COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti

[split] estremamente o.t. - a proposito di asili nido
#1
Rispetto all'andare al nido, cosa di cui tu chiedi nella parentesi, so che sarebbe meglio attendere almeno i 2 anni compiuti.
Proprio settimana scorsa un mio caro amico medico, però, mi diceva che se tu decidi di seguire un'educazione improntata a una crescita non forzata del bambino, il nido è proprio da evitare. Mi spiegava infatti che il processo di socializzazione tra coetanei inizia a 3 anni e addirittura le capacità cooperative dei bambini (giocare insieme per un obiettivo comune e non uno di fianco all'altro a cose diverse) si manifestano solo verso i 4-5 anni. Il nido in quanto tale ai bambini non è necessario, ma è semplicemente fatto per venire incontro alle esigenze lavorative e organizzative dei genitori.
Come ultima riflessione ti aggiungo questa: io e mia sorella siamo nate alla fine dell'anno e mia madre - maestra ed esperta counselor - ci ha mandate alla materna dopo il terzo compleanno, "imponendosi" rispetto al calendario scolastico (io ho cominciato a novembre, mia sorella a gennaio, entrambe materna comunale).
Spero di esserti stata utile, ciao!
Cecilia
p.s. Se ti servono altre info su scuola & co, chiedi pure, sono esperta del settore!
[Immagine: an1cHun003D1105OTNkaHw4OTY4MDkzYXxJbCBwc...aSBoYQ.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#2
(21-03-2011, 01:21 01)Cecilia Ha scritto:  Rispetto all'andare al nido, cosa di cui tu chiedi nella parentesi, so che sarebbe meglio attendere almeno i 2 anni compiuti.
Proprio settimana scorsa un mio caro amico medico, però, mi diceva che se tu decidi di seguire un'educazione improntata a una crescita non forzata del bambino, il nido è proprio da evitare. Mi spiegava infatti che il processo di socializzazione tra coetanei inizia a 3 anni e addirittura le capacità cooperative dei bambini (giocare insieme per un obiettivo comune e non uno di fianco all'altro a cose diverse) si manifestano solo verso i 4-5 anni. Il nido in quanto tale ai bambini non è necessario, ma è semplicemente fatto per venire incontro alle esigenze lavorative e organizzative dei genitori.
Come ultima riflessione ti aggiungo questa: io e mia sorella siamo nate alla fine dell'anno e mia madre - maestra ed esperta counselor - ci ha mandate alla materna dopo il terzo compleanno, "imponendosi" rispetto al calendario scolastico (io ho cominciato a novembre, mia sorella a gennaio, entrambe materna comunale).
Spero di esserti stata utile, ciao!
Cecilia
p.s. Se ti servono altre info su scuola & co, chiedi pure, sono esperta del settore!

anch'io la penso come te
avendo la fortuna di avere 3 nonni tutti per lui anche quando tornerò a lavorare, Riki starà con figure adulte di riferimento finch'è non avrà un senso socializzare con i coetanei (nel frattempo ovvio che ne vedrà comunque di baìmbini, fra cuginetti e amichetti del parchetto)
l'età giusta secondo me è al nido attorno ai 2 anni in quanto se è vero che solo a 3 (quindi all'asilo) si comincia a giocare prima parallelamente e poi cooperativamente con gli altri bambini, trovo che il nido sia comunque propedeutico per sfruttare al meglio gli anni dell'asilo, sia come produzione di anticorpi che come abitudine a stare con gli altri e a non avere un rapporto esclusivo con l'adulto
(20-03-2011, 09:41 21)Maryluisette Ha scritto:  Anche io mi sono posta questa domanda, ma mi piace così tanto vedere il visino di M che dorme quando mi sveglio nel cuore della notte, che ancora non mi ritengo pronta. Mi viene da pensare quindi che dobbiamo sentirci pronti noi genitori, e chissà, se il feeling é forse forse corrisponde proprio al momento in cui anche i nostri cuccioli lo sono! La penso così anche per tutte le altre cose, nido soprattutto, noi non ci sentiamo pronti...


non ci sentiamo pronti nè io nè tantomeno suo papà che ha una bambinite acuta di primo livello 10900
il fatto è che leggevo su UPPA che il 90% dei bimbi del mondo dorme con i genitori per diverso tempo e che questa è la sistemazione più naturale anche nel periodo dell'ansia da abbandono (periodo naturale che la selezione naturale ha dato a tutti i cuccioli di mammiferi che in tal modo esplorano il mondo ma stando sempre vicini alla mamma e quindi rimanendo protetti)
che è la nostra società che a un certo punto, così come ha sviluppato delle teorie mediche (o filosofiche) strane su come svolgere lo svezzamento, ha anche sviluppato delle teorie filosofiche (o politiche?) su come far dormire i bimbi da soli
tant'è che i bimbi che dormono in camera con i genitori non hanno bisogno del ciuccio, dell'orsacchiotto, della copertina di linus, che sono oggetti di autoconsolazione
insomma... ieri mi sono spulciata un po' di articoli sulla nanna e ho deciso che come Riki mi ha fatto capire che era giunto il momento di cominciare ad essere autonomo nel mangiare (strada che sarà ancora lunga) allo stesso modo mi farà capire quando verrà il momento di essere autonomo nel dormire o in altre cose della vita

Erika & Riccardo

[Immagine: 5aILp2.png]

[Immagine: lZrMp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#3
io ero contraria al nido, ma non ho potuto farne a meno e Filippo a 11 mesi ci è andato....
Filippo va in un micronido misto per età e ora mi sento di spezzare una lancia a favore del nido: sì è vero che non ha senso parlare di socializzazione prima dei 2 anni però a Filippo piace guardare i bambini più grandi che giocano...se alla mattina c'è qualche bimbo da guardare lui non piange, si lamentucchia solo un po'. Non è socializzazione ma qualcosa è comunque.
I giorni che sono stata male ho dovuto lasciarlo tutto il giorno al nido ma la sera il suo comportamento era uguale.
Ovvio che stare con la mamma è meglio, ma mezza giornata al nido non fa male.
[Immagine: Trk2p2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#4
(21-03-2011, 01:21 01)Cecilia Ha scritto:  Rispetto all'andare al nido, cosa di cui tu chiedi nella parentesi, so che sarebbe meglio attendere almeno i 2 anni compiuti.
Proprio settimana scorsa un mio caro amico medico, però, mi diceva che se tu decidi di seguire un'educazione improntata a una crescita non forzata del bambino, il nido è proprio da evitare. Mi spiegava infatti che il processo di socializzazione tra coetanei inizia a 3 anni e addirittura le capacità cooperative dei bambini (giocare insieme per un obiettivo comune e non uno di fianco all'altro a cose diverse) si manifestano solo verso i 4-5 anni. Il nido in quanto tale ai bambini non è necessario, ma è semplicemente fatto per venire incontro alle esigenze lavorative e organizzative dei genitori.

grazie di questa info, io non sono di certo esperta, ma dopo la visita al nido avevamo la sensazione che fosse una vera forzatura. Cosa ne pensi di tagesmutter?
Scusate se esco dall'argomento, ma io e marito stiamo diventando matti per trovare una soluzione 'naturale' che pero ci permetta di lavorare e non ci svuoti il conto in banca ...
X rikierikki: anche il nostro papy ha la bambinone acuta! Non solo non vuole metterlo in cameretta, ma ci rimane anche male quando M si addormenta da solo nel lettino e non in braccio a lui... Ahah
[Immagine: an1cHr8002B0015OTU4OTY0ZHw0ODI3NjM0cGF8TWFyY28.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#5
(21-03-2011, 02:56 14)ilariad79 Ha scritto:  io ero contraria al nido, ma non ho potuto farne a meno e Filippo a 11 mesi ci è andato....
Filippo va in un micronido misto per età e ora mi sento di spezzare una lancia a favore del nido: sì è vero che non ha senso parlare di socializzazione prima dei 2 anni però a Filippo piace guardare i bambini più grandi che giocano...se alla mattina c'è qualche bimbo da guardare lui non piange, si lamentucchia solo un po'. Non è socializzazione ma qualcosa è comunque.
I giorni che sono stata male ho dovuto lasciarlo tutto il giorno al nido ma la sera il suo comportamento era uguale.
Ovvio che stare con la mamma è meglio, ma mezza giornata al nido non fa male.

ma magari ce ne fossero di più di nido!!!
sono una cosa utilissima ed è un peccato che ci siano liste d'attesa troppo lunghe, che i genitori rischino di non trovare posto o debbano pagare rette troppo salate
io dico solo che potendo stare con i nonni preferisco nel mio caso che la sistemazione nido avvenga quando ha senso rispetto alla crescita del bambino
Erika & Riccardo

[Immagine: 5aILp2.png]

[Immagine: lZrMp2.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#6
Ho diviso la discussione dato che con l'argomento iniziale

http://www.autosvezzamento.it/forum/Thread-estremamente-o-t-a-proposito-di-nanna

non ha più nulla a che fare
Cita messaggio
Piaciuto da:
#7
a settembre leonardo andra' al nido, avra' ormai 14 mesi, ma se potessi farne a meno lo farei proprio per i motivi che avete detto...uff non ho nessuno a cui lasciarlo e una babysitter sarebbe un salasso.
[Immagine: py4yilnlrfogzc73.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#8
allora io farò un po' una voce contro ma secondo me ci sono nidi e nidi così come ci sono baby sitter e baby sitter, genitori e genitori e soprattutto nonni e nonni.
Io sono a casa e ho la fortuna di starmene coi miei figli dalla mattina alla sera. E' una cosa bellissima sia per me che per loro soprattutto se hai un'idea di maternage ad alto contatto con annessi e connessi (allattamento al seno, alimentazione il più possibile naturale, portare in fascia, dormire insieme) come io ho, però effettivamente è molto pesante se, come nel mio caso, sei realmente da sola e senza aiuti (mio marito esce al mattino prima del nostro risveglio e rientra a casa all'ora di cena, lavora spesso anche il sabato, mia madre è morta prima che mi sposassi, c'è mio padre che viene anche volentieri a trovare i suoi nipoti ma non è che propriamente me li guardi, mia suocera lavora - ma di questo sono anche ben felice ahahha). Quindi per me stare con loro tutto il giorno significa stare con loro REALMENTE ventiquattr'ore su ventiquattro e non fare niente senza averli appresso (uso il plurale ma chiaramente la bimba grande che frequenta la materna non sta adesso ventiquattr'ore con me).
Emma fino ad un anno credo che sia stata senza di me al massimo un paio di volte per un'oretta, il fratello, adesso 10 mesi e mezzo, l'ho lasciato la prima volta a mio padre per un'ora e mezzo poche settimane fa per andare dall'otorino a passare una visita. All'anno Emma iniziò a frequentare un nido per alcune ore al giorno... la mia scelta fu molto criticata soprattutto da certe mie amiche che lavoravano fuori casa una giornata intera, lasciavano i bimbi ai nonni e non disdegnavano di farsi dare una mano a guardarli pure nel fine settimana o durante le ferie... ecco, io non mi sono mai pentita della mia scelta (e se ci andrà volentieri, pure Tobia frequenterà il nido frequentato dalla sorella, se ne parlerà a settembre, comunque, quando avrà un anno e mezzo, lui l'anno lo compie a maggio e non mi sogno certo di inserirlo prima dell'estate).
Il "nostro" nido è molto piccolo e ha educatrici dolcissime che non ti impongono le loro idee educative ma cercano nei limiti del possibile di seguire le tue, sono stata rappresentante dei genitori ai tempi di Emma e ho avuto modo di studiare la situazione molto dall'interno. Si dice che la socialità nei bimbi arrivi solo verso i 3 anni, io forse avrò avuto una bimba "avanti" da quel punto di vista ma la sua amichetta del cuore, che adesso frequenta pure un'altra scuola materna, è diventata sua amica proprio al nido e ogni volta che le due bimbe si vedono io e la madre non possiamo fare a meno di constatare come questo gran legame, neppure alimentato da frequentazioni frequenti, sia davvero fortissimo. Emma (la bimba che fino al giorno prima di essere inserita era stata sempre con la sua mamma, ciucciava ancora al seno e dormiva con lei) è sempre stata felicissima di starsene 4 ore al giorno con gli altri bimbi e con le sue amate tate, è sempre stata la bimba serena di sempre e anzi mi raccontavano che come arrivava lei era come entrasse un raggio di sole nella stanza e tutti gli altri bimbi la cercavano in continuazione.
Io ho fatto la baby sitter e modestamente sono stata una gran baby sitter che faceva divertire i suoi bimbi con mille attività e non li piazzava davanti alla televisione come invece vedono che fanno in tanti genitori e nonni e, credo, anche tante baby sitter. I nonni poi ho avuto modo di "studiarli" per bene durante il soggiorno al mare che ogni anno facciamo a giugno a Viareggio. I vostri nonni saranno sicuramente i nonni più magnifici che ci possano essere (mio padre ammetto che sia un nonno magnifico, da genitore ha avuto un sacco di manchevolezze ma coi nipoti sta recuperando alla stragrande) però la maggior parte dei nonni che vedo in giro alternano momenti di libertismo esagerato (ecco il "viziare" che io stessa critico, quello del comprare i bimbi con regali, dolciumi e schiffezze varie), con altri di rigore eccessivo (questo non si fa, quest'altro neppure, fai questo, fai quest'altro, non sporcarti, non toccare etc...) e soprattutto è raro che sappiano davvero scendere (o salire, dipende dai punti di vista) al piano dei nipotini. Io al mare vedevo bimbi tristissimi durante la settimana trascorsa coi nonni che si rianimavano solo al fine settimana all'arrivo dei genitori, i quali però dovevano in un certo qual modo lottare non poco per essere i veri fautori dell'educazione dei figli.
Boh... io la vedo così, come al solito senza voler per forza imporre agli altri il mio modo di vedereEm4500Em4500Em4500
Alessia + Emma (01.11.06) + Tobia (01.05.10)
Cita messaggio
Piaciuto da:
#9
Concordo in pieno con Aleberto: non tutti gli asili sono uguali, così come non lo sono tutti i nonni o le baby sitter o i genitori.
[Immagine: an1cE_UVTc01115Nzc3NjV6ZHwwMDAwNTU0ZGF8RmFiaW8gaGE.gif]
Cita messaggio
Piaciuto da:
#10
E soprattutto, ahimè, non tutte le donne possono effettivamente scegliere: economicamente parlando, non potremmo mai rinunciare completamente al mio lavoro, meno che mai potremmo permetterci di non lavorare io e mandare al nido Giorgia anche solo per qualche ora al giorno.
Fortunato chi economicamente può scegliere di non lavorare e/o chi ha i nonni che possono supportare curando (volendo) quotidianamente i nipotini!!! Poi ovvio che ognuno, per la sua realtà e le sue possibilità, fa quanto ritiene più giusto per il proprio bambino e per la propria famiglia. Nel nostro caso, fortuna ha voluto almeno di avere un nido che ci piace tanto sotto tutti i punti di vista a 200m da casa...
[Immagine: moP4p1.png]
Cita messaggio
Piaciuto da:


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  estremamente o.t. - a proposito di nanna ERiCa 12 2.339 26-03-2011, 01:39 13
Ultimo messaggio: emilia

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)