Autosvezzamento: cos’è, per chi è e come funziona

Gli articoli più recenti

Perché fidarsi del pediatra – e com’è fatto il pediatra che tutti vorremmo 27 Settembre 2022

Pochi giorni fa scritto un articolo dove dicevo perché, almeno in alcuni casi, non bisogna necessariamente prendere per vero quello che ci dice il pediatra; prima di continuare vi consiglio di leggerlo, lo trovate qui – in basso nella lista di link utili c’è in versione video – poi proseguite… Read more

Perché fidarsi di Andrea? 21 Settembre 2022

Il mio bambino è in età di svezzamento e a questo punto a chi dovrei dare retta, al mio pediatra che ha studiato tanti anni, ha esperienza e ci conosce o a un qualche sconosciuto trovato su internet? Sono Andrea di autosvezzamento.it, e in questo articolo voglio parlarvi del perché… Read more

metodo analogico bortolato
Il metodo analogico per la matematica 13 Settembre 2022

Ho deciso di scrivere questo articolo, nonostante sia su un tema diverso da quello che si legge qui normalmente, perché il metodo analogico per l’apprendimento della matematica 1) mi ha colpito parecchio e 2) alcuni aspetti mi hanno ricordato proprio l’autosvezzamento, visto come esaltazione delle capacità intrinseche del bambino. Quando… Read more

Mio figlio sembra scendere di percentile: mi devo preoccupare? 7 Settembre 2022

Se mio figlio scende lungo le curve di crescita, mi devo preoccupare? Scendere di percentile è una cosa seria? Questa sono domande che ho ricevuto su Facebook in risposta al mio articolo “Le curve di crescita se le conosci non le temi”. In quell’articolo dicevo che la cosa importante è… Read more

Bambino 6 mesi autosvezzamento
I dubbi atroci di una mamma agli inizi (e la pediatra non aiuta…!) 31 Agosto 2022

Tempo fa mi è arrivata questa lettera e mi è sembrata troppo bella per non pubblicarla qui sul blog. Scommetto sono in tanti i genitori agli inizi dell’autosvezzamento che vi si riconosceranno essendosi posti esattamente le stesse domande che si sta ponendo Valentina. “Finalmente, dopo la prima poppata è arrivata… Read more

bambini sovrappeso bmi
Coincidenze e bambini sovrappeso 24 Agosto 2022

A volte mi capita che mi arrivino informazioni, da più parti e in un breve lasso di tempo, su uno stesso argomento sul quale fino a poco tempo prima non ne sapevo niente. Un esempio è una parola nuova che fino a ieri non conoscevo e che in un paio… Read more

Pranzo di ferragosto 16 Agosto 2022

Ferragosto tradizionalmente rappresenta il culmine delle vacanze estive e in alcune parti d’Italia si celebra con un mega pranzo in famiglia (ma quand’è che in Italia non si celebra con un mega pranzo in famiglia? :) ) Qui di seguito metto alcune foto di bambini e durante il pranzo di… Read more

rischio di soffocamento autosvezzamento
Il rischio di soffocamento e cosa fare per evitarlo 10 Agosto 2022

Uno degli argomenti che suscitano maggiore interesse in canali come questo è comprensibilmente come evitare che un boccone vada di traverso a un bambino che si avvicina all’alimentazione complementare. Ma sappiamo distinguere tra un conato e un episodio di soffocamento? Sappiamo come minimizzare il rischio di soffocamento e siamo coscienti… Read more

I 10 errori più comuni che si fanno quando si guardano le curve di crescita e i percentili 3 Agosto 2022

Quando si parla di crescita, i bambini non sembrano mai crescere il giusto. Crescono sempre troppo o troppo poco. Questi pregiudizi spesso e volentieri possono essere ricondotti a un utilizzo o un’interpretazione sbagliata delle curve di crescita. Con questo articolo vi voglio far vedere i 10 errori più comuni che… Read more

curve crescita, cosa sono?
Curve di crescita: se le conosci, non le temi 27 Luglio 2022

Tra le cose che hanno il maggior potere di confondere e mettere in ansia il genitore ci sono sicuramente le curve di crescita. Chi non ha sperato che al bilancio di salute gli venisse detto che il proprio figlio si stava spostando un po’ più in alto nei grafici, e non si… Read more

872 comments

  1. Francesca says:

    Ciao Andrea!
    Il mio bimbo ha sei mesi e da circa un mese ha iniziato lo svezzamento classico (purea di frutta a merenda e pappa classica a pranzo). Ha accettato (non so se di buon grado o meno) questo cibo… però sono una fan dell autosvezzamento. Come posso effettuare il passaggio? Ancora nn si siede da solo, non ha denti ma mostra interesse verso il nostro cibo quando ci mettiamo tutti a tavola.
    Grazie!

    • Andrea says:

      Francesca, l’unica cosa da fare è mettervi a tavola assieme e lasciarlo esplorare. Altro non devi fare ;)
      Se poi ti senti in ansia, comincia da un bel piatto di fusilli. Però ricorda che non è che dall’oggi al domani mangerà piatti di cibo, però non appena mangerà quantità sufficienti puoi abbandonare le pappe (e ricorda sempre che il latte comunque ti dà tutto quello che ti serve)

  2. Marta says:

    Ciao Andrea e tutti..
    Premetto che non sono ansiosa e vorrei partecipare al suo autosvezzamento nel migliore dei modi perciò cerco chiarimenti e confronti…

    Diego ha 8 mesi e ha cominciato da poco l’autosvezzamento (le pappe suggerite dalla pediatra tra il quinto e il sesto ha ben fatto capire queste te le mangi tu perciò alla visuta successiva s’è capito che la strada è questa) .. Cucino x lui e il padre a pranzo (quando c’è) e mettiamo nel suo piatto tutto quello che c’è in tavola… Ci sono dei però… Io mangio solo frutta a pranzo… Un piattone di frutta di ogni tipo di stagione e lui è attrattissimo tant’è che mangia spicchioni di pesca, pezzetti di ciliegia, morsetti di anguria, pezzi di kiwi etc assolutamente tenendoli lui in mani. … Ma mostra meno interesse x gli altri cibi, dalla pasta alla ciccia etc… Se io glieli offro sul mio dito allora apre la bocca e mangia… Ma da solo raramente ne prende dal piatto, anche perché necessariamente sono pezzi piccoli che non predilige (tutti i giorni infatti cerco di cucinare cose ben afferrabili) . Ora, la frutta la stiamo mettendo a tavola dopo il pasto, così è più concentrato sul resto… Ma non cambia un granché. Altra cosa: siamo in campagna, abbiamo casa piccola e spazio fuori perciò mangiamo fuori… Ma forse si distrae? (cani, vento, alberi, cicale, cuginetti in piscina, nonno che passeggia..)
    A colazione stessa cosa, mangiamo fuori e un po’ di yogurt dal cucchiaino lo lecca (spalmandoselo sulla faccia ) e un pezzo di biscotto lo ciuccia e mangia

    Altra questione è la cena… Ancora dorme x le 20…cioè alle 20 circa è ora di pappenanne… E ciuccia fino ad addormentarsi… Quindi come facciamo a introdurla?! Io mi dico aspettiamo che sia sveglio un po’ di più.. Ma mi piacerebbero conferme
    Grazie, Marta

  3. Silvia says:

    Buongiorno, ho un bimbo di due anni autosvezzato dai sei mesi di età. Fino all’anno ha sempre mangiato tutto ciò che gli proponevo, rari dolci industriali, mangiava verdura, carne, pesce, pasta e yogurt. Con l’inizio del nido e il mio ritorno al lavoro, i suoi gusti alimentari sono cambiati e si sono ridotti, piano piano ha iniziato a nn voler più latticini (rifiuta lo yogurt), niente verdure, carne solo nei sughi x la pasta, di frutta accetta solo la banana. Questo cambiamento ha avuto il culmine negli ultimi mesi dove rifiuta quasi tutti i cibi tranne la pasta al ragù, pasta al pomodoro, pasta con sugo di piselli, e a colazione accetta solo biscotti e merendine, se qualcosa non gli piace ai pasti si rifiuta di mangiare e accetta solo il pane. So che per una corretta salute e crescita bisogna mangiare vario, e non so davvero come comportarmi. Gli offro ciò che mangiamo noi ma è sempre un rifiuto.
    Mi consola che al nido mangia e accetta cibi che a casa rifiuta. Ha qualche suggerimento da darmi per migliorare la situazione? Grazie

  4. francesca says:

    ciao. mia figlia ha 6 mesi e mezzo ho cominciato lo svezzamento a 5 mesi ma non ne vuole proprio sapere delle pappe. vorrei provare l’autosvezzamento ma non ha ancora i dentini! leggo che si può fare lo stesso perché masticano con le gengive dure. e se poi si soffoca? aiuto

    • Andrea says:

      Francesca, l’autosvezzamento non è mangiare chissà cosa, né è mangiare di più, ma è lasciare al bambino la possibilità di scegliere cosa/quanto mangiare. Dato che non hai NESSUNA fretta che mangi di più, lascagli il tempo di sperimentare. Se LUI è al timone ecco che le possibilità che il cibo vada di traverso ecco che scendono drasticamente (ma non sono MAI zero ;) )

  5. Federica says:

    Buongiorno!
    Il mio bimbo sta per compiere 4 mesi e sicuramente è ancora presto perché possa essere interessato al cibo in tavola, ma nell’attesa di raggiungere quel momento sto cercando più info possibili e mi sono imbattuta su “Autosvezzamento per tutti” (ancora da finire), e quindi sono arrivata qui. :)
    Ho una domanda, soprattutto: posto che l’autosvezzamento probabilmente allunga i tempi di “distacco” dal seno, se in concomitanza dovesse nascere un secondo figlio, come si gestirebbe l’allattamento?

    • Andrea says:

      Federica,
      c’è un articolo dove si parla di un’esperienza di allattamento in tandem. In ogni caso ci sono molte variabili da tenere in considerazione, tipo ci sono madri a cui l’allattamento dà fastidio durante la gravidanza e altre no. Diciamo che tutto è possibile e fattibile, ma mi porrei il problema se e quando si presentasse.
      (e non dimenticare di recensire il libro ;) )

      • Federica says:

        Certo, mai fasciarsi la testa prima di averla battuta!
        Il libro è illuminante! Tra le altre cose, aiuta a capire quanto siamo legati a schemi/regole di cui la maggior parte delle volte non conosciamo nemmeno il fondamento (se c’è).
        Più fiducia ai nostri figli e meno chiusura mentale! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.