COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezzamento per tutti


Allergie!
#11

Quoto Cancy in toto.

Per il pomodoro e le fragole sottolineo che sono alimentiche contengono molta istamina, la sostanza che si attiva (lo dico maccheronicamente) nel nostro corpo in caso di allergie.
Pesce, latte vaccino, uovo e altre sostanze sono potenzialmente allergeniche.
Se si assume uno di questi seconsi alimebnti insieme a pomodoro, ad es, e esce un piccolo sfogo, non abbiamo modo di capire se sia dovuto ad un aumento di istamine a causa dell'allergene o se sia stato semplicemente indotto dalle istamine assunte contemporaneamente nello stesso pasto.
Ancora più difficile scoprire l'eventuale allergene scatenante se vengono associate insieme nello stesso pasto/giornata più potenziali allergeni.

Primo consiglio se c'è un cibo potenzialmente allergenizzante, per poterne monitorare l'andamento evitiamo di associiarlo con altri, o aspettiamo qualche giorno e poi proviamo a isolarlo.

Secondo, evitiamo le compresenze con alimenti con alto contenuto di istamine come pomodoro e fragole per non incorrere in false reazioni.

Però, ho qualche dubbio su un punto.
So che non è detto che un bambino sia allergico a questi ultimi alimenti se la loro assunzione determina reazioni perché può trattarsi di arrossamenti dovuti solo all'aumento fittizio di istamina indotto con l'assunnzione in soggetti con pelle molto delicata anche se non potenzialmente allergici.
Se questo accade in soggetti potenzialmente allergici a chissacosa con un livello proprio di istamina già alto, come in allerta, che in quello specifico caso è stato aumentato 'artificialmente' oltre i livelli di tollerabilità, mi chiedo se associare ripetutamente pomodoro e potenziali allergeni potrebbe 'indurre' un'allergia a quel determinato alimento.

Chi mi può chiarire questo meccanismo?

Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
#12

(07-04-2012, 01:18 13)Linda Eva Ha scritto:  Chi mi può chiarire questo meccanismo?

Posto che non ho capito bene il dubbio direi che forse dobbiamo chiarirci le idee per quanto riguarda allergie e intolleranze e come funziona il nostro apparato digerente.
Il compito del sistema immunitario è difendere l'organismo dagli estranei, potenziali nemici, che potrebbero causare danni.Nessuno ci pensa mai ma con l'alimentazione introduciamo nell'intestino una vagonata di estranei ed è compito del sistema immunitario intestinale (detto poco scientificamente) capire chi è buono e ci serve (nutrienti) e chi può far danno.Nei neonati l'intestino non è ancora maturo anche da questo punto di vista,perciò la cosa importante degli assaggi è che cosi si espone l'intestino a dosi piccolissime di potenziali allergeni,pian piano impara a capire (e lascia entrare nell'organismo) solo i nutrienti.L'allergia è una risposta del sistema immunitario mediata da anticorpi verso una sostanza che per altri è innocua.L'allergia è immediata e basta anche una dose bassissima di allergene a scatenarla.
L'intolleranza è più subdola perché, nonostante molti sintomi siano uguali,non coinvolge il sistema immunitario e spessissimo è dose dipendente,cioè più si mangia di quella cosa e più probabile è la reazione.Un esempio che chiarisce:l'allergia/intolleranza al latte vaccino.
Ci sono soggetti allergici alle proteine del latte per i quali è impossibile berlo e la reazione si scatena anche se il latte fa parte che so di una torta.Ci sono poi gli intolleranti al lattosio,quei soggetti che non hanno abbastanza enzima digestivo lattasi e quindi se assumono quantità di lattosio eccessive non riescono a digerirlo,per cui si scatenano i sintomi.Questi ultimi magari possono bersi un cappuccino ma non una tazza di latte,o magari una tazza si ma se non hanno mangiato insaccati (che quasi sempre lo contengono).
Credo che per le intolleranze valgano i ragionamenti dei post precedenti sugli accumuli di allergeni e di cibi già ricchi di istamina che coinvolge il sistema immunitario.Ricordandoci però che il sistema immunitario dei nostri cuccioli non è ancora perfettamente efficiente e alcune reazioni (soprattutto gli arrossamenti) si hanno all'inizio e magari poi spariscono,l'allergia non sparisce

10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
#13

@lindaeva: cosa intendi per accumulo fittizio di istamina? perchè il rilascio di sostanze istaminosimili è un meccanismo che mi risulta derivi solo da cibi come il tonno o pesce azzuro in generale, specie fresco (vedi sindrome sgombroide)! se l'istamina viene liberata da noi in quantità eccessiva insieme ad altre numerose sostanze allora di fatto si tratta di allergia bella e buona o anafilassi! ma l'anafilassi non dipende dal livello di istamina alto di base perchè questa è una sostanza contenuta in cellule specializzate ed è la sua liberazione esuberante innescata dal contatto tra allergene-anticorpo specifico e cellula del sistema immunitario a fare il danno di cui la massima espressione è lo shock anafilattico!
associare ripetutamente cibi allergizzanti in soggetti predisposti potrebbe, dico potrebbe causarne la sensibilizzazione e spesso soggetti allergici che hanno lievi reazioni all'inizio hanno reazioni di gravità ingravescente ad esposizioni successive: ricordo mio cugino con orticaria ed edema della lingua a 13 anni. è allergico alle noci e frutta a guscio in generale e le prime volte ha avuto solo qualche pomfetto!!!
non so se ti ho risposto!
@cancy: condivido quello che scrivi. l'unica cosa che voglio precisare è che il sistema immunitario globale dei bambini è perfettamente in grado di rispondere in modo efficiente ad ogni stimolo. invece giustamnete come scrivi il loro intestino è immaturo per cui non in grado di "parare i colpi" in modo adeguato da sostanze potenzialmente nocive! la mucosa intestinale pullula di linfociti che sono appunto tra le cellule coivolte nella difesa contro gli agenti esterni, pronti ad agire in caso di aggressione! ma se la barriera non è matura e fa passare più cose rispetto a quanto dovrebbe accadere ecco che si possono innescare reazioni che portano alle cosiddette intolleranze! questo è quello che accade nei bambini o negli adulti la cui dieta sregolata e ricca di sostanze artificiali reca danno alla mucosa intestinale.
spiegazione approssimativa ma spero abbastanza chiara.

[Immagine: Prdnp1.png]
Cita messaggio
#14

(08-04-2012, 01:02 01)principessavespa Ha scritto:  @lindaeva: cosa intendi per accumulo fittizio di istamina? perchè il rilascio di sostanze istaminosimili è un meccanismo che mi risulta derivi solo da cibi come il tonno o pesce azzuro in generale, specie fresco (vedi sindrome sgombroide)! se l'istamina viene liberata da noi in quantità eccessiva insieme ad altre numerose sostanze allora di fatto si tratta di allergia bella e buona o anafilassi! ma l'anafilassi non dipende dal livello di istamina alto di base perchè questa è una sostanza contenuta in cellule specializzate ed è la sua liberazione esuberante innescata dal contatto tra allergene-anticorpo specifico e cellula del sistema immunitario a fare il danno di cui la massima espressione è lo shock anafilattico!
associare ripetutamente cibi allergizzanti in soggetti predisposti potrebbe, dico potrebbe causarne la sensibilizzazione e spesso soggetti allergici che hanno lievi reazioni all'inizio hanno reazioni di gravità ingravescente ad esposizioni successive: ricordo mio cugino con orticaria ed edema della lingua a 13 anni. è allergico alle noci e frutta a guscio in generale e le prime volte ha avuto solo qualche pomfetto!!!
non so se ti ho risposto!

Effettivamente mi rendevo conto che facendo ancora confusione fra allergia e intolleranza, non sapevo dove andavo a parare.
La spiegazione di CANCY, me lo aveva chiarito: Grazie.

Quindi la tua spiegazione sul discorso delle istamine mi è utile anche forse a spiegare qual'era il mio dubbio.
Cioè, un soggetto allergico (se ho più o meno capito) a contatto con l'allergene libera istamina.
Mi chiedevo se assunto l'allergene in concomitanza con alimenti 'istaminosimili' (giusto?) potessero in qualche modo scatenare queste la reazione allergica. Ora, però, credo di intuire che semmai potrebbero solo accentuarne una reazione che avverrebbe comunque.....sbaglio? O non influirebbero per niente?

Grazie!

Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
#15

mi sembra una pagina di mamme che seguono tabelle di introduzione alimenti

stare attenta a non mettere il pomodoro insieme al rosso d'uovo (lo separiamo dall'albume, dopo aver più volte detto che è una procedura inutile?), non mettere le fragole in uno stesso pasto col pesce...

io sarò una mamma degenere, ma, non essendoci allergie alimentari in famiglia (allergie di altro tipo sì, io ne sono piena: graminacee, gatti, polline, pioppi, betulla...), su quest'argomento ci sono sempre andata stra-manza
non facevo caso a possibili accoppiamenti potenzialmente allergogeni
mi scrivevo per mesi tutto quello che mangiava, questo sì, sia per poter eventualmente risalire a qualche colpevole in caso di reazione, ma soprattutto per ricordarmi i gusti di mio figlio
se aveva qualche puntino mi veniva più spontaneo imputarlo alla digestione (magari un piatto un po' più "pesante" del solito) o al caldo che non ad allergie

Erika & Riccardo

[Immagine: 5aILp2.png]

[Immagine: lZrMp2.png]
Cita messaggio
#16

a noi è successo questo: casualmente si è sbafato un po' di pasta al pomodoro, cosa che non gli era mai successa, in 3 pasti filati per una serie di curiose coincidenze.
il giorno dopo aveva una chiazza rossa sotto il mento che io ho collegato al pomodoro. ci ho spruzzato sopra latte 3 o 4 volte di fila aspettando che asciugasse per rimetterglielo ed è sparita.
poi a pasqua e ieri nei vari pranzi epocali gli è toccato di nuovo il pomodoro, ma fino ad ora nessuna reazione.
quindi credo che la nostra estate, che mangiamo pomodoro pure a colazione, potrebbe essere salve!
lo controllo sempre per vedere che non venga fuori qualcosa di strano dopo che mangia, ma questa è stata l'unica volta!
Cita messaggio
#17

(09-04-2012, 04:47 16)rikierikki Ha scritto:  mi sembra una pagina di mamme che seguono tabelle di introduzione alimenti

No però con bimbi potenzialmente allergici credo sia da genitori responsabili evitare gli accumuli,non si è mai detto di aspettare tot o "introdurre" prima Tizio di Caio.La prima volta che Ale ha mangiato la pasta al pesto si è ritrovato il culetto rosso ma non ho pensato come prima cosa "oddio è allergico!"Ho pensato che magari la sera prima aveva mangiato omelette e a pranzo pomodori.Quindi ho lasciato passare qualche giorno e quando è capitato una giornata senza potenziali allergizzanti ho rifatto il pesto:no problem.
E'un buon sistema per tranquillizzare le mamme e soprattutto non far eliminare certi alimenti dalla dieta del bimbo solo per una reazione da accumulo

10900 Ale 17/07/2010
Cita messaggio
#18

(10-04-2012, 10:06 10)cancy Ha scritto:  
(09-04-2012, 04:47 16)rikierikki Ha scritto:  mi sembra una pagina di mamme che seguono tabelle di introduzione alimenti

No però con bimbi potenzialmente allergici credo sia da genitori responsabili evitare gli accumuli,non si è mai detto di aspettare tot o "introdurre" prima Tizio di Caio.La prima volta che Ale ha mangiato la pasta al pesto si è ritrovato il culetto rosso ma non ho pensato come prima cosa "oddio è allergico!"Ho pensato che magari la sera prima aveva mangiato omelette e a pranzo pomodori.Quindi ho lasciato passare qualche giorno e quando è capitato una giornata senza potenziali allergizzanti ho rifatto il pesto:no problem.
E'un buon sistema per tranquillizzare le mamme e soprattutto non far eliminare certi alimenti dalla dieta del bimbo solo per una reazione da accumulo


Sono d'accordo: e' un dato di fatto, se i genitori sono allergici i figli potenzialmente lo sono di piu' degli altri, e meglio accorgersene con un brufolino e identificare che dover intervenire di cortisone (o peggio).

Alessandra + Daniele Giaime (7/10/2004) + Giorgia Diana (15/06/2010)
Cita messaggio
#19

(10-04-2012, 10:50 10)alessimdon Ha scritto:  
(10-04-2012, 10:06 10)cancy Ha scritto:  
(09-04-2012, 04:47 16)rikierikki Ha scritto:  mi sembra una pagina di mamme che seguono tabelle di introduzione alimenti

No però con bimbi potenzialmente allergici credo sia da genitori responsabili evitare gli accumuli,non si è mai detto di aspettare tot o "introdurre" prima Tizio di Caio.La prima volta che Ale ha mangiato la pasta al pesto si è ritrovato il culetto rosso ma non ho pensato come prima cosa "oddio è allergico!"Ho pensato che magari la sera prima aveva mangiato omelette e a pranzo pomodori.Quindi ho lasciato passare qualche giorno e quando è capitato una giornata senza potenziali allergizzanti ho rifatto il pesto:no problem.
E'un buon sistema per tranquillizzare le mamme e soprattutto non far eliminare certi alimenti dalla dieta del bimbo solo per una reazione da accumulo


Sono d'accordo: e' un dato di fatto, se i genitori sono allergici i figli potenzialmente lo sono di piu' degli altri, e meglio accorgersene con un brufolino e identificare che dover intervenire di cortisone (o peggio).

Ti rispondo quotando,
Riki. Smile

Em0200 2/10/2007 Tartarughino
Em3600 27/6/2010 Torello
Cita messaggio
#20

(08-04-2012, 05:30 17)Linda Eva Ha scritto:  Mi chiedevo se assunto l'allergene in concomitanza con alimenti 'istaminosimili' (giusto?) potessero in qualche modo scatenare queste la reazione allergica. Ora, però, credo di intuire che semmai potrebbero solo accentuarne una reazione che avverrebbe comunque.....sbaglio? O non influirebbero per niente?
Grazie!

no no, non sbagli...potenzialmente potrebbero avere un effetto sinergico (miiiii che sfiga Biggrin)!se un soggetto poniamo allergico all'uovo lo mangia e poi si fa un piatto di tonno crudo che è stato mal conservato, potrebbe avere reazione 1+reazione 2 con caratteristiche simili! un altra persona, non allergica che ha mangiato con lui gli stessi cibi avrebbe solo la reazione 2, forse meno intensa.
ci sono poi soggetti intolleranti all'istamina contenuta negli alimenti che hanno violente reazioni ma non sono allergici in senso stretto xchè il meccanismo alla base è differente!

[Immagine: Prdnp1.png]
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione / Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
Ultimo messaggio da LiLi
03-03-2011, 03:16 15
Ultimo messaggio da arkadian
05-02-2011, 11:51 23

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)