che è detto da un utente qualunque? E' un po' (scusate l'esempio) come l'esternazione di un capo di stato su faccende che sono sì private ma hanno una eco diversa rispetto all'esternazione fatta da me, normalissimo cittadino, nel bar dove solitamente faccio colazione
Sì, sono d'accordo, ma questo è un forum sull'autosvezzamento, non sull'allatamento :-)

Vale:

Io non ho mai allattato 'per principio' e sono sempre andata di la, con ottimissimi rusultati in tutti e tre i casi aggiungo, costi a parte, ovviamente.
Io il problema non ne lo sono mai posto, nel senso che non avevo assolutamente alcun istinto o inclinazione per l'allattamento e quindi ho ripiegato sul la, ma mi è sempre parso assolutamente fuori discussione comprare e spendere per un barattolino di qualcosa che avrei potuto cucinare facilmente in casa. Forse pesa anche il fatto che il mio primo pediatra, seppure con 'ricettina' di svezzamento tradizionale, mi avesse invitato a partire dal fresco.
Obietterete che sarebbe stato meglio il mio latte di quello industriale ma, come ho detto, l'idea non mi ha mai affascinato e così sono pure sempre stata estremamente libera quindi non ho mai posto il paragone in questi termini.

Diciamo che ho deciso a priori di non allattare per motivi miei personali ma ho subito pensato all'inutilità di qualcosa di preconfezionato potendo fare in casa da materie prime più o meno genuine.

Valina:
(30-03-2011, 08:20 20)LatteMiele Ha scritto:  Che differenza c'è tra un omogenizzato/liofilizzato che tanto viene demonizzato e un latte di formula o artificiale
Voglio dire..artificiale il primo, artificiale il secondo...quale allora la differenza?

Beh, a volte del LA non si può fare a meno.
Mentre puoi tranquillamente fare a meno di omogeneizzati e liofilizzati.
Esattamente come per il latte. Se per qualsivoglia ragione non si può dare latte della mamma allora benvenga il LA.
Se c'è una ragione per cui non si può proprio dare cibi freschi, o appena cucinati ecc. allora puoi anche usare gli omogeneizzati.
Ma come per il latte, meglio fresco e "cucinato" di prima mano!

Insomma la differenza si può forse definire solo "etica".
Sono demonizzati come i cibi pronti e precotti e solo da scaldare che trovi al supermercato. Anzi, sono peggio.

Una cosa invece solo mia: ma li hai assaggiati? A parte quelli alla frutta che sono a loro modo anche molto gradevoli, fanno davvero schifissimo!! Quelli carne e pesce poi sono un vero orrore!10700




LatteMiele:
Scusami Ax ma non capisco questo tuo intervento.
Capisco che Arkadian ha scritto il suo punto di vista come utente e non come moderatore, ma io ho fatto solo posto una domanda.
Questo forum è pubblico, il chè significa che chi è interessato può trarre tutte le info che cerca..
Ora, se io (visitatore) leggo scritto da un utente che è anche moderatore che "non ci sono problemi, smetti il seno e usa il latte artificiale", capisco che il latte artificiale va bene per continuare l'allattamento.
Poi leggo in altri interventi "vade retro liofilizzato/omogenizzato" mi chiedo:
Ma come, l'artificiosità del latte si e quella del liofilizzato no?
Che differenza c'è?
Come mai qui ci si pone dalla parte del bambino che si svezza e non dalla parte del bimbo che allatta?
Perchè, per me, il bambino ha diritto ad una sana alimentazione così come ha diritto a ricevere il meglio nell'allattamento.
Ma questa sono io, Simona..
Ovviamente ognuno ha il suo punto di vista.
Volevo solo capire il vostro..o il suo di arkadian.



Ax76:

Pardon, ma la risposta di Vale mi ha fatto ricordare che mi sono persa un pezzo per strada...

Tra latte artificiale e omogeneizzati dati ai bambini per svezzarli, c'è una differenza sostanziale: il primo è necessario alla sopravvivenza del neonato se la madre non può allattare, i secondi no.
Sono tutti e due prodotti dell'industria, verissimo. Ma non è che questo equivalga necessariamente al male!
Il latte artificiale è essenziale in certi casi e grazie al cielo che esiste.
Anche gli omgeniazzati lo sono, ma magari per i malati e gli anziani, non per i bambini piccoli.


LatteMiele:

(30-03-2011, 11:00 23)Valina Ha scritto:  Una cosa invece solo mia: ma li hai assaggiati? A parte quelli alla frutta che sono a loro modo anche molto gradevoli, fanno davvero schifissimo!! Quelli carne e pesce poi sono un vero orrore!10700

Valina, io odio gli omogenizzati, sia ben chiaro!
Non li uso e mai li userò per mia figlia!
E non concordo con te quando dici che se non ci sono altre cose a portata di mano allora gli omogenizzati vanno bene..
Ho scritto questo intervento perchè voglio capire come la si vede.
Ho capito comunque il to punto di vista..grazie! Em3600

Ax76:

(30-03-2011, 11:00 23)LatteMiele Ha scritto:  Scusami Ax ma non capisco questo tuo intervento.
Capisco che Arkadian ha scritto il suo punto di vista come utente e non come moderatore, ma io ho fatto solo posto una domanda.
Questo forum è pubblico, il chè significa che chi è interessato può trarre tutte le info che cerca..
Ora, se io (visitatore) leggo scritto da un utente che è anche moderatore che "non ci sono problemi, smetti il seno e usa il latte artificiale", capisco che il latte artificiale va bene per continuare l'allattamento.
Poi leggo in altri interventi "vade retro liofilizzato/omogenizzato" mi chiedo:
Ma come, l'artificiosità del latte si e quella del liofilizzato no?
Che differenza c'è?
Come mai qui ci si pone dalla parte del bambino che si svezza e non dalla parte del bimbo che allatta?
Perchè, per me, il bambino ha diritto ad una sana alimentazione così come ha diritto a ricevere il meglio nell'allattamento.
Ma questa sono io, Simona..
Ovviamente ognuno ha il suo punto di vista.
Volevo solo capire il vostro..o il suo di arkadian.

Siccome sto scrivendo come una pazza... quale intervento non hai capito?

Io ho capito cosa vuoi dire tu, ma non perché puntualizzare che l'utente ha anche il ruolo di Moderatore.

Per il resto mi sa che ho risposto già in quello che ho scritto qualche post fa...
In breve, l'allattamento non è solo un diritto del bambino (punto per alcuni discutibile) ma anche un impegno per la madre, e solo ed esclusivamente per lei. Essendo un rapporto a due, vanno considerate le esigenze di tutti, e personalmente non credo che ci sia una differenza sostanziale nella qualità di ciò che si dà al proprio figlio se dopo i primi mesi si sceglie di smettere.

LatteMiele:

(30-03-2011, 10:57 22)Ax76 Ha scritto:  Sì, sono d'accordo, ma questo è un forum sull'autosvezzamento, non sull'allatamento :-)

Scusate, mentre scrivevo la mia risposta avete fatto altri interventi che ho letto solo ora! Em0300
Comunque, giustissimo quello che dici Ax, questo non è un forum sull'allattamento..(infatti la mia domanda nasce in relazione al cibo, e non tra latte e latte!) Em3600
Ho capito il vostro punto di vista.
Non lo condivido, penso che si sia capito ma non essendo questo un forum sull'allattamento la smetto qui. Em3600

Arkadian:

(30-03-2011, 08:43 20)aleberto Ha scritto:  Lattemiele sono assolutamente d'accordo con te
HHmmm... mi domando allora se non ho capito io...
Secondo me il problema ruota intorno al fatto se sia lecito condonare l'utilizzo del latte artificiale se si condanna quello del (demonizzato) liofilizzato...

Se ho capito bene il senso del quesito, a mio avviso si stanno paragonando le mele con le pere. Personalmente il liofilizzato non credo proprio che lo darei mai, semplicemente perché non lo ritengo necessario (e a dire il vero non so cosa sia, né come sia fatto, né quando andrebbe dato), per cui sposto l'argomento sull'omogeneizzato; spero vada bene. La domanda è: darei l'omogeneizzato? Non vedo perché no (come ho detto più volte su questo forum), dato che lo considero alla stessa stregua del piatto pronto che i grandi comprano in rosticceria/supermercato. Se si fa ogni tanto (perché di fretta, perché pigri, perché non c'è alternativa) non casca il mondo e questo vale sia per i grandi che per i piccini e ciò certamente non va a inficiare l'AS.

Completamente diverso è proporre uno svezzamento quando il bambino non è pronto oppure se il bambino mangia le cose sue come se fosse un malato, per cui sia che si parli di liofilizzato, pera grattugiata, mais e amici, omogeneizzati fatti in casa con materiali bio o quello che è non fa differenza. Checché ne dica il singolo individuo non vedo perché si debba anticipare uno svezzamento (anche se si deve tornare a lavoro, che è la ragione che in molti adducono) o trattare un bambino come un malato quando sarebbe molto più semplice cambiare il proprio modo di pensare (ma questo è un altro discorso). Presumo che ci saranno delle patologie che lo raccomandano, ma non ne so abbastanza (ad esempio il riflusso che molti pediatri dicono di "curare" con lo svezzamento, mentre altri dicono che è semplicemente una croce da portare e che poi passa da solo).

L'allattamento invece è un discorso completamente diverso. Sono d'accordo che ci vuole più informazione, che un sacco di gente smette di allattare perché pensa di aver finito il latte, che ci vuole educazione a livello di massa per far capire che l'allattamento è la cosa più naturale del mondo, ma se qualcuno non vuole allattare (per motivi che sono quelli che sono) non vedo il problema a passare al latte formulato che al giorno d'oggi non presenta più rischi come in passato. OK, si arricchiscono le multinazionali, ma se uno non si sente sereno ad allattare o non può farlo o semplicemente non ne può più, perché farsene un cruccio quando c'è un'alternativa perfettamente valida? Non credo che neanche le tettelebane invochino un allattamento a oltranza obbligatorio (rossanalib?), purché si smetta di allattare facendo una scelta consapevole. Il problema principale del latte artificiale (che è dove le multinazionali lucrano) è che crea dipendenza in quanto una volta introdotto è praticamente impossibile tornare indietro. Sarebbe bello se uno potesse avere una vacanza di due settimane per ricaricarsi e poi ripartire in quarta, ma purtroppo così non è. quindi se qualcuno non se la sente di allattare... dico che è meglio che smetta piuttosto che avvelenarsi la vita.

Il collegamento che vedi tra l'utilizzo del LA e degli omogeneizzati 8ìo liofilizzati), sinceramente a me sfugge. Mi sembrano due cose completamente scorrelate; si può benissimo fare AS con il LA o il LM!


Valina:


ah! Adesso ho capito da dove arriva la domanda!!
Forse una leggerezza?
Comunque il discorso del latte tetta/artificiale è complesso e comprende aspetti emotivi delicati. Oltre ad avere aspetti anche "lavorativi", in tutti i sensi!
Il fatto che sia moderatore non influisce sulla sua opinione. Un moderatore non è tenuto ad avere l'opinione perfetta!


Arkadian:

(30-03-2011, 11:09 23)LatteMiele Ha scritto:  ... ma non essendo questo un forum sull'allattamento ...

Ammetto di non aver bazzicano molti forum sull'allattamento, ma mi rifiuto di credere che se qualcuno avesse chiesto, non vorrei fare l'allattamento prolungato, ecc. ecc. sarebbe stata immediatamente bannata/lapidata/denunciata, ecc.
Magari per i primi mesi si fa uno sforzo per dare al bambino i famosi anticorpi, ecc. ecc, ma se dopo un po' uno (per ragioni sue) decide di smettere, anche il più accanita tettelebana non può che dire che va bene.

Per lo svezzamento... beh, di nuovo... non vedo il nesso tra le due cose.

(30-03-2011, 11:20 23)Valina Ha scritto:  Un moderatore non è tenuto ad avere l'opinione perfetta!

non vedo quale sarebbe stata una risposta migliore... "dai che ce la puoi fare"?

LatteMiele:

(30-03-2011, 11:15 23)arkadian Ha scritto:  sarebbe molto più semplice cambiare il proprio modo di pensare (ma questo è un altro discorso).

Ti rispondo velocemente perchè la tettomane mi reclema.
Torno magari domani, com più calma..ma qui c'è, a mio avviso, un interessante spunto di riflessione.
Quando si dice che non si riesce/vuole allattare e quindi evviva il LA è, a mio avviso, lo stesso problema del trattare il bimbo (o in generale, la propria genitorialità) in maniera diversa..non seguendo cioè la natura..ascoltare i segnali del proprio figlio, non forzare, seguire i suoi tempi.
Tutti i "dettami" dell'AS sono improntati sulla naturalità dell'evento "svezzamento".
Perchè per l'alattamento non si fà altrettanto?
c
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
Scusate... ho sbagliato nel pannello di moderazione o ora sto cercando un "undo"...
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
Mannaggia ora non si capisce più chi ha scirtto cosa... speriamo di poter aggiustare... Intanto scusate e io mi lancio a rispondere a l'ultima domanda che fa LatteMiele

Citazione:Ti rispondo velocemente perchè la tettomane mi reclema.
Torno magari domani, com più calma..ma qui c'è, a mio avviso, un interessante spunto di riflessione.
Quando si dice che non si riesce/vuole allattare e quindi evviva il LA è, a mio avviso, lo stesso problema del trattare il bimbo (o in generale, la propria genitorialità) in maniera diversa..non seguendo cioè la natura..ascoltare i segnali del proprio figlio, non forzare, seguire i suoi tempi.
Tutti i "dettami" dell'AS sono improntati sulla naturalità dell'evento "svezzamento".
Perchè per l'alattamento non si fà altrettanto?

Perché, come dicevo prima, lo svezzamento riguarda solo il bambino, ma l'allattamento no, riguarda la mamma (e poverina SOLO la mamma!) in maniera mooolto intensa, e anche lei deve essere felice, serena e contenta di quello che fa! Dov'è la naturalità del soffrire per dare da mangiare al proprio figlio? Nel sentirsi incarcerati? Bloccati?
E poi non si tratta di forzare, ma di indirizzare verso altro.
[Immagine: vDMJp1.png] [Immagine: 6DRT.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
Allora, in mancanza di meglio ho provato a riportare chi ha detto cosa. Se ho commesso degli errori o ci sono delle dimenticanze, fatemi sapere che correggo il tutto.

Scusate per il "disguido".
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
avevo iniziato a rispondere prima fa poi ho avuto contrattempi causa risveglio di Tobia, torno al pc adesso e vedo che non solo la discussione è andata avanti ma il moderatore ha pure fatto un po' di pasticci Em3700Em3700Em3700 comunque la mia risposta era questa:

(30-03-2011, 10:56 22)Ax76 Ha scritto:  Anche a me ha fatto strano leggere quella risposta (e abbiamo passato tutta la sera a tirarci piatti!! Big Grin Big Grin), ma credo che di fondo sia stata fraintesa. Probabilmente sarebbe bastata una piccola premessa perché suonasse meno facilona.

Il concetto è: se proprio sei stufa di allattare, e ne hai tutto il diritto, esiste un'alternativa. Se il bambino è ancora di età inferiore ad 1 anno, l'alternativa è il latte artificiale. Se è più grande, si chiama latte vaccino e modifica progressiva dell'abitudine a poppare.

Non ho capito qual'è il problema nell'usare il latte artificiale se la madre, a mio parere con tutto il diritto, si sente stanca, sfinita di allattare e cerca una libertà che ora non ha.
L'alternativa c'è, e sono strasicura che qualunque madre sia in grado di mettere sulla bilancia i pro e i contro della scelta che sta facendo.
Se una mamma mi dice "io lavoro tutto il giorno, torno a casa la sera alle 8 dopo 12 ore fuori casa e preferisco aprire un barattolo di sugo pronto piuttosto che cucinare qualcosa" o mi dice "preferisco aprire due omogeneizzati e preparare una pappa perché non ho le forze e il tempo di fare piatti bilanciati, sani, e caserecci tutti i giorni, odio stare in cucina e non ho tempo".... che le devo dire? Le dico "cara, ti capisco, mi dispiace, io ti consiglio X e Y, però fai quello quello che credi sia meglio".

Ci sono casi e casi. C'è a chi l'allattamento pesa come un macigno.


ahahah speriamo che nello scontro non ci siano stati dei feriti Em1100Em1100Em1100Em1100

ma a parte gli scherzi, nessuno ha mai detto che non sia legittimo che si voglia smettere di allattare se la cosa non ci piace e ci pesi (tra l'altro sono le stesse raccomandazioni OMS a dirci di protrarre l'allattamento fino a che MAMMA e figlio lo desiderano) ma rikieriki non diceva questo, piuttosto prevedeva che l'allattamento potesse pesarle troppo dall'anno di suo figlio per i motivi, legittimi e sacrosanti, che ci ha elencato. Per me una mamma ha tutti i diritti di non allattare (e ha anche tutto il mio rispetto soprattutto quando dice le cose come stanno senza nascondersi dietro a mille scuse) e allo stesso modo ha tutti i diritti di utilizzare omo e lio invece che autosvezzare, non avvelena suo figlio né con il LA né con omo e lio, però mentre mi pare che qui risulti a tutti semplice affermare che gli omo e i lio non siano assolutamente migliori di un cibo sano che si possa preparare in casa senza spendere soldi in più, dall'altra parte si ha alle volte timore ad affermare che il LM sia migliore del LA o, detto diversamente, li si considera alla stessa stregua e quindi o questo o quello è la stessa identica cosa (ben peggio usare omogeneizzati o liofilizzati!!!)... io ho inteso così l'intervento di Lattemiele e ribadisco di condividere assolutamente il suo punto di vista o meglio i suoi spunti di riflessione
" ma certo Ax ci mancherebbe che un moderatore o amministratore non possa dire la sua però convieni che quanto è detto da chi è praticamente il "capoforum" abbia un risalto diverso da quello che è detto da un utente qualunque? E' un po' (scusate l'esempio) come l'esternazione di un capo di stato su faccende che sono sì private ma hanno una eco diversa rispetto all'esternazione fatta da me, normalissimo cittadino, nel bar dove solitamente faccio colazione"

questo l'avevo scritto io :-)))
Alessia + Emma (01.11.06) + Tobia (01.05.10)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Forse il succo sta nel fatto che qui si sostiene che omo e lio non vanno assolutamente usati per uno svezzamento PRECOCE a 4 mesi come dicono alcuni pediatri. Poi, come hanno già detto in tanti, se per emergenza qualcuno li dovesse usare i bambini mica muoiono. Ma io ne ho assaggiato una volta uno aperto da un'amica e faceva talmente schifo che sono sicura sia peggio della scatoletta del gatto. Ergo già al primo figlio mi sono detta che se per qualsiasi motivo, magari in viaggio, sarebbe stato 'pratico' usarli, NO, piuttosto gli davo latte e biscotti.

Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
(31-03-2011, 12:00 00)aleberto Ha scritto:  ahahah speriamo che nello scontro non ci siano stati dei feriti Em1100Em1100Em1100Em1100

Niente spargimenti di sangue e nessuno ha chiamato la polizia Em0100Em0200

Citazione:ma a parte gli scherzi, nessuno ha mai detto che non sia legittimo che si voglia smettere di allattare se la cosa non ci piace e ci pesi (tra l'altro sono le stesse raccomandazioni OMS a dirci di protrarre l'allattamento fino a che MAMMA e figlio lo desiderano) ma rikieriki non diceva questo, piuttosto prevedeva che l'allattamento potesse pesarle troppo dall'anno di suo figlio per i motivi, legittimi e sacrosanti, che ci ha elencato. Per me una mamma ha tutti i diritti di non allattare (e ha anche tutto il mio rispetto soprattutto quando dice le cose come stanno senza nascondersi dietro a mille scuse) e allo stesso modo ha tutti i diritti di utilizzare omo e lio invece che autosvezzare, non avvelena suo figlio né con il LA né con omo e lio, però mentre mi pare che qui risulti a tutti semplice affermare che gli omo e i lio non siano assolutamente migliori di un cibo sano che si possa preparare in casa senza spendere soldi in più, dall'altra parte si ha alle volte timore ad affermare che il LM sia migliore del LA o, detto diversamente, li si considera alla stessa stregua e quindi o questo o quello è la stessa identica cosa (ben peggio usare omogeneizzati o liofilizzati!!!)... io ho inteso così l'intervento di Lattemiele e ribadisco di condividere assolutamente il suo punto di vista o meglio i suoi spunti di riflessione

Ah no no, per quanto mi riguarda credo che indubbiamente il latte materno sia migliore di quello artificiale per il semplice e lampante motivo che... siamo costruiti per nutrirci di quello!

Pero' se si parla di bambini di oltre un anno questo ai miei occhi inizia a perdere di valore... L'assunzione di latte e' talmente minima che l'aspetto nutrizionale e' proprio secondario e rimane quasi solo tutto il resto. Che uno puo' gradire o no.

[Immagine: vDMJp1.png] [Immagine: 6DRT.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
Citazione:RE: io sono molto favorevole all'AS ma non vorrei fare un allattamento prolungato

Se non vuoi fare allattamento prolungato, non lo fare...
Certo il latte gli serve, ma provando qualche tettarella sono sicuro che puoi passare alla formula per i prossimi 6 mesi.
D'altra parte non credo che fare lo svezzamento "tradizionale" faccia molta differenza dato che se la pappa te la tira, che fai poi?

Riporto per chiarezza il titolo della discussione e la mia risposta (solo successivamente è stato chiarito che si parlava di smettere di allattare verso i 12 mesi, ma questo è, a mio parere, ininfluente).

Ancora non ho capito quale sia il problema... Qui non si chiedevano consigli sull'opportunità di allattare o meno, ma si chiedeva se si poteva fare AS senza allattamento prolungato.

La mia risposta... chiaramente sì, si può fare AS senza allattamento prolungato e se vuoi puoi smettere di allattare anche domani senza per questo rovinarti la possibilità di un buon AS. Qual era la risposta giusta da dare?? No, non smettere di allattare? Ripensaci? Allattare è bello? Nessuna di queste risposte sarebbe stata pertinente. Avrei potuto rispondere che no, con l'AS bisogna allattare, ma questo non è vero. Quindi cosa è rimasto?

Il parallelo con il liofilizzato continua a sfuggirmi... Se qualcuno domandasse, posso fare AS dando il liofilizzato? La risposta sarebbe probabilmente no, dato che dai il liofilizzato perché vuoi cominciare lo svezzamento molto (troppo) presto.
Allora posso fare l'AS dando l'omogeneizzato? Qui risponderei forse, dato che fin tanto che si usa come cibo di emergenza e tappabuchi (proprio come i piatti pronti degli adulti) non ne vedo il problema. Diverso se invece l'omogeneizzato si dà sempre, insieme alle pappe, ecc. dato che allora si comincia a parlare di dosi, tabelle e compagnia bella. Tuttavia questo è un discorso completamente diverso dall'allattare o meno; la scelta di (non) allattare non mi tocca particolarmente dato che non va a influire sulla possibilità di fare AS (che è ciò di cui ci occupiamo qui). Che poi abbia un'opinione sull'allattamento, la cosa esula totalmente dalla domanda che è stata posta.
Se qualcuno chiedesse: non sono sicura se allattare o meno, allora la mia risposta sarebbe diversa; se invece si chiede se si possono conciliare il LA con l'AS, allora ti dico che non ci sono problemi.

La confusione è, a mio avviso, generata dal fatto che le persone che tendono ad avvicinarsi all'AS (e a questo forum) sono proprio quelle che allattano a lungo, portano il bambino in fascia, fanno co-sleeping, non vaccinano, ecc. per cui è naturale che se un'ospite o una nuova utente si trova a leggere quello che c'è scritto qui possa trovarsi un po' spiazzata. Questo è il motivo che qualche tempo fa mi ha spinto a scrivere questa discussione. Insomma, l'autosvezzamento è così facile che tutti lo possono fare.

Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
sì via ci siamo capiti Em3600Em3600Em3600
Alessia + Emma (01.11.06) + Tobia (01.05.10)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
[quote='arkadian' pid='16085' dateline='1301568682']
[quote]RE: io sono molto favorevole all'AS ma non vorrei fare un allattamento prolungato


La confusione è, a mio avviso, generata dal fatto che le persone che tendono ad avvicinarsi all'AS (e a questo forum) sono proprio quelle che allattano a lungo, portano il bambino in fascia, fanno co-sleeping, non vaccinano, ecc. per cui è naturale che se un'ospite o una nuova utente si trova a leggere quello che c'è scritto qui possa trovarsi un po' spiazzata. Questo è il motivo che qualche tempo fa mi ha spinto a scrivere questa discussione. Insomma, l'autosvezzamento è così facile che tutti lo possono fare.


[/quote]


ecco appunto: mio figlio è auto-svezzante, ma con fasce e marsupi non ci trovavamo comodi nè io nè lui, anche se ci abbiamo provato perchè anche mio marito non vedeva l'ora di portarlo in giro come avevo fatto io per 9 mesi, il co-sleeping non ci trova del tutto d'accordo e nel nostro caso lo teniamo in camera con noi ma nel suo lettino e i vaccini secondo me sono una delle più importanti invenzioni della medicina

visto che il tutto nasce da un mio equivoco qui perfettamente riportato da Arkadian, vorrei precisare 2-3 cosette sul senso del mio post

io ho allattato finora con un misto di grandissimo orgoglio e grandissimo senso di responsabilità nel pensare di essere l'unica fonte di alimentazione e idratazione di mio figlio, da una parte ero soddisfatta di quello che stavo facendo per lui, consapevole che la sua salute e il rapporto madre/figlio ne avrebbero giovato, dall'altra (soprattutto nei momenti in cui le poppate erano particolarmente difficili a causa del reflusso) solo la presenza tranquillizzante di mio marito mi ha dato la forza di andare avanti con l'allattamento al seno
detto questo, posso continuare fino ai 12 mesi o giù di lì e lo rifarei in futuro per altri figli perchè i pro e i contro fra LM e LA li so pesare

rimane il fatto che se mi avessero informata prima, vedendo che Riccardo per i primi 2 mesi era comunque bravissimo a prendere il biberon di latte tirato e questo, fatto una volta ogni tanto, non inficiava minimamente sulle sue abilità succhiatorie, avrei insistito a mantenergli l'abilità in entrambe le cose ritrovandomi nei mesi successivi con un pochino in più di quella libertà (anche solo per andare dal parrucchiere o a teatro) che ora mi manca tanto, dal momento che a un certo punto (2 mesi e mezzo circa) ha deciso per le tette vere rinunciando completamente a quella in silicone del biberon
mentre invece ai corsi preparto ti fanno una sorta di "terrorismo psicologico" o "disinformazione" esagerando i rischi di una qualche biberonata ogni tanto del tipo "dopo il bambino si abitua a un diverso modo di succhiare e non si attacca più bene" oppure "dopo si accorge che così fa meno fatica e non ne vuole più sapere del seno"... tutte balle a me è successo l'esatto contrario

purtroppo la natura è stata un po' matrigna nei confronti di noi mammiferi che non possiamo provvedere in egual misura alle prime necessità dei nostri cuccioli

- penso che non ci sia niente di male nell'allattare un bambino fino ai 3 anni e oltre, se una mamma se la sente, indipendentemente da quello che pensa la gente (che si sa che spesso non è capace di farsi una sana sporta di "affari" propri e apre la bocca per parlare)
solo mi chiedo se io ne sarei capace...
beh, alle condizioni attuali, CERTAMENTE NO
ma se i ritmi, le necessità, gli orari cambiassero... chi lo sa
- penso che non ci sia niente di male nello smettere (se dev'essere un peso) a 12 mesi quandoil LM ha già fatto il suo lavoro principale
- penso che passare prima dei 12 mesi a quello artificiale quando si ha ancora quello materno sia una scelta estrema che non farei considerando tutte le buone proprietà di quello materno
- ma penso anche che pur con tutta la superiorità del LM è una fortuna che esista il LA perchè non si diventa genitori per votarsi al sacrificio (vedi bambini che ci mettono ore al seno sfinendo la mamma mentre col bibe sono più veloci, vedi gemelli, vedi dolori lancinanti e ragadi...)

per tornare al senso di questo post invece, penso che la differenza fra LA e lio/omo sia che mentre il primo in molti casi è un SALVAVITA gli altri possano, o meglio debbano, essere evitati a favore di qualcosa di qualitativamente migliore
Erika & Riccardo

[Immagine: 5aILp2.png]

[Immagine: lZrMp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  perché, perché, perché alla sera così difficile dormire è??? ERiCa 5 1.295 25-10-2013, 11:16 11
Ultimo messaggio: chiaraC

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)