Dai genitori per i genitori

6.5 mesi fusilli sugo zucchine e philadelphia autosvezzamento

Scopri l'auto-svezzamento

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum


La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché il cibo è un fatto di famiglia e lo svezzamento, e la prima infanzia in generale, sono un momento normale nello sviluppo e nella crescita di un bambino, non una malattia da curare.

La community dà supporto e voce alle mamme e ai papà durante la (ri)scoperta del modo più semplice e sereno di introdurre i cibi solidi nella dieta dei bambini.

BENVENUTO!

Vuoi una mano per orientarti in questo sito? Clicca qui.

 

554 comments

  1. Cristina Ottolini says:

    Buongiorno,
    Vorrei iniziare l autosvezzamento a settembre con compimento 6 mesi di mia figlia allattata esclusivamente al seno. Potrei avere suggerimenti come iniziare?
    Grazie

  2. Chiara says:

    Ciao Andrea, prima di tutto ti ringrazio per il materiale che mi hai inviato ad oggi, tutto molto utile e interessante…come il tuo libro, che ho letto molto attentamente! Mi presento: sono mamma di Ettore, di poco più di 8 mesi, che ho allattato esclusivamente al seno e a richiesta sino a 6 mesi. Quando (per l’appunto) Ettore ha compiuto 6 mesi abbiamo iniziato lo svezzamento classico…un disastro! Ettore non ne voleva proprio sapere di pappe e omogeneizzati, e ogni volta che vedeva arrivare il cucchiaino piangeva e urlava disperato. Io e il mio compagno abbiamo così deciso di rinviarlo, perché era palese che Ettore volesse solo latte. Anche la pediatra è stata d’accordo con noi, e dopo averle esplicitato tutte le mie perplessità sullo svezzamento classico mi ha parlato di “alimentazione complementare a richiesta” e invitata a leggere il libro di Piermarini. Era la prima volta che ne sentivo parlare: mia sorella e tutte le mie amiche e colleghe di lavoro hanno sempre preparato le pappe per i loro figli, e così per me era naturale farlo a mia volta. Incuriosita ho iniziato a navigare in internet, e sono approdata a questo sito: più leggevo e più mi convincevo che l’autosvezzamento era (ed è!) il metodo giusto per Ettore. Abbiamo quindi accantonato le pappe, e iniziato a dare ad Ettore gli assaggi di ciò che mangiavamo ogni volta che lo richiedeva. Ovviamente mangiava poca roba, l’alimentazione al seno era ancora prevalente; ma è stato un mese molto interessante, perché osservandolo ho capito cosa gli piace (cibo consistente che riesce a maneggiare con le sue manine) e cosa no (cibo di consistenza liquida da prendere con il cucchiaino), e che è effettivamente capace di gestire i bocconi in autonomia e così ho meno paura che possa farsi male. Intorno a 7 mesi e 10 giorni circa (quando ha iniziato a stare seduto da solo) ha iniziato ad aumentare gli assaggi di tutto ciò che c’era in tavola, e ridotto la richiesta di latte. Ci sono giorni che mangia un po’ di più e giorni in cui mangia di meno (anche lui ha le sue preferenze in fondo!), ma anch’io posso dire che mio figlio si autosvezza! :-) Sono stata lunga, mi spiace, ma ci tenevo a raccontarvi la nostra esperienza. Grazie!

  3. Deborah says:

    Ciao Andrea, vorrei acquistare il tuo libro in versione ebook ma non lo trovo da nessuna parte :-)
    Grazie, ciao
    Deborah

  4. Moira says:

    Ciao Andrea
    Christian ha 8 mesi. Ho iniziato a sei mesi e mezzo con gli assaggi e sedendo il bambino a tavola con noi dopo un primo tentativo di svezzamento tradizionale (ovviamente andato malissimo !) .
    Inizialmente Chris sembrava essere felice di stare a tavola con noi e sembrava intetessato se non altro a manipolare il nostro cibo! Ora sta a tavola con piattino o tovaglietta e proviamo a mettergli davanti pezzetti di tutto ciò che mangiamo… niente continua a manipolare e più che un pezzetto di pane duro magari sporcato di sugo non si mette altro in bocca! Ho provato a mettere io qlc pezzettino in bocca ma gira la testa e continua a strizzare e lanciare maccheroni verdure carne e quant’altro!!! Quando si stanca passa tutto al cane di sottobanco : risultato il cane ormai esplode e il piccolo continua a nutrirsi solo di latte materno!!! Tra lo sconforto e la disapprovazione generale di parenti e pediatra vado avanti pensando che un giorno miracolosamente troverò qlc che lo attira e che assegnerà da solo ciò che vuole! Ma intanto il tempo passa e ho paura che a lungo andare possa avere delle carenze alimentari….
    ti prego attendo suggerimenti !!!
    Grazie
    Moira

  5. Cristina says:

    Ciao Andrea sono mamma di Gabriele, quasi 8 mesi. Abbiamo iniziato a 4 mesi con lo svezzamento tradizionale. Ora è da un mese che rifiuta la pappa, cucinata in ogni modo, quindi vorrei provare con il tuo metodo. Ma se volessi preparare un risotto, il brodo lo preparo facendo bollire le verdure o posso usare il dado? Grazie

  6. Giusy says:

    Ciao Andrea,
    col mio bambino di 7 mesi oggi abbiamo iniziato da qualche settimana l’autosvezzamento e, a parte i primi tempi in cui avevo un’ansia micidiale quando gli vedevo un pezzetto in bocca, adesso va molto meglio. Lui mostra un enorme interesse per il nostro cibo e vuole assaggiare proprio tutto nonostante non riesca ancora a prendere bene i cibi e delle volte si limita a spiaccicare la sua manina nel mio piatto :)…per questo motivo delle volte lo imbocco mettendogli sempre un altro cucchiaino a disposizione per provare. Lui non ha ancora denti e delle volte mi accorgo che i pezzetti li deglutisce senza nemmeno provare a masticarli con le gengive, però essendo morbidi li elimina tranquillamente. Possiamo continuare cosi?

  7. Giusy says:

    Ciao Andrea,
    col mio bambino di 7 mesi oggi abbiamo iniziato da qualche settimana l’autosvezzamento e, a parte i primi tempi in cui avevo un’ansia micidiale quando gli vedevo un pezzetto in bocca, adesso va molto meglio. Lui mostra un enorme interesse per il nostro cibo e vuole assaggiare proprio tutto nonostante non riesca ancora a prendere bene i cibi e delle volte si limita a spiaccicare la sua manina nel mio piatto :)…per questo motivo delle volte lo imbocco mettendogli sempre un altro cucchiaino a disposizione per provare. Lui non ha ancora denti e delle volte mi accorgo che i pezzetti li deglutisce senza nemmeno provare a masticarli con le gengive, però essendo morbidi li elimina tranquillamente. Possiamo continuare cosi?

  8. Alessia says:

    Ciao Andrea….io sono disperata.. ho una bambina di 10 mesi che praticamente non mangia nulla…ho provato di tutto ma nulla è se insisto un po’ vomita tutto… vuole solo il seno… che devo fare????

  9. Chiara says:

    Ciao Andrea,
    sono Chiara, mamma di Rebecca 5 mesi e 1/2, decisamente più pronta ad autosvezzarsi di quanto sia io ad autosvezzarla
    Dico così perché da un po’ ormai durante i pasti vuole tassativamente stare in braccio a me o al papà, osservare cosa facciamo ed è riuscita a rubare dal piatto e ciucciare con grande soddisfazione un pezzettone di bistecca e vari tipi di frutta oltre che allungare le mani X voler bere dal mio bicchiere!
    Io però sono terrorizzata dal darle il cibo in pezzi… è capitato di darle una carota bollita e le si è staccato un pezzettone in mano al che mi sono subito immaginata la scena “e se le si fosse rotto in bocca? E se le rimane incastrato in bocca e non sa come gestirlo?”
    Ho letto l’ebook sulla paura del soffocamento, ma questa cosa mi blocca comunque molto… consigli?
    Grazie mille!!!

    • Chiara says:

      Mi rispondo da sola, magari qualche mamma leggendo si rilasserà un pochino come ho deciso di fare io :)! Ho messo da parte le mie ansie, o meglio cerco di tenerle per me e mi lascio contagiare dall’entuaiasmo di mia figlia… Risultato? A 6 mesi e 1/2 Rebecca ha già assaggiato cose che io, da brava ex bambina inappetente, ho mangiato dopo i 20 anni :D è felice ed è bellissimo vedere il suo musino sporco fino ai capelli di sugo a fine pappa!

  10. Annapaola says:

    Ciao Andrea, complimenti per il tuo libro che ho letto con molto interesse! Volevo sapere se sono partita bene :ho un bimbo, Riccardo, che farà 5 mesi sabato e che stasera, dopo giornata di osservazione famelica dei nostri piatti, ha assaggiato (imboccato da me) il mio passato di spinaci e lo jogurth alla banana di mio marito, gradendo moltissimo entrambe le cose che ha ciucciato dal cucchiaino e laccato dalle sue manine. Parallelamente ha fatto la sua poppata al seno come al solito. È ok iniziare così? Lui sta seduto con appoggio… Faccio bene a continuare a farlo assaggiare o devo aspettare? Grazie

  11. Francesca R. says:

    Ciao Andrea,
    sono Francesca, mamma di Claudia, che ha 4 mesi. Lei prende esclusivamente il latte materno (con ottima crescita in quanto è oltre il 97esimo percentile sia per altezza che per peso). A volte sta in braccio a me “seduta” a cavalcioni sulla mia gamba mentre mangiamo e vedo che è incuriosita da quello che c’è sulla tavola; qualche volta le ho fatto succhiare un pezzetto di frutta (anguria, melone, pesca) e lei ha gradito (senza lasciarglielo mangiare, ovviamente). So che è ancora molto presto per iniziare l’autosvezzamento, anche perchè ancora non sta seduta da sola, ma mi chiedo: farle sentire qualche sapore di frutta ora è deleterio? Le può far male? L’allattamento procede senza problemi.
    Ti ringrazio

  12. Magda says:

    Ciao andrea, sono magda e mio figlio ha quasi 5 mesi e ho una confuzione sul come iniziare le pappe… per ora abbiamo cominciato con la frutta, lui la gradisce abbastanza ma non so come passare al pranzo/cena?? Poi ho il terrore k non mi prenda più il latte mio.. è successo in passato k faceva giorno dove non voleva prenderlo!!!ora ad esempio si rifiuta di bere il latte artificiale (da un mese abbiamo integrato un biberon alle 22:00/23:00) che faccio???

    • Andrea says:

      Magda, il biberon di latte artificiale è il modo migliore di assicurare che lasci il tuo.
      Per il resto è prestissimo. Lascia perdere frutta e affini e ci risentiamo tra almeno un mese ;)

  13. Elena Vanossi says:

    Buongiorno Andrea, i miei figli gemelli Chiara e Cristian hanno 10 mesi di età corretta perché sono nati prematuri e stanno mangiando tutto senza problemi. Dopo ogni pasto gli do sempre un po di latte visto l’alimentazione complementare. Procedo così fino a quando loro non lo vorranno più?
    Invece a colazione mangiano solo il latte dal biberon. Quando gli faccio assaggiare anche i biscotti?
    Grazie
    Elena

  14. Emanuela Sciarrino says:

    Ciao a tutti! Il mio piccolo Oliver compirà 7 mesi a giorni e da circa un mese ha introdotto il cibo solido alla sua alimentazione. Vivo in UK dove l’autosvezzamento è molto incoraggiato.
    Inutile dire che in Italia mi guardano come fossi il demonio :)
    Oliver è felice così e se pensano che sia “strano” che ad un bambino di 6 mesi non piacciano gli omogeneizzati ma i fagiolini interi.. il problema forse è il loro!
    Saluti a tutti!
    Emanuela

  15. sabry says:

    Salve Andrea, grazie per l’iscrizione (la mia intendo!!).
    Mia figlia compirà 5 anni il prossimo agosto.
    Mangia solo pastina al pomodoro e parmigiano, omogenizzati. Pranzo e cena. Non ne vuole sapere di masticare ed il dentista ci ha rimproverati per ovvie ragioni.
    Credo principalmente che lei abbia paura di sperimentare. Lo fa anche con i cibi liquidi (per esempio i gusti del gelato).
    Forse sono stata confusionaria, non so se si è capito il problema e….in effetti sono un po’ nel pallone.
    Grazie per l’eventuale aiuto. P.S.: ho diversi libri su autosvezzamento, ho anche consultato diversi specialisti ma…….proprio non ci sblocchiamo.

  16. alessandra says:

    Buon giorno,
    mio figlio ha 6 mesi e comincio la introduzione alimentare.
    Il mo dubbio é se posso applicare l´autosvezzamento anche se lui ancora non ha i dentini e non risece a stare seduto da solo.
    Grazie

    • Andrea says:

      Alessandra, la domanda che mi porrei è se il bambino è interessato o meno e se ha perso il riflesso di estrusione.
      Il fatto che dici che TU cominci l’introduzione del cibo fa pensare che, appunto, tu hai deciso che era il momento di iniziare. Invece bisogna aspettare che sia il bambino a segnalare di essere pronto/interessato.
      Il fatto che il genitore sia pronto davvero non importa più di tanto, anzi… per nulla ;)

  17. Valentina says:

    Buingiornooooooo a tutti allora ho un bimbo di 7 mesi e mezzo e il mio problemone grande e che torno a lavorare tra un mese lui mangia tutto quello che mangiamo noi anche a pezzetti senza problemi ma è difficilissimo farlo stare senza seno dopo il pasto …. come fare?

    • Andrea says:

      Se non ci sei, ti aspetterà. Inutile starci a pensare adesso. È NORMALE che se sei “a tiro” te lo chieda, sarebbe strano il contrario ;) Ora godetevi questi momento. Inutile soffrire prima FORSE per non soffrire dopo. :)

      • Cristina says:

        Ciao! La mia situazione era pressoché uguale due mesetti fa… la mia bimba adesso va al nido e lì mangia tutto, ed è molto curiosa di assaggiare le cose, la maestra le ordina il menù “dei grandi” perché ha più scelta; però mi aspetta sempre, e non appena vado a prenderla mi chiede il seno, (arriviamo alla macchina e prima del seggiolino c’è tassativamente la tetta) e quando sono a casa si attacca quanto se non più di prima. Ero anche io in ansia come te… adesso vedo che lei capisce più di quanto io pensassi!! Buon rientro e forza

  18. Elizabeth says:

    Buon giorno Andrea sono disperata mia figlia a 8mese e mezzo rifiuta qualsiasi cibo comprese anche la frutta vuole solo il seno non so più come fare chiude ermeticamente la boca e non ce verso di farla assaggiare

    • Andrea says:

      Perché la devi fare assaggiare? Se non vuole… non vuole. Lasciala in pace e aspwtta. Mettetevi a tavola assieme e aspetta che sia LEI a chiedere. Altro non c’è da fare ;)

      • Cornelia says:

        Stesa mia situazione. 8,5 mesi. Ho pianto ieri fino a più non posso. Fra un mese rientro al lavoro, uscirò la mattina alle 4e mezzo e rientrerò a casa dopo 9 ore. Non so come farò. Capisco che devo aspettare il suo interesse, ma sono terrorizzata che non inizierà a mangiare fino ad agosto. Mi tirò il latte e lo congelo, ma lei il biberon non vuole prendere.

  19. Stella says:

    Ciao Andrea! Il mio bimbo di 7 mesi ha fin ora assaggiato praticamente tutto… lo allatto ancora ma non fa mai un pasto completo, solo assaggini. Vuole cibo che può prendere da solo con le mani e noi lo lasciamo fare ovviamente. Come fare a dargli riso, legumi o altre verdure visto che non le accetta frullate o con il cucchiaino? Grazie in anticipo dei preziosi consigli.

    • Andrea says:

      Chiaro che non fa un pasto completo. Ha APPENA sette mesi ;)
      Non ti preoccupare più di tanto… Quando queste cose sono a tavola le assaggerà comunque, un po’ da sola, un po’ con il vostro aiuto. Crescendo svilupperà la presa a pinza e farà da sé.

  20. Vero says:

    Ciao Andrea! Vorrei chiederti un consiglio. La mia piccola di quasi 9 mesi mangia dai nostri piatti quello che vuole, io la all’atto ancora al seno a richiesta. L’unica cosa è che quando io non ci sono Si fa fatica a darle la carne, preferendo lei in assoluto la ricotua. Vado in panico e cerco di rifilare la carne in omogeneizzati o temporeggio e vedo come evolve?presto le darò l’uovo. Grazie.

  21. Ale says:

    Buongiorno. La nostra bimba ha compiuto 6 mesi 10 giorni fa, la mettiamo a tavola con noi ma il suo interesse per il cibo al momento si limita al gioco. Ogni tanto ci fa capire di voler assaggiare ma di rado lo fa da sola. Alcune cose le ha assaggiate ma col cucchiaino proposto da noi. In più quando trova pezzi più grandi fa una faccina perplessa/schifata e sputa fuori. Noi siamo tranquilli anche se non mangia, perché assume latte materno a richiesta, ma abbiamo il dubbio che se le proponessimo più cose senza aspettare che se le prenda da sola assaggerebbe più cose. E per i pezzetti più grossi dobbiamo solo pazientare?forse per lei è ancora un pochino presto! Grazie!Alessandro

  22. Francesca P says:

    Buongiorno! La mia piccolina di sei mesi inizia ad essere incuriosita da ciò che mangiamo, perciò se e quando vuole assaggia.
    Una domanda…la allatto io perciò se ha fame o sete risolvo con il mio latte, ma volevo sapere eventualmente quando proporle l’acqua.. io pensavo di aspettare a vedere che inizi a mangiucchiare un po’ di più in modo da garantirle per ora il nutrimento con il latte!
    Grazie in anticipo per la risposta.

  23. Ilaria says:

    Salve a tutti e ciao Andrea!sono mamma di Alice,6 mesi fatti il 18 di maggio è già dalla settimana prima abbiamo iniziato a farle assaggiare tutto quello contro cui si lanciava :D
    Assaggia,lecca,ciuccia…ma per ora siamo fermi a pasta e frutta e i passati e le zuppe che mangio spesso io!mi chiedevo…in che modo posso farle “scoprire la carne”?tipo le posso dare un pezzettone di petto di pollo come fosse un maccherone da ciucciare e gliene frullo un po e provo a imboccarla?per ora la imbocco per la frutta (mela cotta o banana nel pomeriggio) o per come dicevo prima le zuppe o i passati!grazie e buona giornata!

  24. Elena says:

    Ciao!!!! Sono al secondo figlio ma ho ancora qualche dubbio su come presentare verdura cruda!!! Tipo l’insalata.. ?!?

  25. Rosa says:

    Ciao Andrea avrei bisogno di un consiglio…Mio figlio Kevin Marco fin ora ha mangiato solo passato di verdure (carota patata zucchina sedano pomodorino) più omogeneizzato carne o pesce grana olio poi omogeneizzato di frutta abbiamo provato anche le lenticchie ma frullate…Lui è attratto da tutto quello che mangiamo noi, ma io in cucina sono proprio negata cuciniamo quasi sempre le stesse cose e usiamo molti prodotti confezionati…Ora io vorrei provare a fare l’autosvezzamento perché già al mattino si mangia il biscotto tranquillamente in mano oppure alla sera spicchi di mela e pera finocchio pane senza problema però come posso regolarmi per la spesa per avere tutto fresco e posso iniziare da un giorno alla settimana con un menù diverso… Chiedo scusa per essermi spiegata male e aver scritto troppo ma sono proprio incapace

  26. Francesca says:

    Buongiorno Andrea, mio figlio ha sei mesi e mezzo e da 20 giorni abbiamo iniziato con alimentazione complementare. Va tutto bene, ma vorrei confrontarmi sul mio metodo: gli propongo pezzettoni di verdura ect e pasta intera per fargli capire consistenze ed altro e lui li mette in bocca e mangia ma poi nel piattino taglio tutto in modo che col cucchiaino possa imboccarlo (anche per velocizzare un po’ i pasti che altrimenti durerebbero 2 ore). Inoltre avrei una domanda: a che età mangiano col cucchiaino? Grazie mille

  27. Valentina says:

    Ciao Andrea, abbiamo cominciato l’auto svezzamento un mesetto fa, quando il mio bambino aveva circa 6 mesi. Le cose stanno andando bene, si continua con il latte e mi sembra chenstia cominciando a mangiucchiare nel vero senso della parola. Il mio dubbio rimanenil quando. Mi spiego: a questa età quante volte al giorno dovrebbero essere messi davanti al cibo? Io sono a casa con lui e i primi tempi provavo anche quattro volte al giorno, ma mi sembra di aver esagerato!!

    • Andrea says:

      Vi mettete a tavola quando vi mettete a tavola. Non ci sono tabelle. Se tu sei a tavola 4 volte al giorno OK, anche se a quest’età colazione e merenda sono un di più del di più :)

  28. Irena Fasko says:

    Ciao a tutti,
    Avrei bisogno di un aiutino o se no di esperienze simili…
    Mia figlia 7 mesi e mezzo ,interessata al cibo e sta seduta da quando ha 5 mesi. L’unica cosa che nn ha perso il riflesso di estursione o almeno credo…
    Praticamente tira sempre fuori la lingia quando le offro il cucchiaino di frutta o altro. Anche per il solido idem. Ovviamente con i liquidi è più accentuato perche parte lo butta fuori. Permetto che nn la sforzo assolutamente e la lascio libera di sperimentare.allattamento esclusivo al senno.
    Possibile che ce ancora? Esperienza simile? Grz mille e scusate per essermi allungata..

    • Andrea says:

      Possibile. Tu lascia la bambina libera di fare come preferisce e, se posso consigliare, lascia perdere il cucchiaino con la frutta, tanto mi pare di capire sia uno spreco di tempo E frutta ;)

  29. Giovanna says:

    Buongiorno mamme e buongiorno Andrea, intanto ti ringrazio della possibilità di aver un appoggio e avere consigli su questo svezzamento poco conosciuto qui in Italia, poco consigliato e incoraggiato dai pediatri stessi, io sono mamma di una dolce creatura di nome Mia, 5 mesi e 12 giorni per l esattezza, noi abbiamo inizato con gli assaggi, da circa 10 giorni, assaggi di ogni tipo, di cibi salutari, solo che gli assaggi finiscono quasi sempre con un leggero pianto della piccola perche secondo me ne vorrebbe di più, lei ancora non riesce a prendersi da sola i pezzetti che sminuzzo per lei, riesce ad impugnare a modi “finger food” e a leccare/mettere in bocca ciò che esce dalla manina, solo che anche lì, 5 minuti e inizia a piangere perché non riesce a mangiarlo ne sente solo l odore e il gusto probabilmente, Mia pesa 7.500 allattata esclusivamente al seno, bambina molto vorace e super interessata al cibo, io mi domando, essendo che la osservo mentre mangia, se la imbocco e riesce a mangiare è serena apre la bocca e deglutisce, se lascio a lei “il controllo” s’arrabbia perché non riesce a mangiare, la mia paura solita è il soffocamento, non saper quanto grande poter dare il pezzetto, non saper quanto effettivamente poterle dare, anche se tutto gira intorno che loro si gestiscono da soli la sazietà, quale cibo meglio dell altro, quale più indicato, e poi questa cacca così solida ancora con i pezzetti integri all interno, quasi non digeriti sembra, però mi rispondo da sola, con certi alimenti, come ieri a merenda mela e yogurt, è andata da sola e tranquillamente, che sia il semplice passaggio? Ti ringrazio ancora e ti seguo tanto! Forza a tutte le mamme che intraprendono questo bel percorso e un abbraccio a tutti questi cuccioli!

    • Andrea says:

      Ciao Giovanna,
      la bimba è piccolissima e di sicuro non ha bisogno di altro cibo che non sia il latte. In questo sense anche se mangiasse zero andrebbe benissimo (e così per i mesi a venire).
      Per farle gestire il cibo da sé (ovvero per leccarlo/ciucciarlo) deve essere più grande del suo pugno. I pezzi piccoli chiaramente non ce la fa a prenderli. Ma non è un problema… crescendo svilupperà la presa a pinza, ma questa non viene prima degli 8-9-10 mesi circa.
      Mettile a disposizione cose che possa prendere da sé, ma senza aspettarti che mangi. Anzi… mangiare è l’ultima cosa. L’importante è l’esperienza e il conoscere consistenze e sapori diversi. ;)

      • Giovanna says:

        Grazie della risposta intanto!
        Ero al corrente che prima dei mesi successivi non riuscisse ad impugnare i pezzetti di cibo, ma dopo i 6 mesi so di un calo di ferro vitamine ecc, dovrò sicuramente aiutarla per farle assumere gli alimenti?
        Grazie

        • Andrea says:

          Non è mica una cambiale in scadenza. I bambini hanno tempo per fare tutto. Non ti far prendere dall’ansia da prestazione ;)

  30. Emanuela says:

    Ciao a tutti! Anche io sono nuova… il mio piccoli,5 mesi domani oggi mentre lo tenevo in braccio e mangiavo un gelato,se l’è portato alla bocca per ciucciarlo un pochino tutto soddisfatto. È esclusivamente allattato al seno e io preferirei aspettare sino al sesto mese compiuto per fargli provare altre esperienze con il cibo.

    • Andrea says:

      Emanuela, il conto alla rovescia si fa solo a capodanno :D
      I bambini iniziano quando dicono loro. Quello che dobbiamo sempre ricordare che però “inizio” non vuol dire “primo, secondo, dolce e caffè” a ogni pasto, ma molto più probabilmente un morsetto o una leccatina. Se parliamo di AUTOsvezzamento, che AUTOsvezzamento sia… ovvero IL BAMBINO decide, NON il calendario. ;)

  31. Fabiana says:

    Ciao a tutti. Sono nuova qui, ma vi leggo da un Po. Il mio piccolo Leonardo (allattato esclusivamente al seno) molto curioso ha iniziato a mettere le mano nel cibo intorno ai 4 mesi e mezzo e qualche giorno prima dello scoccare dei 5 mesi (dopo essere voluto venire in braccio) tutto il cibo alla bocca. Ha iniziato quindi con la mia torta salata alle zucchine . Detto ciò da li lì in poi cerco sempre di inciriosirlo di più verso la verdura e la frutta ma ha già assaggiato anche petto di pollo, sogliola, pane, grissini. Continua a fare le sue poppate (per la mia contenteezza… io avrei voluto allattare in modo esclusivo fino ai 6 mesi). Detto questo ho ancora un Po di paura per la carne rossa, il prosciutto e il formaggio.. . Cerco sempre di sviare la sua attenzione su altro ma tempo di non riuscire Ancora per molto…. come mi comporto? Non è presto? mi chiedo da un lato ma dall’ altro sono la sua prima sostenitrice…. lui mastica e spesso butta giù le cose. Sono molto felice di aver intrapreso la strada dell’ auto svezzamento. Vi mando un saluto e vi ringrazio.

      • Fabiana says:

        Ho paura sia Ancora troppo pesante… (ansie ovviamente venute dopo tanti commenti di altri) lui ha solo 5 mesi compiuti da una settimana… mi pare però davvero di “tappargli le ali a volte”. Altro dubbio: noi lo mettiamo a tavola con noi sempre… però ovviamente non sempre allunga le mani (a volte si fa i fatti suoi) e noi gli lasciamo fare quel che preferisce. Ma dovrei iniziare a dargli anche “le merende di frutta a metà mattina e pome come mi dice il pediatra già da 2 mesi? Oppure sempre solo se è curioso come sto facendo? Lui comunque la frutta ha iniziato ad assaggiarla a pranzo e/o cena o a volte durante il giorno da quando ha dimostrato la sua voglia di cibo…non prima..ma comunque sempre a caso… grazie mille e mi scuso ma i dubbi e le ansie ogni tanto prevalgono sul mio istinto…

        • Andrea says:

          Considerando che fanno gli omogeneizzati di carne rossa tanto pesante non può essere :D
          In ogni caso è piccolissimo e a quest’età difficilmente farà più di quello che non sta facendo, ovvero un assaggino, ma solo se gli gira. Più che dare ciucciate e leccatine difficilmente sa fare, ed è giusto così. Crescendo imparerà quello che deve fare per mangiare.
          Tu lascialo fare. Non saprei cos’altro dire ;)

        • Fabiana says:

          Grazie per le tempestive risposte. Leonardo è un bambino curioso… e noi come genitori abbiamo sempre cercato di lasciarlo curiosare in tutto. Ovviamente però non ci aspettavamo un inizio così precoce nel mangiare per questo sorgono i dubbi accentuati anche dai commenti esterni (Non gli hai mai dato la frutta omogenizzata a merenda e già mangia i broccoli o il petto di pollo… ecc)
          . Leonardo comunque riesce a mordicchiare e a spezzare le cose… per lo più la frutta ma stasera si è mordicchiato anche un pezzo di torta salata agli asparagi (ovviamente mini quantità). Grazie dei consigli… continueremo ad assecondare il piccolo mangione…e a dargli sperimentare la tavola. ti ringrazio anche per questo sito molto utile per l’ informazione ed il confronto. Con l’occasione auguro una serena Pasqua.

  32. Laetitia says:

    Ciao Andrea ho appena finito leggere il tuo libro dico solo una cosa GRAZIE di averlo scritto mi ha tranquillizzato…
    Sono mamma di una meraviglia di quasi 7 mesi che inizia a mostrare interesse con calma a quello che si trova al tavolo. Ci sentiamo impauriti di capire bene come aiutarla al meglio e in tutto sicurezza soprattutto nella sua scoperta ; come hai scritto : i primi passi sono quelli più difficili (più per noi anche per lei direi) ma c’è la faremo non c’è motivo ;)
    Intanto mi sono appena iscritta qua e sto facendo organizzare nel nostro piccolo paese di centro Sicilia un corso di pronto soccorso pediatrico che servirà quindi non solo a noi (spero al più presto perché non ci sentiamo sicuri solo guardando video menomale)
    Spero trovare qui anche il sostegno per accompagnare al meglio la nostra principessa nella sua crescita

    • Andrea says:

      Hahahaha, grazie a te Laetitia.
      (e non dimenticare di lasciare un commento pure su Amazon ;) )

      Poi magari chissà… riusciamo a organizzare anche un incontro con i genitori sull’autosvezzamento anche in Sicilia.

  33. Marta says:

    Ciao a tutti:) sono mamma di un bimbo di quasi 9 mesi. Abbiamo iniziato a 6 mesi con le pappe, svezzamento tradizionale ma senza seguire schemi, mangiava di tutto ma con base di omogeneizzato o comunque purea.
    Fino a sabato… ha rifiutato categoricamente le stelline al ragù e per la prima volta ha preso e portato alla bocca un pezzo di focaccia (fino al gg prima ci giocava ma non portava in bocca il cibo). Da lì piange se uso il cucchiaino, vuole solo pezzettini… io lo assecondo… però mangia anche 1/4 di quello che avrebbe mangiato prima!!! Sono un po’ in ansia ma vado avanti e cerco di fidarmi di lui… stasera la cena è durata più di un’ora!!! Però ha mangiato a sufficienza credo… chissà!
    È pure senza denti…
    voi che cucinate? Con i secondi me la cavo il problema sono i primi… risotto lo mangia ma la pasta come la propongo? Quale è più sicura?

    • Andrea says:

      Marta, ha anche ragione :) gli omogeneizzati sono per bambini di 4 mesi, non di 9 :)

      Mangia 1/4? Qual è il problmea… prenderà più latte al bisogno.
      Per la pasta, fate un bel piatto di fusilli e lascialo fare. Però non fare le cene eterne… falla durare una cosa giusta, altrimenti diventi matta ;)

  34. Federica says:

    Ragazzi io vi devo fare i complimenti perche’ ancora siete qua a parlare di svezzamento nonostante le vostre figlie a breve cucinino la cena da sole!

  35. Roberta says:

    Ciao!
    prima di tutto…grazie Andrea di averci accompagnato per mano sin dall’inizio con questo fantastico sito!

    Sono la mamma di un bimbo di 16mesi, iniziato quando, quanto e come voleva lui ad assaggiare dai nostri piatti, ha sempre mostrato interesse verso il cibo e, a parte in alcune occasioni che fa capire chiaramente che non ha molta fame, di solito mangia di gran gusto (che sia poco o tanto).
    Ok quindi colazione, merenda mattina, pranzo, merenda pomeriggio e -diciamo- cena, ma lui spesso chiede altro anche fuori dai classici pasti (parliamo di gallette, crackers, grissini, formaggio per fare qualche esempio) e ondeggiamo tra il darglielo e poi il sentirci in difetto perchè “gli roviniamo il pasto a tavola”.
    Premetto che è un bambino oltretutto abbastanza esile, ma quanto è sbagliato accontentarlo se mostra di avere fame (faccio un esempio pratico) alle 18.30, dargli un cracker per poi essere consapevoli che a cena alle 19.30-20.00 lui mangerà di meno?
    grazie mille!!!

    • Andrea says:

      Per me (e per quello che possa valere) si cerca di mangiare ai pasti, considerando che sono comunque TALMENTE ravvicinati che non è che muori se aspetti un’altra mezzora/ora prima di mangiare. Se poi siete in ritardo per un motivo qualunque è diverso, ma in generale mi atterrei ai pasti “canonici”.

  36. Chiara says:

    Ciao a tutti!
    Sono mamma di Leonardo, un vispo bambino di quasi 10 mesi.
    Mi sono informata tanto tantissimo sull’argomento autosvezzamento (Andrea Re, Piermarini, Gonzales i miei guru), che avevo come punto di riferimento inderogabile sin da quand’era piccino. Tuttavia, sollecitata da pediatra e famigliari visto il poco peso che metteva su Leonardo, ho iniziato con le pappe a 5 mesi e mezzo. A questa frase però faccio una premessa: alla pediatra che mi disse a 4 mesi di dar lui spinaci e carne e mi propose le sue tabelle non diedi mai ascolto e, fiera o convinta di ciò che facevo continuai ( e continuo tuttora) a dare il mio latte, consapevole che è un alimento completo, alla faccia di chi dice di no. Mio figlio aumentava poco? certo, per i bambini allattati al seno è così, si sa…l’importante è che non lo perda il peso…ma per dar aria alla bocca sono bravi tutti!
    Fatto questo sfogo continuo con la mia domanda…;-)
    Leonardo ha sempre mangiato pappe sane ed equilibrate con gusto (occhio alle verdure di stagione, proteine senza abusare), curiosando nei piatti nostri ma senza osare troppo visto che non aveva i dentini…
    Una settimana fa taaaaac: 4 denti all’improvviso. Non vi dico che incubo povero, notti insonni e lamenti continui…risultato: rifiuto categorico di cucchiaini e anche quel poco che aveva iniziato a mangiare con noi (pasta, verdure bollite o cosine alla sua portata che mangiavamo anche noi) ora lo rifiuta.
    Gioca con il mangiare, lo butta per terra (senza ira eh!) e poco e niente va giu. Cerca tanto il seno (ho ricominciato anche da un paio di settimane a lavorare tutti i pomeriggi) e a parte le merende dolci, nelle quali metto crema di mandorle per dargli un po di proteine, pare che non voglia piu mangiare. Se è stanco poi la situazione si aggrava, serra la bocca gira la testa e niente, vuole la tetta.
    Io non sono preoccupatissima ma onestamente quando leggevo di mamme in questa situazione non pensavo toccasse anche a me.
    Chiedo semplicemente a voi se è capitato e come si sono evolute le cose o semplicemente una parola di conforto!
    Ultima cosa…Leonardo ha energia da vendere, gattona e sfreccia da una parte all’altra curioso e vispo. Inoltre fa cacca regolarmente quindi qualcosa mangerà! ;-) Questi due ultimi fattori mi rassicurano e mi fanno pensare che mio figlio non è e non sarà mai un gran mangione!!
    Grazie a chi risponderà, buna giornata
    Chiara

    • Andrea says:

      Chiara, non hai bisogno di alcuna risposta in quanto le risposte… te le sei date tutte da sola. Cosa potrei aggiungere rispetto a quanto hai detto tu stessa? Al massimo potrei fare copia/incolla :D

      • Chiara says:

        Grazie di cuore Andrea, questo mi lusinga molto! ;-)cerco davvero di fare del mio meglio seguendo il mio istinto e cercando di “ascoltare” il mio bambino…
        Tuttavia a volte sono un pò preoccupata quindi, complice la mia costante stanchezza, mi faccio venire mille pensieri.
        Approfitto del fatto che mi ha risposto per porle solo un paio di quesiti ai quali, spero, potrà dare una risposta confortante. Leonardo, ripeto, è reduce da una repentina dentizione in pochissimo tempo che l’ha portato ad avere un sonno irrequieto e poco appetito. Noto che da un po ha gli occhietti segnati da occhiaie…potrebbe essere sicuramente la stanchezza ma non vorrei che ci fosse qualche carenza…magari di ferro… Mi chiedo: appoggiando ed incoraggiando l’autosvezzamento, come faccio a non fargli mancare tutte le proprietà nutritive fondamentali? Noi mangiamo sano ma lui nei pasti non sempre mangia un po di tutto…i legumi che hanno ferro non riesco a darglieli perchè frullati non li vuole piu..la carne ancora non riesce a masticarla…
        tutto avrei pensato meno che andare in tilit cosi facilmente! ;-) Ero così convinta del mio andamento ma in alcuni momenti vacillo!
        Detto questo….grazie anche per le numerose ricette che ci sono sul libro! Sono un ottimo spunto per poi spaziare all’infinito. ……Certo, se mi desse un po più di soddisfazione anche Leonardo ne sarei piu felice! ;-) Ma aspetterò fiduciosa un ritorno inaspettato di appetito! ;-)

        • Andrea says:

          Ciao Chiara,
          poveri denti… colpevolizzati per tutto. Considera che per i prossimi 2 anni o giù di lì ci sarà sempre un dente appena uscito o uno in uscita, quindi… Io chiamerei quello che descrivi “crescita” senza cercare motivazioni strane e comunque non comprovabili. Capita a tutti e capiterà anche a tuo figlio in 100 modi diversi ;)

          Non pensare affatto alle “proprietà nutritive fondamentali” perché tanto non sai quanto gli serva e quando. Al massimo butti a indovinare e se TI mangia un cucchiaio di carne ti senti tutta contenta perché pensi di aver assolto il tuo dovere. invece tutto ciò non ha senso. Non è che 1-2-3 cucchiai di carne (o altro) in più o in meno facciano alcuna differenza. Quello che gli serve lo prende dal latte che è l’UNICA cosa che gli serve davvero. Il resto lo prende spizzicando qui e là tra il cibo presente sulla tavola. Non ti fissare du UNA cosa, quando ti potresti ugualmente fissare su 150 ugualmente “importanti”. Tanto se ci deve essere una carenza non è che 1-2-3 cucchiai di carne faranno in alcun modo la differenza.

          Il bimbo ti dà soddisfazione (di fatti cresce, che è quello che deve fare). Il resto è solo un problema che ti crei da sola e lui non c’entra niente. Prima ti liberi di questi preconcetti, meglio è per tutti.

          STAI SERENA, questa è la cosa più importante ;)

  37. Chiara says:

    Buongiorno a tutti!
    Ho letto il libro del dottor Piermarini ed adesso sto leggendo “La questione cibo”, ho anche già acquistato “Autosvezzamento per tutti”, vorrei davvero svezzare la mia bambina in questo modo più naturale per lei e per me.
    Vorrei un consiglio su come relazionarmi col pediatra che non ha mai sentito parlare di autosvezzamento, l’ha sentito nominare per la prima volta da me, ed è inorridito dicendo che si strozzerebbe… vorrebbe che iniziassi già con lo svezzamento classico, ma la mia piccola ha solo 4 mesi e mezzo. Addirittura mi aveva parlato della crema di riso nel latte già dal mese scorso, io ovviamente non l’ho assecondato, per fortuna non mi ha chiesto nulla.. la prossima volta che faccio, racconto bugie? La cosa più semplice sarebbe cambiare pediatra, ma di tutti quelli che ho sentito nominare tramite altre mamme, nessuno ha consigliato l’autosvezzamento… avete per caso un elenco di pediatri amici? :)
    che ne pensate del biscotto granulare? io non la sto allattando, purtroppo… ed ogni tanto mangia di meno, questo mese è cresciuta meno del solito, sarà il caso di iniziare davvero col biscotto? insomma, avrei bisogno davvero di un pediatra che mi seguisse, almeno all’inizio! Io vivo ad Avezzano (AQ). Grazie mille!

    • Andrea says:

      Ciao Chiara,

      pediatri purtroppo non ne conosco, ma se il tuo ti soddisfa dal punto di vista medico, allora va bene così. Coome cresci il tuo bimbo è affar tuo, NON suo.
      Per quanto riguarda la crescita, sono sicuro che sia perfetta. Lascia perdere il biscotto granulare e, se possibile, anche la bilancia ;)
      (e poi fammi sapere cosa ne pensi della Questione cibo e di Autosvezzamento per tutti…)

  38. Jessica says:

    Ciao tutti . Mia figlia ha 4 mesi e mezzo e la pediatra ha detto di iniziare con il pranzo a cinque mesi con svezzamento normale, ma se vuole assaggiare altro di lasciarla fare .
    Inizierò a sei mesi, perché penso che prima sia troppo presto , ma vorrei capire un po’ questo auto svezzamento come funziona… so che il bimbo può mangiare ciò che vuole . Ma proprio tutto ? Con cosa si inizia ? Ho il terrore che si strozzi… come fa a mangiare cose normali così piccola e senza denti ?

  39. Stefano says:

    Buon giorno, sono papa di ina bimba di 6 mesi, abbiamo comprato il libro Autosvezzamento per tutti, ci e piaciuto molto e abbiamo iniziato a dargli da mangiare, l’unica cosa che non capiamo e se dopo che mangia li davo dare il latte? quanto? ho dobbiamo saltare quella pappata di latte? non capiamo come regolarci. Vorrei in consiglio. grazie. Un saluto a tutti.

    • Andrea says:

      Ciao Stefano, il latte viaggia su binari paralleli. Il latte continua come al solito senza problemi, poi nel tempo orari e quantità si aggiusteranno da soli. Chiaramente se prende il biberon e ne lascia, allora la prossima volta ne farete uno un po’ più piccolo. Viceversa, se sembra volerne di più, aumenterete un po’ le dosi.
      L’unica è andare a occhio e navigare a vista ;)

  40. Roberta says:

    Buongiorno a tutti,
    sono mamma di una bimba di 6 mesi. Sono venuta a conoscenza dell’autosvezzamento tramite la mia pediatra che mi ha proposto di iniziare a metterla seduta a tavola con noi e farle assaggiare quello che mangiamo noi…
    Io e mio marito siamo molto entusiasti di questa cosa, io mi sono documentata e siamo partiti… abbiamo iniziato con piccoli assaggi, il mio latte rimane sempre l’alimento principale e allatto a richiesta.
    Solo che io devo lottare con tutti i commenti della gente che i dice: “ma non le fai le pappe? ma così non sai quanto mangia… Come fai a tornare al lavoro se non l’hai ancora svezzata? e poi la tetta non la molli più…”
    e poi mi dicono anche che non bisogna assolutamente introdurre alimenti troppo vari e complessi perchè sono piccoli e che a lungo andare possono avere problemi di fegato…
    Credetemi, sentire tutti questi commenti mi mandano in crisi e mi fanno venire mille dubbi, paure e perplessità.

  41. Anna says:

    Ciao sono Anna,mamma di Eleonora 9mesi allattata esclusivamente al seno a richiesta.intorno ai 6 mesi ha iniziato a assaggiare i nostri piatti,super golosa di frutta e yogurt,piselli ,pasta , prosciutto,è sempre molto curiosa .Nn è mai stata in carne anzi sempre nei limiti ,lunga e secca come la definisce il pediatra,da circa 2 settimane nn mangia quasi più nulla di quello che mangiava prima,ma pane gallette di riso e grissini e da ieri arance ,ma 4 spicchi al max ,e nemmeno tanto .Ha avuto mal di gola e raffreddore ma mangia solo certe cose quindi riesce a deglutire.controllo del 9 mese è 72 cm x 7,5 kg ,nn potete immaginare che tristezza.il pediatra dice di non preoccuparmi, è leggermente sotto peso ma a lei basta quello.E’ una bimba che nn si ferma mai ,inizia già a camminare e salire le scale.dove sbaglio?Perché nn cresce?

    • Andrea says:

      Anna, se ti devo dire la verità non so che film ti sia vista, ma ti assicuro che:
      1) il peso è normalissimo
      2) la bimba mangia quello che le serve
      In breve, temo che il problema sia solo… nella tua testa. :)
      Non ci pensare più e vedrai come le cose miglioreranno di colpo ;)

  42. Teresa says:

    Ciao a tutti!
    Da poche settimane sono passata da svezzamento tradizionale ad autosvezzamento con la mia bimba di 8 mesi , che ha mostrato chiaramente di essersi stufata delle carie pappe.
    La mia domanda è: andando in vacanza in hotel come vi organizzate con i pasti? al ristorante cosa può mangiare?
    Grazie
    Mamma imbranata…

    • Andrea says:

      Quello che mangiate voi, cos’altro? Mica vi avveleneranno in hotel, no?
      Personalmente noi preferiamo fare selfcatering… ci sembra molto più facile rispetto a dover utilizzare (gli orari di) un hotel.

  43. Crokky says:

    Ciao a tutti!
    Tra poco il mio bimbo compirà 6 mesi e io sto andando nel pallone perché non so cosa posso cucinargli.. con il mio bimbo 1 ho fatto svezzamento tradizionale e il pediatra mi aveva dato una sorta di scaletta di introduzione cibi che ho seguito meticolosamente.. ma adesso..sono propio confusa!! mi piacerebbe davvero tanto che si auto svezzasse ma non so da dove partire non sono nemmeno una gran cuoca..

    • Andrea says:

      crokky, non devi fare niente di particolare… Vi mettete a tavola assieme e aspetti che LUI sia interessato.
      Come hai fatto con bimbo 1 quando ha imparato a camminare? ;)

      • Crokky says:

        Grazie Andrea.. nel frattempobmi cimento con qualche ricetta sana.. stasera ho fatto le polpette di ceci e anche Lorenzo le ha gradite!!

        • Andrea says:

          Sono certo che quello che mangiavate prima era ugualmente “sano” (assumendo che questa parola voglia dire nulla, cosa di cui, se devo essere sincero, dubito…)

  44. Elena says:

    Ciao sono mamma di Tommaso e Anna. Il primo ha quasi 3 anni e lo svezzamento con lui un incubo inizia a mangiare bene ora. La piccola 6 mesi e mezzo cresce meno e la pediatra mi ha detto di svezzarla. Ho provato in modo tradizionale ma anche lei rifiuta tutto mangia solo un po’ di frutta omogeneizzata. Ieri ha manifestato interesse verso la nostra pasta e gliel ho data e smaniava di volerne ancora… credo che lei si voglia autosvezzare. Sono io che non so da che parte si comincia… avete ricette da consigliarmi, libri, consigli grAzie mille!!!

  45. Anna says:

    Ciao a tutti!!mi chiamo Anna e da che jimmy iniziato a svezzare mia figlia (10mesi) sono sempre stata incuriosita dal tema autosvezzamento,solo che la paura piccola potesse soffocare con un pezzo troppo grande di cibo era più forte di me,così ho preferito procedere col metodo classico..fino ad oggi!Ho letto il libro (che devo dire è semplice e molto ben fatto) e mi ha dato quella spinta e “sicurezza” che mi mancava per iniziare questo percorso!!Ho solo una domanda però: ma se la piccola non vuole mangiare o non è incuriosita da quello che ha davanti ,gli do il latte? (Premetto che Leha già iniziato a mangiare a pezzettini e che comunque prendere ancora la tetta :)

  46. Francesca says:

    Ciao a tutti, il mio bambino ha compiuto da poco 8 mesi, lo allatto al seno a richiesta. Al settimo mese ho cominciato lo svezzamemento tradizionale ma è stato un fallimento totale. Rifiutava tutto, mai un boccone senza inganno. Dopo circa un mese (quindi da una settimana ) ho iniziato autosvezzamento. Ora il bimbo è più sereno, ma si limita ad assaggi di briciole e continua a rifiutare il cucchiaio. Apre bocca solo se mangia dalla mie mani. Ho paura che possa avere delle carenze, magari di ferro perché veramente quello che manda giù è insignificante. Non porta il cibo alla bocca?ma lo butta a terra. A tavola dopo pochissimo diventa insofferente.
    Quanto tempo passa in media prima che il bimbo autosvezzato mangi qualcosa in più e sia più autonomo? Può tirare così a nove mesi solo col mio latte e assaggi piccolissimi?
    Grazie

  47. Chiara says:

    Ciao sono Chiara, mamma
    Di Gaia una bellissima bimba di 21 mesi. Auto svezzata e ancora allattata alla sera prevalentemente.
    Lei ha sempre gradito tutto il cibo, non abbiamo incontrato intoppi, abbiamo assecondato molto la sua richiesta e siamo sempre stati molto contenti di non aver forzato nessuna tappa. Dopo l’anno ha però smesso di mangiare frutta e verdura, idem per lo yogurt. Ho lasciato correre perché mi sono detta, leggendo anche altri consigli qui sul blog, che avrebbe ripreso. Passano molte fasi, quindi bisogna avere pazienza. Quest’anno dopo una brutta influenza e due settimane di inappetenza, ha ripreso a mangiare ma la verità è che mi allontana spesso il piatto dicendo “bleah”… Io non la forzo, le chiedo se ne vuole ancora e glielo lascio finché noi finiamo di mangiare. Però mi chiedo se sto facendo bene?! Lei ha fame, perché mi dice pappa… A volte riprende il piatto e lo mangia ma sostanzialmente ha individuato gli alimenti che le piacciono di più e gli altri li mangia a fatica o addirittura per niente. Che faccio? Al nido mi dicono che mangia tutto…. Persino il formaggio e la verdura che qui proprio non vuole. Io preparo la stessa “pappa” per tutti. Abbiamo reso molto salutare il nostro mangiare da un anno abbondante… Ma se stessi sbagliando proprio ora? Non dovrebbe saltare sempre la cena…. Non è corretto giusto? Aiutatemi un po’ col vostro punto di vista esterno, oggi mi sono un po messa in discussione.

    • Chiara, più che cucinare in modo ragionevolmente vario non puoi.
      C’è anche la possibilità che si sazi al nido.
      Stai tranquilla però che di fame di sicuro non si lascia morire ;)

      • Chiara says:

        Grazie mille! Più che temere che muoia di fame non vorrei che si fossilizzasse su alcuni cibi… quindi, procedo cosi!!! :) cucino di tutto e spero apprezzi… grazie mille!

  48. Nicol says:

    Ciao a tutti! La mia bimba ha 5 mesi, sempre allattata a richiesta. Nonostante i consigli esterni di iniziare lo svezzamento già a quattro mesi, stiamo aspettando che sia pronta e vorremmo lasciare che si autosvezzasse. Il dubbio è che non stiamo capendo e magari è già pronta, nonostante l’età. Lei cerca di afferrare il cibo mentre mangiamo (la teniamo da sempre in braccio a tavola con noi), e ci guarda curiosa. Certo non sta seduta da sola ancora! Come capire i suoi segnali? E la domanda più importante, come inizio? un giorno, semplicemente le lascio afferrare quello che ho nel piatto? Che dubbio!

  49. daniela says:

    ciao a tutti sono la mamma di Gioele, ha 6 mesi e 1/2 e da circa un mesetto abbiamo iniziato lo svezzamento, ma da circa 10 gg non sembra gradire le pappete, sembra che mi chiami e voglia mangiare ciò che noi mangiamo.. per assecondarlo l altro giorno ho provato a fargli assaggiare dell agnello, ma essendo sfumato col vino ho avuto paura quindi l’assaggio è stato davvero minimo ;) come posso assecondarlo? non ha un dente ! diciamo nella pratica.. cosa posso fargli assaggiare? pasta carne ? datemi un idea grazie

  50. Lunatica says:

    ciao a tuttii il.mio bimbo tra qualche giorno farà 6 mesi,iniziate le pappette sotto consiglio della pediatra ma serra la bocca e devo forzarlo, allora ho deciso di lasciar stare x ora…a tavola mostra interesse ma cosa potrei fargli assaggiare ho molta paura di dargli qualcosa che possa fargli male…aspetto consigli grazie

  51. Damiana says:

    ciao a tuttii il.mio bimbo tra qualche giorno farà 6 mesi,iniziate le pappette sotto consiglio della pediatra ma serra la bocca e devo forzarlo, allora ho deciso di lasciar stare x ora…a tavola mostra interesse ma cosa potrei fargli assaggiare ho molta paura di dargli qualcosa che possa fargli male…aspetto consigli grazie

  52. Claudia Volpi says:

    Ciao! Sono mamma di Lorenzo, che è nato il 26 giugno. Da qualche settimana è palesemente interessato a quello che mangiamo noi, quindi ho iniziato a fargli fare degli assaggini che gradisce molto (da qualche giorno a questa parte, deglutisce anche benino). Lui ancora è sdentatino e non sta seduto da solo, e ovviamente non rinuncia al latte, che gli do al seno a richiesta, e cioè, da quando è nato, più o meno ogni due ore. Quando aveva tre mesi sono dovuta rientrare a lavoro e abbiamo (la mia mamma e io) tentato inutilmente di dargli il mio latte col biberon. Dopo qualche giorno di pianti disperati, abbiamo deciso che era meglio portarlo con me e così ho fatto. A gennaio però dovrò rientrare per tutta la mattina e non potrò più portarlo con me. Cosa mi suggerite di provare a fargli mangiare in sostituzione della poppata di metà mattina? Ho provato a dargli il mio latte o quello in formula con il cucchiaino, ma non ne vuole sapere! Ho anche provato in questi giorni a fargli mangiare la frutta a metà mattina, ma se prima non ha poppato, non ne vuole sapere niente. Aiuto!! :)

    • Claudia says:

      Ciao Claudia, quando sono rientrata al lavoro la mia piccola aveva 8 mesi, quindi era un po più grande del tuo Lorenzo, anche lei però ciucciava ad ogni pasto e per il resto assaggiava piccolissime quantità di ciò che c’era in tavola. All’inizio ho provato anch’io a lasciarle del latte tirato che però non ha mai voluto, in qualsiasi modo glielo si presentasse. Ce la siamo cavata per la merenda di metà mattina con biscotti (frollini normalissimi), crackers, tanta frutta fresca (certo d’estate era forse più semplice) ben matura; per il pranzo i famosi fusilli in tutte le salse e con mia mamma che non si fidava a proporle altro anche qualche passato di verdura con carne (simil pappa ma senza farine) e pastina piccola da minestra. Quando poi arrivavo a casa se aveva bisogno si riempiva la pancia con una poppata.
      Spero di esserti stata utile. In bocca al lupo.
      Claudia

    • Andrea says:

      Ciao Fabiana,

      direi che la cosa migliore da fare è leggere il sito ;)

      Già il fatto che tra un mese comincerai (TU) con lo svezzamento la dice lunga. La prima cosa da sapere è invece che è il bambino che inizia, non il genitore, e secondo le tempistiche che decide LUI (il bambino).
      Questa sia la cosa più importante da tenere a mente. Poi il resto verrà da sé

      Ad esempio leggi questo (ma ci sono tanti altri articoli che trattano questo argomento).

      http://www.autosvezzamento.it/definizione-autosvezzamento/

      Il “cosa” è secondario ;)

      Il 14/12/16 12:55, Fabiana ha scritto:

  53. marina says:

    Ciao! La mia bambina ha quasi 11 mesi e l’ho sempre allattata a richiesta e cresce bene. Ho iniziato intorno ai 6 mesi a proporle quello che mangiavamo noi e così continuo; ovviamente a seconda dei giorni mangia più o meno, il fatto è che ancora spesso il tutto si limita a qualche ciucciatina, e poi bocca chiusa e testa girata. Sa masticare e ingoiare perfettamente e acchiappa i cibi con destrezza, ma non sembra molto interessata a mangiarseli, la maggior parte delle volte si dedica a gettarli uno a uno dal seggiolone e a sorridermi. Di aprile la bocca davanti a un cucchiaio manco parlarne. So che non mi devo preoccupare, la mia domanda è: è un comportamento comune anche intorno all’anno? Ci sono giorni in cui mangia solo latte perchè non accetta nient’altro e non l’ho mai forzata. grazie mille!

    • Andrea says:

      Certo che sì, e comunque che alternative hai? :)

      Piuttosto, dalle UN boccone alla volta. Se continua a buttarlo (tu intanto raccoglilo), evidentemente non ha fame.

      Il 05/12/16 15:23, marina ha scritto:

      • marina says:

        no infatti…nessuna. Solo mi piacerebbe che mangiucchiasse un pò di più di “complementare” per quando mi devo assentare qualche ora, visto che non ha mai accettato un biberon né mi sono mai trovata nella condizione in cui fosse necessario darle latte in mia assenza perché fortunatamente ancora non lavoro e non passano mai tante ore.
        Vabbé..continuerò cosí, grazie

    • Damiana says:

      Ciao sono Damiana ,il mio bimbo farà 4 mesi il 14 dicembre ,è sempre stato un mangione(7kg x 63 cm) ora da qualche giorno mangia poco ogni 5/6 ore …meta di quello che mangiava ogni 3 ore,che si sia stancato del latte? Scusa prima non riuscivo a scrivere

      • Andrea says:

        No, sta semplicemente passando una fase così (c’è chi la chiama sciopero del lattante).
        Il bambino mangia quello di cui ha bisogno in quel momento e di sicuro non si lascia morire di fame. Forse semplicemente ha fatto troppe scorte in passato e sta cercando di usare quelle prima di farne altre :)

  54. Cristina says:

    Ciao! Sono Cristina, la mamma di una bimba di un anno…allattata al seno a richiesta e autosvezzata. Il consiglio che chiedo riguarda il momento della colazione. Vi spiego. La bimba si addormenta (tardi…a volte anche mooooolto tardi) la sera prendendo il seno e lo richiede spesso di notte ogni tot di ore. Continua così fino a mattina inoltrata…dato che si sveglia tardi diciamo che la sua colazione (cominciata di notte hihihihi) la fa a letto ciucciando Il latte di mamma. Sono ancora in maternità e quindi non ci sono mai stati problemi organizzativi. Ma fra un mese rientro a lavoro e quindi so che qualcosa dovrà cambiare! La bimba rimarra’ con la nonna. Un po’ alla volta cerchero’ di farle regolarizzare i ritmi nanna sera e mattina. Sicuramente quando non ci saro’ la mattina non avra’ il mio seno da prendere. Tutti mi dicono che devo cominciare a proporle biberon con latte vaccino (+ biscotto…su cui non sono d’accordo! ). Ma la mia bimba non sa nemmeno cos’è il biberon. Cosa mi consigliate? Provo a proporlo? Le do latte in tazza? E se non saprà prenderlo? Ma come colazione solo latte o sarebbe meglio variare con altre proposte?
    Grazie infinite!!!

    • Chiara says:

      Ciao cara, ti posso raccontare la mia esperienza! Io fino ai 12 mesi ho tirato il mio latte. Dopo i 12 le Ho proposto la Tazzina e il Latte vaccino. Ora fa colazione così, al weekedn che sono a casa prima tetta e poi colazione insieme. Le do 120 ml Di latte che per lei sono sufficienti spesso ne lascia. Si autogestisce. Mette dentro i biscotti se li vuole. Adesso ha 18 mesi. Ho provato il latte intero ma è pesante per lei e le Faceva fare delle scariche di cacca, frequenti.
      Ho provato un latte crescita di una ditta di latte per adulti, che è diluito con acqua che lo rende più leggero. Per noi va bene. Prova, ma se non ha mai preso il biberon ti direi di provare con la Tazzina Inviato da iPhone 5

    • Marica says:

      Ciao Cristina, io mi sono trovata nella tua stessa situazione. Mio figlio ha quasi 3 anni, è tutt’ ora allattato al seno a richiesta. Mai preso il biberon. A 7 mesi ho ripreso il lavoro a tempo pieno e ho dovuto (per nostra fortuna) lasciarlo alla nonna dalle 8 di mattina alle 13 e poi dalle 14 alle 18.30. Dopo i primi giorni un po turbolenti ha capito che mamma non lo abbandonava. Faceva il pieno di latte prima che io partissi e appena tornavo. In mia assenza ha imparato a mangiare e bere dell’ altro, latte di nessun tipo, ma acqua e thè. A 18 mesi ha iniziato il nido e da allora la tetta la vede la sera quando rientro dal lavoro alle 18.30. Recupera alla grande nei weekend. Ad oggi mangia di tutto: funghi seppie broccoli carciofi sarde olive salame trippa arachidi kiwi ma ancora non da cenno di voler abbandonare la tetta. Il mio consiglio è di non preoccuparti troppo. Sono molto più bravi di noi a trovare soluzioni. Il tuo bimbo assieme alla nonna troveranno una loro maniera per sopperire alla tua assenza.

      • Claudia Volpi says:

        Ciao Marica, ho letto il tuo commento dopo aver inserito il mio ieri (mi scuso ma non ho avuto tempo di leggere tutto prima di scrivere!). Sono esattamente nella situazione in cui eri tu, spero che anche Lorenzo trovi una soluzione senza troppi “traumi”. Grazie, mi hai confortato!

  55. cecilia says:

    Ciao a tutti, sono la mamma di un gigantone di 3 mesi è mezzo. E’ nato di 4,750 kg e ad ora pesa intorno ai 7 kg. Dopo un inizio burrascoso dove non gli bastava il mio latte finalmente dopo il primo mese mese ha iniziato a prendere solo il mio. Due settimane fa la pediatra non era soddisfatta della crescita (è lungo 65 cm già e il padre è alto 2 m ed è sempre stato magro) e mi ha consigliato l’aggiunta. Ero scettica ma mi ero accorta che iniziava a lamentarsi dopo aver preso solo la mia poppata e la richiedeva di continuo, così ho provato. Ad ora ho ripreso a lavorare e prende il mio latte la mattina e la sera, per il resto 180 di artificiale HA (consigliato dalla pediatra perchè più digeribile visto che l’altro lo rigurgitava ad oltranza. Effettivamente va meglio. La mia domanda è questa, lui segue con molta attenzione noi a tavola ed oggi mentre il padre mangiava una pera ha allungato le mani come fa con il biberon per cercare di prenderla, l’ha ciucciata un pò ed ogni volta la richiedeva leccandosi le labbra. Insomma, era proprio contento! Non è piccolo per provare con un pò di frutta? Anche se lui sembra interessarsi e richiederla devo aspettare ancora almeno un mesetto?

    • Chiara says:

      Scarica il manualetto che puoi ricevere all’iscrizione in questo sito. Hai risposta alle tue domande. Ci sono delle competenze imprescindibili da osservare e assecondare. A tre mesi il bambino non ha perso il riflesso di estrusione, non ha sostegno per sedersi da solo e rischi di andare incontro a situazioni difficili. Non si strozza se riesce a deglutire! Per ora leccare qualcosa di dolce è un conto iniziare a introdurre cibi solidi è un altro. A 6/7 mesi hanno una manualità che si sta sviluppando e permette loro di servirsi” pertanto di non essere imboccati! Quanto al Fatto che è un gigante, molti bimbi, sopratutto il Tuo che parte con un peso Eccezionale alla Nascita, hanno un boom di crescita iniziale ma Comunque poi rallentano… Quindi non preoccuparti se è 7 kg e poi non cresce quanto ti aspetti non significa che non mangia abbastanza. Solo Che ha un suo ritmo Di crescita. Ciao e spero di esserti stata utile! Aggiungo che a 2 mesi stanno sempre attaccati Perché è normale, non è fame tante volte ma Stanno sviluppando la Cognizione di se come individuo nel mondo, separato dalla Mamma e ogni volta Che si sentono insicuri richiedono di poppare che aggiunto alle Volte che ha fame, che hanno mal Di pancia, sonno, ecc ecc ti sembra che voglia sempre poppare ma non è che non gli basti…

      Inviato da iPhone 5

  56. Serena says:

    Ciao, sono Serena, mamma di un bimbo di 5 mesi e mezzo, allattato esclusivamente da me, sempre stato un gran mangione… abbiamo appena superato i 9 kg per circa 68 cm di lunghezza. Avendo deciso di intraprendere l’avventura dell’autosvezzamento, dai 4 mesi l’abbiamo messo a tavola con noi ad ogni pasto. Si è subito dimostrato interessato al cibo seguendo con lo sguardo ogni nostro gesto, ma due giorni fa la svolta: ha allungato le manine verso il cibo piangendo disperato….mi ha colto un pò di sorpresa perchè non mi aspettavo che “decidesse di svezzarsi” così presto, ma comunque abbiamo iniziato ad assecondare le sue richieste…
    Come ho letto, mi aspettavo assaggini e leccatine…invece si è pappato mezza ricottina, oggi un bel pezzetto di pesce schiacciato con la forchetta…non saranno pasti completi, ma dato le dimensioni del suo stomachino, mi sembra tanto per avere solo 5 mesi ed aver appena iniziato! Un pò lo lascio fare con le mani, un pò lo imbocco, mettendone sempre un pochino alla volta davanti a lui e aggiungendo man mano. Capisco che non ha più interesse solo quando distoglie lo sguardo dal cibo o smette di lamentarsi nell’attesa del cucchiaino successivo. Poi comunque il seno lo cerca…ma mi ha lasciato un pò disorientata questa rapidità…vado avanti così proponendogli di tutto, nelle quantità che decide lui? Per quanto cerchi di cucinare in modo sano, devo avere qualche attenzione in più? Per ora mi sento di dargli solo cibo ben schiacciato o sminuzzato…i cibi a bastoncini da fargli mangiucchiare no, a parte il pezzetto di pane da ciucciare, ma dal quale sono sicura non si possono staccare pezzi…mi sembra ancora troppo piccolino…sbaglio?
    Grazie mille!

    • Andrea says:

      Vai tranquilla e continua così. L’unica cosa eviterei il pezzo di pane che se si spezza potrebbe essere antipatico. Molto meglio un bel fusillo o della verdura o quello che è :)

  57. Sabrina says:

    Ciao a tutti, sono Sabrina la mamma di Nicole, 4 mesi. Ieri ho iniziato a darle la frutta omogenizzata, sotto
    Consiglio del pediatra, soffrendo Nicole di reflusso, è già da ieri ho visto miglioramenti. Però è da 3/4 giorni che noto in Nicole un aumento dell’appettito, su 5 biberon 4 sono da 180 ml. Oggi ho comprato i biscottini senza glutine, vorrei un consiglio, li inserisco in ogni biberon che berrà? Naturalmente inizierei con 1…

  58. silvia says:

    Ciao Sono Silvia mamma di Gaia 12 mesi, ho bisogno di un sostegno morale perchè non so se sto facendo la cosa giusta.
    Gaia non vuole mangiare vuole solo esclusivamente il seno. Ho iniziato lo svezzamento a 7 mesi e da quel giorno per me e lei è stato un inferno. Non ha mai voluto pappe tipo cremina di riso , mais e tapioca le ho provate tutte e comprate di tutte le marche con scarso successo, siamo passate alle minestrine, sabbiolina, stelline, puntine ecc niente ho provato a farle assaggiare il nostro cibo vedevo la sua curiosità mentre mangiavamo ma niente nemmeno li; siamo arrivate ad un anno di età ha assaggiato di tutto carne pesce uova legumi formaggi frutta verdure tutto ma non mangia e dice no con la testa. ha iniziato il nido a settembre e devo dire che piano piano le maestre (sante donne) per circa un mese sono riuscite a farla mangiare qualcosina (poco, ma qualcosa diverso dal latte mangiava) circa un mese fa ha smesso di mangiare nuovamente, gli unici alimenti che mangia è la frutta fresca e omo, pane che faccio in casa, cracker qualche pezzetto e basta!
    Ho ripreso a lavorare a tempo pieno quindi durante il giorno prende il seno solo tre volte circa ma di notte è sempre attaccata un po per coccola un po per fame credo. Tutti mi puntano il dito contro dicendomi che sbaglio e devo lasciarla senza seno per qualche giorno ma secondo me non è la soluzione a questo problema e poi da mamma non ci riesco proprio a fare una cosa simile a mia figlia. Il mio compagno mi dice di darle il latte crescita così si staccherà dal seno ma per me l’allattamento è molto importante so i benefici e sinceramente non mi fido di tutte queste grandi marche che propongono latte a discapito di quello della mamma.
    Non so come fare e se sto sbagliando se vi va di dirmi anche solo la vostra esperienza mi sentirei meno sola.
    grazie mille a tutti.
    Silvia
    cosa posso fare?

    • Malusiar says:

      Silivia ciao.
      Forza e coraggio. Per me sei da incoraggiare. Anche la mia cucciola 10 mesi, pur assaggiando praticamente tutto, non rinuncia mai al sio “lattino”, ovvero al mio seno, e a volte lo preferisce al resto. Se a te non pesa allattare e lei ancora ne vuole non rinunciare a questo bellissimo ed intimo momento e considera che non tutte le donne comprendono realmente questo atto di puro amore. Anche nel mio caso a volte mi guardano come se fossi io ad insistere e non lei a volere. Perciò avanti e non mollare finché la tua bimba vorrà. Ultimo consiglio non demordere e cerca sempre di farle assaggiare, senza ansia, un po tutto.
      Spero di esserti stata utile.

      • silvia says:

        Ciao Malusiar, Grazie mille del tuo consiglio sapere che nn sono la sola e che non sto sbagliando con la mia bambina è la gioia più grande. Allattarla è un momento magico tutto nostro e molto importante per lei quindi andrò avanti per questa strada cercando come dici tu di farle assaggiare tutto (anche se praticamente lo ha già fatto) ma gli riproporrò sempre il pasto.ieri x esempio ha mangiato un po di parmigiano nonostante glielo avessi già proposto tempo fa spero che piano piano riusciremo nell’intento. :) Grazie mille

  59. Claudia says:

    Eccomi qua, sono Claudia, scusate ma ho bisogno di sostegno morale causa bilancio dei 12 mesi!
    Anche questa volta (già al bilancio dei 9 non avevamo fatto un figurone) promosse con riserva causa peso non regolamentare…la butto sul ridere se no mi faccio i patemi d’animo.
    Maria, 12 mesi appunto, nata di 2,460 kg, al bilancio dei 9 ne pesava 7,6 e ora 7,860. È vero negli ultimi 3 mesi non è cresciuta molto ma si era fatta la sesta malattia subito prima della pesata. È anche vero che fino a 6 mesi il suo trend di crescita era stato molto più sostenuto e il rallentamento è evidente, ma a sentire il pediatra sembra quasi che non le dia da mangiare!
    Invece lei mangia di gusto praticamente di tutto, assaggia con piacere i cibi nuovi, ma ovviamente nelle quantità che decide lei, che si spesso è vero sono modeste.
    Ma che devo fare? Se lei sta bene così! È piena di energia, serena e se proprio vogliamo dirla tutta c’ha le sue belle gambette cicciotte. Che il pediatra abbia problemi di vista? O forse il problema è che la allatto ancora al seno e non vuole saperne di nessun altro tipo di latte? Al prossimo bilancio ho deciso che gli racconto una balla e gli dico che fa colazione col latte vaccino, chissà che stavolta non mi promuova a pieni voti! (Si perché ormai quando vado dal pediatra mi sembra di dover passare un esame all’università…)

    • Erica says:

      Ciao! Ho appena finito di leggere il libro “io mi svezzo da solo” e quando ho letto la tua storia mi sembrava di rivedere alcune pagine. La tua cucciola sta bene? Salta e sorride come sempre? Sei sulla strada buona! Il libro l’ho trovato anche in biblioteca ed è un vero toccasana per chi, come noi, ha tutti questi dubbi.
      Fidati di Maria ;)
      PS anche la mia non vuol saperne di latte diverso dal mio.
      Erica e Amelia 7 mesi

  60. Simona says:

    Ciao sono Simona,mamma di una bimba di sei mesi..da circa un mese assaggia qualsiasi cosa sia presente sulla tavola (tranne pepe ,peperoncino e condimenti eccessivamente pesanti ); ovviamente non pranza e non cena ,continua a bere il suo bel latte artificiale e ogni tanto mangia qualche omogeneizzato alla frutta. Sta benissimo,cresce che è una meraviglia e io non ho nessuna preoccupazione . Volevo dirvi solo questo ☺️ Vivete il tutto tranquillamente , senza paure e ansie . Sara’ lei a decidere quando è arrivato il momento di riempirsi il
    pancino.

  61. Daniela says:

    Ciao sono Daniela mamma di Eros di 7 mesi e cocci..abbiamo fatto allattamento al seno a richiesta fin dalla nascita ..abbiamo iniziato lo svezzamento standard ai 6 mesi poiché il pediatra aveva notato uno stop nella crescita peso lunghezza e circonferenza cranica..primo mese di pappine é andato bene ora da circa 1 settimana serra la bocca a pranzo e a cena..nulla sembra piacergli se nn la pera grattugiata tutto qui! Noi depressi e frustate. .ho letto il libro di Andrea e mi sono detta che nn voglio forzare il bambino a mangiare le pappe quindi vorrei provare con l autosvezzamento. …secondo voi posso ancora rimediare?grazie

    • Andrea says:

      Ciao Daniela,

      avendo letto il libro allora già sai che se davvero vuoi che tuo figlio si autosvezzi, allora devi accettare l’idea che LUI e SOLO LUI sa quanto gli serve mangiare.
      Dire di “provare” con l’autosvezzamento non vuol dire nulla e crea solo ulteriore frustrazione perché genera aspettative che difficilmente l’autosvezzamento potrà soddisfare (ovvero che il bambino diventi un mangione o anche semplicemente mangi di più). Sull’argomento ad esempio leggi qui: http://www.autosvezzamento.it/un-alternativa-a-monte/

      L’autosvezzamento (nonostante sia il bambino quello che si autosvezza) ha l’effetto più importante sui genitori i quali capiscono che il bambino è in grano di decidere quanto/cosa mangiare e che quindi cessano di preoccuparsi (di solito indebitamente) se il bambino mangia poco/tanto in quanto sanno che il bambino mangia sempre IL GIUSTO. Quindi sì… convertirsi all’autosvezzamento è sempre una buona idea, ma quello che deve cambiare non è il bimbo, ma… tu ;) Una volta fatto questo passaggio vedrai le cose in modo diverso e magicamente tutte queste ansie (e sprechi) scompariranno :)

    • Chiara says:

      Ciao Daniela, vorrei portarti la mia esperienza. Ora mia figlia ha 18 mesi ed è stata auto svezzata. Ho cercato di interferire il meno possibile, per quanto riuscissi e sopratutto cercato di eliminare interferenze esterne. Spesso ho chiesto ad Andrea consiglio e sempre ho avuto risposte comprensibili e competenti. La nostra pediatra è contraria all’auto svezzamento. Onestamente, finché stiamo parlando di patologie ok faccio un passo indietro ma quando a 4 mesi mi ha detto di dare la
      Frutta e poi ho avuto la ricetta del
      Brodino insapore… Ho capito che per il pancino ci pensavo io. Sempre poppate a richiesta prima dopo e durante. A tavola all’inizio (per inizio intendo qualche mese…) non si pensi che loro mangiano per saziarsi. Loro sperimentano consistenze e sapori. Se tu vuoi vedere tuo figlio mangiare subito non è questione di autosvezzamneto da bricioline passano a pezzettini sempre più grandi e poi a dare morsi tenendo le cose in mano, a indicare ciò che desiderano, a provare a mangiare come fate voi. In primis seguì un corso di disostruzione pediatrica, per stare più serena e poi siediti a tavola e mangia con tuo figlio. Ma non aver fretta. Ora la mia piccola mangia e beve da sola. Con piatti e bicchieri veri, come i nostri. Le nostre cose e ai nostri orari di casa. È una delle avventure più belle. Davvero lo sentì ancora più parte della famiglia.

      • Daniela says:

        Grazie Chiara..la tua esperienza è preziosa..e come mi dice Andrea quella che deve cambiare sono io e non il bambino..l’approccio deve essere senza ansia..io è da 5 giorni che il bambino non mangia e che provo di tutto..risultato? i gatti fuori sono belli sazi e ringraziano queste pappette..io ho mal di testa post pranzo del bimbo e non mangio nemmeno io per la frustazione..sederci a tavola con mio marito è diventato un incubo perchè continua a chiedermi “ha mangiato oggi?” e la risposta è sempre negativa. oggi sai che faccio? non gli preparo nulla dei suoi intrugli ma provo a mettergli davanti quello che mangeremo noi… a proposito…da cosa inizio?
        grazie mille un bacio!

        • Anna says:

          Ciao, il mio piccolo ha ora 6 mesi e mezzo e anche io qualche giorno fa mi chiedevo con che cosa inizio? sai cosa ti dico? non e lo chiedere, prepara la tavola per te , tuo marito e tuo figlio e riempi i piatti tuo e di tuo marito. Siedilo sul seggiolone o meglio seggiolone da tavolo e vedrai che se è il momento giusto, tuo figlio allungherà le mani sul tuo piatto. In quel momento trasferisci poco del tuo cibo sul suo piattino vuoto e vedrai che ci pensa lui a spalancare la bocca per essere imboccato o forse se lo metterà in bocca da solo :-)
          Spero di esserti stata di aiuto

  62. Elisa says:

    Grazie Andrea! Comunque Dopo essere stata traviata, non completamente per fortuna, vi comunico che sto rinsavendo, facendo qualche passo indietro e ignorando i consigli dati dalla pediatra ieri: ad esempio di non dare la tetta prima di sedersi a tavola, se no Massimo non ha fame e per questo non mangia. Ma io sono convinta che Massimo non Sa ancora che quello che c’è a tavola lo sfama, quindi perché farlo arrivare affamato e nervoso, negandogli l’antipasto?!

  63. Elisa says:

    Ciao a tutti, sono nuova su autosvezzamento.it. Mi chiamo Elisa, mamma di Massimo, 8 mesi. Sono sempre stata molto convinta dell’alimentazione complementare a richiesta, a livello teorico. Già perché poi in pratica mi sono scontrata con mille dubbi, per la maggior parte causati dalle ansie di mia mamma e dei miei suoceri! Senza stare a raccontarvi tutti gli esperimenti e le prove fatte e ancora in corso. Ho due domande, perché Andrea in riferimento ad un commento riguardante la stitichezza comparsa con l’introduzione di cibi solidi hai consigliato alla mamma di sospendere la frutta “che tanto non serve”? In che senso? E poi come la mettiamo con la questione ferro? Ieri la pediatra mi ha detto che É importante che Massimo cominci a mangiare per il ferro, poco presente nel latte materno. Grazie, Elisa

    • Andrea says:

      Ciao Elisa,

      perché probabilmente la stitichezza era causata proprio dalla frutta. Se il bambino è allattato le possibilità che sia stitico sono quasi inesistenti :) Se poi ha davvero problemi, di sicuro non si risolvono con qualche cucchiaino di frutta frullata di pomeriggio.

      Per quanto riguarda il ferro puoi star pur certa che quello che mangia il bambino è QUASI irrilevante. Se si è a pericolo anemia l’unica cosa da fare è prendere un’integrazione. Se non si è a pericolo anemia è inutile preoccuparsi (e in Italia a livello di popolazione siamo a pericolo basso).

      Vero che il latte contiene poco ferro (ma molto biodisponebile) ed è vero che altri cibi ne contengono di più, ma è pur sempre in quantità modeste e insufficienti a curare un’anemia. La questione di QUANTO e COME bisognerebbe ingerire il ferro è molto dibattuta e ancora devo trovare qualcuno che mi dia una risposta sensata.

      In ogni caso il ferro non è mica una cambiale in scadenza. A mio avviso è più importante che il bimbo mangi quando decide LUI che è pronto.

      Il 28/10/16 13:42, Elisa ha scritto:

  64. Cira says:

    Ciao…ho una bimba di 6 mesi e sono curiosa sull’autosvezzamento xké la bimba da come si comporta e dalla curiosità ke ha nel cibo ke metto in tavola credo che sia più orientata x tale metodo…
    Ho provato a dargli da mangiare frutta e verdura frullata ma nn la mangia volentieri mentre li stesso cibo in pezzi lo mangia più volentieri….

  65. Federica says:

    Ciao a tutti! La mia bimba ha 7 mesi e da un mese mangia le pappe (sto facendo svezzamento tradizionale)..ero interessata all’autosvezzamento ma la mia pediatra non era d’accordo x cui ho lasciato perdere…e se ora volessi fare di testa mia? Posso iniziare ora che lei mangia già le pappe?

  66. Cecilia says:

    Ciao a tutti,
    Sono Cecilia, la mamma di un bimbetto di nome Valerio che tra qualche giorno farà sei mesi. Premetto che da quando é nato la pediatra ha ipotizzato un paio di volte l’aggiunta di latte artificiale e poi a quattro mese ha proposto di iniziare lo svezzamento ( Valerio non ha mai avuto una crescita esponenziale anche se sempre costante in più soffriva di coliche). In ogni caso qualche settimana fa abbiamo introdotto la frutta, pensando poi di passare ad altro. Da allora Valerio ha problemi a fare la cacca. Va in blocco. A volte ha bisogno di essere stimolato. Se non la fa si lamenta e non dorme. Se poi salta la frutta tutto questo scompare. È mai successo a qualcuno di voi? Che faccio interrompo tutto? Per la pediatra è tutto molto strano. Altre mamme mi hanno detto che è normale, l’intestino deve abituarsi.. Ma a distanza di quasi tre settimane ho qualche dubbio.. Quanto ci vuole ad abituarsi? Io ho paura che l’intestino non sia proprio pronto.. O è lui che è pigro e non si sforza abbastanza? Cosa consigliate?
    Grazie

    • Andrea says:

      Che brutta parola “pigro”:) Che ci siano problemi di stitichezza all’inizio dello svezzamento è abbastanza normale. Se vuoi prendi questo come un segnale… Basta con la frutta (che tanto non serve) e aspetta che sia il bimbo ad avvicinarsi al cibo, NON viceversa ;)

  67. Marta says:

    Ciao a tutti! Adele 5 mesi sta iniziando a mostrarsi interessata a quello che succede in tavola ma non ancora pronta a provare. Quello che mi preoccupa è il fatto che inizierà il nido a breve e non so come gestire la cosa, premetto che il cibo lo preparerò io, ma li lei non condividerà il pranzo come se fosse a casa a tavola con noi, sarà aiutata dalle maestre e dubito che loro eviteranno di imboccarla o che le lasceranno mangiare da sola, che ne so un fusillo. Aggiungendo il fatto che dovrò dare anche il mio latte nel biberon perchè lei sicuro che non avrà ancora sostituito il latte con il pranzo o merenda. La vedo complicata insomma…
    qualche consiglio?

  68. Paola says:

    Ciao a tutti,
    Sono Paola, una neoiscritta e mamma di una piccola bimba che ha 5mesi e mezzo.
    Il nostro autosvezzamento deve ancora iniziare, ma sappiamo già che dovremo fare i conti con qualche antipatico disturbo, visto che A. dalla nascita ha reflusso gastroesofageo. Mi chiedo se qualcuno dei genitori in questo blog, ha qualche problema simile al nostro.

  69. Daniela says:

    Ciao a tutti! Sono la mamma di Alessandro che ora ha 8 mesi e mezzo. Lo svezzamento ha fatto fatica a partire ma da un mese abbondante mangia di gusto sia a pranzo che a cena. É super interessato e vuole assaggiare tutti. Mastica benissimo e ora mi é passata l’ansia iniziale per i pezzi. Mangia da solo tortiglioni,fusilli,spicchi di pera,pezzi di pane,ravioli…ecc…consiglio caldamente a tutte questo tipo di svezzamento. In primis per la felicità dei bimbi, e secondo, per la comodità….si mangia tutti la stessa cosa!!!

  70. Milena Cabiddu says:

    Buonasera! sono Milena la mamma di un bimbo di nome Francesco, ha sei mesi e da circa una settimana abbiamo introdotto il cibo solido, da quando aveva due mesi beve il latte artificiale, lui è interessato al cibo, io per adesso do la frutta a merenda e poi a pranzo brodo vegetale con le varie pappette, mi interessa la teoria dell’autosvezzamento , ma non saprei proprio come organizzarmi!

  71. Alessandra says:

    Sono la mamma di un bimbetto di 6 mesi che da un paio di settimane ha iniziato un felice autosvezzamento (mangia volentieri, è interessato al cibo ed è felice di condividere il pranzo con mamma e papà ). È un bimbo estremamente felice, sempre sorridente e molto curioso, di notte ha sempre dormito abbastanza bene svegliandosi, a partire dal mese e mezzo, al massimo 2 volte per notte e poppando di giorno minimo ogni quattro ore se non di più. Il problema è sorto ora, pochi giorni dopo il primo pasto ha iniziato a dormire molto male con mille risvegli e lamenti continui, poi a non addormentarsi più senza la tetta (tutto il giorno…. ) e ora è un vero dramma perché non farebbe altro che stare attaccato e io sono disperata… Inizialmente ho dato la colpa ai dentini (ne ha messi 2 da un mesetto e pensavo che avesse fastidio perché stavano uscendo quelli sopra ), poi a un po’ di raffreddore, ma in realtà sono entrambi eventi già vissuti e ai quali non ha mai reagito così. Leggo dappertutto che ormai a 6 mesi dovrebbero dormire tutta la notte, di togliere il vizio della tetta fuori dagli orari dei pasti ecc… Eppure io non sono sicura, ho paura di non dargli il giusto sostegno in un momento delicato come quello dello svezzamento, ma se poi assecondando questi suoi bisogni entrassimo in un loop irreversibile senza traumi?!

    • Andrea says:

      Ciao Alessandra,

      non prenderla sul personale, ma piuttosto come una critica rivolta alle persone/libri su cui fai affidamento. Davvero alcune cose che ti hanno detto sono solo STUPIDAGGINI.
      “Leggo dappertutto che ormai a 6 mesi dovrebbero dormire tutta la notte” Ma dove???
      “è un vero dramma perché non farebbe altro che stare attaccato” Guarda che è normale ;)

      Allora, lasciando perdere le “informazioni” che ti hanno passato (e che ti consiglio di scartare immediatamente per la tua sanità mentale), ti posso rassicurare/terrorizzare dicendoti che il comportamento dei bambini è imprevedibile e che cambia da un giorno all’altro senza apparente ragione. Tuo figlio si è svegliato 2 volte per notte da 3 mesi? Perfetto, ora per i prossimi 6 si sveglierà 5 volte, i successivi 2 zero volte, i 3 dopo tre volte e così via.
      Durante il giorno starà attaccato a periodi poco tanto, tantissimo, pochissimo, ecc.
      Remare contro i desideri bisogni del bambino sortirà l’unico effetto di farci diventare matti. Tanto vale cercare di non farci caso e aspettare che passi (perché questa è l’UNICA cosa certa… quella fase passerà, ma solo per essere rimpiazzata da un’altra.
      I problema è che chi ti consiglia (persone o libri) ti ha proposto uno standard SBAGLIATO contro il quale è normale sentirsi inadeguati (ovvero tu non sei capace a gare il genitore e tuo figlio ha dei problemi perché non vi conformate a detto standard).

      Il momento dello svezzamento (che BRUTTA parola che ha al suo interno proprio tutte le sciocchezze di cui sopra) non è affatto delicato né particolare, ma una tappa evolutiva come 1000 altre.

      Ma poi… come fai a entrare a entrare in “un loop irreversibile” se assecondi UN BISOGNO??

      L’unica cosa da fare è un bel reset, mandare tutti a quel paese e chiedere AL BAMBINO qual è la cosa migliore da fare per VOI ;)

      • Malusiar says:

        Ti rassicuro Alessandra che anche laia Sofia a breve compirà 8 mesi e ricerca il mio seno come prima anche se mangia con e come noi. Soprattutto per dormire. Le tue parole Andrea mi hanno rassicuro perché se anche io la attacco tutte le volte che vuole e ancora con grande piacere, mi interrogavo proprio in questi giorni se stessimo facendo io ed il mio compagno la cosa giusta. Insomma quando si sentirà pronta dormira da “sola”
        lo farà. Ma se io volessi allattarla, ovviamente finché vorrà, anche fino ai 2 anni, sto facendo la cosa più giusta per lei ?
        Grazie.

        • Andrea says:

          Malusiar, premesso che io certo non so quale sia la cosa giusta per TUA figlia, mi pare davvero molto pooooco probabile che allattarla secondo le SUE necessità possa essere un errore. Considera poi che si consiglia di allattare “fino a due anni e oltre fino a che madre e figlio lo desiderano”. Che poi chi ci sta intorno ci dica altre cose è un altro paio di maniche ;)

    • Daniela says:

      Guarda…il mio ha 8 mesi e mezzo…si sveglia 4-5 volte per notte…la pediatra mi ha detto che a 7 mesi iniziano gli incubi,i risvegli notturni in più c’è la dentizione e lo svezzamento a scombussolarli….per cui dubito fortemente che a 6 mesi dormano tutta notte….ci sono le mamme fortunate e quelle meno! E mi ha anche detto che il sonno si regolarizza verso i due anni…per cui….

  72. assunta croce says:

    Buongiorno sono la nonna di un piccolino di 5 mesi e sono molto felice , non ho mai acclarato le idee “moderne” , infatti ho nutrito i miei quattro figli con alimenti naturali, bandendo assolutamente latte in polvere e omogeneizzati . Vorrei per questo piccolino un alimentazione naturale, ovviamente anche sua mamma è d’accordo, mia figlia , con uno spirito collaborativo cercheremo di nutrirlo e crescere nella maniera più naturale ed idonea possibile . Va da se che non intendo sostituirmi ai genitori, cercherò solo di essere un supporto, mi auguro valido. Attendo vostri consigli e suggerimenti in merito.

  73. Alessandra says:

    Buongiorno mio figlio ha 10 mesi e da tre giorni l ho autosvezzato .. prima la pastina piccola se la finiva in 15 minuti ora con i fusilli ci mette un ora e dopo qualche cucchiaino già non ne vuole piu .. forse non e pronto? Premetto che gli do due cucchiai di pasta non di piu e stasera provo con la carne e patate .. ma non lo vedo molto propenso verso io cibo solido

    • Andrea says:

      Ciao Alessandra, Il problema è che forse TU hai autosvezzato tuo figlio, ma questo è irrilevante in quanto è LUI che non si è autosvezzato. In verità tu hai fatto svezzamento tradizionale, ma lui non è d’accordo e non si conforma a quelle che sono le TUE aspettative. Ma questo è un problema tuo e non suo. Ricorda sempre che lui mangia le quantità che servono a lui e che non necessariamente sono quelle che pensi tu. Comincia con il dimezzare, no anzi dividi per quattro le sue porzioni e se ne vuole di più che sia LUI a chiederlo. L’alimentazione deve essere sempre a RICHIESTA.
      Ciao :)

  74. Malusiar says:

    Ciao. La mia piccola Sofia si stà avvicinando alle prime “pappe” (quasi 6 mesi) ed io vorrei provare questa “nuova teoria”, si fa per dire, dello svezzamento complementare. Ma i dubbi che mi e ci assillano sono tanti.
    Con quale alimento iniziare, dato che è allattata al seno in modo esclusivo, con la frutta, a fette come suggerisci tu Andrea o frullata ?
    E poi quali alimenti potrò dare, subito la pasta fusilli cotti, ma non scotti ?
    E soprattutto quale tabella alimentare devo seguire: carboidrati, proteine, grassi …, dato che non si può alimentare con le stesse necessità nostre e noi non con le sue ?
    Spero che qualcuno mi “illumini”, magari citandomi anche delle fonti scientifiche.
    Grazie infinite.

    • Andrea says:

      Ciao, la tua domanda richiederebbe una risposta troppo lunga. Mi limito a dire che non c’è bisogno di seguire “tabelle alimentari”, se non la piramide alimentare e che i bisogni dei piccoli sono davvero simili a quelli dei grandi (con pochi accorgimenti). Il punto fondamentale è che il bimbo ha bisogno solo di latte e il resto è semplicemente un di più, per cui è davvero inutile perdersi dietro inutili dettagli. Dopo tutto si parla di alimentazione COMPLEMENTARE (a richiesta) :)

      • Malusiar says:

        Grazie per la celere risposta. Ti assillo richiedendoti se devo cominciare con la frutta e sempre latte ovviamente o subito con la pasta etc etc.
        Ciao.

        • Andrea says:

          Né l’uno, né l’altro :) 1) non sei tu che cominci, ma la bimba 2) la bimba comincerà da quello che le sembra più interessante quel giorno e a quell’ora e tu non puoi prevedere cosa sarà 3) il primo assaggio sarà probabilmente una leccatina o poco più, quindi il “cosa” è davvero irrilevante :) 4) stacchetto pubblicitario : guarda qui: http://amzn.to/294hael Forse ti aiuta :)

  75. Davide says:

    Mio figlio ha 5 mesi, fin dall’inizio è sempre stato accanto a noi durante i pasti. Da qualche giorno allunga le manine verso i nostri piatti (sta già seduto da solo) ed oggi ha inaspettatamente afferrato metà albicocca, se l’è portata alla bocca e l’ha succhiata voracemente.
    Sono consapevole che 5 mesi siano pochi per iniziare lo svezzamento, ma vederlo piangere disperato quando gli ho tolto il frutto dalla bocca, mi ha stupito.
    Esistono bambini “pronti” prima dei canonici 6 mesi?

    • Andrea says:

      Davide, dipende cosa intendi per “pronto”. A quest’età quello che farà molto probabilmente è ciucciare e poi sputare semplicemente perché a quest’età questo è quello che fanno. Qualcosa va anche già, ma non più di tanto. Il processo è lungo e graduale, ma è come dire “mio figlio ha provato ad alzarsi in piedi, vuol dire che è pronto per correre”? :D

      Leggi qui: http://www.autosvezzamento.it/svezzamento-prima-dei-6-mesi/ :)

  76. SILVIA SURANO says:

    Buongiorno a tutti! Sono Silvia, mamma di Ilaria che ormai ha quasi 9 mesi. Sentito il pediatra, ho iniziato con lei lo svezzamento classico: frutta a merenda -tutto bene, fin troppo e da subito!- poi la prima pappa. Anche questa alla grande. Poi, basta, bocca chiusa e avversione per tutto ciò che è molliccio e brodoso. Ho fatto passare un po’ di giorni e riprovato, ma la situazione non è cambiata. Ho, così, sperimentato i principi dell’autosvezzamento e abbiamo trovato un punto di equilibrio. Ora Ilaria fa pranzo e cena, oltre a 3 poppate, a colazione, merenda e prima della nanna notturna. Vorrei provare a sostituire una merenda vera e propria alla poppata di metà pomeriggio, ma essendo rimasta l’avversione per le cose mollicce e pastose, la bimba non ama yogurt, ricotta, … cosa posso proporle, tenendo conto che mangia frutta a fine pranzo e cena?

  77. Simona says:

    Buonasera a tutti.
    Ho un bimbo di 5 mesi e alla fine del mese prossimo inizieremo lo svezzamento (ora è allattato al seno). Sono favorevolissima all’autosvezzamento, però non ho ben capito se il bimbo già dal mese prossimo “deve” iniziare a mangiare quello che mangiamo noi genitori oppure dovrebbe mangiare la sua pappa e incominciare ad assaggiare quello che mangiamo noi?
    Lui da più di un mese, quando ci vede mangiare, guarda con ammirazione e curiosità tutto quello che mettiamo sulla tavola.
    Grazie mille! =)

    • Andrea says:

      Ciao Simona,

      di sicuro non “devi” fare nulla, né ti devi mettere scadenze. Quando il tuo bimbo sarà pronto e interessato, LUI comincerà. Potrebbe essere domani come tra 2 mesi, ma non ha molta importanza. Per questo non molto ha senso chiedersi con cosa sia meglio cominciare perché… non sei tu a cominciare. Quando il bimbo è pronto… è pronto, ed è pronto per le pappe così come per l’arrosto :)

      Leggi questo:

      http://www.autosvezzamento.it/definizione-autosvezzamento/

      • Valentina says:

        Ma che risposte sono? Quando è pronto è pronto? Ma secondo lei si cucina da solo? O lo lascio seduto a tavolo tutto il giorno aspettando che mo chieda un boccone? Ho letto in po’ di risposte varie e non siete x niente di aiuto!

        • Andrea says:

          Valentina, l’aiuto che mi pare di capire tu cerchi non te lo posso dare, né, temo, te lo può dare nessuno :) Certo che non lo lasci seduta a tavola tutto il giorno. Voi vi mettete a tavola assieme. Quando sarà pronto (IL BIMBO, non il genitore) te lo farà capire.
          È un po’ come quando imparerà a camminare… cosa fa il genitore? Presta la mano all’occorrenza. Il pavimento su cui camminare è sempre là. L’unica differenza se vuoi è che la tavola apparecchiata è a orari più o meno fissi :) Davvero, altro non c’è da fare.

  78. Mariangela says:

    Ciao. Ho una bimba di 5 mesi e mezzo. Da almeno un mese abbondante molto interessata a quello che mangiamo noi. Perciò da subito ho iniziato a farle fare piccoli assaggi. Ho iniziato anche con le classiche pappe (che odia) …..se dovessi continuare con gli assaggi che dimensioni dovrebbero avere i cibi per evitare problemi di soffocamento?

    • Chiara says:

      Ciao Mariangela, essendo i primi approcci data l’età saranno micro pezzettini… Man mano nel tempo diverrà più facile quando lei sarà in grado di gestirli. Io ho sempre iniziato dal micro pezzetto per poi aumentare valutata la Reazione!!! In bocca al lupo!

      Inviato da iPhone 5

  79. Claudia says:

    Ciao, sono Claudia, la mia Maria, che all’atto ancora al seno, ha 6 mesi e mezzo e da un mesetto circa ha iniziato a dimostrare interesse per il cibo, e così via con gli assaggi, a volte tenendosi le cose da sola, raramente imboccata col cucchiaino, a volte imboccata con le nostre mani . Devo dire che nonostante i miei timori sta diventando sempre più brava a gestire il cibo in bocca anche se a volte ne stacca pezzi che a me sembrano grandi. Fin qui tutto bene, ma il problema sono le quantità, o meglio il fatto che faccia solo piccoli assaggi e poi viva di latte per ora non è un problema, ma fra un mese io riprenderò a lavorare. Starò fuori casa più o meno dalle 7.20 alle 13.40 e in questo intervallo di tempo attualmente lei ciuccia altre 2 volte dopo il pasto della mattina , che ora fa verso le 6.30.
    So che manca ancora un mese ma sono un po’ in pensiero, già sento le nonne che si occuperanno di lei rimproverarmi per non aver insistito con le pappe o per non averla abituata al biberon.
    Dentro di me penso che probabilmente lei si adattera’ e magari se proprio non arriverà a fare pasti interi, spilucchera’ quanto le basta fino al mio ritorno, ma sarà vero? E se invece passerà la mattina a piangere disperata? Dovrei iniziare a farmi una scorta tirandomi il latte per lasciargli qualche biberon di emergenza?
    A proposito, mia mamma insiste che devo abituata a bere l’acqua col biberon o col cucchiaino, io ci ho anche provato, ma col biberon proprio 0, col cucchiaino ogni tanto. Se poi beve il latte non va bene lo stesso?

    • Morena says:

      Ciao, io sono neofita..pero’ il mio bimbo beve dal bicchiere! prova! altro che cucchiaino, beve che è un piacere e allontana il bicchiere quando non ne vuole piu’.
      Ciao

    • Chiara says:

      Ciao Claudia, io avevo il tuo stesso problema. Ho risolto tirando il latte a lavoro giorno per giorno e nel frattempo trovando una alternativa o un compromesso. La nonna non si fidava a darle dei pezzettini e pertanto le dà il biberon con il latte e questo all inizio bastava. Poi ha inserito un pezzetto di pane, uno o due cucchiaini di yogurt e così via. Ora ha un anno, mangia tutto e senza aiuti. Solo ieri per la prima volta non le ho dato il latte tirato ma quello Vaccino per capire se le piaceva. Continuo ad allattarla ma ora sta imparando a fare colazione con il latte in tazza, come i grandi

      Inviato da iPhone 5

  80. Sara says:

    Ciao!!domanda: come comportarsi con i funghi?? Francesco ha 13 mesi e li ha mangiati un paio di volte nella zuppa di farro ma ci sono state persone che mi hanno “rimproverata” perché i funghi non si danno prima dei 3/6/12 anni!!!( l’età varia in base alla persona con cui si parla)
    Sono matta io?!?
    Grz! Ciao

  81. Chiara says:

    Buongiorno a tutti, avrei una domanda se posso.
    Mia figlia ha iniziato da sola l’autosvezzamento a circa sei mesi. Ora ne ha quasi nove e sono molto contenta perche mangia tutto cio che si prepara e con entusiasmo e curiosità. Le dosi prima erano di piccolissimi assaggi e piano piano con il tempo sono aumentate. Non sono vere porzioni ma non mi preoccupo. Ho però un “problema”, l’autosvezzamento prevede che non si imbocchino i bambini ma non tutto è fatto per essere mangiato con le mani e questo mi crea un problema ora che lei non fa piu solo assaggi. Come vi comportate voi se per esempio avete una zuppa di legumi? Una vellutata o comunque qualcosa che richiede il cucchiaio, uno yogurt per esempio? io da qualche giorno sto cercando di farle prendere il cucchiaio e vediamo come va. Aggiungo che al nido ora fa il pranzo (coi grandi perchè mangia tutto) e li la imboccano per forza di cose.
    grazie

    • Andrea says:

      Ciao Chiara,

      dici “l’autosvezzamento prevede che non si imbocchino i bambini” e quasi pare che c’è la polizia dell’autosvezzamento che va in giro per le case a fare le multe come a quelli che non pagano il canone :D Se al bambino non dispiace essere aiutato in questi frangenti, ben venga. Se poi vuole fare da solo per forza è un altro paio di maniche (e allora è meglio se fai meno zuppe e minestre :D )

  82. Alessandra says:

    Buongiorno Andrea, un dubbio…bin casa noi mangiamo solo pasta di farro per una lieve intolleranza, può andar bene ugualmente per il piccolo? grazie

    • Andrea says:

      Non credo ci siano problemi, però indagherei bene se davvero avete una “lieve intolleranza”, altrimenti la bambina si ritroverà comunque a fare una dieta limitata (o tu a preparare doppi pasti).

  83. giada says:

    rieccoci! Alice 7 mesi e mezzo, sta seduta a tavola con noi, mangia le sue pappine dal cucchiaino (lo tirne in mano lei e lo porta alla bocca). le sto dando la mela, un quarto, lei lo ciuccia ed e’ felice… che dite un quarto di mela cosi’ e’ pericoloso? posso darglielo in altro modo? ancora non grstisce le consistenze, le viene il conato di vomito se ingerisce di piu’ di quello che deve

    • Andrea says:

      Che vengano i “conati” è abbastanza normale, in quanto deve imparare a gestire il cibo con la lingua. La mela può essere un po’ antipatica in quanto difficile da spezzare. Prova con una pera un po’ matura, una banana, un kiwi o frutti così. Oppure una pasta come i fusilli, ma lascia che sia lei in autonomia a gestirli. :)

      • Alice says:

        Ecco conati di vomito… presenti! Luca sette mesi approccia fusilli, frutta, pappe, pane… con la stessa reazione… Conati di vomito e finisce per prendere “solo” il mio latte… Quindi è questione di impaRare a gestire il cibo con la lingua o può essere troppo presto per lui? Conviene aspettare o perseverare? Forse vomitare a getto ciò che ha in pancia non è piacevole e può portarlo a “detestare” momento pappa??

        • Andrea says:

          Alice, il “momento pappa” non esiste né è tuo compito “aspettare o perseverare”.

          Il bambino farà quello che ritiene più opportuno e se poi finisce per prendere quasi esclusivamente il latte, cosa c’è di strano? È giusto così, sono solo i nostri pregiudizi che lo fanno sembrare qualcosa di strano :)

        • Andrea says:

          Ma certo che gli basta il latte. Mica è fatto d’acqua. Considera che a quell’età finobal 90% delle calorie può provenire dal latte.

  84. rossella says:

    Ciao sono mamma di Alex 14 mesi….da mesi combatto con lo svezzamento! Mio figlio smangiucchia quello che mangiamo noi (assaggia tutto) quando siamo a tavola…vedo che è ancora molto legato alle sue pappine con cucchiaio e al latte con biberon….ma anche li’ a volte e’ una lotta, si distrae facilmente, mangia un po e poi si dimena per non stare più seduto nel seggiolone …mangia volentieri e da solo biscotti krekers crostini…e gli piace molto mangiare a pezzetti ma pochissime cose e di poca quantità. …prova ad usare la forchetta e io lo lascio fare…La frutta a pezzi è un disastro….ancora la frullo. ….tante volte mi sono sentita sbagliata….qualche consiglio? Cosa posso fare per invogliarlo a mangiare di più? Io gli cucino di tutto….e tanto butto è una frustrazione a volte! Scusate lo sfogo.

    • Andrea says:

      Perché butti? Mangiatelo voi, no? :) Il mio consiglio è di lasciarlo in pace. Di non provare a invogliarlo, né niente. Tra le cose che avete a tavola fagli scegliere quello che vuole nelle quantità che vuole, ma senza farne una tragedia, né facendogli i complimenti se mangia tanto. Di fame di sicuro non si lascerà morire (tra l’altro mi pare di capire che stia bene in salute).
      Non è che tu sei “sbagliata”, ma molto probabilmente il problema è effettivamente nella tua testa perché il tuo bambino non “performa” come tu vorresti che facesse. Invece lui segue la sua strada.
      Lascialo fare senza badarci più di tanto e NON buttare il cibo ;)

  85. Anonimo says:

    Buonasera ho bisogno di un consiglio , il mio bambino compie 5 mesi il 10 gennaio e siccome non sta mettendo molto peso il pediatra mi ha suggerito di svezzarlo ma io temo sia troppo presto lo vedo così piccolo e ho letto tanto dill’inportsnza del latte materno, sono molto combattuta cosa mi consigliate ? Io so che è meglio aspettare i sei mesi..

  86. alessandro says:

    salve nostro figlio ha 4 mesi e vorremmo iniziare con lo svezzamento di omogenizzati in frutta ma la nostra pediatra ci ha detto che dobbiamo aspettare i 4 mesi e mezzo .
    secondo voi e’ meglio iniziare o aspettare quello che ci dice la pediatra?
    e poi e’ vero che gli omogenizzati a frutta aumentano le colichette?

    • Andrea says:

      Dovete prendere forse il treno che avete così fretta? :) Il bambini comincia a svezzarsi verso i 6 mesi. Prima non gli serve altro che il latte (e di sicuro NON gli serve la frutta omogeneizzata, né prima, né dopo).

  87. giada says:

    ciao a tutti! Alice, sei mesi me mezzo, a tavola con noi manifesta il desiderio di mangiare per cui le metto il suo piattino con mela grattugiata o pera grattugiata. qundo pero’ la mette in bocca fa delle facce orribili, e poi ha conati di vomito come da riflesso, le vengono gli occhi lucidi…oggi ha vomitato a spruzzo anche il mio latte che aveva preso prima…. mi viene da pensare che non sia pronta.. io mon la forzo, quello che vuole fa…che mi potete consigliare?

  88. silvia trestini says:

    Buona sera a tutti =) sono mamma di una bambina di 7 mesi e mezzo, allattata al seno e messa a tavola con noi praticamente fin da subito.. da circa un mese e mezzo abbiamo inziato con l’autosvezzamento.. all’inizio siamo partiti sparati! Mangiava di tutto, qualsiasi cosa, a pranzo, a cena, a merenda.. sempre! Ora invece la piccola è in sciopero! Non ne vuole sapere.. preparo da mangiare e lei gioca e basta oppure mette il cibo in bocca e poi.. lo raccoglie il cane da terra! Alla notte si sveglierà minimo 10 volte x la poppata.. e a Febbraio si inzia col nido.. AIUTO!

    • Andrea says:

      Silvia, è nomrale che succeda quello che descrivi. Tranquilla… mettetevi a tavola e mangiate normalmente. Quando vorrà ricominciare lo farà :) (e febbraio è lontanissimo :D :D )

  89. Sara says:

    Ciao!
    Ho bisogno di un Po’ di supporto….voi come vi regolate con le dosi?!io ho sempre lasciato fare al mio 9mesenne senza pormi grossi problemi ma ultimamente tutti criticano il fatto che sembra mangiare come un adulto….mangia tanto?! Nn saprei…certo è che mangia tanta verdura che gonfia….stasera x esempio ha mangiato mezzo hamburger di pollo e tacchino con broccoli a volontà!lasciava stare la carne pro verdura….e qnd non ne ha più voluta ha smesso da solo senza capricci o lamentele!
    Io continuo a lasciarlo decidere ma nn è facile sentirsi ripetere sempre le stesse cose…i dubbi ti vengono…..anche se nn vuoi!
    Grazie!!

  90. Debora says:

    Ciao Andrea, domandona: funghi cotti e carne sala’ cruda tipo affettato si possono dare? Ormai è tardi ma il dubbio ci è venuto a fine cena.. la bambina (10mesi) mangiava di gusto.. so che sui funghi ci sono pareri contrastanti e anche sulla carne cruda.. graziemille

  91. Romina says:

    Ciao a tutti, vorrei chiedervi un consiglio, il mio bambino allattato al seno, dall’età di 6 mesi ha iniziato ad interessarsi ai solidi in particolare alla nostra alimentazione, per cui gli abbiamo dato dei cibi che potesse tenere in mano, soprattutto pane e verdure. In seguito ha assaggiato alcuni formati di pasta, gnocchi, pezzi di biscotti e frutta, per quanto riguarda la carne dapprima gli abbiamo dato dei pezzetti da ciucciare poi polpette. Spesso mangia anche vellutate e risotti in queste occasioni viene imboccato. Adesso ha 8 mesi, è allattato e mangia volentieri solo pane o pezzetti di verdura per il resto assaggia e lascia lì o butta via, mentre quando viene imboccato mangia una buona porzione. Devo imboccarlo? Come mi consigliate di continuare?

  92. Carolina says:

    Ciao a tutti,
    Scrivo in questo blog per chiedere una vostra opinione sul autosvezzamento.
    Io ho letto il libro di Piermarini e mi è piaciuto tanto perciò mi sono convinta di fare l’autosvezzamento con il mio secondo figlio, anche se già avevo cominciato con la frutta ai 4 mesi per ordine dal pediatra e i cereali, anche se questi ultimi solo per due giorni, poi mi sono fermata di darle tutto, anche se lui mangiava tranquillo.
    Adesso il mio bambino ha 5 mesi e mezzo ed è molto curioso riguardo alle cose che mangiamo, ci osserva mentre mangiamo e i nostri piatti, ecc., qualche volta addirittura ha presso un fusilo “senza volerlo” e voleva meterlo in boca, perciò da questo punto di vista io lo vedo più che pronto, solo che non sta ancora seduto molto bene anche se sta imparando, perché da un po’ di giorni che lo fa ed sta per momenti seduti poi si dondola un po’. Dal altro canto il riflesso di tirare fuori la lingua quasi lo ha perso completamente.
    Io e il mio marito crediamo che è il momento di cominciare a farle assaggiare qualcosa, per esempio avevamo pensato alle vellutate o passato di verdure, visto che a noi ci piacciono tanto e le mangiamo spesso e anche quando lui le vede “si lancia contro il piatto” ;)
    Riassumendo, secondo la vostra esperienza, sarebbe l’ora di cominciare? magari con queste vellutate o passati? o è meglio aspettare fin che può sedersi bene sempre e che il riflesso della lingua scompare definitivamente?
    Grazie in anticipo per i vostri commenti.

    • Andrea says:

      Ciao Carolina,

      mi pare evidente che il bambino sia interessato a iniziare. Mettetevi a tavola assieme e fagli assaggiare quello che vuole.
      L’unica cosa che mi viene da dire è che tu sembri ancora molto ancorata alla modalità “classica”… :D Non serve fare piatti a parte o cucine speciali. Tu fai quello che hai in programma anche perché se fai una vellutata (intendiamoci, non ho niente contro le vellutate) apposta, ma quel giorno lui non vuole niente, ci rimani male :D Vuole il fusillo? Ottimo.
      Vuole ciucciare le patate? Fantastico!!
      Vuole provare la vellutata? Perfetto!!!
      Non vuole nulla? Va benissimo così!!!!

  93. giada says:

    salve a tutti! alice ha quasi sei mesi,allattata al seno a richiesta da qualche giorno mangia la frutta frullata o grattugiata…prima domanda, io glie la metto sul seggiolone in modo che lei possa prenderla con le manine e portarla alla bocca ma lei non lo fa, si illumina quando vede il cucchiaino e vuole essere imboccata! che faccio continuo cosi’ per ora? la frutta le piace proprio tanto.. seconda domanda, come
    devo comportarmi col sale? ho timore a darle quello che mangio io soprattutto per il sale.. grazie mille!

      • giada says:

        ne uso poco in generale quindi continuo cosi’! quando l’ho chiesto al pediatra mi ha guardato malissimo… e per il cucchiaino? lei ancora non ha la presa a pinza, e’ piccolissima ma se le propongo cibo con il cucchiaino lo vuole.. pensi che sia pronta o devo aspettare?

  94. Sara says:

    Ciao a tutti! Sono la mamma di Zeno, un bel bimbotto cicciotto di 6 mesi allattato al seno a richiesta. Abbiamo iniziato da 2/3 settimane e per ora va a giornate..non è sempre ben disposto, io razionalmente non mi preoccupo e lo rispetto, anche se ammetto che dentro un pochino mi dispiace. Ha sempre avuto una crescita ottima, ero abituata a pesarlo ogni 15 gg circa e a vederlo aumentare 1 kg/1,3 kg al mese..questa settimana ha fatto 70 gr..so che va bene così e che si autoregola, ma il pensiero di stare sbagliando tutto spesso mi sfiora.
    Questo era un piccolo sfogo, ecco. La domanda pratica che vorrei fare riguarda la carne: come posso dargliela? Dargli il mano il pezzo mi fa un po’ paura..tipo la coscia del pollo e del coniglio è troppo “viscida” e ho paura che non riesca a spezzarla e gli vada giù intera, il petto è troppo secco e ho paura che non lo mandi giù bene..finisco per fargli dei micro bocconcini che gli imbocco con le mani tipo uccellino, ma penso che se gli dessi il pezzo in mano lo mangerebbe più volentieri..grazie a chi risponderá!!
    Sara

      • Sara says:

        Sara….ha ragione Andrea!!anche io avevo qualche dubbio all’inizio ma ho scoperto che il piccolo è più bravo di noi ad autoregolarsi!!!ci sono dei gg in cui mangia come una piccola betoniera…altri che con un po’ di pasta o solo verdura è a posto!!
        Quasi 9 mesi ormai…solo latte fino a circa 6 mesi e poi ha spalancato le fauci! Ora pesa 10,100 x 80 cm!! ;-)

  95. lara says:

    Ciao sono un paio di giorni che mio figlio di sei mesi dopo aver mangiato vomita, secondo voi è normale? Premetto che non fa un vero e proprio pasto più che altro assaggi

  96. celeste says:

    Buon pomeriggio a tutti…..dunque….Giada è allattata al seno a richiesta….io sono in pausa dal lavoro x dedicarmi a lei totalmente e le lascio fare ciò che vuole,ovvero sta attaccata tutto il tempo k vuole e alla fine ci dorme su :)….siamo un tutt uno :)….. Ritornando a noi….da un paio d settimane quando il pomeriggio mangio la frutta lei mi guarda e mi fa capire che la vorrebbe(nn prendetemi x matta è dawero così,abbiamo comunicato dal suo 1 giorno)….e io gliel avvicino alla bocca e lei,dovreste guardarla,tira fuori la sua linguetta e ciuccia con gusto x 3/4 secondi…..vi premetto che sono di quelle “solo latte fino ai 6 mesi” ma quando mi guarda nn riesco a dirle di no….domanda uno:secondo voi sbaglio?

    Domanda due: nn conoscevo l autosvezzamento prima d stasera….io volevo comprare un babycook x farle io le pappe….da mangiare insieme a lei….cosa ne pensate?

    Domanda tre….: quando potrei iniziare ?devo aspettare i dentini?graZie

  97. Sara says:

    Ciao a tutti!
    Mio figlio, 8 mesi e mezzo, autosvezzato da 3, presa a pinza da qualche giorno, mangia tutto con gusto ma…..alla velocità di una catena di montaggio!!!!
    Io preparo x tutti ma dobbiamo mettere poco cibo nel suo piatto altrimenti si ingozza e alle volte si “strozza”…..anche a voi succede??a volte mi chiedo se sarebbe meglio lasciarlo fare,con tutta la roba nel piatto cosi da fargli imparare da solo….ma la paura è tanta, anche se ci ha più volte dimostrato di saper gestire bene il cibo…
    Qualche esperienza simile?!

    • ALESSANDRA says:

      Ciao Sara, oggi sono in vena di rispondere con la mia esperienza. A mia figlia metto sul seggiolone un pezzetto alla volta perchè se ne ha di piu’ mette tutto in bocca e rischia i conati. Si strafoga. Quindi dopo la sua pappa sto davanti a lei buona buona e con pazienza le do un pezzettino alla volta fino a quando mi fa capire che è sazia e non ne vuole piu’. Da quando ha la presa a pinza si mette in bocca tutto cio’ che trova senza misure.

  98. Barby says:

    Buonasera, io sono mamma di Viola 8 mesi e mezzo, e fin’ora ho seguito lo svezzamento tradizionale, ma credo sia venuto il momento di dare altro, qual’e il problema? Mia figlia non ha nemmeno un dentino, e quando provo a darle qualcosa di solido finisco per trovarglielo tutto attaccato al palato.. Per non parlare del terrore che ho che possa ingoiare qualcosa di troppo grosso.. Quindi chiedo cosa potrei darle?

    • alessandra says:

      Ciao Baby, io ho fatto cosi’ con mia figlia che ha ora 10 mesi. Svezzamento tradizionale andato molto bene, mai fatto papponi insipidi ma pastine buone buone e saporite. Poi ho aspettato la famosa presa a pinza che si è affacciata come capacità motoria una settimana fa. Mettevo a mia figlia dopo ogni pasto sul vassoio del seggiolone pezzettini di parmigiano, prosciutto cotto e focaccia finchè un bel giorno li ha presi da sola con indice e pollice portandoseli LEI alla bocca, prima li buttava per terra e ci giocava. E’ SENZA DENTI ma mastica piccoli pezzettini ugualmente piano piano arriva tutto. Viola ha 8 mesi, la mia ha iniziato a 10 mesi compiuti. Prima o poi lo fanno tutti, parola di una mamma iper ansiosa.

    • alessandra says:

      Baby, un ultimo cosa vorrei dirti. Io tentavo di dare a mia figlia pezzettini di cibo anche prima ma lei non li gestiva, né in mano né in bocca e mia figlia a 8 mesi neanche lontanamente sopportava pezzetti in bocca. Pensa che una volta con un biscotto che si è attaccato al palato ha vomitato l’anima. Allora ho capito che dovevo semplicemente aspettare. Ripeto, la mia ha 10 mesi. La presa a pinza è lo strumento con cui loro da soli se vogliono si prendono pezzettini di cibo e se li portano alla bocca. Aspetta. Io comunque alla mia do pezzettini piccoli delle cose che ti ho elencato, inoltre ora pezzettini di polpette di carne morbidissime, polpette di verdure morbidissime, maccheroncini baby cotti bene e conditi con cio’ che cucino per me ovvio senza soffritto e sale. La banana la tocca e fa una faccia schifata perché è viscida, la stessa cosa dicasi per patate e carote che sono viscide e umide e lei neanche le guarda. Ti assicuro che le mangerà. Pensa, credevo che mia figlia iniziasse a mangiare pezzetti a 18 anni e invece, TEMPO AL TEMPO spero di averti tranquillizzata

  99. Michela says:

    Ho cominciato da circa una settimana con mia figlia di 5 mesi e mezzo lo svezzamento tradizionale ma mi piange il cuore a darle quelle pappine schifose che io non imangerei nemmeno da ammalata quindi ho iniziato già a darle qualcosa dal mio piatto. Devo dire che mangia con interesse sia le pappine sia le altre cose che le sottopongo (per il momento ho provato pane, qualche verdura cotta, qualche frutta che ciuccia con gusto) ma quasi mai ha la pazienza o forse la capacità di tenere le cose in mano e mangiarle da sola, sia che siano cibi morbidi che solidi. Si avvicina però con interesse sia al cucchiaino che cerca di prendere e portare verso la bocca (con scarso successo :P) che alla mia mano quando uso le mani. Pensi che possa essere pronta al cibo solido ma non al mangiarlo da sola? In sostanza se glielo metto davanti quasi sempre lo ignora ma se glielo faccio assaggiare io mangia tutto.. Grazie

    • Andrea says:

      Direi più semplicemente che è piccolissima. Non importa QUANTO mangia, ma come. Mettetevi a tavola assieme e lascia che sia lei ad avvicinarsi al cibo. Una ciucciatina oggi e una leccatina domani anche lei mangerà :)

  100. Debora says:

    Beh, se guardiamo il COME, non è proprio bello da vedere e nemmeno educativo direi.. Non saprei cosa fare altrimenti per farle assaggiare il cibo solido.. forse dovrei solo aspettare che lei mangi da sola ma il nido è alle porte e il distacco da mamma per dieci ore al giorno diventa un problema..

    • Andrea says:

      Se devo essere sincero non lo trovo né diseducativo né brutto da vedersi. Perché mai dovrebbe esserlo?
      Non ti preoccupare più di tanto del nido… Quello è un altro mondo e le dinamiche sono completamente diverse.

  101. Debora says:

    Ciao a tutti!
    Ciao Andrea, una domanda: è due mesi che con Martina (ormai 9 mesi)abbiamo intrapreso la strada dell’AS, ma secondo te è proprio brutto se le do da mangiare con le mani? Cioè se lascio che si prenda il cibo dal mio piatto ci gioca soltanto e non mette in bocca niente se invece con le mie mani le do qualche pezzettino,apre la bocca e manda giu. . Secondo te si può fare? Ah con le posate gira la testa dall altra parte (forse trauma da cucchiaino per aver insistito troppo con le pappe prima di decidere di fare AS) grazie mille ciao

  102. Anonimo says:

    Ciao sono sempre Sandra !! Una domanda a chi ha mandato il bambino al nido piccolo come il mio come si è trovato a fare autosvezzamento ?

  103. Sara says:

    Ciao!
    Negli ultimi gg mi stanno tutti assillando col problema sale e dolci…io dolci/creme/cioccolato nn voglio darglieli (quasi 8mesi ) perché ho finito la gravidanza in dieta e con insulina, preferisco evitarglieli il più possibile, con l’eccezione 2/3 volte a settimana di un biscotto (non muore di sicuro…è solo uno scrupolo mio per ora)…il sale: ne ho sempre usato pochissimo x noi, ora quello che posso lo lascio senza sale (tipo togliendo prima la porzione di vellutata per il piccolo e poi salando un po la ns) ma ogni tanto nn si può, come quando faccio la pasta (l’acqua un pochino la salo)…. Io non ci vedo tutto questo dramma…tutti dicono che va dato dopo l’anno ma la mia domanda è: come fa il corpo di mio figlio a sapere quando fa l’anno?? Sarà meglio una dieta poco salata costante che una dieta zero sale fino al compleanno e poi di colpo iper saltissima! Cosa sbaglio??
    L’altro giorno gli ho fatto assaggiare un pezzettino di oliva….è cominciato un dramma da fare invidia a Beutiful!!!
    Mah….
    Grazie x le risposte!

    • Alessia says:

      Ciao !
      sulla questione sale l’ospedale Burlo Garofolo di Trieste, che fa ricerca e consulenza sull’alimentazione infantile proprio per conto del Ministero ,afferma che in realtà non ci sono prove o attestazioni nella letteratura che il sale nelle pietanze, dosato in modo sano ,senza eccedere quindi, faccia male ai bambini in autosvezzamento.

      • Sara says:

        Ciao Andrea, I miei problemi sono rientrati alla grande dopo il parto, cerco di stare attenta ma non divento matta se ogni tanto mangio una pastina o un gelato! :-) Cerco solo di stare attenta per lui….
        Grazie x il link sul sale! Stasera lo leggo con calma!!

  104. Sandra says:

    Ciao sono la mamma di un bambino di mesi ho iniziato l’alimentazione complementare dopo aver letto libri ma rimangono sempre un sacco di paure e dubbi tipo come proporgli il cibo appoggiandolo in un piatto lo butta via !!!con che alimenti continuata dopo la frutta ??mi sono impantanata prima di iniziare aiuto grazie in anticipo per le risposte

    • Andrea says:

      Ciao Sandra, non ci hai più detto quanti mesi ha tuo figlio, ma credo sia piccolo.
      In ogni cosa ricorda che non importa QUANTO mangia, ma il COME. È meglio un fusillo assaporato e gustato che un piatto di cibo mandato giù senza pensarci.

    • Andrea says:

      Ciao Sandra, non ci hai più detto quanti mesi ha tuo filgio, ma credo sia piccolo.
      In ogni cosa ricorda che non importa QUANTO mangia, ma il COME. È meglio un fusillo assaporato e gustato che un piatto di cibo mandato giù senza pensarci.

        • Andrea says:

          SEI MESI?? Da come scrivevi pensavo almeno 9-10 :D :D Ma chi se ne importa se mangia o meno. A quell’età mi aspetto faccia una leccata qui e una ciucciatina là. Se qualcosa va giù è tanto di guadagnato :D Davvero, NON ti stressare ;)

  105. Sara says:

    Ciao!
    Sono mamma di un piccolo di quasi 8 mesi…abbiamo iniziato autosvezzamento con qualche piccolo assaggio vs i 5 mesi perché da sempre a tavola con noi e molto curioso. Ora?!aiutooooo!! Abbiamo creato un mostro!! Mangia tutto, di tutto e di più! E gia da un pio di settimane ha iniziato a disdegnare la ciuccia, con ualche eccezione, sia a pranzo che a cena!! È bellissimo vederlo mangiare…quando finisce è in condizioni pietose ma soddisfatto perché ha fatto tutto da solo!!
    Posso solo dire grazie ad Andrea e a tutte le mamme che tramite fb ed il blog mi hanno fatta sentire meno sola e meno “matta” in questo percorso alimentare e di fiducia vs mio figlio!
    GRAZIEEEEEEEE!!!

  106. Valentina says:

    Ciao Andrea!Anna ha 7 mesi, la pediatra ha provato a farmi fare il classico italiano ma lei niente…alla fine è stata proprio lei a dirmi che dovevo passare ad altro!ovviamente allattavo! insomma arrivo al punto perché ho due domande che mi girano da un po in testa:
    1 le verdure crude…va matta per le carote crude, gliela sbuccio e lei la morde, la posa la riprende con molta felicità…devo dire che ha la capacità di farmi capire questo pezzo è grande non ci riesco a mandarlo giù quindi sono tranquilla su questo punto…ma dite che è meglio bollirle? Perché io mi faccio una bustina da portare in giro e mi risolvono tanti problemi…
    2 ama il sapore aspro…cioè si mangia il limone o lo spicchio di mandarino da sola e me lo richiede!ma ho scatenato varie faide tra mamma sul potere astringente ed altro…ho scoperto che va matta per la zucchina cotta con olio e limone!che faccio lo ritardo?

    • Andrea says:

      Ciao Valentina, le carote crude, come le mele, hanno una consistenza difficile perché sono difficili da rendere piccole con le gengive. Meglio un pezzo molto grande da grattare, piuttosto che pezzi piccoli facilmente spezzabili, ma difficilmente “miniaturizzabili”.

      Limone e mandarino? Se gli piacciono lasciamo in pace questo povera bambina e lasciamolgi mangiare in pace quello che le pare (e così assume tanta vitamina C :D)

      • Valentina says:

        Anna ha i 4 denti frontali con cui riesce a grattare dei pezzetti…dice che è presto lo stesso? Per il limone felicissima ma credo che lo sarà più lei!

        • Andrea says:

          L’importante è che il pezzo si grande e difficilmente spezzabile in due. Grattare è OK, spezzare non so.
          Ah, un’altra cosa, non so quanto sia saggio andare in giro con cibi così. Mi spiego, non puoi certo dare una carota da ciucciare (o altro cibo) quando la bimba è sul passeggino perché potresti non essere in controllo se le andasse di traverso in quanto non la vedi. Diverso se vi fermate a una panchina :)

        • Valentina says:

          Sempre sotto osservazione! Poi le scelgo di dimensione media e gliela do intera, no a metà o listarelle!

  107. Erta says:

    Buonasera, sono mamma di una cucciola di 5 mesi allattata a richiesta. Da 2 settimane sono rientrata a lavoro e, non accettando lei il biberon ho dovuto trovare una valida alternativa x le ore in cui non ci sono. Inizialmente non voleva altro e io non ho forzato, ma io sto via più di 7 ore e devo trovare una soluzione (anche perché si mette proprio in sciopero). Lei è molto interessata a tutto quello che mangiamo noi (adora la Certosa e lo yogurt per esempio) e non ne vuole proprio sapere di pappa con le varie farine (mangia solo semolino con mio latte). È troppo presto per provare con soluzioni da grande (ad es. purè di patate o verdure al vapore con pastina)? Grazie a chi vorrà consigliarmi

  108. Vincenzina says:

    Con la mia bimba di sei mesi e mezzo ci siamo avviati lungo il cammino dell’alimentazione complementare a richiesta oramai da un paio di settimane. Lei a tavola con noi, volte mostra interesse per quello che mangiamo noi adulti e io glielo do. Però appena qualcosa la scende in gola, fa di tutto per rirarlo fuori. Cosa devo fare? È un segnale del fatto che non è ancora pronta? Grazie

  109. Debora says:

    Ciao, sono un po’ preoccupata, mia figlia di 8mesi non ne vuole sapere di mangiare: abbiamo iniziato da un mese con l’autosvezzamento in quanto davanti a pappe e pappette chiudeva ermeticamente la bocca. Non so cosa sto sbagliando: la metto sempre a tavola con me e le lascio prendere il cibo dal mio piatto ma puntualmente finisce tutto a terra e niente in bocca, finora avrà ciucciato forse due fusilli… cerco di variare e di proporle cose nuove ma niente siamo lontani dal mangiare, a gennaio inizierà il nido e mi piacerebbe averla svezzata anche perché la sto ancora allattando a richiesta.. mi sto demoralizzando.. Non vedo miglioramenti.. ma quanto ci vorrà per vederla mangiare?

    • Andrea says:

      Ciao Debora, demoralizzata, perché? Se si fa AUTOsvezzamento è il bambino che si svezza, non tu che lo svezzi. A gennaio mancano 3 mesi. dalle tempo e poi anche se non fosse COMPLETAMENTE svezzata (ma poi cosa vuol dire “completamente”?) ti assicuro che di fame non morirà.
      Continuate serenamente e lascia perdere quelle che sono le TUE aspettative :D Leggi anche questo: http://www.autosvezzamento.it/definizione-autosvezzamento/

    • SARA says:

      anche io sono nelle tue stesse condizioni….io pero rientrerò il 20 novembre….lei non vuole prendere niente che non sia il mio seno ne ciuccio ne biberon…dovrò lasciarla dai nonni tutto il giorno e non so come faro….
      se qualcuno avesse suggerimenti….
      Grazie

      • daniela says:

        ciao sara, hai mai provato a lasciare la pupa ai nonni per l ‘ora del pranzo?
        o comunque a pranzare con loro, gliela lasci in braccio e vedi se da loro accetta dei cibi solidi
        secondo me è più facie che la tua bimba accetti i cibi solidi, pappe o qualcosa che si trovi in tavola da qualcuno che non sei tu.. infatti lei sa benissimo che i nonni la tetta non c ‘è l ‘hanno!!

      • Anonimo says:

        Il mio bimbo ha 15 mesi e va al nido da quando ne aveva 6. Posso dirti per esperienza mia e di altre che conosco che il fatto che la allatti ancora non sarà un problema perché loro si adeguano alla nuova situazione. Lui al nido si addormenta da solo (a casa neanche lontanamente) e mangia cose che a casa ancora non ha toccato. Quindi tranquilla!

    • Vanessa says:

      Ciao se può esserti utile noi abbiamo iniziato con l’autosvezAmento dopo i sei mesi perché allattando abbiamo ritenuto fonde Natale che finché possibile era importante assumesse latte materno dopodiché abbiamo anche provato( devo ammettere con poca convinzione nostra e nessuna intenzione da parte di nostro figlio) a proporgli le creme di riso etc etc mele frullate omegenizzati di frutta passato di verdura cambiato Marche alcune dicevano migliori ma lui niente … Alche ci siamo detti basta tanto e a tavola con noi gli allunghiamo qualcosa cuciniamo anche più sano quando vorrà mangiare mangerà e se ne vorrà ancora c’è lo farà capire e così è stato adesso ha 13 mesi e comunque non sempre mangia nella stessa misura spesso fa pasto unico, però fondamentalmente mangia da solo e quello che vuole nelle quantità che vuole ma ha iniziato a mangiare davvero ( e ancora ripeto non mangia due pasti completi e non è detto che mangi quello che ha nel piatto sempre e tutto anzi) da un morsetto dopo l’anno quindi diciamo che da poco io metto in conto che dovrò cucinare per tre e non per due prima d’ora era sempre un perenne punto interrogativo . È un processo graduale e personale non si può generalizzare ogni bimbo è diverso per esempio allattandolo fino a più i meno undici mesi ha preso il mio latte col biberon in mia assenza poi non lo ha più voluto e quindi ovviamente la mattina ha iniziato a mangiare altre cose tanga frutta prima mordeva la mela direttamente tolta la buccia la sgranocchiava più che altro poi ad oggi col pezzo in mano riesce a gestirla anche se bisogna comunque essere attenti perché si lancia in morsi con cui alcune volte ha difficoltà, mangia la banana da solo stessa cosa i pezzi di pera, mangia pane e marmellata o biscotti ( si può scrivere una marca l’unica che abbiamo trovato senza zuccheri aggiunti olio di palma etc ) uno due massimo oppure un po di yogurt insomma dipenda dalla fame che ha. Sui decidi di carne beh non è facile anche perché la carne tritata non lo fa impazzire il pollo
      Non gli dispiace ma ovviamente non è semplice dargliela però col pesce va meglio sogliole merluzzo nasello ecco per esempio nostro figlio anche il pesce tipo in bianco con olio i anche limone non riesce a mangiarlo e come se avesse difficoltà a reclutare e fa come per rimettere per intenderci quindi glielo do sempre accompagnato da qualcosa così unisco anche due cose in uno per esempio gli passi le lenticchie, i fagioli i broccoli poi mangia pasta e zucca passata e cavolo, ogni giorno mangia una cosa in più adora pasta al sugo e la spremuta di arancia ma quella amara proprio….vedrai che è anche divertente scoprire i loro gusti! L’importante è capisco quanto sia difficile anche perché ci sta che tu possa sentirti dire ma come non mangia? Prende solo latte ancora?? Mio figlio ad oggi mangia un po di cose però pende tanto tanto latte un po alla volta prova qualcosa di nuovo qualcosa gli piace qualche altra no però non darti un tempo r sopratutto non lasciare che il pasto diventi un momento di ansia lascia che faccia ciò che vuole ti ripeto non tutti i bimbi hanno gli stessi tempi e poi l’alternativa quale sarebbe forzarli a mangiare??? Quindi assecondala quasi andrà al nido anche se non ho esperienza di nido però quando non sarà con te si regolerà di conseguenza il mio dopo tre quattro mesi aveva deciso che in mia assenza il latte non lo voleva più decidono loro eh come è giusto che sia e sanno benissimo quando è il momento giusto per fare un passo in più dalle fiducia e non preoccuparti ti ripeto il mio adesso sta iniziando un po a mangiare nel vero senso della parola e comunque finisce per dirti di mangiare un 25-30 h di pasta al sugo e una frittata dopodiché vuole il latte e dopo e un’ora e mezza di mangia una bella banana e se vede che bevi del latte di riso ti chiede anche quello sperando che non veda il pane in giro… Ma tutto ciò da poco e riflettevo sul fatto che nonostante le ansie manifestate da tante persone vicine sul mangia non mangia r perché fate qualcosa non vi preoccupa etc etc la nostra scelta r quella giusta perché oggi iniziamo a veste i risultati lui seduto sulla sua sediolina da tavola qualche volta con il suo piattino qualche volta glieli allunghiamo noi sulla tovaglietta e lui li mangia per lo più in le mani un bel bavaglino a pettorina maniche tirate su un bel telo quelli che si mettono per proteggere il materasso in modo tale da ridurre al minimo la necessità di lavare il pavimento nella sua interezza dopo ogni fine pasto e via libero di fare come vuole ovviamente sarà dipinto di sugo di broccoli si salse ma felice di mangiare e di farlo da solo e di imparare un po alla volta ad usare la forchetta ma sopratutto tutti rilassati perché mangiare deve essere un momento piacevole e perché sia tale non devono sentire ansie o aspettative.

  110. Stefania says:

    Ciao, mia figlia Carolina di quasi nove mesi, ha inziato autosvezzamento a poco meno di 6 mesi perchè rubava dai nostri piatti, essendo una bambina particoalrmente ‘ingorda’ non mi sono sentita di darle da subito i pezzi, perchè continuava a strozzarsi e nonostante questo si metteva un pezzo in bocca dietro l’altro… ora invece, che prende i pezzetti con le dita a pinza e manstica e deglutisce meglio, ogni tanto le lascio il pane, la pera, la pasta, le polpette e lei comunque mangia come un pozzetto senza fondo. Da una settimana però, fa molte storie con il cibo che le propongo, nonostante siano le stesse cose che mangiamo noi…. chiude la bocca a ‘bacio’ e si contorce urlando sul seggiolone per farsi tirare giù, però se provo a lasciarle davanti un pezzo di pane o una polpetta, la mangia felice, poi ricomincia la solfa delle urla e del contorsionismo… non capisco! Da un paio di giorni mi dicono che lo fa anche al nido, non l’ha mai fatto e ha sempre mangiato con gusto e serenità. Devo dire che ha messo quattro denti in due settimane e in queste due settimane ha sempre dormito con noi, perchè faceva fatica a riaddormentarsi nel lettino. Potrebbe essere un modo per farsi ‘sentire’? E? già arrivato il momento dei ‘NO’ a prescindere??????? :o

    • Andrea says:

      Ciao Stefania,

      non sono sicuro di capire. Dici: “se provo a lasciarle davanti un pezzo di pane o una polpetta, la mangia felice”, quindi qual è il problema? Perché senti di doverle dare tu il cibo? Mi pare chiaro che a lei non piaccia :)

      Il 06/10/15 15:29, Stefania ha scritto:

      • Anonimo says:

        Ciao Andrea, hai ragione
        .. Forse.non mi sono spiegata, ho.riletto il.mio post e sembra tutto a posto! :) il problema e che mangia solo il.pane e se le metto davanti altre cose , non le mangia più da sola come prima… Allora tra un boccon di pane e l’altro le propongo io col cucchiaino altro (verdura, polpette, carne, pesce etc)…. Che a volte mangia oppure rifiuta. Le do solo pane? Fino a due settimane fa mangiava tutto felice… Più che altro e il papà che si stressa, ma sta facendo venire le fisime anche a me!

  111. giorgia says:

    Ciao,
    ho una domanda molto semplice. Quali son le quantità adeguate di cibo per una bimba di quasi anno? Dovrei saperlo per capire a che punto siamo. Mi spiego: Dalila procede con l’autosvezzamento con i suoi tempi ed i suoi gusti da quando ha cominciato ad assaggiare intorno agli 8 mesi , ma a breve comincerà il nido e per 7 ore non ci sarà il mio seno da cui lei prende ancora parecchio latte durante la giornata. Potete darmi qualche suggerimento? grazie. Giorgia

  112. silvia says:

    Ciao. Ho bisogno del vostro aiuto perché non so cosa fare. Sono la mamma di un bimbo di quasi 14 mesi svezzato alla vecchia maniera a partire da 5 mesi e ancora allattato. A 6 mesi ha iniziato ad andare al nido e di conseguenza ad ammalarsi molto spesso. Non e un mangione ma ogni volta che sta male mangia pochissimo o quasi nulla. Alla fine di luglio ha avuto una otite curata con antibiotici per 8 giorni che non è guarita. Infatti ne ha poi avuta un’altra la prima settimana di agosto. In pratica ha mangiato pochissimo per 2 settimane ed ha perso molto peso. Siamo stati ricoverati in ospedale per 5 giorni per via del peso e per leininfezioni ricorrenti. Esito anemia sideremica e valore del IGF1 basso compatibili con il fatto che mangia poco. Ferro da prendere per un po. Sta bene. Mi consigliano dieta libera. Andiamo a casa gli preparo la pastina condita però come la nostra. Lui sposta il suo piatto e indica il nostro. Ha fatto la sua scelta ed io mi adeguo ma sono preoccupata perché da quel momento mangia veramente poco. Non voglio ingaggiare inutili e dannose battaglie. A volte mi accorgo che in realtà non so come devo comportarmi. Potete darmi dei consigli pratici? Grazie.

    • Andrea says:

      Ciao Silvia,

      tu dici: “Ha fatto la sua scelta ed io mi adeguo”, ma mi sembra che se la sua scelta non corrisponde alle tue aspettative allora non ti adegui più di tanto :D L’unico consiglio pratico che ti posso dare è di fare porzioni più piccole. Dimezzale e se serve dimezzale ancora e lascia che sia il bimbo a chiedere di mangiare, SE lo desidera.
      Mi sembra di capire che tutti sono concordi che lui stia bene così, quindi dov’è il problema (se non nella tua testa)?

      Coraggio e fidati di tuo figlio.

      • silvia says:

        Mangiando poco non ha ripreso il peso perso. Io non faccio porzioni, metto il mio piatto alla sua portata e lasciò che prenda con le mani quello che vuole. Quando dico che non so cosa fare è a livello pratico! Mangia poco e pesa poco… Spesso metto a tavola quello che gli piace per farlo mangiare un po di più. Adora il formaggio. Sono in difficoltà anche per lallattamento. Spesso durante la giornata chiede il seno e io sono piena di dubbi.

        • Andrea says:

          Non fare l’errore di “mettergli a tavola quello che gli piace” perché così “ti mangia” :D Tra l’altro, quello che gli piace oggi gli farà schifo domani, per cui il vantaggi è illusorio. Inoltre gli devi dare tempo per recuperare il peso (assumendo che lo debba recuperare). Mi pare di capire che tutti i problemi siano piuttosto recenti e il peso non si rimette su (ripeto, assumendo che lo debba fare) dall’oggi al domani.
          Insomma, tutto questo panegirico per dire che ti devi fidare e lasciarlo fare. Non ci sono consigli pratici per farlo mangiare “di più”, perché sarebbero comunque molto probabilmente errati.
          Piuttosto ritieniti fortunata che lo allatti ancora, così di sicuro non andrà affamato :D

        • silvia says:

          Innanzitutto grazie per le risposte. Ti rompo ancora con alcune conclusioni a cui sono arrivata. Vuoi dirmi che ne pensi?
          Il mio bimbo si sta svezzando dallo svezzamento. Ci vuole un po prima che impari/accetti/apprezzi il nuovo modo. Se non cresce o perde un po c’è poco da fare. L’unica è aspettare i suoi tempi. Se ancora preferisce il mio latte alla cena è perché non è ancora pronto.
          Ma io lo devo assecondare ed allattare quando vuole o devo aspettare e dargli prima la colazione /pranzo/merenda/cena?

    • Anonimo says:

      ha iniziato a frequentare il nido e DI CONSEGUENZA si ammala di piu!!???
      l’otite poi è tornata perchè non è stata curata bene….e vi fanno fare i figli!!!

  113. Alessia says:

    Buon pomeriggio!
    Sono in cerca di consigli per la merenda da preparare a mia figlia Maia, 7 mesi.
    Stiamo procedendo già da settimane con l’acr . Alcune cose le mangia da sola, per altre che non riesce a morderle per staccare dei pezzettini la aiuto io dandole appunto dei pezzetti, che accetta con piacere.
    Preparo io in casa lo yogurt intero, ma nonostante provi ogni giorno a vedere se lo vuole, per ora non le piace. Ho anche provato ad aggiungere frutta o marmellate varie, ma niente. La frutta la assaggia appena quando va bene, ma predilige il salato per ora. Ho anche fatto in casa dei biscottini non troppo duri, per qualche giorno li ha mangiati, ma non li vuole più.
    Cosa potrei darle in alternativa per merenda?
    Alessia Isernia

  114. Alessia says:

    Buon pomeriggio!
    Sono in cerca di consigli per la merenda da preparare a mia figlia Maia, 7 mesi.
    Stiamo procedendo già da settimane con l’acr . Alcune cose le mangia da sola, per altre che non riesce a morderle per staccare dei pezzettini la aiuto io dandole appunto dei pezzetti, che accetta con piacere.
    Preparo io in casa lo yogurt intero, ma nonostante provi ogni giorno a vedere se lo vuole, per ora non le piace. Ho anche provato ad aggiungere frutta o marmellate varie, ma niente. La frutta la assaggia appena quando va bene, ma predilige il salato per ora. Ho anche fatto in casa dei biscottini non troppo duri, per qualche giorno li ha mangiati, ma non li vuole più.
    Cosa potrei darle in alternativa per merenda?

  115. Federica says:

    Ciao a tutti, ho una curiosità: premettendo che ogni bambino ha i suoi tempi, qual’è la media di età (o fascia temporale) in cui i bimbi “auto svezzati” iniziano a mangiare di loro iniziativa? Grazie, Federica

    • Andrea says:

      Impossibile dirlo. C’è chi comincia prima dei 6 mesi a 4 ganasce e chi dopo i 18 a fare assaggini. La finestra è molto ampia. Di norma però cominciando ai 6 mesi verso l’anno si è a buon punto, ma questo è puramente indicativo :)

  116. moira says:

    ho un bimbo di otto mesi e mezzo e l’ho svezzato a 4 mesi in modo tradizionale ma ora lo vedo stufo di pappette e gli faccio assaggiare un po di tutto, gli faccio la sua pastina oltre alle solite pappette ma il mio dubbio è come posso fare una pietanza completa ricca di tutti i nutrienti e in che quantità? Ho letto le ricette ma per esempio ho paura del riso e del farro a questa eta’ cosa mi consigliate?

  117. francesca says:

    ciao vorreiqualche “dritta”. ho una bimba di sei mesi e mezzo. due mesi fa abbiamo iniziato lo svezzamento con la frutta(senza risultati). da due settimane abbiamo iniziato con la pastina o creme con brodo ,verdure, carne (sia bianca che rossa) , formaggini..ma nulla non ne vule sapere…assaggia il primo cucchiaino e poi non ne vuole sapere…ma è molto incuriosita dal nostro cibo, appena possibile cerca di afferrare qualunque cosa le capiti a tiro sul tavolo er portarlo in bocca e piange se lo togliamo. sto seriamente pensando di iniziare con l’autosvezzamento…ma quali sono le linee guida da seguire?la mia pediatra non mi sembra favorevole ma devo tentare per capire meglio (anche se sono certa non sia un problema di tempo ,piuttosto di gusti) grazie in anticipo.

  118. Antonella says:

    Ciao, vorrei un consiglio sullo svezzamento,premesso che allatto esclusivamente al seno, la mia bimba ha 4 mesi mezzo e da 4 giorni ho iniziato con la pappa completa con brodo e omogeneizzato e frutta, su consiglio della pediatra, ora però mi sono pentita perché forse era troppo presto per lei anche perché ne mangia qualche cucchiaino e poi la bimba vuole anche il seno, ora mi chiedo posso sospendere per il momento oppure ormai ho iniziato a darle la pappa e non posso più tornare al latte esclusivo?

  119. ALESSANDRA says:

    Ciao Andrea, ti ho scritto già un paio di volte. La mia bimba fa 6 mesi tra qualche giorno. Interessata un po’ al ns. cibo, lo vorrebbe mettere in bocca come mette d’altra parte in bocca tutto quello che ha tra le mani. Non sta ancora seduta da sola, prende LA e mi sto convincendo sempre piu’ sull’autosvezzamento. A dire la verità vorrei provare a fare un po’ e un po’…provare a darle cibi freschi omogenizzati e poi pezzetti del nostro cibo…vediamo che succede ovviamente senza mai forzarla. Pero’ non inizio a darle pezzetti finchè non imparo la tecnica di disostruzione pediatrica, è piu’ forte di me, non sto tranquilla. Abito a Roma ma i corsi che fanno a Luglio sono già pieni e poi riprendono a settembre. Che faccio? mi faccio insegnare la tecnica dalla pediatra? Hai qualche consiglio da darmi? grazie alessandra

  120. Anonimo says:

    Buongiorno, la mia bimba ha quasi 8 mesi e da 2 mesi ho iniziato l’autosvezzamento alternato con qualche pappa. Quando la siedo a tavola non è mai particolarmente interessata al cibo, comunque spalanca la bocca e dopo pochi Bocconi non ne vuole piu, che sia cibo buono che sia pappa. Concludo il pasto con il latte che beve sempre volentieri. Questa situazione non sembra migliorare, continua sempre a mangiare poco.. Devo avere più pazienza? E se a pranzo non le dessi più il latte? Aggiungo che la bambina sta seduta già dai 5 mesi, gattone e fisicamente è,loro sveglia, quindi mi sembrava pronta al cibo..

    • Andrea says:

      Ciao,

      la bimba è pronta per il cibo quando LEI è pronta e mi pare che al momento non sia interessata più di tanto.
      Però perché dici che la situazione “non sembra migliorare”? Usare parole come “migliorare” implica ovviamente che ci sia qualcosa che non va, mentre certamente non è così. La bimba ha i suoi tempi che non sono quelli che ti aspettavi. Tutto qui, ma questo non vuol dire che ci sia

  121. Sara says:

    Ciao a tutte, sono una mamma confusa.
    Allora la mia quarta bimba ha 10 mesi, con i tre precedenti ho fatto svezzameto tradizionale senza grandi problemi lasciandoli poi liberi dopo l’anno di età. Questa volta ho letto di autosvezzamento ma non ho applicato del tutto, mi sono limitata a evitare il baby-food e adattare il nostro cibo, il più delle volte frullando o usando pastina mini.
    Ora che ha 10 mesi però mi rendo conto che non mangia quasi nulla da sola a parte biscotti, pane, bibanesi e frutta. Per il resto o viene imboccata con creme o nulla. Vorrei renderla più indipendente, lasciarla mangiare da sola… Ma non mangia assolutamente nulla, non porta alla bocca: il mio problema è che non so come fare perché non allatto quasi più, è rimasta solo la poppata del mattino e non ha mai bevuto formule perché abbiamo mano a mano sostituito i pasti con le pappe. Perciò se non mangia da sola non so cosa darle… Torno indietro e inserisco il latte formulato?
    Grazie!!

    Sara

  122. Daniela says:

    Salve gente, mia figlia di 7 mesi ha iniziato a fare feci come un adulto in miniatura e sono durissime tanto è vero che spinge come una indemoniata e riusciamo anche a metterla sul vasino. c’è qualcosa che non va? Scusate la domanda ma è la mia prima bimba.

  123. Elena says:

    Ciao, avevo già inserito questo post ma non ho avuto risposta, riprovo :)! Ho già scritto di mia figlia che ormai ha quasi 10 mesi e ancora predilige il latte, ogni tanto assaggia con piacere quello che mangiamo noi ma solo facendo dei piccoli assaggini. In merito a questo volevo chiedere visto che quando ci mettiamo a tavola lei ha appena finito di prendere il suo latte, come potrà accadere che richiederà delle quantità di cibo significative essendo già sazia di latte? Inoltre spesso nonostante lei magari “chieda” di assaggiare qualcosa mi spavento a dargliela per paura che si affoghi, non ha nemmeno un dentino e devo dire che si affoga spesso, l’ultima volta che le ho dato un pezzo di pera intera per fargliela succhiare, ne ha staccato un pezzo che la stava facendo soffocare. Non vi dico la paura! Come posso farle assaggiare cose tipo, insalata, verdure ecc. che sono fibrose e quindi non facili da sminuzzare? Grazie per i consigli

  124. simona says:

    Ciao a tutti! Ho un cucciolo di 7 mesi autosvezzante! Cosa mi dite dello yogurt per merenda visto che finora gli sto dando solo frutta? Mi consigliate qualche marca/tipo in particolare?

  125. Daniela says:

    Ciao a tutti sono una mamma disorientata: ho letto un po io di libri sull’autosvezzamento e sono convinta che per mia figlia sia la cosa migliore. Ho aspettato fino ai 7 mesi allattando solo al seno, poi ho iniziato a proporre qualche cibo solido alla piccola come carote a bastoncino yogurt zucchine pesce purtroppo quando le metto le cose sul vassoio del seggiolone o sul tavolo se sono bastoncini si gratta le gengive e se li incunea fino in fondo alla bocca se si tratta di pezzettini più piccoli ci gioca li manipola ma non porta mai niente alla bocca. Se prendo qualcosa io sul dito e lo avvicinò alla bocca lo prende. Oggi a mangiato tre cucchiaini di quinoa ma da sola gioca e basta. È normale? Fino a quando può durare?

  126. alessandra says:

    ciao andrea,
    non riesco piu’ a leggere i messaggi degli altri genitori e i tuoi commenti la pagina è bianca perché?

  127. Elena says:

    Salve, ho già scritto di mia figlia che ormai ha quasi 10 mesi e ancora predilige il latte, ogni tanto assaggia con piacere quello che mangiamo noi ma solo facendo dei piccoli assaggini. In merito a questo volevo chiedere visto che quando ci mettiamo a tavola lei ha appena finito di prendere il suo latte, come potrà accadere che richiederà delle quantità di cibo significative essendo già sazia di latte? Inoltre spesso nonostante lei magari “chieda” di assaggiare qualcosa mi spavento a dargliela per paura che si affoghi, non ha nemmeno un dentino e devo dire che si affoga spesso, l’ultima volta che le ho dato un pezzo di pera intera per fargliela succhiare, ne ha staccato un pezzo che la stava facendo soffocare. Non vi dico la paura! Come posso farle assaggiare cose tipo, insalata, verdure ecc. che sono fibrose e quindi non facili da sminuzzare? Grazie per i consigli

  128. silvia says:

    salve! sono la mamma di una bimba di 1 anno (lunedì 22/06) e a tutt’oggi la mia piccoletta accetta di buon grado solo il latte con le varie creme o farine dentro… il resto lo schifa sputandolo e serrando la bocca. mangia frutta e merende col cucchiaino…

  129. maura says:

    hai ragione…nella prima mail ti ho scritto che ingerisce il cibo solo se la imbocchiamo…intendevo “solo se la imbocchiamo con le nostre mani”

    • Andrea says:

      Non ho ben capito… Prima hai detto che non mangiava e non apriva la bocca. Cosa intendevi quindi?
      In ogni caso, se la richiesta parte da lei va benissimo, ma, appunto, deve essere LEI a richiedere il cibo.
      Il fatto che per te mangi poco non è molto importante. Quello che conta è che mangi giusto per lei :D

  130. Maura says:

    ciao a tutti!
    Vi scrivo perchè abbiamo molta difficoltà con la nostra piccolina di 7 mesi e mezzo…
    ormai sono quasi due mesi che tentiamo svezzamento me è una battaglia continua!
    Inizialmente siamo partiti con passato di verdura a pranzo con omogeneizz carne (pollo manzo tacchino coniglio) e una sorta di pappa lattea fatta da me alla sera (crema di riso o semolino o grano saraceno o mais e tapioca con latte e omo frutta ),perchè nelle farine lattee in commercio c’è l’olio di palma, ottenendo con scarsi risultati.Allora ci siamo informati meglio su autosvezzamento e abbiamo cominciato a proporle cose che mangiamo anche noi quali stracchino, prosciutto cotto, pollo etc…rendendoci conto che mangiava più volentiri ( o almeno così ci sembrava) cose solide abbiamo iniziato ad introdurre pastina alla sera mantenendo passato a pranzo ed integrando con piccoli pezzi di quello che mangiamo noi (tenendo presente sempre che sia salutare per lei). insomma il succo della questione è che non si riesce a farla mangiare nè con lo svezzamento classico (col cucchiaino non apre quasi mai la bocca e quando lo fa la apre pochissimo) nè con autosvezzamento ( pur toccando il cibo e giocandoci non lo porta MAI di sua spontanea volontà alla bocca ma lo ingerisce solo se la imbocchiamo)…. Cominciamo ad essere esauriti, i pasti sono un incubo che dura almeno un’ora per farle mangiare qualche cuccchiaio di pappa o imboccarla con cibi nostri!Ma la cosa che ci preoccupa di più è il fatto che non apra mai la bocca e che non mostri curiosità per il cibo (nonostante “mangi” a tavola con noi).Ci date qualche consiglio?Grazie molte
    P.s. l’unica cosa per la quale apre la bocca ( sempe senza grandi entusiasmi) sono gli omogeneizzati di frutta…

    • Andrea says:

      Ciao Maura,

      un consiglio? Lasciatela perdere. buttate tutto l’armamentario e lasciate in pace la bambina da OGGI :D Mettetevi a tavola assieme e lasciate che sia la BIMBA ad avvicinarsi al cibo, non viceversa.
      La bimba è PICCOLISSIMA, quindi ha perfettamente ragione a non voler mangiare quello che dite voi. Probabilmente non è pronta o interessata… poco importa sapere il perché.
      Lasciatela fare e andate di latte così non vi sbagliate di sicuro :)

  131. nicoletta says:

    ciao a tutti! sono la mamma di Tommaso, un piccolino di poco più di 8 mesi! ho iniziato lo svezzamento classico con pappe e brodini a 6 mesi,ma nel giro di un mese e mezzo credo di essere passata all’autosvezzamento, in quanto non voleva più le cose monogusto e gradiva molto di più sentire sostanza sotto i denti (ne ha 7 ad oggi) e allungare la mano nel nostro piatto.
    ora cerco di preparare cose sane,semplici e alcune cerco di adattarle alla presa delle sue manine, però molte volte ho dubbi se quello che preparo può effettivamente andar bene. mi spiego meglio: la pediatra mi ha spiegato che fino all’anno lo sviluppo del bambino è molto veloce e quindi ha bisogno di carboidrati, proteine e sali minerali ad ogni pasto (pranzo e cena). per il pranzo non ci sono problemi perchè a casa faccio sempre primo,secondo e contorno, ma la sera mi trovo a volte in difficoltà. mi chiedevo se anche voi cercate di stare attenti ad offrire tutti i nutrienti ad ogni pasto.
    poi ho un altro dubbio,quando mangiate fuori casa come vi comportate? fate comunque mangiare tutto anche ai piccolini o se magari sapete che qualcosa è veramente un po troppo pesante o non adatta vi portate, per dire, la pasta da casa?
    grazie mille in anticipo!!

    • Andrea says:

      Ciao Nicoletta,

      ragionare pasto per pasto non credo abbia molto senso. Se mangi solo pasta a pranzo, per dire, ne mangerai di più che se mangiassi primo e secondo (poi sarà che solo l’idea di mangiare primo e secondo a OGNI pasto mi fa sentire male… :D ) In ogni caso, credo proprio che il pediatra si preoccupi per niente. Se mangi vario assumi tutto quello di cui hai bisogno.
      Quello che conta è l’alimentazione a medio e lungo termine.

      Se mangi fuori casa mangi quello che passa il convento come sempre. Non saprei proprio individuare una cosa “troppo pesante” da non dare a un bambino SE la vuole provare :)

      • nicoletta says:

        ok,grazie..capito il concetto! io comunque non proporrei una frittura o una fiorentina al sangue al bimbo di 8 mesi.. forse la risposta più ovvia è ordinare qualcosa di “accessibile” al bimbo, ma per dire ieri abbiamo cenato dal nonno e c’era insalata di pesce con sedano e carote in pezzi. ha mangiato un po’ di bocconi di pesce, ma purtroppo le verdure non riusciva proprio a mandarle giù, quindi ha finito la cena mangiandosi quasi un panino e una fetta di ananas. dite che non dovrei preoccuparmi se capitano queste cene, come dico io “al salto”??

  132. elisa says:

    Ciao a tutti…il mio cucciolino ha 6 mesi e mezzo…svezzato con frutta da4 mesi e mezzo e pappe tradizionali da 5 mesi..è interessato al cibo che mangiamo e da qualche gg schifa le sue pappe…il pediatra mi ha detto di dargli quello che mangiamo noi…ma mi sa che sono io a dovermi abituare…non ho mai pensato di iniziare da così piccolo…quindi sono un po in panico perché non so cosa posso e non posso dargli e come dargliele!!! Mangia volentieri ricotta prosciutto cotto frullato o sminuzzato piccolissimo la pastina tipo tempestina il passato ma ho intuito che le farine non gli piacciono…qualche idea su cosa mangiare…noi e lui?!? Giusto x iniziare!!

      • elisa says:

        Grazie…adesso leggo!! Da 4 mesi e mezzo non aumentava più di peso…appena iniziato con le pappe ha ripreso subito! È sempre sul magrolino (7 kg)ma è lungo (69cm)

        • Andrea says:

          Se devo essere sincero dubito siano state le pappe che sono in gran parte acqua :D Credo che semplicemente abbia continuato a seguire il suoi ritmi :)

        • elisa says:

          Eheheh bho…mi dicevano che evidentemente non gli bastava più il mio latte…nel senso che lui sta ben dritto da prima di 5 mesi e ha sempre guardato molto interessato il cibo che dal.piatto finiva nelle.ns bocche…a volte tendendo anche le manine. Ho letto l’articolo ma mi devo far coraggio a dare cibi semi/solidi…ho veramente tanta paura…anche se ho fatto il corso sulla disostruzione,non vorrei mai mettere in pratica quello che ho imparato!:-(

        • Andrea says:

          Beh, considera che sono più gli incidenti riportati che sono causati da “giocattoli” di quelli con il cibo, quindi bisogna stare sempre all’erta :D (ora sì che passi sonni tranquilli :D :D )

        • elisa says:

          Ahahahahhah…cmq ho visto di persona la figlia di un’amica autosvezzata con in mano un pezzo di anguria…ad un certo punto si ferma e inizia a tossire e esce un pezzo grosso di auguria…la mamma tranquilla…io sono sbiancata…e non avevo ancora figli!!!!

        • elisa says:

          Cmq l’altro gg gli ho preso i biscotti x i bimbi che si sciolgono…giusto per ..abituarMI all’idea! Se lo ciuciava contento mentre facevamo colazione insieme…poi si stacca un pezzo…PANICO…subito gli e l’ho tolto(cosa da non fare ma purtroppo la paura a volte fa brutti scherzi)..lui si è incavoltato tantissimo piangeva da arrabbiato…allora gli ho dato fiducia e gli e l’ho ridato…appena si è staccato un pezzo l’ho sorvegliato mentre masticava e lo scopriva…poi mi sa che gli si è attaccato o alla lingua o palato e gli veniva da vomitare…la volta dopo è andata meglio e lui è tutto contento. Ovviamente gli do mezzo biscotto al mattino e basta…lui è contento perché mangia il biscotto come la mamma :-D

        • Andrea says:

          Elisa, se ti devo dire la verità i biscotti che citi li eviterei a priori perché tendono a fare la “mappazza” in bocca.
          Tra l’altro sono sicuro che i biscotti che mangia la mamma vanno più che bene anche per il bimbo. :)

        • elisa says:

          Ok…un altro dubbi..ma tipo bresaola o crudo o pancetta?? Se mi faccio pasta pancetta e zafferano? O il ragu? Posso dargli tutte queste cose a crudo o è meglio cotte?

        • Giorgia says:

          Chiedo una cosa riguardo il cibo biologico.La mia pediatra fino all’anno consiglia ciao biologico.Noi non ne consumiamo e cucinare tutti i pasti con il biologico sarebbe un problema.Come vi regolate voi?

          —Messaggio originale— Da: hello@email.gopostmatic.com Data: 13-giu-2015 14.08 A: Oggetto: Andrea ha replicato a elisa su Dai genitori per i genitori

          ··· Autosvezzamento.it ···

          »»» Andrea ha risposto a un commento di elisa su Dai genitori per i genitori: ««« Non sono propriamente crude, ma stagionate. Non credo ci siano problemi. 

          * Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio. *

          »» Queste sono le prime righe dell’articolo e la conversazione che ne è conseguita: «« Dai genitori per i genitori was published on 30 dicembre 2012 by Andrea.
          Scopri l’autosvezzamento!Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l’ebook Alimentazione complementare e paura del soffocamento In più potrai scegliere tra: Il minicorso sull’autosvezzamento Le ricette della community L’attività settimanale del blog L’attività settimanale del forum La tua privacy è importante. Con noi la tua email è al sicuro!Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché[…]

          Ci sono 194 commenti precedenti. Ecco è la discussione relativa a questo commento:

          – elisa – Ciao a tutti…il mio cucciolino ha 6 mesi e mezzo…svezzato con frutta da4 mesi e mezzo e pappe tradizionali da 5 mesi..è interessato al cibo che mangiamo e da qualche gg schifa le sue pappe…il pediatra mi ha detto di dargli quello che mangiamo noi…ma mi sa che sono io a dovermi abituare…non ho mai pensato di iniziare da così piccolo…quindi sono un po in panico perché non so cosa posso e non posso dargli e come dargliele!!! Mangia volentieri ricotta prosciutto cotto frullato o sminuzzato piccolissimo la pastina tipo tempestina il passato ma ho intuito che le farine non gli piacciono…qualche idea su cosa mangiare…noi e lui?!? Giusto x iniziare!!
          – Andrea – Ciao Elisa, io direi… “quello che passa il convento”, così non ti puoi sbagliare. Leggi qui: http://www.autosvezzamento.it/as-in-pratica/con-cosa-cominciare/ (mi chiedo solo perché il pediatra ti abbia fatto iniziare così PRESTO…) – elisa – Grazie…adesso leggo!! Da 4 mesi e mezzo non aumentava più di peso…appena iniziato con le pappe ha ripreso subito! È sempre sul magrolino (7 kg)ma è lungo (69cm) – Andrea – Se devo essere sincero dubito siano state le pappe che sono in gran parte acqua :D Credo che semplicemente abbia continuato a seguire il suoi ritmi :) – elisa – Eheheh bho…mi dicevano che evidentemente non gli bastava più il mio latte…nel senso che lui sta ben dritto da prima di 5 mesi e ha sempre guardato molto interessato il cibo che dal.piatto finiva nelle.ns bocche…a volte tendendo anche le manine. Ho letto l’articolo ma mi devo far coraggio a dare cibi semi/solidi…ho veramente tanta paura…anche se ho fatto il corso sulla disostruzione,non vorrei mai mettere in pratica quello che ho imparato!:-( – Andrea – Beh, considera che sono più gli incidenti riportati che sono causati da “giocattoli” di quelli con il cibo, quindi bisogna stare sempre all’erta :D (ora sì che passi sonni tranquilli :D :D ) – elisa – Ahahahahhah…cmq ho visto di persona la figlia di un’amica autosvezzata con in mano un pezzo di anguria…ad un certo punto si ferma e inizia a tossire e esce un pezzo grosso di auguria…la mamma tranquilla…io sono sbiancata…e non avevo ancora figli!!!!
          – Andrea – Ahahahahahah :D – elisa – Cmq l’altro gg gli ho preso i biscotti x i bimbi che si sciolgono…giusto per ..abituarMI all’idea! Se lo ciuciava contento mentre facevamo colazione insieme…poi si stacca un pezzo…PANICO…subito gli e l’ho tolto(cosa da non fare ma purtroppo la paura a volte fa brutti scherzi)..lui si è incavoltato tantissimo piangeva da arrabbiato…allora gli ho dato fiducia e gli e l’ho ridato…appena si è staccato un pezzo l’ho sorvegliato mentre masticava e lo scopriva…poi mi sa che gli si è attaccato o alla lingua o palato e gli veniva da vomitare…la volta dopo è andata meglio e lui è tutto contento. Ovviamente gli do mezzo biscotto al mattino e basta…lui è contento perché mangia il biscotto come la mamma :-D – Andrea – Elisa, se ti devo dire la verità i biscotti che citi li eviterei a priori perché tendono a fare la “mappazza” in bocca. Tra l’altro sono sicuro che i biscotti che mangia la mamma vanno più che bene anche per il bimbo. :) – elisa – Ok…un altro dubbi..ma tipo bresaola o crudo o pancetta?? Se mi faccio pasta pancetta e zafferano? O il ragu? Posso dargli tutte queste cose a crudo o è meglio cotte?
          – Andrea – Non sono propriamente crude, ma stagionate. Non credo ci siano problemi. 

          * Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio. *

          Per non ricevere più le notifiche di commenti riguardanti questa discussione rispondi a questa email con la parola ‘annullare’.
          Facci sapere come la pensi :)

          Recapitato da Postmatic.
          http://gopostmatic.com

        • Andrea says:

          Personalmente lo usiamo pochissimo. In ogni caso il cibo,  TUTTO il cibo,  è per legge sicuro per TUTTI ( quantomeno allo stato attuale delle conoscenze).
          Ti rimando alla questione cibo per I dettagli.

  133. Bea says:

    Ciao a tutti! La mia bimba ha 6 mesi e mezzo. Da un pochino ho iniziato uno svezzamento a metà strada tra il classico e l’autosvezzamento: lei assaggia volentieri di tutto (le fettuccine al ragù, la minestra con l’omogeneizzato che le faccio io, il filetto di pesce etc) ma dopo 10 cucchiaini di pappa inizia a piangere e non volerne più. Subito dopo si fa 150 ml di latte. Sapreste dirmi come mai e come posso procedere?

    • Andrea says:

      Ciao Bea,

      secondo me il problema è che parti con dosi precostituite e che conti i cucchiaini di cibo che la bimba mangia.
      Invece cambia RADICALMENTE atteggiamento: 1) mettetevi a tavola assieme 2) lascia scegliere alla bimba cosa/quanto mangiare delle cose che si trovano a tavola 3) Non guardare proprio se/quanto mangia inoltre, perché ti sorprende che voglia il biberon? Mi pare NORMALISSIMO, dopo tutto ha APPENA 6 mesi, non 6 anni.

      Insomma, il problema non è la bimba, ma le tue aspettative. :) Metti la bimba al centro e segui quelle che sono le SUE indicazioni, e non quelle arbitrarie di terzi e vedrai che le ansie spariranno d’incanto.

      • Bea says:

        Grazie Andrea, oggi in effetti ho provato a seguire il tuo consiglio per il pranzo: ha mangiato pochi cucchiai di quello che c’era in tavola per noi, ma non ha mai pianto…anzi mi è sembrato si sia divertita.
        Grazie di cuore!

  134. stefania says:

    ciao a tutti
    ho una bimba che compirà 1 anno tra pochi giorni
    purtroppo a CAUSA della pediatra contraria allo svezzamento, non ho cominciato a dare alla mia bimba nulla di diverso del latte fino a 7 mesi, nonostante amici e nonni dicessero il contrario!
    mi sono trovata malissimo e sopratutto mi agitavo perchè sentivo che i bimbi con gli stessi mesi della mia, già da tempo avevano iniziato a mangiare piccoli pezzi di frutta…..di biscotti….o verdura
    poi finalmente, armata di pazienza, giorno dopo giorno anche la mia piccolina “è partita”
    adesso mangia la pasta condita con il sugo fatto in casa, verdure con il formaggino dentro, un barattolino di frutta ed alla sera la crema di riso o tapioca, ma della carne zero.
    solo liofilizzati!
    a qualcuno di voi capita la stessa cosa????????

    • Andrea says:

      Ciao Stefania,

      non sono sicuro di aver capito il problema…
      Una cosa però… a un anno non è ora di smettere il mais e la tapioca e passare a cibo “vero”?

      Il fatto che non mangi la carne non mi pare un gran dramma… Di sicuro no mi metterei a dargliela in forma liofilizzata. Compenserai con un po’ di legumi, formaggi, uova, ecc. ecc.

  135. Elena says:

    Salve,
    sono una mamma di una bimba di 9 mesi compiuti proprio oggi. Da quando aveva 5 mesi, così come da indicazioni della pediatra, ho provato a a svezzarla con la frutta, ma non ha mai voluto saperne, anche perché la mia bimba allora non riusciva nemmeno a stare seduta, allora ho intuito che era troppo presto.Ho aspettato i 7 mesi, quando ha iniziato a reggersi bene da sola, ma anche allora non ha voluto saperne di pappe o frutta di qualsiasi genere, tra l’altro notavo che a differenza dei suoi coetanei che mangiavano tutto spalancando la bocca, lei non aveva ancora capito come si deglutisse, per cui buttava tutto fuori. Ora, da poche settimane ho iniziato a provare di nuovo pappe e omogenizzati, ma nonostante abbia iniziato a deglutire le cose, non ne vuole sapere (secondo me le fanno proprio schifo). Assaggia con gusto piccoli pezzetti del nostro cibo e va pazza per la mollica del pane e formaggi vari. Qualche volta le ho preparato la pastina con il nostro condimento (sugo, verdure, formaggi o altro), ma non ne mangia mai più di tre cucchiaini da caffè, poi si spazientisce e inizia a gridare e allora le do il latte artificiale. La bimba cresce bene, ma non so se è “normale”, visto che ormai ha 9 mesi, il fatto che ancora non voglia mangiare e se questo significherà che non mangerà mai volentieri e avrà sempre problemi con il cibo, inoltre non conosco nessun altro bambino che a questa età non mangia ancora praticamente nulla. Sembra che per lei il cibo solido sia solo un gioco, le piace assaggiare nuovi sapori ma non ne sente la necessità, per lei il nutrimento è solo il latte. Cerco di non farmi prendere dal panico (nonostante la pediatra mi abbia detto che deve assolutamente assumere carne a causa del mancato apporto di ferro e che più tardi la svezzo più sono probabili le intolleranze alimentari) e ormai non provo nemmeno più a proporgli pappe, ma a volte mi chiedo se faccio bene, o se non sia il caso di stimolarla, inoltre lei, sopratutto la mattina ha sempre sonno, dopo avere fatto la poppata delle 8 si riaddormenta profondamente, si risveglia alle 11 avendo ancora tanto sonno e quando è ora di pranzo e la metto nel seggiolone di nuovo crolla dal sonno e quindi è molto nervosa. Anche questo può essere un segnale del fatto che ancora non è pronta per il cibo? Vi ringrazio per qualsiasi suggerimento o incoraggiamento possiate darmi.

    • Andrea says:

      Ciao Elena,

      premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
      Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
      Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.

      Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
      A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?

      Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

      • Elena says:

        Grazie mille per l’incoraggiamento. Cercherò di fidarmi della mia bimba e aspetterò il magico giorno in cui mi chiederà lei il cibo… speriamo che avvenga prima dei 18 anni :)Grazie ancora.

        —-Messaggio originale—-

        Da: hello@email.gopostmatic.com

        Data: 10/06/2015 0.01

        A:

        Ogg: Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori

        Autosvezzamento.it | Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori –>

        Autosvezzamento.it

        Andrea ha risposto a un commento di Elena su Dai genitori per i genitori:

        Andrea Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
        Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
        Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
        Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
        A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
        Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

        Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

        Queste sono le prime righe dell’articolo e la conversazione che ne è conseguita:

        Dai genitori per i genitori was published on 30 dicembre 2012 by Andrea. Scopri l’autosvezzamento!Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l’ebook Alimentazione complementare e paura del soffocamento In più potrai scegliere tra: Il minicorso sull’autosvezzamento Le ricette della community L’attività settimanale del blog L’attività settimanale del forum La tua privacy è importante. Con noi la tua email è al sicuro!Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché[…]

        Ci sono 169 commenti precedenti. Ecco è la discussione relativa a questo commento:

        Elena

        Salve, sono una mamma di una bimba di 9 mesi compiuti proprio oggi. Da quando aveva 5 mesi, così come da indicazioni della pediatra, ho provato a a svezzarla con la frutta, ma non ha mai voluto saperne, anche perché la mia bimba allora non riusciva nemmeno a stare seduta, allora ho intuito che era troppo presto.Ho aspettato i 7 mesi, quando ha iniziato a reggersi bene da sola, ma anche allora non ha voluto saperne di pappe o frutta di qualsiasi genere, tra l’altro notavo che a differenza dei suoi coetanei che mangiavano tutto spalancando la bocca, lei non aveva ancora capito come si deglutisse, per cui buttava tutto fuori. Ora, da poche settimane ho iniziato a provare di nuovo pappe e omogenizzati, ma nonostante abbia iniziato a deglutire le cose, non ne vuole sapere (secondo me le fanno proprio schifo). Assaggia con gusto piccoli pezzetti del nostro cibo e va pazza per la mollica del pane e formaggi vari. Qualche volta le ho preparato la pastina con il nostro condimento (sugo, verdure, formaggi o altro), ma non ne mangia mai più di tre cucchiaini da caffè, poi si spazientisce e inizia a gridare e allora le do il latte artificiale. La bimba cresce bene, ma non so se è “normale”, visto che ormai ha 9 mesi, il fatto che ancora non voglia mangiare e se questo significherà che non mangerà mai volentieri e avrà sempre problemi con il cibo, inoltre non conosco nessun altro bambino che a questa età non mangia ancora praticamente nulla. Sembra che per lei il cibo solido sia solo un gioco, le piace assaggiare nuovi sapori ma non ne sente la necessità, per lei il nutrimento è solo il latte. Cerco di non farmi prendere dal panico (nonostante la pediatra mi abbia detto che deve assolutamente assumere carne a causa del mancato apporto di ferro e che più tardi la svezzo più sono probabili le intolleranze alimentari) e ormai non provo nemmeno più a proporgli pappe, ma a volte mi chiedo se faccio bene, o se non sia il caso di stimolarla, inoltre lei, sopratutto la mattina ha sempre sonno, dopo avere fatto la poppata delle 8 si riaddormenta profondamente, si risveglia alle 11 avendo ancora tanto sonno e quando è ora di pranzo e la metto nel seggiolone di nuovo crolla dal sonno e quindi è molto nervosa. Anche questo può essere un segnale del fatto che ancora non è pronta per il cibo? Vi ringrazio per qualsiasi suggerimento o incoraggiamento possiate darmi.

        Andrea

        Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
        Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
        Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
        Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
        A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
        Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

        Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

        Esci da questa conversazione

        Per non ricevere più le notifiche di commenti riguardanti questa discussione rispondi a questa email con la parola ‘annullare’.

        Per saperne di più su baby food, cibo biologico, pesticidi, zuccheri aggiunti ecc. ecc.

        Mandato da Autosvezzamento.it. Recapitato da Postmatic.

        • Andrea says:

          Hai mai visto un bambino “grandicello” ancora esclusivamente allattato?:D Prima o poi il passo lo fanno TUTTI. Quello che noi possiamo fare è assicurarci di gettare le basi per un buon rapporto con il cibo. Il resto è ESCLUSIVAMENTE nelle loro mani.

      • Elena says:

        P.S: non mi è ancora arrivato l’e-book, cosa devo fare?Grazie

        —-Messaggio originale—-

        Da: hello@email.gopostmatic.com

        Data: 10/06/2015 0.01

        A:

        Ogg: Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori

        Autosvezzamento.it | Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori –>

        Autosvezzamento.it

        Andrea ha risposto a un commento di Elena su Dai genitori per i genitori:

        Andrea Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
        Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
        Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
        Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
        A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
        Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

        Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

        Queste sono le prime righe dell’articolo e la conversazione che ne è conseguita:

        Dai genitori per i genitori was published on 30 dicembre 2012 by Andrea. Scopri l’autosvezzamento!Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l’ebook Alimentazione complementare e paura del soffocamento In più potrai scegliere tra: Il minicorso sull’autosvezzamento Le ricette della community L’attività settimanale del blog L’attività settimanale del forum La tua privacy è importante. Con noi la tua email è al sicuro!Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché[…]

        Ci sono 169 commenti precedenti. Ecco è la discussione relativa a questo commento:

        Elena

        Salve, sono una mamma di una bimba di 9 mesi compiuti proprio oggi. Da quando aveva 5 mesi, così come da indicazioni della pediatra, ho provato a a svezzarla con la frutta, ma non ha mai voluto saperne, anche perché la mia bimba allora non riusciva nemmeno a stare seduta, allora ho intuito che era troppo presto.Ho aspettato i 7 mesi, quando ha iniziato a reggersi bene da sola, ma anche allora non ha voluto saperne di pappe o frutta di qualsiasi genere, tra l’altro notavo che a differenza dei suoi coetanei che mangiavano tutto spalancando la bocca, lei non aveva ancora capito come si deglutisse, per cui buttava tutto fuori. Ora, da poche settimane ho iniziato a provare di nuovo pappe e omogenizzati, ma nonostante abbia iniziato a deglutire le cose, non ne vuole sapere (secondo me le fanno proprio schifo). Assaggia con gusto piccoli pezzetti del nostro cibo e va pazza per la mollica del pane e formaggi vari. Qualche volta le ho preparato la pastina con il nostro condimento (sugo, verdure, formaggi o altro), ma non ne mangia mai più di tre cucchiaini da caffè, poi si spazientisce e inizia a gridare e allora le do il latte artificiale. La bimba cresce bene, ma non so se è “normale”, visto che ormai ha 9 mesi, il fatto che ancora non voglia mangiare e se questo significherà che non mangerà mai volentieri e avrà sempre problemi con il cibo, inoltre non conosco nessun altro bambino che a questa età non mangia ancora praticamente nulla. Sembra che per lei il cibo solido sia solo un gioco, le piace assaggiare nuovi sapori ma non ne sente la necessità, per lei il nutrimento è solo il latte. Cerco di non farmi prendere dal panico (nonostante la pediatra mi abbia detto che deve assolutamente assumere carne a causa del mancato apporto di ferro e che più tardi la svezzo più sono probabili le intolleranze alimentari) e ormai non provo nemmeno più a proporgli pappe, ma a volte mi chiedo se faccio bene, o se non sia il caso di stimolarla, inoltre lei, sopratutto la mattina ha sempre sonno, dopo avere fatto la poppata delle 8 si riaddormenta profondamente, si risveglia alle 11 avendo ancora tanto sonno e quando è ora di pranzo e la metto nel seggiolone di nuovo crolla dal sonno e quindi è molto nervosa. Anche questo può essere un segnale del fatto che ancora non è pronta per il cibo? Vi ringrazio per qualsiasi suggerimento o incoraggiamento possiate darmi.

        Andrea

        Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
        Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
        Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
        Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
        A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
        Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

        Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

        Esci da questa conversazione

        Per non ricevere più le notifiche di commenti riguardanti questa discussione rispondi a questa email con la parola ‘annullare’.

        Per saperne di più su baby food, cibo biologico, pesticidi, zuccheri aggiunti ecc. ecc.

        Mandato da Autosvezzamento.it. Recapitato da Postmatic.

        • Andrea says:

          Quello sul soffocamento?
          Controlla le varie cartelle della tua posta facendo una ricerca per indirizzi contenenti “autosvezzamento.it”. Se stai, tipo, su gmail, probabilmente è tra le “promozioni” :( Mandami una mail se non lo trovi :)

        • Elena says:

          Ciao Andrea,ho controllato bene, io ho Libero, ma non lo trovo, non c’è nemmeno tra lo Spam.

          —-Messaggio originale—-

          Da: hello@email.gopostmatic.com

          Data: 10/06/2015 9.04

          A:

          Ogg: Andrea ha replicato al tuo commento su Dai genitori per i genitori.

          Autosvezzamento.it | Andrea ha replicato al tuo commento su Dai genitori per i genitori.
          –>

          Autosvezzamento.it

          Andrea ha replicato al tuo commento su Dai genitori per i genitori:

          Andrea Quello sul soffocamento?
          Controlla le varie cartelle della tua posta facendo una ricerca per indirizzi contenenti “autosvezzamento.it”. Se stai, tipo, su gmail, probabilmente è tra le “promozioni” :( Mandami una mail se non lo trovi :)

          Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

          Queste sono le prime righe dell’articolo e la conversazione che ne è conseguita:

          Dai genitori per i genitori was published on 30 dicembre 2012 by Andrea. Scopri l’autosvezzamento!Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l’ebook Alimentazione complementare e paura del soffocamento In più potrai scegliere tra: Il minicorso sull’autosvezzamento Le ricette della community L’attività settimanale del blog L’attività settimanale del forum La tua privacy è importante. Con noi la tua email è al sicuro!Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché[…]

          Ci sono 172 commenti precedenti. Ecco è la discussione relativa a questo commento:

          Elena

          Salve, sono una mamma di una bimba di 9 mesi compiuti proprio oggi. Da quando aveva 5 mesi, così come da indicazioni della pediatra, ho provato a a svezzarla con la frutta, ma non ha mai voluto saperne, anche perché la mia bimba allora non riusciva nemmeno a stare seduta, allora ho intuito che era troppo presto.Ho aspettato i 7 mesi, quando ha iniziato a reggersi bene da sola, ma anche allora non ha voluto saperne di pappe o frutta di qualsiasi genere, tra l’altro notavo che a differenza dei suoi coetanei che mangiavano tutto spalancando la bocca, lei non aveva ancora capito come si deglutisse, per cui buttava tutto fuori. Ora, da poche settimane ho iniziato a provare di nuovo pappe e omogenizzati, ma nonostante abbia iniziato a deglutire le cose, non ne vuole sapere (secondo me le fanno proprio schifo). Assaggia con gusto piccoli pezzetti del nostro cibo e va pazza per la mollica del pane e formaggi vari. Qualche volta le ho preparato la pastina con il nostro condimento (sugo, verdure, formaggi o altro), ma non ne mangia mai più di tre cucchiaini da caffè, poi si spazientisce e inizia a gridare e allora le do il latte artificiale. La bimba cresce bene, ma non so se è “normale”, visto che ormai ha 9 mesi, il fatto che ancora non voglia mangiare e se questo significherà che non mangerà mai volentieri e avrà sempre problemi con il cibo, inoltre non conosco nessun altro bambino che a questa età non mangia ancora praticamente nulla. Sembra che per lei il cibo solido sia solo un gioco, le piace assaggiare nuovi sapori ma non ne sente la necessità, per lei il nutrimento è solo il latte. Cerco di non farmi prendere dal panico (nonostante la pediatra mi abbia detto che deve assolutamente assumere carne a causa del mancato apporto di ferro e che più tardi la svezzo più sono probabili le intolleranze alimentari) e ormai non provo nemmeno più a proporgli pappe, ma a volte mi chiedo se faccio bene, o se non sia il caso di stimolarla, inoltre lei, sopratutto la mattina ha sempre sonno, dopo avere fatto la poppata delle 8 si riaddormenta profondamente, si risveglia alle 11 avendo ancora tanto sonno e quando è ora di pranzo e la metto nel seggiolone di nuovo crolla dal sonno e quindi è molto nervosa. Anche questo può essere un segnale del fatto che ancora non è pronta per il cibo? Vi ringrazio per qualsiasi suggerimento o incoraggiamento possiate darmi.

          Andrea

          Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
          Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
          Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
          Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
          A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
          Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano

          Elena

          P.S: non mi è ancora arrivato l’e-book, cosa devo fare?Grazie —-Messaggio originale—- Da: hello@email.gopostmatic.com Data: 10/06/2015 0.01 A: Ogg: Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori Autosvezzamento.it | Andrea ha replicato a Elena su Dai genitori per i genitori –> Autosvezzamento.it Andrea ha risposto a un commento di Elena su Dai genitori per i genitori: Andrea Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
          Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
          Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
          Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
          A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
          Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio. Queste sono le prime righe dell’articolo e la conversazione che ne è conseguita: Dai genitori per i genitori was published on 30 dicembre 2012 by Andrea. Scopri l’autosvezzamento!Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l’ebook Alimentazione complementare e paura del soffocamento In più potrai scegliere tra: Il minicorso sull’autosvezzamento Le ricette della community L’attività settimanale del blog L’attività settimanale del forum La tua privacy è importante. Con noi la tua email è al sicuro!Questo sito è realizzato dai genitori per i genitori, perché[…] Ci sono 169 commenti precedenti. Ecco è la discussione relativa a questo commento: Elena Salve, sono una mamma di una bimba di 9 mesi compiuti proprio oggi. Da quando aveva 5 mesi, così come da indicazioni della pediatra, ho provato a a svezzarla con la frutta, ma non ha mai voluto saperne, anche perché la mia bimba allora non riusciva nemmeno a stare seduta, allora ho intuito che era troppo presto.Ho aspettato i 7 mesi, quando ha iniziato a reggersi bene da sola, ma anche allora non ha voluto saperne di pappe o frutta di qualsiasi genere, tra l’altro notavo che a differenza dei suoi coetanei che mangiavano tutto spalancando la bocca, lei non aveva ancora capito come si deglutisse, per cui buttava tutto fuori. Ora, da poche settimane ho iniziato a provare di nuovo pappe e omogenizzati, ma nonostante abbia iniziato a deglutire le cose, non ne vuole sapere (secondo me le fanno proprio schifo). Assaggia con gusto piccoli pezzetti del nostro cibo e va pazza per la mollica del pane e formaggi vari. Qualche volta le ho preparato la pastina con il nostro condimento (sugo, verdure, formaggi o altro), ma non ne mangia mai più di tre cucchiaini da caffè, poi si spazientisce e inizia a gridare e allora le do il latte artificiale. La bimba cresce bene, ma non so se è “normale”, visto che ormai ha 9 mesi, il fatto che ancora non voglia mangiare e se questo significherà che non mangerà mai volentieri e avrà sempre problemi con il cibo, inoltre non conosco nessun altro bambino che a questa età non mangia ancora praticamente nulla. Sembra che per lei il cibo solido sia solo un gioco, le piace assaggiare nuovi sapori ma non ne sente la necessità, per lei il nutrimento è solo il latte. Cerco di non farmi prendere dal panico (nonostante la pediatra mi abbia detto che deve assolutamente assumere carne a causa del mancato apporto di ferro e che più tardi la svezzo più sono probabili le intolleranze alimentari) e ormai non provo nemmeno più a proporgli pappe, ma a volte mi chiedo se faccio bene, o se non sia il caso di stimolarla, inoltre lei, sopratutto la mattina ha sempre sonno, dopo avere fatto la poppata delle 8 si riaddormenta profondamente, si risveglia alle 11 avendo ancora tanto sonno e quando è ora di pranzo e la metto nel seggiolone di nuovo crolla dal sonno e quindi è molto nervosa. Anche questo può essere un segnale del fatto che ancora non è pronta per il cibo? Vi ringrazio per qualsiasi suggerimento o incoraggiamento possiate darmi.
          Andrea Ciao Elena, premesso che il pediatra certo non ti aiuta aumentando la pressione e mettendoti paura con storie dell’orrore, il mio consiglio è di buttare tutte creme, pastine e omogeneizzati e mettervi semplicemente tutti a tavola assieme e lasciare che sia la bimba ad avvicinarsi al cibo e NON viceversa.
          Anche se numericamente pochi, i bambini che cominciano ad interessarsi al cibo “tardi” ti assicuro che ci sono e sono, non dico tanti, ma abbastanza :D In ogni caso la bimba ha 9 MESI e non 9 anni, quindi di sicuro non c’è NIENTE di cui preoccuparsi.
          Pure la storia del ferro.. e che seccatura… se si dovesse dimostrare che ha carenze (ma prendendo il latte formulato mi pare difficile) prenderà un’integrazione in gocce. Mica è la morte del mondo.
          Insomma… da quanto capisco la bambina non solo cresce bene, ma sta bene quindi per me è meglio se fai un bel respiro profondo, metti da parte le tue aspettative, resetti tutto e ricominci da capo, ma questa volta mettendo la bimba al centro, e non le tabelle di terzi.
          A provare a “stimolarla” rischi di fare solo peggio. Tu pensa solo come reagiresti se ti mettessi a tavola e c’è un’arpia che ti comincia a ronzare intorno con questo benedetto cucchiaino e non ti lascia in pace fino a che non lo metti in bocca e mandi giù. Non ti farebbe diventare matta in 3 minuti, anzi, che dico, 3 secondi?
          Capisco che può non essere facile cominciare a fidarsi delle capacità dei nostri figli, specialmente se non siamo abituati a farlo e chi ci sta intorno ci rema contro, ma di sicuro i bambini non si lasciano Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio. Esci da questa conversazione Per non ricevere più le notifiche di commenti riguardanti questa discussione rispondi a questa email con la parola ‘annullare’. Per saperne di più su baby food, cibo biologico, pesticidi, zuccheri aggiunti ecc. ecc.
          Mandato da Autosvezzamento.it. Recapitato da Postmatic.

          Andrea

          Quello sul soffocamento?
          Controlla le varie cartelle della tua posta facendo una ricerca per indirizzi contenenti “autosvezzamento.it”. Se stai, tipo, su gmail, probabilmente è tra le “promozioni” :( Mandami una mail se non lo trovi :)

          Vuoi rispondere al commento di Andrea? Invialo via email semplicemente rispondendo a questo messaggio.

          Esci da questa conversazione

          Per non ricevere più le notifiche di commenti riguardanti questa discussione rispondi a questa email con la parola ‘annullare’.

          Per saperne di più su baby food, cibo biologico, pesticidi, zuccheri aggiunti ecc. ecc.

          Mandato da Autosvezzamento.it. Recapitato da Postmatic.

  136. Giorgia says:

    Sono una mamma di una meravigliosa bimba di cinque mesi e vorrei praticare autosvezzamento.Vorrei chiedere se è necessario usare alimenti biologici.

  137. Simona says:

    Buongiorno mamme!
    Una domanda…. Sento parlare spesso di mamme che danno il proprio cibo ai loro bimbi durante i pasti proprio come svezzamento ma non ho mai capito in che forma (omogenizzato,tritato,a pezzetti, intero?!?!?)
    La mia piccola ha 6 mesi appena compiuti e lo svezzamento con la pappa l’ho iniziato a 5 mesi… Ma ora volevo integrare pappa ” più solida” ma non so come fare!
    Inoltre….. Secondo voi posso aspettare ancora ad integrare la cena!?! Allattandola ancora, vorrei usufruire di questa “comodità” ancora per un po!
    Grazie

  138. alessandra says:

    Buongiorno ho appena scoperto questo sito. Sono mamma di una splendida bimba di quasi 5 mesi. La bimba ha fatto due ricoveri perche’non mangiava e l hanno curata per un sospetto reflusso. Ha preso per tre mesi il lansox. Ora siamo riusciti a sospenderlo.non sto a raccontarvi il calvario…io mi sono ammalata dietro al biberon di mia figlia che tuttora mangia e cresce pochissimo. Questa settimana x esempio non ha preso un grammo. La pediatra e in ospedale ci han detto che l importante e’che non perda peso. Detto cio’,non vorrei piu’fare errori e cazzate gia’ne ho fatte troppe. Vorrei seguire l autosvezzamento a partire da meta’luglio quando la bimba fara’sei mesi. Qualcuno ha alle spalle un esperienza simile?come dovrei comportarmi x svezzarla?mia figlia mangia giusto per idratarsi…e’nata benissimo 3440kg e ora a 5 mesi siamo fermi a 5700kg x 62cm…grazie

    • Andrea says:

      Ciao Alessandra,

      è difficile dare un consiglio basandosi sulle poche righe che hai scritto. In ogni caso, difficilmente un problema si risolve facendo mangiare (a forza?) un bambino. Se la crescita è scarsa bisogna affrontare il problema a monte, e non curare i sintomi (la scarsa crescita) altrimenti non farai altro che trovarti con problemi sempre più grandi con l’andare del tempo.
      I bambini devono essere lasciati liberi di decidere quanto mangiare in quanto solo loro sanno se e quanto hanno fame.

      Da quanto dici nel tuo messaggio mi sembra di capire che siano state escluse patologie, e anche il reflusso non era minimamente una certezza.

      Il peso non mi sembra così drammatico… OK, la bimba non è una gigantessa, ma è nella norma. Certo bisogna vedere come si è evoluto il peso, diciamo, dal primo mese ad oggi per vedere se c’è un pattern in quanto da una singola pesata non si può concludere niente.
      Una cosa è certa però, le pesate settimanali sono assolutamente sconsigliabili in quanto troppo poco indicative. A quest’età bisogna pesare meno spesso per ottenere un dato più sicuro. Considera ad esempio che se una settimana ti pesi dopo aver fatto pipì e cacca e magari avendo mangiato poco sembrerà che hai perso peso in quanto la settimana precedente non avevi fatto né pipì e né cacca e avevi mangiato come un porcello :D Pesando così spesso l’errore intrinseco è troppo grande per cui l’informazione è priva di significato.

      Come ho detto, dato che mi pare che non ci siano patologie sottostanti, più che a convincere la bimba a mangiare forse è più opportuno che cominci a lavorare su te stessa per perdere questa ansia che mi pare di capire sia molto forte. Non tutti i bambini sono performanti come da copione (ma poi questo copione chi lo ha scritto?), per cui forse è più facile accettarli per quello che sono: forse alla tua bimba semplicemente basta quello che mangia e cresce secondo il SUO DNA.

      Forza e coraggio :)

      • alessandra says:

        Sicuramente devo lavorare su me stessa, la mia ansia nei confronti del biberon è alta. Durante i ricoveri hanno escluso patologie per fortuna. Io pero’ ora non vorrei piu’ commettere errori (l’errore piu’ grosso è stato quello di smetterla di allattarla). Vorrei capire come la mia bambina potrebbe iniziare l’autosvezzamento, per evitarle ulteriori traumi. Ha ancora in atto il riflesso di estrusione, quando le avvicino il cucchiaino alle labbra tira fuori la lingua, non sta ancora seduta e se le do un biscottino in mano lo butta per terra come fa per i giochi. Come mi devo comportare? che linea seguire? mi consigli qualche lettura? grazie

  139. Alessia says:

    Salve a tutti vorrei un consiglio, sono Alessia mamma di due bimbi Andrea di quasi 5 anni con cui ho fatto lo svezzamento classico con pappette e che ha sempre mangiato tutto,e Alice 1 anno i primi di giugno con la quale faccio invece, molta fatica.Le pappette non le ha mai voluto e a 7 mesi abbiamo iniziato direttamente con la pastina con passato di verdure e omogeneizzato.Mangiando un giorno si e uno no, mi sono informata sull’As e ora faccio un misto perchè’ un giorno mi snobba le pappette e mangia come noi e un giorno se non c’e’ la pastina con omogeneizzato non mangia.Mangia anche il mio latte, anche se tutti mi dicono che è ora di staccarla (ma io non voglio),adora pane cracker e grissini, e yogurt ma non mi mangia volentieri la frutta in nessun modo a pezzi,grattugiata,omogenizzata da me e quella compera niente.Mi direte dov’è il problema?il problema è che a giugno andiamo 3 settimane in ferie in albergo e non so come farla mangiare, io vorrei darle il nostro cibo ma conterra’ sale, mentre io a casa cucino abbastanza insipido,L’albergo è disponibile a farle le pastine ma non sto smettendo anche a casa perciò non voglio farle mangiare per 3 settimane la stessa roba.Gli chiedo se mi lasciano a parte sugo e pasta non salata per la piccola?Un ultima cosa tempo fa rispondendo ad un post su fb (vi seguo da li)qualcuno aveva stilato un esempio di menu settimanale che mi era piaciuto molto ma non lo trovo più come posso ritrovarlo?Grazie mille in anticipo Alessia

    • Andrea says:

      Alessia, lascia perdere e goditi le vacanza. Mangiate quello che passa il convento e tutti ne beneficerete, sale o non sale.
      Per carità, non cominciamo con i piatti “a parte” per la piccola. Che tortura solo a pensarci.
      E poi, anche se vi propinassero chissà quali schifezze, sono solo 3 settimane.

      Le vacanze le hanno inventate per rilassarci. Se ci dobbiamo stressare tanto vale rimanere casa.

      Ah, non usare espressioni quali: “non so come farla mangiare”. Tu non la “fai” mangiare. lei mangia se vuole :D

  140. Michela says:

    Ciao… domani ho visita di routine dalla pediatra, che sicuramente mi chiederà se Paride mangia e se gli ho fatto le pappette come mi aveva detto di fare… che non ho fatto perché mangia quello che mangiamo noi! Se mi dice che le pappette servivano ad abituare lo stomachino un po’ alla volta, come posso risponderle? L’unica differenza che ho visto io è nelle feci, che sono più solide, ma il bimbo sta benissimo perché allatto ancora al seno! ;)

  141. viviana says:

    Ciao
    vorrei un parere e un consiglio se possibile: Emma ha 11 mesi, pesa 7,4 kg e h69 cm. So che nn dovrei fissarmi con le misure, ma davvero mi sto angosciando perché la bimba non dà cenna di gattonare o alzarsi, sta solo seduta e al massimo muove un po gambe e piedi.
    Autosvezzata dai 7m, dagli 8 non beve alcun tipo di latte e abbiamo scoperto che è leggermente allergica alle proteine del LV.
    Mangia solo cibo che mangiamo noi, secondo la cara sana piramide alimentare.
    piu lo yogurt di soia alla frutta a colazione o merenda x sostituire il latte materno.
    quindi ok, però non cresce. È ferma ai 7,4 kg da 2 mesi.
    Le abbiamo provate tutte e adesso, da un mese, non dorme piu la notte quando invece è sempre stata una dormigliona. Mette i dentini, ne ha 4 e 2 in arrivo, ma nn è che le abbiano mai dato noia.
    non ci sono stati cambiamenti negli ultimi mesi quindi non saprei a cosa attribuire scarsa crescita e irrequietezza notturna!!
    Aiuto, io ho cominciato con l’autosvezzamento, ma visto che nn beve piu ne il mio latte ne altro, nn posso nemmeno piu parlare di alimentazione complementare. Complementare a cosa che il latte non lo vuole da 3 mesi??
    Possibile che abbia deciso che invece di autosvezzante e gia autosvezzata??
    Grazie mille

    • Andrea says:

      Ciao Viviana,

      Che non prenda più latte a 11 non è poi così strano,  quindi non mi preoccuperei più di tanto. Per quanto riguarda la non crescita cosa dice il pediatra?  Mi pare di capire che non sia molto preoccupato. Sul non dormire, tieni presente che fino a 3 anni cambiano abitudini un giorno sì e l’altro pure :) Che fino a ieri abbia dormito non è detto che lo farà domani. La cosa migliore è prenderla alla giornata:)

      • viviana says:

        Grazie x la risposta
        Il pediatra ora sentirlo, ma due mesi fa mi aveva detto che effettivamente da quando nn prende piu il mio latte ha subito un arresto e bisognava aspettare e vedere se col tempo avrebbe preso latte vegetale e/yogurt.
        Fortuna che ho trovato uno dei rari pediatra pro autosvezzamento e mi fido molto! Per il sonno… non dormire mi fa andare ai matti, spero proprio di non dover aspettare 2 anni!!!! XD
        Parlarne con qualcuno cmq gia aiuta e rassicura un po. Grazie :)

        • Andrea says:

          Perché no il latte vaccino?

          Per il sonno ti dico che la mia seconda ha cominciato a svegliarsi a 8 mesi ed è andata avanti fino a verso I 3 anni :D

  142. Paola says:

    Buongiorno,perché’ le nuove indicazioni sconsigliano il latte vaccino almeno fino all’anno del bambino prediligendo un latte sintetico (ovviamente nel caso non sia possibile allattamento materno) quando comunque con il divezzamento si introducono formaggi e yogurt?scusate ma io non riesco ad accettare che un latte sintetico sia più sano di un latte vaccino controllato.grazie a chi risponderà’!

    • Andrea says:

      Ciao Paola,
      le indicazioni non sono nuove… credo che siano anni, se non decenni, che ci sono :)
      In ogni caso il latte vaccino è sconsigliato come SOSTITUTO del materno/artificiale. Come ingrediente all’interno di una dieta varia e normale rappresenta un cibo complementare come un altro.
      Ah, il latte formulato non credo si possa definire “sintetico”, ma al massimo come “modificato”, dopo tutto sempre di latte vaccino si parla :)

  143. Anna883 says:

    Buongiorno,
    sono mamma di un bimbo di 5 mesi e una settimana,allatto esclusivamente al seno. La pediatra, già 20 giorni fa, si è stupita del fatto che non avessi ancora iniziato a dargli la mela o la pera…così ha preso un foglietto dal cassetto, me l’ha letto e poi infilato nel libretto sanitario…riporto:
    “Al pomeriggio prima del latte FRUTTA, fresca e matura:
    1/2 mela-1 mela grattata
    provare la mela per tre giorni,se non ci sono problemi passare alla pera, provare la pera per tre giorni, poi si può dare mela + pera o gli omogenizzati.
    Biscotto PRIMESI senza GLUTINE
    1 cucchiaino di biscotto granulare o 1 biscotto in un biberon di latte, dopo 4-5 giorni in un secondo biberon” ma visto che allatto al seno mi ha detto di metterlo nella frutta.
    Bene…non ho avuto il coraggio di dire nulla…ho sorriso e sono andata via con un macigno sulle spalle.
    Stupita per il fatto che nonostante il bambino sia sano e più che in forma mi consigliasse di integrare con qualcosa che non fosse LM (viva il rispetto per l’OMS e UNICEF) e preoccupata…tra 3 settimane circa avremmo la visita per il bilancio del 6° mese e mi chiederà com’è andata…come faccio a dirle che le sue indicazioni non le ho neanche considerate? Come faccio a dirle che voglio provare l’autosvezzamento?? E’ chiaro che questa non sarà favorevole…

    • Giulia says:

      Buongiorno Anna, ho il tuo stesso identico problema: il pediatra del mio bambino a 4 mesi mi ha detto che a 4 mesi e 10 giorni dovevo iniziare a dargli mela o pera alle 10:30 del mattino (perché poi un orario così “determinato”…bah!). Io mi sono mostrata subito stupita perché ero convinta che non mi avrebbe fatto accenno all’alimentazione complementare fino a 6 mesi (come, appunto, indicato da OMS, UNICEF e le più importanti associazioni mediche mondiali). Lui ha ribattuto che con l’allattamento al seno esclusivo si deve iniziare ancor prima lo svezzamento rispetto a chi allatta con l’artificiale, a causa della carenza di ferro del latte materno… Io sono rimasta basita, ma l per lì ho fatto il suo gioco e me ne sono andata… Tornata a casa, mi sono riletta i libri di Gonzales che già mi avevano convinta di iniziare lo svezzamento al minimo a 6 mesi, e me ne sono convinta ancor di più! Però al controllo dei 5 mesi anch’io non so come dirlo al pediatra, e soprattutto non so se dirgli che voglio fare autosvezzamento… Mamma mia, già sarà una lotta coi parenti…che debba esserlo anche col pediatra?!

      • miriam79 says:

        STESSA SITUAZIONE. MIA FIGLIA HA COMPIUTO 4 MESI DA CIRCA UNA SETTIMANA E LA PEDIATRA MI AVEVA DETTO DI INTRODURRE LA FRUTTA. IO , DOPO ESSERMI INFORMATA, CONTINUERò Ad allattare esclusivamente al seno fino al sesto mese…

    • elena says:

      Io sono nella tua stessa situazione, mio figlio ha 4 e mezzo e voleva già introdurre la frutta. Io gli dirò che preferisco aspettare

    • Nome says:

      ciao, anch’io mi trovo nella tua stessa situazione, addirittura la mia pediatra quando la mia bimba aveva 4 mesi mi disse che a breve sicuramente avrei osservato un calo del latte e si rese disponibile a rivederci… Fatti i dovuti gesti scaramantici me ne sono andata e ho chiuso ogni speranza di comunicazione con lei.
      Non vivo serenamente gli incontri con lei ma sono un pò disillusa sul fatto di trovare un medico che sia in linea con le mie scelte (è gia la seconda pediatra che ho).
      Il mio consiglio è quello di farti forza con le scelte che stai portando avanti, non sei sola, ..non è semplice ma siamo in molte a “combattere”la stessa battaglia.
      Io con la mia prima figlia sono stata più debole, e ti assicuro che questa consapevolezza è veramente più ardua da smaltire che non le facce di dissenso di un’estranea che non si sofferma nemmeno a chiedermi quali sono le mie intenzioni. Per questo lascio che il disagio che vivo dalla pediatra passi veloce per non condizionarmi troppo.

  144. crosti says:

    Ciao! Una domanda : la pediatra ci ha consigliato di non dare zucchero sale miele e latte vaccino fino all’anno di età. Come mai? Grazie cristina

    • Andrea says:

      Ciao crosti,

      il miele viene sconsigliato per un remoto rischio di botulino. Il latte vaccino non va bene in sostituzione del materno /formulato. Come ingrediente va benissimo.
      Zucchero e sale basta usarne poco per tutti :)

  145. Izabel says:

    Buongiorno,
    mio bimbo ha 8 mesi, ho iniziato con dargli degli assaggi da due mesi, prendeva tutto con le manine e si portava alla bocca. Io lavoro e stando i pranzi con mio compagno o la nonna, hanno iniziato a imboccarlo con le minestre o la pastina, cmq quello che mangiano loro, ma adesso non si porta più in bocca niente che non fosse pane o grissini. Premetto a dire che ha 6 denti e morde di tutto. Adesso anche la sera se mangia qualcosa vuole essere imboccato x poco e dopo si annoia e ha iniziato a chiudere la bocca e girare la testa
    Devo lasciare che non mangi niente da solo, o continuo a imboccarlo? . Lo allatto ancora con LM esclusivo.
    Se mi date la dritta dove cercare la risposta e come uscirne :) 
    Grazie mille

    • Andrea says:

      Izabel, difficile rispondere… ti consiglio di assecondare il bambino nei suoi desideri, ma lasciandogli al tempo stesso l’autonomia che da un momento all’altro potrebbe richiederti (e chiedi che le papà e nonne facciano lo stesso :D ).
      Queste fasi vanno e vengono ed è difficile capire qual è la causa e quale l’effetto.

  146. Loredana says:

    un saluto a tutti e un grazie speciale a gloria ed andrea Per il loro lavoro. Mi chiamo loredana e sono mamma di vittoria (13 mesi). Allattata al seno fino a 6 mesi con un’aggiunta di artificiale alla sera che sinceramente mi ha aiutata a riposare di notte ( non mi giudicate male ma una mamma riposata è molto meglio di una mamma stanca e nei primi mesi sono stata male fisicamente. .. avevo proprio bisogno di un riposo notturno ^,^ ) . Ad un certo punto ho cominciato a preparare solo cibi che anche lei potesse assaggiare. .. patate carote zucchine fagiolini lessati e poi via via orate salmone etc! Non andavo dal pediatra perché la bambina stava visibilmente bene cresceva . Quando ad 8 mesi l’ho portata dal medico per un controllo generico, abbiamo parlato di come stesse andando lo svezzamento ed io risposi che la bambina era curiosa non mi rifiutava nulla … avevo gia fatto assaggiare anche il pesce orate e salmone. .. il pediatra mi disse che erano un po’ grassi e che avrei dovuto preferire merluzzo nasello bla bla…. ed io risposi: stia tranquillo, in genere glielo dò dalla coda!! Signori miei,come in ogni cosa ci vuole buon senso e misura in tutto ma di fronte a delle false certezze abbiate il coraggio di discutere! Grazie ancora a voi x tutto

    • alessandra says:

      Ciao Loredana, fammi capire, mai quindi date a vittoria omogenizzati, brodini e pappine varie? da subito (6 mesi) verdure lesse, pesce e altro?

      • Andrea says:

        Alessandra, io piuttosto ti chiederei PERCHÉ dover dare “omogenizzati, brodini e pappine varie” (“perchè si fa/fanno tutti così non vale come risposta :D :D)

  147. Michela says:

    Ciao sono Michela, mamma di Giulia di 18 mesi e Ginevra tra qualche giorno 6 mesi. Con la grande non me la sono sentita di fare l’autosvezzamento ma con la piccola mi sto avventurando in questo cammino! La mattina si mangia già il suo biscotto (per come lo mastica mi sembra un vecchietto senza la dentiera) ma la mia perplessità è lei a pranzo merenda e cena lei non vuole assaggiare ma vuole proprio mangiare me ne accorgo perchè quando finisce il suo piattino urla come una matta, ma allo stesso tempo vuole tutto il latte! Secondo te @andrea e anche vuoi mamma come devo fare?

  148. andrea_ says:

    MichelaBattistello , ciao :)
    Orrime notizie. L’unica cosa… fai attenzione alle fette di mela perché ha una consistenza antipatica e potenzialmente difficile da gestire. Direi che, a titolo puramente di esempio, una pera non troppo dura, una banana o un kiwi sono forse più indicati

  149. MichelaBattistello says:

    Penso che sto cominciando a superare le paure… ieri ho dato a Paride una fettina di mela (cruda). Lui con le sue gengive belle dure è riuscito a staccarne due pezzettini ma li ha puntualmente sputati! Oggi gli ho dato da succhiare una fettina di arrosto di vitello! (5 mesi e mezzo). Lo facciamo partecipare ad ogni nostro pasto (a meno che non stia dormendo) e cerco di proporgli ogni volta qualcosa. Se è interessato si fa capire, eccome! ;)

  150. LauraPossenti says:

    andrea_ LauraPossenti  Grazie per la risposta…un’altra domanda, anzi più una curiosità…quando inizierò con gli assaggi come faccio a capire se integrare o meno con un po’ di latte (lui prende l’artificiale) una volta lasciata la tavola? Come so se gli ‘assaggi’ bastano a evitargli il latte x quel pasto? O, viceversa, se l’ho allattato poco prima perché aveva fame ma non eravamo ancora a tavola… poi è chiaro che a tavola mangerà poco…

  151. andrea_ says:

    LauraPossenti , ciao :)
    Mi chiedo, la pediatra pensa che se non cominci così presto perdi il treno? :D
    3,5 mesi è davvero TROPPO presto indipendentemente dal percorso che poi si seguirà.

  152. LauraPossenti says:

    Buongiorno,
    io ho un bimbo di quasi tre mesi. La pediatra mi ha detto di iniziare a dargli un po’ di frutta verso i tre mesi e mezzo. Dato che ho deciso che farò l’autosvezzamento inizio lo stesso con la frutta o no?

  153. 1settembre says:

    Ah, bene…perché mia figlia ha 7mesi e mezzo e assaggia ancora solo poche cosette (pane biscotti carne). Frutta non ne vuole sapere! ho provato la minestra e addirittura le pappine x vedere ma dopo 3 cucchiaini chiude la bocca e stop! Io anche penso a volte che inizierà a mangiare un pasto compLeto a due anni!

  154. 1settembre says:

    Ah, bene…perché mia figlia ha 7mesi e mezzo e assaggia ancora solo poche cosette (pane biscotti carne). Frutta non ne vuole sapere! ho provato la minestra e addirittura le pappine x vedere ma dopo 3 cucchiaini chiude la bocca e stop! Io anche penso a volte che inizierà a mangiare un pasto compLeto a due anni!

  155. MichelaBattistello says:

    Ciao, ho un bimbo che fa 5 mesi il giorno 08/04/2015. La pediatra mi ha dato le solite ricettine, ma io gli ho già fatto assaggiare varie cose. Vedo che ha ancora il riflesso di sputare, quindi aspetterò, ma vorrei provare l’autosvezzamento! Ho già letto il libro di Piermarini e ora ho ordinato anche un altro libro consigliato qui, che spero mi aiuterà a superare le normali paure di mamma!

  156. LaSimo84 says:

    Ciao!Sono Simona, mamma di Leonardo che ha 6 mesi e una settimana.
    Leonardo fin da subito ha preteso di stare con noi a tavola durante i pasti e già da più di un mese pare molto interessato al cibo, però non sta ancora seduto da solo…Cosa potrei iniziare a proporgli per evitare lo svezzamento tradizionale?
    L’altro giorno si è preso in mano l’intero pezzo di parmigiano e si ciucciava la punta!io gliel’ho tolto perché non so se gli fa bene!
    Grazie

  157. Silvia80 says:

    Ciao a tutti!!
    Sono mamma di una bimba di 13 mesi allattata al seno. 
    Da parecchi mesi cerco di praticare l’autosvezzamento ma lei non ha ancora la minima intenzione di assaggiare quello che mangiamo noi. 
    Le piace soltanto mangiare pane e pizza, qualsiasi altra cosa finisce sul pavimento! 
    Provo spesso a farle bere succhi di frutta fatti da me con l’estrattore ma non ne vuole sapere, se nel bicchiere sente che non c’è acqua nemmeno assaggia.. 
    E’ una tosta.. :-) 
    So che devono decidere loro quando e come mangiare ma volevo condividere con voi e confrontarmi con qualcuno che ha o ha avuto la stessa situazione. 
    Grazie!!

  158. andrea_ says:

    Giuditta, ciao.
    Il mio consiglio spassionato è di lasciare assolutamente perdere e di variare il più possibile il menu in famiglia. Altro non serve.
    Cercare di misurare questo o quello non ti porta da nessuna parte.

    Sul sito ci sono diversi articoli che ne parlano. Ad esempio questi:
    http://www.autosvezzamento.it/proteine-svezzamento/
    http://www.autosvezzamento.it/carboidrati-zuccheri-fruttosio/
    Ma alla fine dei conti basta dare un’occhiata con la coda dell’occhio alla piramide alimentare:
    http://www.autosvezzamento.it/piramide-alimentare/
    Ma questo vale per tutti, non solo per i bambini.

  159. Giuditta says:

    Ciao a tutti
    la mia bimba ha 8 mesi e mezzo e mangia praticamente di tutto.
    Per capire se mi regolo con le proporzioni tra i vari nutrienti degli alimenti, vi chiedo se potete condividere qualche tabella sul fabbisogno di proteine/carboidrati ecc a seconda del peso del bambino.
    Grazie a tutti
    Giulia

  160. andrea_ says:

    mima_sk1 , ah, ma allora hai TANTIIIIIIISSMIO tempo a disposizione :D
    Ma il caglio che male ha fatto? E quelli che danno il parmigiano con la prima pappa dove li mettiamo?? :D :D
    Comunque non ho capito perché gli DEVI dare il latte formulato. Rientrerai a lavoro tra tre mesi… Ci penseremo allora se qualcosa andrà fatto.
    In ogni caso a quest’età certo non puoi sostituire il latte materno con le bevande vegetali.

  161. mima_sk1 says:

    Buongiorno Andrea mio figlio ha compiuto 5 mesi l’ 11 marzo. se latticini non sono consigliati per via del caglio, devo somministrare il latte formulato che contiene il latte vaccino. mio pediatra è di vecchio stampo tradizionalista.detto ciò lo svezzamento sarà autogestito. introduco e vedrò gli effetti.

  162. andrea_ says:

    mima_sk1 , ciao.
    Non ho capito quanto ha tuo figlio adesso.
    Onestamente sotto i 12 mesi non credo sia un buona idea integrare con bevande vegetali. Sopra i 12 mesi… presumo dipenda quali sono le vostre abitudini alimentari.
    Latti artificiali vegetali non credo esistano, se non il latte di soia, ma questo è pensato per bambini allergici. Inoltre non so se si possa prendere se non su consiglio/prescrizione del pediatra (e poi costa DAVVERO un botto).

  163. mima_sk1 says:

    Buongiorno
    questione latte vaccino e latticini in più l’introduzione della carne…
    con il mio secondogenito intendo seguire fino a suoi 12 mesi l’alimentazione prevalentemente vegetariana se non del tutto vegana.
    a giugno rientro al lavoro e cucciolo va al nido. ..
    Lo allatto e vorrei integrare con i latti vegetali. …mi potete aiutare quali usare se tradizionali (alpro o altri disponibili in Bio shop) o formulati della farmacia.

  164. SilviaDessi says:

    Ciao, sono approdata in questo sito per curiosità, abito negli USA e ho scoperto l’autosvezzamento qua, che viene chiamato “baby led weaning” ho visto che qui ti hanno consigliato di fare “un po’ e un po’ ” ma tu non te la senti. Considera che auto svezzamento non deve per forza significare che il bambino mangi solo solidi con le mani. Uno dei pasti preferiti di mia figlia, che fa 6 mesi tra qualche giorno e che ha iniziato ad autosvezzarsi 2 settimane fa circa rubandomi le cose dal piatto, é stato un passato di zucca dolce speziata (cannella, noce moscata, cumino) che si é mangiata con molto gusto da sola dal cucchiaino pre-riempito da me.
    Poi più di una persona ti ha consigliato di evitare il prosciutto, la reazione è arrivata dopo una giornata quindi puoi provare a riproporre gli alimenti di quel giorno singolarmente, o comunque con cose che precedentemente non gli hanno mai dato problemi. A quanto ne so poi la reazione allergica può presentarsi anche dopo la quarta o quinta esposizione, quindi non si può mai sapere! Buona fortuna!

  165. andrea_ says:

    OolauraOo potrebbero cominciare domani o tra 6 meisi o tra 12. Dipende molto dal bambino. Una cosa però è certa… prima o poi accadrà :D Ci puoi contare :D :D

  166. OolauraOo says:

    Buona sera! Ma i vostri bimbi quando hanno cominciato a fare un pasto degno di essere chiamato tale? La mia ha 8 mesi ma se continuiamo così mangeremo davvero a 2 anni. …

  167. Vane says:

    Ciao a tutti!
    Sono nuova del gruppo solo formalmente, vi seguo da molto.
    Ho una bambina di tre anni e mezzo svezzata tradizionalmente, con estrema fatica e con molta frustrazione da parte di entrambe. Non ha mai dimostrato interesse per il cibo, né nostro né “suo” e tutt’ora non si fionda mai su nulla, che siano cibi sani o qualche golosa schifezza. 
    E ho anche un bimbo di sette mesi (oggi, auguri a lui :) )che, al contrario e con mio infinito sollievo, pare essere un buongustaio. “Smascella” quando mi vede preparare i pasti, assagia tutto volentieri, ha ottimi riflessi di deglutizione e pur non avendo nemmeno un dente ciancica bene qualsiasi cosa gli capiti.
    Lavoro mezza giornata, lo allatto sempre a richiesta e a mezzogiorno, quando sono assente, è tra le braccia della nonna che gli prepara vellutate e creme di ogni genere (leggasi, svezzamento più o meno classico, ma con verdure fresche, no omo/lio, carne al vapore ma frullata, formaggi freschi mischiati alla zuppa ecc). E lui mangia volentieri.
    LA sera, invece, il piccolo siede a tavola con noi e puccia le mani nel suo piatto coi nostri cibi. E comunque assaggia, lecca, ingerisce, sputacchia sempre volentieri.
    La mia domanda è: questo mischiotto di svezzamento, un po’ tradizionale e un po’ con introduzione complementare potrebbe confondergli le idee? Io lo vedo sereno, lui cresce bene e d’altro canto non posso imporre alla nonna una modalità di svezzamento che le crea ansia (e per pigrizia mia non ho quasi mai il tempo di tirarmi il latte da lasciare per il mezzogiorno).
    Che ne pensate?

  168. Alfonsina says:

    Ho una bimba di 5 mesi compiuti e sono fermamente convinta che quando sarà il tempo (quando mostrerà i primi segni di interesse al cibo e starà  seduta da sola sul seggiolone) comincerò con l’autosvezzamento. Ho avuto anche un incontro con un’ostetrica che mi ha chiarito un po’ di cose sull’argomento. Mi ha detto fra l’altro che posso darle anche cibi fritti, purché in olio di oliva. La mia domanda è: ci sono degli alimenti da evitare assolutamente? Intendo ad esempio, cibi surgelati del supermercato, sughi pronti e via dicendo…

  169. valemarche says:

    Domani saremo a quota 6 mesi, ancora non sta seduto da solo, se siamo a tavola piange perché vuole qualcosa pure lui, però prende il cibo come prenderebbe una scarpa o una posata, per ora ciuccia.
    Gli ho dato io qualche pezzetto di zucchina cotta o di polpa dell’arancia ma fa il verso come se dovesse rigurgitare.

  170. ChioDegliAlberi says:

    Ma come li vestite i vostri piccoli per il pranzo? E come smacchiate il tutto? E gli assaggi si danno prima o dopo la poppata?

  171. Lucia C says:

    Buonasera, vorrei chiedere un consiglio a tutti voi essendo alle prime armi!
    Ho un bimbo di 4 mesi e 1/2 allattato esclusivamente al seno. Lunedì tornerò a lavoro e salterò due poppate (quella di metà mattina e quella del pranzo). Da circa un mese ho introdotto il biberon (con il mio latte), ma il piccolo non sembra gradirlo molto: non ne prende più di 70 gr.
    Il pediatra mi ha consigliato di introdurre un po’ di frutta per, così dire, completare la poppata e farlo resistere fino al mio ritorno. Ho iniziato a dargli della pera schiacchiata che ha apprezzato.
    Leggendo questo sito però mi sono venuti molti dubbi…cosa mi consigliate di fare? Se non prende il biberon con cosa posso integrare la “poppata”? Sono consapevole che l’apporto calorico del latte non può essere sostituito con la frutta ma non so che fare!
    Ovviamente il pediatra mi aveva consigliato di iniziare con le pappine ma abbiamo deciso di non seguire questo consiglio dato che ci piacerebbe intraprendere la strada dell’autosvezzamento,

    Grazie!

  172. Marmiroligi says:

    Cercavo giusto qualcosa per integrare la colazione (che per ora fa con LM, ma temo di averne pochissimo) e la poppata prima di dormire. Di latte formulato e biberon nn ne vuole sapere…
    Stasera ho provato con il latte di riso in un bicchiere col beccuccio ma ha rifiutato anche quello…

  173. andrea_ says:

    Marmiroligi perché dici “già a 8 mesi”? Se ne ha più di 6 gli puoi mangiare grossomodo quello che vuoi, compresi i latticini e il latte se usato come ingrediente (mentre è sconsigliato come SOSTITUTO del LM o artificiale)

  174. Marmiroligi says:

    Un parere veloce: cosa ne pensate dei latticini (yogurt, ricotta, formaggi cremosi e anche latte) già a 8 mesi?
    Grazie…

  175. Cristina says:

    Buongiorno,
    Ho un bimbo di 5 mesi che allatto con biberon da un paio di settimane per necessità. Io preparo “pasti” da 180 ml, il mio bambino è molto regolare e mangia ogni 3/4 ore per 5 pasti al giorno. Cresce ed è bello cicciottello (7kg).
    Credo che lui però non sia in grado di regolarsi con le quantità: se gli preparo biberon da 210 comunque li mangia tutti, se li preparo da 150 idem…. Comunque finisce il latte che gli propongo.
    Inoltre da almeno 3 mesi rigurgita moltissimo, anche a fontanella. Alcune volte ho la sensazione che non gli rimanga giù nulla.
    Ora vi chiedo: rigurgita perché mangia troppo? O rigurgiterebbe comunque? L’introduzione di cibi solidi (in questo caso frutta grattuggiata o biscotto, vista l’età) potrebbe aiutarlo a “tenere giù” il latte/cibo?

  176. Ericaconversi says:

    Andrea il problema è la mia paura che si Strozzi, che prenda un pezzo troppo grosso.
    Come cavolo devo fare??? Come devo cucinare (tra l’altro non sono un’ottima cuoca) e che consistenza deve avere? Devo aspettare che mastichi?
    Uff!!! In effetti mi sto complicando la vita!!!!

  177. andrea_ says:

    Ericaconversi , a mio avviso il problema è che tu stai facendo svezzamento tradizionale perché mi sembra di capire che ti aspetti che la bimba mangi un tot di questo e un tot di quello, per cui, PURCHÉ mangi, allora triti. Invece l’approccio dovrebbe essere esattamente quello opposto. Tu cucini, lei spizzica quello che le va. Un po’ va giù, un po’ lo sputa, un po’ lo butta per terra (e tu magari lo raccogli). Il QUANTO mangia non ha importanza. Quello che importa è il COME e la partecipazione che ci mette Tra l’altro è PICCOLISSIMA, ha appena 7 mesi. Ci sono bambini che ha 7 mesi non hanno ancora messo in bocca niente di diverso che non fosse il latte (e forse un dito capitato lì per caso).
    Ci credo che poi ti viene l’ansia in quanto la bimba non è performante secondo i TUOI criteri.

    Lascia fare la bambina… non la tampinare… non pensare che debba mangiare X, Y e Z. Quello è svezzamento “tradizionale/medicalizzato :D

  178. Ericaconversi says:

    Ragazzi !!! Volevo chiedervi un consiglio… Mia figlia ha 7 mesi e da un mese ho iniziato con l’autosvezzamento ma mi risulta pesante. la mia piccina non mastica ancora per cui tendo a passare tutto nel passaverdura oltre a non creare ansia a me. Non sono una gran cuoca per cui vi chiedo.. Cosa posso darle? Qualche ricetta semplice e veloce. A voi non ha mai creato ansia?
    Aiuto!!!!

  179. Babikbra says:

    Ciao a tutti, ho proprio bisogno di un consiglio. La mia bimba di 7 mesi e mezzo in autosvezzamento piange come una matta quando si scarica. Non credo sia dovuto ai cibi interi che mangia, ma al cambio di alimentazione. Sarebbe lo stesso con le pappette. Confermate? Le pappe non le vanno proprio per cui non so come introdurle piú olio per aiutarla. A parte la carota e il riso, cosa devo evitare? kiwi, mango e legumi aiutano, le verdure anche. Il caco di cui va matta? Ma mio marito vorrebbe evitare anche tutti gli alimenti che NON aiutano anche se non sono astringenti, tipo pasta e pane.(Il povero ha passato una mattinata con la bimba disperata che é rimasto traumatizzato. Hanno pianto come i matti. Solo che lei una volta liberatasi é tornata allegra, lui no!) Avete consigli?

  180. FrappaCanu says:

    StefyCris1 ciao, io sono nuova qui e non so ancora nulla di autosvezzamento, ma sono intollerante al lattosio e so che e’ presente nei salumi in genere, potrebbe essere il prosciutto cotto ad aver creato la reazione allergica? la butto li’, spero che non sia una stupidata.

  181. Alessandra says:

    StefyCris1 non so se ti posso aiutare ma…  Chiedere ad un pediatra favorevole all’autosvezzamento? Oppure modificare la cucina familiare? 
    Uno puo’ fare cucina familiare facendo cose un po’ “monogusto” per tutti. Cavolfiore ad esempio? Un giorno a vapore e tuo figlio mangia gli alberelli, un giorno con la pasta e un giorno con le patate e la finta besciamella veg (farina fatta sciogliere con olio e brodo vegetale). A quel punto avra’ fatto l’introduzione a tappe del cavolfiore… Oppure zucca: un giorno con la pasta, un giorno arrostita con l’olio e un giorno col risotto o a crema con il pane inzuppato dentro. Oppure lenticchie. zuppa, con pasta e con cereale X. Per voi un (piccolo?) sacrificio, ma forse ne puo’ valere la pena… Per tutti gli alimenti puoi trovare un piatto, da fare per tutti, che contenga pochi  elementi aggiuntivi.

  182. StefyCris1 says:

    Grazie Babi, speriamo. In effetti in questo momento sono abbastanza sfiduciata perché non so proprio che strada percorrere…

  183. StefyCris1 says:

    No Andrea, in te riponevo davvero le mie ultime speranze, sentirti dire che non sai cosa dire mi annienta :D
    Naturalmente sto scherzando ma non troppo: il bimbo durante il giorno aveva mangiato carote con miglio e prosciutto cotto, mela e albicocca. Più o meno questo. La reazione è avvenuta di notte quindi dopo molte ore dall ingestione dell ipotetico allergene. La causa in effetti è tuttora ignota: gli abbiamo fatto anche i prick test (per quello che possono valere) e sono risultati tutti negativi. Il problema è che noi veniamo da innumerevoli tribolazioni dovute alla sua IPLV e questa ulteriore problematica, che l allergologa ha verosimilmente attribuito ad una reazione allergica a non si sa cosa, ci ha nuovamente allarmati e decisamente impediti sul fronte AS. Il problema sorge nel momento in cui, dopo diversi giorni di prove con le maledette pappe, lui si mette a piangere nel momento stesso in cui vede avvicinarsi il cucchiaino, mentre se gli do un pezzettino di scaloppina, lo manda giù in un nanosecondo.
    Aiutooooooooo

  184. StefyCris1 says:

    Carissima Babi, grazie per la tua risposta. Diciamo che, a causa del mio pessimo carattere, spesso non riesco a cogliere il “grigio” nelle varie situazioni :D
    Pertanto diciamo che sono dell idea che se AS deve essere, che AS sia, magari stando attenti ad alcuni particolari potenziali allergeni, ma fare un po’ e un po’…ecco non so se fa per me.
    Lo spavento è stato grande e la delusione, io che avrei un bimbo che detesta le pappette e con un forte slancio verso i ns cibi, di non poterlo assecondare, altrettanto.
    Grazie mille per lo spunto comunque, per me questa è davvero un’annosa situazione :D

  185. Babikbra says:

    StefyCris1 Ciao, immagino il tuo spavento e la delusione. Non so se dico bene, ma provare un po’ e un po’? Ovvero un po’ di pappetta e un po’ di solido. Mano a mano metti insieme alimenti che ritieni sicuri perché il tuo piccolo li ha accettati e da l’i fai un alimento composto. Certo glutine e uovo sono quelli piú critici e che piú si usano nelle pietanze. In pratica fai un autosvezzamento ma con cibi ad hoc….Che ne pensi?

  186. andrea_ says:

    StefyCris1 , onestamente non so cosa dirti… Ho cercato cosa sia un angiodema e ho visto che lo potrebbe causare qualunque cosa (anche ignota). Tanto per sapere, cosa aveva mangiato per causare una reazione del genere? 
    Forse potresti chiedere a un altro dottore se ti può dare un consiglio più pratico.

  187. StefyCris1 says:

    Carissimi Amici Autosvezzanti, vi seguo da tanto e adesso mi rivolgo a voi per un dubbio grande che ho. Mio figlio ha sei mesi e da sempre ho pensato che avrei voluto provare con lui l Autosvezzamento, nonostante sia intollerante alle proteine del latte vaccino. alcuni giorni fa ho quindi provato ad Autosvezzarlo, con la convenzione che sarei stata attenta solamente all inserimento dei latticini. Tutto perfetto, se non fosse che un brutto giorno ho dovuto correre al ps con lui (gli hanno dato il codice giallo) perché aveva un angioedema importante che sia i pediatri che l allergologa hanno attribuito ad una reazione allergica non si sa a cosa. Dopo essermi molto spaventata per questo episodio, mi ero dovuta convincere, non senza immenso dispiacere da parte mia, di passare allo schemino classico con introduzione di un nuovo alimento ogni sette giorni. Mando giù il magone e gli propongo pappette dolci e salate di ogni genere. Il nano però non ne vuole sapere. Stasera gli ho proposto un assaggio della ns cena e lui ha mangiato felice. Quindi vi chiedo un aiuto disperato: come devo fare? Non vuole sapere di mangiare pappette ma purtroppo i suoi problemi non mi permettono di fare uno svezzamento easy.
    Specifico che mio figlio prende solo LA da sempre e che durante i giorni di svezzamento non era assolutamente mai entrato in contatto con latticini. Grazie in anticipo, Stefy

  188. Babikbra says:

    Una riflessione per le mamme che lavorano.
    Ho ripreso il lavoro da un paio di mesi con le 6 ore. La mia bimba di 7 mesi e mezzo mangiucchia con non molto slancio. Assaggia, come da regola…Alla base la alimenta il mio latte. Solo in una poppata prende latte in polvere. Non reggo bene le 6 ore e presto dovró ritornare alle 8. L’allattamento, momento eccezionalmente intimo che ancora mi commuove, mi strema a livello fisico. Torno dal lavoro mezzo sconvolta come non lo sono mai stata, nemmeno in gravidanza. Forse per questo vorrei che la mia piccola accellerasse il ritmo di incorporazione dei cibi? É questo che mi crea quel piccolo stress e penso che la piccola non mangi mai abbastanza? 
    Ho scelto peró di seguire i suoi ritmi il piú possibile. Di fidarmi di quella saggezza che i neonati mostrano fin dal primo respiro. Qualcosa di sorprendente! 
    Per cui mamme, rilassiamoci! Tutto andrá bene. Come dice un buon pediatra, prima o poi tutti i bimbi mangiano e che sicuro stiamo dando il meglio di noi stesse. 
    Un abbraccio a tutte/i

  189. Babikbra says:

    andrea_ Babikbra Grazie Andrea. É passato un po’ di tempo e senza insistere ma offrendo cose nueve la situazione evolve sola. adesso la bimba mangia. Andiamo pianino ma sempre meglio. Il metodo, se cosí lo si puó definire, funziona. Grazie dei consigli e del forum!

  190. Babikbra says:

    Ciao a tutti, bibmba di 7 mesi e mezzo. In prograssione lenta ma regolare con AS. Mangiucchia qua e lá, solido o triturato. Le offro di tutto che possa mangiare. Le feci cominciano a cambiare, sono un po’ solide e la fanno piangere. Improvvisamente la pelle delle chiappette si é irritata con ferite. Non so se c’è una correlazione. Ai vostri bimbi é successo? Consigli? O solo passerá e si adeguerá con il tempo? Grazie a tutti!

  191. Silvia80 says:

    Ciao a tutti sono mamma di una bimba di 9 mesi allattata esclusivamente al seno. Circa due mesi fa ho provato a svezzarla con il metodo tradizionale ovvero con pappe e pappette ma è stato un disastro, non ne ha proprio voluto sapere! Vorrei a questo punto tentare con l’autosvezzamento ma lei non ha la minima curiosità di assaggiare niente di tutto quello che mangiamo e che le propongo. Non so come fare… E’ come se non si fidasse. A qualcuno è capitata la stessa cosa?

  192. andrea_ says:

    Chiara Pallotta, ciao :)
    Basta che consulti il sito. Qui troverai tutte le dritte che ti servono (e che non possono essere riassunte in un breve commento).
    Ad esempio prova qeusto articolo (e commenti correlati):
    http://www.autosvezzamento.it/as-in-pratica/con-cosa-cominciare/
    Sui liofilizzati invece, questo:
    http://www.autosvezzamento.it/parliamo-di-liofilizzati-10-fatti-e-alcune-considerazioni/

    Per il resto, come ho detto, sfoglia il sito e usa la funzione cerca per cercare qualcosa di specifico :)
    Per ogni dubbio poi, puoi sempre lasciare un commento.

  193. Chiara Pallotta says:

    ciao a tutti. ho una bimba di 5 mesi e mezzo che non sta ancora perfettamente seduta da sola, ma riesce bene ad assaporare cibi liquidi e solidi ed ha estrema curiosità del cibo che trova a tavola quando noi mangiamo! la mia pediatra mi ha consigliato liofilizzati ma io volevo iniziare l autosvezzamento. non so a chi rivolgermi ..sapreste darmi una mano? consigli su come fare?

  194. Chiara Pallotta says:

    ciao a tutti. ho una bimba di 5 mesi e mezzo che non sta ancora perfettamente seduta da sola, ma riesce bene ad assaporare cibi liquidi e solidi ed ha estrema curiosità del cibo che trova a tavola quando noi mangiamo! la mia pediatra mi ha consigliato liofilizzati ma io volevo iniziare l autosvezzamento. non so a chi rivolgermi ..sapreste darmi una mano? consigli su come fare?

  195. andrea_ says:

    Babikbra , ciao :)
    Da quanto mi dici semplicemente non è pronta. Lasciala  fare che tra bereve vedrai che le cose si aggiusteranno da sole. Non ha bisogno di fare “training”, la natura ci penserà da sola.

    una cosa, di sicuro NON devi insistere, MAI :D

  196. Andreabonito says:

    La Consapevolezza si coltiva fin da piccoli… mi sembra che questo sito sia in sintonia con questo modo di agire. Lontano le tensioni e le preoccupazioni per un gesto che è naturale ed innato nell’uomo da milioni di anni… <3

  197. Babikbra says:

    Ciao a tutti! Chiedo un parere. La mia bimba ha 6 mesi e mezzo, sta seduta abbastanza bene ma con un po’ di aiuto, si interessa un pochino al cibo, mi osserva e mi copia. Peró ancora ha un riflesso faringeo accentuato. Ovvero qualsiasi cosa solida o semisolida mette in bocca la espelle tossendo e sbavando. Che ne pensate, devo solo avere pazienza insistendo? Posso alternare al tritturato/frullato il solido per fare pratica? Grazie!

  198. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Cristina Crespan, quale occasione migliore per diffondere l’informazione :) /Andrea

  199. Cristina Crespan says:

    Ho dato solo un’occhiata veloce ai post e al sito e mi è bastato per sentirmi molto poco competente!!tante cose che ho letto sono novità anche per me che lavoro nei nidi da 5 anni…peccato che non si conoscano certe informazioni molto utili, io condivido totalmente!nel mio piccolo cerco di applicare tutto quello che, personalmente, valuto corretto; in ogni struttura ci sono “credenze” e metodologie diverse,va anche da educatrice ad educatrice…per non parlare poi di alcuni genitori che a casa purtroppo si fanno prendere dalla comodità e dalla pigrizia…

  200. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Irene Gulisano, è riservato agli iscritti alla newsletter :) però è facile… basta iscriversi :D /Andrea

  201. Alessia Mutti says:

    io l’ho sempre vista al contrario..AS è fatto per NON strozzarsi..il bimbo impara a gestire i bocconi,impara a masticare,sviluppa questa capacità nel momento giusto,in cui natura prevede che al latte(possibilmente materno!)cominci a accompagnarsi anche cibo solido,insomma,è motivato ad apprendere..mooolto motivato dato che dal cibo dipende la sopravvivenza e questo è inscritto nel suo dna.a mio avviso,se non si sfrutta questa “finestra”(diciamo..dai 6/7 mesi ai 12/13)e si sceglie uno svezzamento a pappe molli il rischio di strozzo è più probabile perché il bimbo si ritrova a dover imparare un’abilità completamente nuova in un momento meno favorevole.

  202. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    S.O.S. Mamma, beh, diciamo che chi fa autosvezzamento dà più “nell’occhio” :D /Andrea

  203. Barbara Pellegrini says:

    A Modena e provincia sono sempre pieni i corsi!!!!!!!!!! Che brutta cosa…sono in lista da un po’ e nessuno mi chiama x poter partecipare ad un corso )):

  204. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Andrea Marilù Cozzolino, inoltre non so il tuo indirizzo, quindi non posso neanche controllare. Magari mandamelo come Messaggio privato. /Andrea

  205. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Andrea Marilù Cozzolino, se ti sei appena iscritta, dagli un minutino, Ti dovrebbe arrivare entro un’ora :) /Andrea

  206. Andrea Marilù Cozzolino says:

    ciao sto iniziando ora l’approccio all’As e mi sono iscritta ma l’e-book che mi interessava tanto leggere non è arrivato…ho controllato anche le Spam ma niente…me lo potrwst

  207. Laura Inzani says:

    Andrea ricevuta, scusami ma mi era andata direttamente nella sotto cartella di gmail creata appositamente x l’autosvezzamento!!!! Sorry!!!

  208. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Alessia Vernizzi, controlla lo spam. Ti è stata inviata la mattina di mercoledì alle 8:55.
    Laura Inzani, non riesco a trovare il tuo account, ma probabilmente nel tuo indirizzo email non c’è il tuo cognome.
    Fatemi sapere. /Andrea

  209. Chiara Landolfi says:

    soo interessata anch’io a fare il corso a Roma, non il 12 però che è il mio compleanno :) si possono sapere già altre date?

  210. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    @laura, dovresti aver ricevuto una mail mercoledì. Fammi sapere se non l’hai ricevuta.

  211. Manuela Andrea Serra says:

    Autosvezzamento – La pagina ufficiale di http://www.autosvezzamento.it lo penso anch’io! Ho scoperto adesso che proprio la settimana scorsa era la settimana della CRI e a Pistoia domenica facevano un incontro sulle tecniche di disostruzione!! >.

  212. La Manu says:

    c’è un’associazione di mamme dei Castelli Romani che ospiterà la CRI che terrà il corso il 12 maggio, se volete posso darvi maggiori informazioni.

  213. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Manuela Andrea Serra, mi sa che fai prima a mandargli una mail :) /Andrea

  214. Manuela Andrea Serra says:

    Io ho provato ad accedere al link del sito della croce rossa, ma da settimane risulta “pagina in costruzione”!!
    Qualcuno sa se ci sono corsi in programma nelle zone di Prato o Pistoia?

  215. Alessia Mezzanotte says:

    Ottimo! Anche perché il corso non serve tanto in vista dello svezzamento, quanto di tutto ciò che i bimbi mettono in bocca quando incominciano ad esplorare il mondo. Bravi che date tutte le informazioni, ancora da parte di molti c’è troppa ignoranza in materia!

  216. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Certo; tutte le informazioni e i link alla CRI sono inclusi nell’ebook :) /Andrea

  217. Alessia Mezzanotte says:

    E, comunque, sarebbe sempre utile partecipare ad un corso sulle manovre di disostruzione delle vie aeree per lattanti e bambini. La Croce Rossa ne organizza tanti!

  218. Cristina Tegoletti says:

    Secondo me il problema di un tempo minimo tra orario della cena e nanna non sussiste….se pensiamo che almeno fino a sei mesi hanno ciucciato quantità infinite di latte a qualsiasi ora del giorno e della notte e si sono addormentati con la tetta in bocca dove sta il problema? Noi ceniamo poco prima delle 20 viste le quantità industriali di cibo che mangia Francesco la cene dure 40 minuti….alle 21 ci prepariamo per andare a nanna….pigiama, denti e ciuciatina…..e nanne serene belli sazi!!!!

  219. Chiara Pàncari says:

    i bimbi hanno bisogno di abitudini, che non sono necessariamente legate ad un orario fisso, a mio parere ;)

  220. Marzia Meloni says:

    fa colazione quando la facciamo noi, pranzo quando pranziamo noi, cena con noi….anche se variamo di mezzora non muore di fame….ho notato che per lui conta stare assieme a mamma e a papà.

  221. Sabrina MisSabry says:

    Non abbiamo orari fissi dipende a che ora si sveglia .. A volte salta pure la merenda … Anche la mia preferisce yogurt così lo compro alla frutta!

  222. Lucrezia Andreotti says:

    X Nico, 8 mesi, colazione alle 7 (bibe di latte di capra), pranzo alle 12.30, merenda alle 17 (anke lui adora lo yogurt bianco) e cena alle 20. A nanna max alle 21.

  223. Alina Catalina Mihai says:

    Io so che stabilire un orario non e’ essenziale ,come si crede.Neanche noi mangiamo allo stesso orario.E poi,chi ,meglio di loro ,sa quando ha fame?Non di certo l’orologio o gli esperti che raccomandano di fissare un orario…

  224. Giuliana De Meis says:

    io ho lo stesso problema di maria.. gli orari !!! noi mangiamo sempre tardi e poichè voglio tenere valerio (14 mesi) a tavola con noi inevitabilmente mangia tardi anche lui, tranne ovviamente quando mangia da mia suocera che lo fa pranzare alle 12 e cenare alle 18.30 (se non alle 18 !!!) … qual’è secondo voi il giusto rapporto temporale fra cena e nanna!?!?!?

  225. Isabella Venusia Carli says:

    Morgan fin dai 9 mesi, ora ne ha 14 e passa, mangia alle 12 al nido, poi fa merenda alle 15,30, poi la rifà con me, normalmente biscotti buoni (non industriali) oppure frutta frullata e biscotti dentro, o una pizzetta…La sera mangia alle 8/8,30 e beve 40 cl di latte nelle 23, poi zzzzz

  226. Jenny Marchioro says:

    quando siamo a casa io e lui da soli mangiamo verso mezzogiorno, poi lui fa merenda verso le 4 e ceniamo tutti insieme quando arriva il papi verso le 19.30. Per merenda se a lui piace lo yogurt (intero naturale?) non preoccuparti e daglielo pure, al limite aggiungi della frutta a pezzettini o frullata. Settimana scorsa ho fatto una torta col semolino e gli è piaciuta molto, gliel’ho data per merenda un paio di volte, oppure una fettina di pane e marmellata, io ho la fortuna di avere mia mamma che fa delle marmellate eccezionali

  227. Manuela Petulla' says:

    Beh dipende sempre a che ora si sveglia al mattino ma in linea di massima il pranzo lo fa tra le 12 e le 13 merenda tra le 16 e le 17 e cena tra le 19,30 e le 20,30 comunque aspetto che sia lui a chiedermelo (anche il mio bimbo ha 11 mesi) x merenda gli do yogurt ,frullati di frutta con yogurt , latte con biscotti o delle fette biscottate con marmellata.

  228. Natasha Rosso says:

    I miei mangiano a pranzo alle 12 ( ne io ne il papà ci siamo) e cena insieme alle 19,30/20 merenda alle 16,30

  229. Irene Suglia says:

    Pietro 9 mesi a pranzo mangia a mezzogiorno; la merenda alle 16.30 e la cena alle 19.30/19.45. prova a dargli per meranda lo yougurt con dentrro la frutta frullata o a pezzi piccoli, magari lo mangia lo stesso!

  230. Chiara Tedone says:

    la mia bimba (16 mesi) pranza alle 11 e cena 18.30-19. Merenda ore 15 con yoghurt e mousse di frutta oppure pizza bianca :-)

  231. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Ma se è lui a chiederlo dov’è il problema? Quando si è stufato di mangiarlo non dubitare che te lo farà sapere :) /Andrea

  232. Mara Cesana says:

    ieri sera ho beccato mia figlia di quasi 10 mesi che ha rubato la mia mela avanzata del pranzo dalla mia borsa e se la stava mangiando… ho preso la macchina e ho fatto la foto apposta… dopo ve la mando

  233. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Lisa Pedrotti, ne ho ricevuta or ora solo una… Rimango in attesa del seguito.
    Ah, non dimenticare di dice l’età e cosa mangia :)
    Comunque la dimensioni in pixel non importa se “troppo grande”, in quanto a rimpicciolirla si fa sempre in tempo, mentre l’opposto non è sempre vero. Se parli di “peso”, allora grazie, così mi hai evitato un po’ di lavoro per alleggerirla :) /A.

  234. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Valentina Ferraiuolo, considera che la pagina è 980 px di larghezza, quindi più la foto è piccola più è probabile che venga sgranata.

  235. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Valentina Ferraiuolo, considera che la pagina è 980 px di larghezza, quindi più la foto è piccola più è probabile che venga sgranata.

  236. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Elisa Rocco, È lo so… quello è il problema… Diciamo che andrebbero bene quelle su sfondo “neutro” che potrebbe essere allungato “artificialmente” con photoshop o simili (come abbiamo fatto in questo caso). Comunque non è necessario che il “soggetto” sia tutto da un lato come nella foto… un po’ decentrato dovrebbe essere sufficiente.

  237. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Vedo ora che l’anteprima qui appare in modo molto significativo… Pazienza:) (A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *