6 consigli se tuo figlio non ti mangia



latte e biscotti autosvezzamentoAbbiamo già detto che insistere per far mangiare un bambino è un controsenso; se va bene, non serve a niente, ma se va male può causare danni a lungo termine nel rapporto che il bambino ha con il cibo e in quello tra il bambino stesso e il genitore.
“Ma forse ci sono casi in cui va bene insistere per far mangiare un bambino”, si starà forse chiedendo il lettore casuale approdato qui grazie a Google; rimandando tale lettore all’articolo dedicato, rispondo con un laconico “NO”.

Tuttavia noi genitori siamo esseri umani e come tali non siamo perfetti, per cui se ci sembra che nostro figlio mangi poco ci facciamo prendere dall’ansia, anche se solo per un istante. Come fare per controllare meglio le nostre apprensioni da cibo? (a questo punto viene spontanea la domanda… ma non saranno i genitori ad avere un problema con il cibo più che i bambini?).

Oggi vediamo alcune semplici tecniche per aiutare i genitori ad allentare la presa.

1) Scopriamo quanto mangia veramente

Si fa presto a dire che un bambino non mangia, ma prima di lanciarci con pranzi e cene interminabili fino a che il piatto non è pulito, cure ingrassanti e visite specialistiche bisogna scoprire cosa e quanto mangia effettivamente il bambino “sotto esame”. Scriviamo ASSOLUTAMENTE TUTTO quello che ingerisce nell’arco di qualche giorno e facciamo due conti per vedere se è vero che non si nutre abbastanza. Emblematico è un articolo di UPPA che si occupa proprio di tutto ciò e dove si leggiamo di Marco, un bambino di tre anni che a sentire la madre disperata “non” mangia. Il medico comincia a farle domande e così scopriamo che Marco la mattina prende una tazza di latte con sei biscotti e la sera, una volta a letto e in dormiveglia, un biberon con altri sei. A tutto ciò si aggiungono una merendina preconfezionata e una fetta di pizza bianca. Così facendo il bambino ha già assunto il 75% – 80% del fabbisogno di calorie giornaliero fuori dai pasti e il resto lo assume spizzicando all’ora dei pasti. Di certo questo non è un bambino che non mangia, ma è un bambino che non mangia bene. Tuttavia la madre, che non lo vedeva mai mangiare a tavola, era convinta che “non mangiasse”. L’articolo così conclude:

La salute e la crescita di Marco non corrono alcun rischio; quella che potrebbe soffrire, se mai, è la sua educazione.

2) Facciamo porzioni più piccole

È fondamentale che la richiesta di cibo arrivi da parte del bambino, per cui se riempiamo i piatti con la quantità di cibo che secondo noi dovrebbe mangiare, di sicuro già sbagliamo. Quando la tendenza è di non finire quello che c’è nel piatto, al pasto successivo dimezziamo la porzione e continuiamo a rimpicciolirla fino a che non si determina una quantità di cibo che il bambino finisce di buon grado e che magari fa sì che ne chieda di più. Dopo tutto se cucini per un adulto sai più o meno quanto mangerà e così servirai una quantità di cibo corrispondente alle sue aspettative e non alle tue. Perché dovrebbe essere diverso se abbiamo davanti un bambino?

3) Facciamoli servire da soli

Quando possibile è sempre una buona idea mettere a tavola un piatto da portata e lasciar servire i commensali da soli, così piccoli e grandi metteranno nel piatto quello che intendono mangiare. Chiaramente i più piccolini troveranno difficile regolarsi all’inizio e magari tenderanno a esagerare, ma per lo meno si sentiranno maggiormente in controllo. Per evitare che il piatto si riempa troppo possiamo sempre far usare loro delle posate da portata più piccole o se li serviamo noi gli potremo chiedere quanto ne vogliono, cominciando sempre con piccole quantità.

4) Offriamo scelta (anche se solo apparente)

Chiaramente questo non va inteso nel senso che se al bambino non va una cosa gliene diamo un’altra che andremo a cucinare appositamente. Mi riferisco sempre alle cose che si trovano normalmente sulla tavola o a una scelta fatta prima o durante la preparazione del pasto.
Ad esempio al momento di cucinare possiamo chiedere: “preferisci i fusilli o le conchiglie?” o “meglio gli spinaci o i piselli?”. Questo chiaramente è difficile da mettere in atto con un bambino di 6 mesi, ma già a 12, ad esempio, provate a mettergli davanti i due oggetti: potrà scegliere lui indicando il suo peferito.
A tavola metteremo tutta una serie di cibi che il bambino potrà mangiare senza problemi e, soprattutto, senza pressioni. Se poi il piccolo sta attraversando una fase durante la quale mangia solo verdure (sì, credetemi… capita:) ) o solo carne o solo pasta, ricordiamoci di prenderne nota e vedremo che a medio termine la dieta non sarà così monotona come potrebbe apparire a noi.
Se invece gli mettiamo davanti una pappa (per quanto sana, buona e piena di nutrienti) o un cibo fatto apposta per lui senza interpellarlo in alcun modo, ci mettiamo da soli in un vicolo cieco.

5) Usiamo piatti (più) piccoli.

Anche l’occhio (dei genitori) gioca la sua parte. Al bambino non credo importerà più di tanto, ma il genitore ansioso vedrà un piattino pieno invece di uno grande semivuoto e si sentirà già meglio.
Lo so che è irrazionale, ma è fuor di dubbio che un piatto grande ti porta a riempirlo con troppo cibo.

6) Cambiamo modo di pensare

Il genitore DEVE cambiare modo di pensare e ricordarsi che è meglio un fusillo mangiato di propria spontanea volontà che un piatto mangiato per forza. Facciamo sempre partire la richiesta dal bambino: le tabelle, i consigli non desiderati, i trucchi e gli inganni lasciamoli agli altri. Bisogna dar fiducia ai propri figli e ricordarsi che non si lasciano morire di fame. Non dimentichiamo mai che i bambini non vogliono farci un dispetto non mangiando; loro fanno semplicemente quello che ritengono più giusto al momento. Lottare perché loro facciano quello che vogliamo noi è una battaglia persa in partenza e prima ce ne rendiamo conto, meglio sarà. Il genitore deve cambiare approccio, NON il bambino.

[hr]

Lo so che quanto ho detto in questo post risulterà scontato ai lettori abituali del blog, ma di recente mi è capitata davanti un’immagine pubblicitaria che mi ha fatto rendere conto di quanto l’alimentazione a dosi prestabilite e soprattutto la correlazione “bambino_bravo”=”bambino _che_mangia” siano ancora profondamente radicate nella mentalità dei genitori, in questo fomentati dall’industria del baby food.

Condividi con noi la tua storia.
Hai vissuto o stai vivendo momenti d’ansia perché sei convinto che il tuo bambino sia inappetente? Come ti sei comportato?
Sei un adulto che da piccino veniva ossessionato dai genitori per via del cibo? Che ricordo ne hai?
Aggiungi i tuoi suggerimenti e consigli per “far mangiare i bambini” nei commenti

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


119 comments

  1. maria says:

    Salve io ho un bimbo di ormai 2 anni e mezzo, purtroppo quando aveva 11 mesi sono tornata a lavoro e da lì è iniziato il dramma… ha sempre mangiato tutto, mangiava verdure, pasta, carne, parmigiano, risotti, frutta,mangiava qualsiasi cosa…. ha iniziato a smettere di mangiare al mio ritorno a lavoro, ora non vuole più latte, non si avvicina nemmeno al piatto… sembra che sia disgustato dal cibo, gli cucino piatti sempre diversi ma nulla… vuole solo pizza, biscotti, pane con prosciutto cotto e succo… il pediatra mi ha detto di metterlo a stecchetto e a malincuore l’ho fatto ma il mio bimbo non ne vuole sapere, sono tre settimane che ormai mangia a colazione 5biscotti e un succo, durante il giorno se mi chiede qualcosa da mangiare gli propongo o carne o pasta ma nulla, ha fame perché mi si sveglia piangendo…. cosa devo fare??? Aiuto sono disperata…

  2. Elisa says:

    Buonasera, io anche comincio ad essere preoccupata. Mia figlia ha quasi 11 mesi, 72cm di altezza, 7,5kg! Allattata dalla nascita esclusivamente al seno, mai voluti ne ciuccio ne biberon e dopo tentativi da quando aveva 6 mesi, ad oggi mangia solo biscotti, crackers, pizza e beve solo acqua (oltre alla poppata al seno mattina/sera e ovviamente notte). Non mangia carne, pesce, verdure se non nella pizza. Raramente si è mostrata incuriosita a quello che le mettiamo nel piatto, la maggior parte delle volte rifiuta il pasto, nonostante i giochi, i cartoni, la mettiamo SEMPRE a tavola con noi agli stessi orari. Avete dei consigli? La pediatra dice che non va molto bene la curva di crescita e martedì facciamo le analisi del sangue e delle urine per verificare anemia. Non sappiamo se è una buona idea levare il seno in questo caso, non lo sa nemmeno la pediatra di cui comunque mi fido e la ascolto sempre. Lei è nata di 53cm x 4kg quindi giustamente la curva di crescita è scesa in picchiata. Da due mesi diamo integratore di ferro e multivitaminico. Che posso fare? Vi ringrazio

  3. Lela says:

    la mia bimba è da quando è nel pancione che mangia poco … 3 percentile con picchi al di sotto, pur essendo al 50 percentile di altezza. Ora ha 10 mesi e pesa 7,2 kg. A 8 mesi il pediatra ha ritenuto di farle le analisi del sangue sospettando anemia. Non confermata.
    Alterna periodi in cui mangia poco a periodi in cui mangia.. niente (=4-5 cucchiaini di qualsiasi cibo le si proponga). Oltre a mamma, papà e “te-ta” dice solo altre due paroline: “atta-appa” = basta pappa …
    ogni volta che vado in crisi mi rileggo questo articolo… e ammetto che capita spesso. Non tanto perché vedo la piccola quantità di cibo che mangia, ma per l’ago della bilancia che resta fermo per settimane e settimane. Perciò grazie :)

    • Andrea says:

      Lela, se non c’è niente sotto l’unica è che la tua bimba è semplicemente fatta così…
      Lei non è piccola perché mangia poco, ma mangia poco perché… è piccola :)

      • Lela says:

        eh, infatti il mio unico timore è che ci sia qualcosa sotto… sicuramente il mese prossimo il pediatra la metterà sulla bilancia e proporrà qualche altro esame (giustamente, dal punto di vista medico è necessario indagare il perché di questo peso piuma).
        Per fortuna, nelle sue microdosi, accetta di assaggiare tutto quello che le si propone, sia dal nostro piatto sia con le più classiche pappe che preparano i nonni (mangia più con loro che con noi). Noi come genitori teniamo alto il livello di genuinità dei nostri (quindi anche suoi) piatti, abbondando di semi oleosi, tahin, legumi, pesce-carne (poca e solo bianca) e formaggio fresco variando consistenze e sapori … sperando che questo vada a compensare le dosi da uccellino e che rimanga almeno attorno al 3 percentile di peso! :)
        grazie ad Andrea e anche a chi ha scritto e scriverà la sua… soprattutto se ha dei pesi piuma in casa da gestire, perché mi sarà di conforto nei #nonmimangia-time

  4. Francesca says:

    Mio figlio 2 anni e ancora mangia tutto frullato…di masticare non se ne parla appena sente un pezzo in bocca lo sputa e so lo toglie con le dita…non è affatto curioso dei piatti nuovi…sono un po avvilita

  5. giulia says:

    Un articolo che capita a proposito! Dopo una partenza brillante intorno ai sei mesi, mio figlio ora che ne ha 11 e mezzo con me presente non mangia più nulla:tetta, tetta e ancora tetta!Lo prendo dall’asilo all 16 e ciuccia ad ogni ora finché non va a letto! Ovviamente si addormenta al seno e ovviamente fa 4-5 risvegli notturni per attaccarsi!Poi va al nido e fa due merende mentre a pranzo spazzola primo secondo e contorno. Ero così orgogliosa di vederlo mangiare e invece da un mese fa così e devo ammettere che il problema è piuttosto questo allattamento selvaggio che il resto.Unica eccezione:le lasagne…quelle se le mangia di gusto. Vorrei solo che mangiasse un di cibo solido la sera per avere un po’ di respiro con l’allattamento…Vedo però che lo stesso problema ce l’ha anche chi ha bimbi più grandi

  6. mary says:

    Mio figlio Andrea jlha 1 anno ha sempre mangiato il giusto…da un mese circa si ostina di non voler nemmeno assaggiare la pasta nè altro a pranzo né a cena….solo 210 gr di latte con 3 plasmon a olazione, pranzo e cena, piu uno yogourt o vasettk d frutta nel pomeriggio.
    Sono disperata non so piu come fare. Ho provato a nn dargli l’alternativa del lattr ed è rimasto digiuno x un giorno interonsenza assaggiare nulla….come devo comportarmi?

  7. rebecca says:

    ciao. mia figlia lilit a 20 mesi si alimenta prevalentemente di: carne, pesce, pane, pizza, frutta e quasi tutti i dolci. qualche giorno fa ha mangiato una porzione di pasta e lenticchie… prima e ultima volta che ha mangiato la pasta, non la ama in nessuna forma… sua sorella di 7 anni camperebbe di pasta in bianco.
    da qualche giorno ho deciso che cucinero´ una sola pietanza uguale per tutti. saro´ esagerata? sono un po´stanca di preparare 2/3 piatti diversi per accontentare le bimbe. certo la salvezza e´ sempre la tetta, ma quanto puo´ durare?
    rebecca

  8. Anonimo says:

    Mamma di un bimbo di 15 mesi, allattato al seno a richiesta….e che mangia davvero poco. Con la nonna e all’asilo mangia quasi sempre e quasi tutto….con me no. Poi i denti,il raffreddore, la tosse… ogni scusa è buona per tetta e stop
    Fortuna ci siete voi….x’ ogni tanto mi prende lo sconforto…

  9. Anonimo says:

    Si è vero..non.lo sforzo..non mangia,vabbe… ma poi,si sveglia,alle due di nottecon la fame!!! E io ho sonnnoooooo !!! E vado a lavorareee!!!:)))

  10. Marta says:

    Mio figlio, 11mesi, ha iniziato a 4 mesi ad interessarsi al cibo, ci rubava la frutta di mano e la ciucciava. Adesso è ancora allattato al seno a richiesta e mangia anche cibo solido, a volte come un lupo, a volte lo butta tutto in terra… Devo ammettere che mi capitano dei momenti di panico in cui mi preoccupo ma poi ci penso e mi rendo conto c he è un bambino in perfetta salute e che non c’è da preoccuparsi. Devo dire che mi aiuta il fatto di vivere lontano dalle nonne !!! Inoltre, ogni volta che mi preoccupo mi arriva l’email di Autosvezzamento che mi rasserena. Grazie Andrea :)
    Marta

  11. Cy84 says:

    Ciao sono la mamma di un bambino che compierà 3 anni a febbraio..sono disperata..mio figlio mangia solo pasta piccola e omogeneizzato di carne, carne a pezzetti,latticini pane pizza e schifezze (merendine fruttolo e via dicendo)..io dico per davvero dall’epoca dello svezzamento insisto per fargli mangiare verdura frutta e la pasta normale che mangiamo noi ma è una battaglia persa..piange ed urla e non mangia nulla nemmeno come dice la pediatra lasciandolo a digiuno e riproponendo altro alla sera..all’asilo non mangiava nulla se non pizza e carne..adesso lo tiene la nonna e gli sta dando solo pasta e carne perché dice che è capriccioso e mangia solo quello..io non so che fare purtroppo lavoro e riesco a seguirlo bene solo nel week end ed è allora che cerco sempre di preparargli cose sane e genuine ma ahimè senza nessun risultato..a me non interessa che mangi tanto ma che mangi sano..

    • Andrea says:

      Cy84, l’unica cosa che puoi fare è lasciarlo fare… Tu prepara pasti vari che comprendano un po’ di tutto, cosicché tutti troveranno qualcosa che gli piace e poi lascia decidere loro cosa mangiare, ma senza intervenire. Vuole mangiare solo pane? Benissimo.
      ricorda sempre che il tuo compito è quello di scegliere il menu.
      Il compito del bambino è scegliere cosa/quanto/se mangiare tra le cose che ci sono in tavola.
      Quando il bambino comincia a dettare il menu o il genitore si intromette sul cosa/quanto debba mangiare, ecco che vengono fuori i problemi.

      Onestamente, altro non puoi fare… Continuare ad accontentarlo “purché mangi” non gli fa di sicuro un favore… Lo devi aiutare a uscire da questo circolo vizioso, ma ciò non equivale a spingerlo… ma al massimo ad accompagnarlo.

      Ci sono tanti articoli sull’argomento. Ad esempio questo: http://www.autosvezzamento.it/latte-biscotti-bambini/

  12. giuseppina says:

    Anzi adesso quando vede il cucchiaio scappa
    La pediatra mi ha consigliato di dare meno latte x vedere se con piu fame cambia qual cosa

  13. giuseppina says:

    Io ho un bimbo di due anni e sempre stato un mangione. ma da un mese mangia un cucchiaio di pasta e poi niente piu. solo latte qualche uovo ma del resto aiutooo

  14. Anonimo says:

    Buongiorno,
    il mio bimbo di 20 mesi non mangia niente… ma con il niente non intendo che mangia a colazione o cena un biberon di latte con 6 biscotti e pizza…ecc.. (vedi post in alto). Per tutta l’estate ha solo mangiato un pezzettino di pane, frutta (quella per fortuna, la mangia volentieri) qualche grissino, del prosciutto cotto e del formaggio… i primi di settembre era decisamente dimagrito, la pediatra però mi diceva che poteva essere il caldo, tanto alla fine prende ancora il mio latte e molto ed anzi, mi diceva che dovevo smettere perchè lui bevendo il mio latte si riempe e quindi non vuole neanche più mangiare… Comunque tornata a casa (vivo all’estero) aveva ripreso a mangiare un pochino, ora sono due giorni che non mangia nuovamente… un esempio? oggi due grissini ed il mio latte! ora dorme ed aspetto per la cena… Io non voglio mettergli ansia, ho vissuto io l’infanzia ed adolescenza con mia madre che mi “costringeva” a mangiare ma credo che comunque mio figlio stia decisamente mangiando poco… e poi secondo voi, è vero che è meglio che smetta di dargli il latte così mangerà di più?
    grazie!

  15. Daniela says:

    Sto tentando l’autosvezzamento con mia figlia ho iniziato al 7 mese di allattamento naturale ma ad una visita dalla pediatra mi ha detto che la piccola è sottopeso e se non aumenterà la sottoporrà a controlli. E mi ha detto che devo dare carboidrati a pranzo e cena (ma spesso lei preferisce la carne). Io ora ho paura di andare dalla pediatra!!!!

      • Daniela says:

        Rispetto credo alle loro tabelle. È veramente difficile seguire la propria linea e poi doversi confrontare con medici che ne hanno una opposta… signora un paio di cucchiai di farina in ogni pappa… ma io la farina manco la uso.

        • Andrea says:

          Per fargli prendere peso? Dubito che gli farebbe molta differenza :D Al massimo fagli un bel piatto di pasta :D :D

        • Daniela says:

          A me personalmente non interessa che la bimba mangi piatti dj roba tanto c’è il mio latte a supporto. Ho solo paura di farle mancare qualche indispensabile elemento nutritivo. Sta storia dei carboidrati proteine frutta e verdura tutto insieme sta attanagliando me è le mie amiche del corso preparto: un pasto così composito lo ottieni solo facendo un pappone informe

        • Andrea says:

          Ti dico solo (e dillo anche alle tue amiche) che sono tutte stupidaggini. Secondo il tuo pediatra il latte cosa lo hanno inventato a fare? Ah, no, scusa… quello è acqua, no? :D

  16. maria luisa says:

    Buongiorno sono mamma di una bimba di un anno che rifiuta ancora la pastina, siamo sempre con le pappine che lei mangia. In realtà un mese fa aveva cominciato ma dopo due settimane ha detto STOP! Io gliela ripropongo ogni tanto anche mista a semolino o cremina di riso ma l’esito è sempre lo stesso: finisce nella spazzatura. Anche se lei ha fame preferisce restare a digiuno. A sentire amiche e parenti nessuna di loro ha avuto problemi; tutto questo mi mortifica tantissimo. Cosa posso fare?
    Grazie

  17. LetiziaTocci says:

    Buongiorno, sono mamma di un bimbo di 11 mesi e dal sesto mese ho iniziato con lo svezzamento ma con scarso successo. da un mesetto mangia almeno la frutta del vasetto e piano piano ha iniziato anche a mostrare interesse per quello che mangio – principalmente frutta. qualche volta sono riuscita a fargli mangiare ricotta, prosciutto cotto e pane senza mai forzarlo e sempre proponendo qualcosa quando siamo a pranzo o a cena… qualche volta ha anche mangiato polpettine di carne… ma ogni giorno è diverso! La pediatra mi mette in ansia per la carenza di ferro ma se vi dico che mio figlio pesa 11.5 kg per 80 cm ovviamente non mi preoccupo per la crescita. La mia preoccupazione è appunto il sapere se assume le giuste vitamine e ferro e ovviamente di cercare di non creare problemi per il futuro, vorrei tanto che amasse il cibo! come posso “aiutarlo” ad amare il cibo? … ovviamente ha ricominciato a svegliarsi di notte per fame … grazie mille!

    • Laura says:

      Ciao Letizia sono Laura è una bimba di 13 mesi che più o meno ha gli stessi del tuo. Peso e altezza sono nella norma ma non riesco a farla mangiare come si deve. Qualche volta capita che mangia un po di pasta ( grana e olio) oppure al sugo. Verdure zero carne zero solo prosciutto cotto . Biscotti latte e frutta fresca o omogenizzato di frutta ok. Altri tipi di omogenizzati o altri cibi nulla…. Non so davvero che fare ho provato un po di tutto . Impazzisco perché ci sono bambini che mAngiano tutto !! Come posso fare ?? Aiuto

  18. andrea_ says:

    LetiziaBartoli , ciao.
    Non credo che hai alternative all’aspettare (e allo smettere di pesare il bambino).
    Se quando devi tornare dal pediatra si deciderà di fare delle analisi, le farete. Se c’è un problema sottostante di certo non lo curi con qualche boccone in più di questo o quello :D
    Capisco che vedere che il bambino non prende peso non deve essere facile,  ma non puoi fare altro che assecondarlo.

    Stai serena, altrimenti non fai altro che passare l’ansia al bambino.

    PS Se continui ad allattare il tuo latte di sicuro NON è poco e il tuo bambino fa BENE a non prendere quello di proseguimento quando c’è disponibile quello alla spina :D

  19. LetiziaBartoli says:

    Buongiorno! Mio figlio ha 11 mesi, pesa 7.8 kg x 73 cm. Da un mese e mezzo la crescita è ferma. Sono una grande fan dell’autosvezzamento tanto che mio figlio ha già assaggiato tutto e mette in bocca quello che gli proponiamo. Il problema è che poi lo sputa e spesso sputa anche la sua pappa (gli faccio ancora pappe cremose o pasta asciutta con molto sugo perché i cibi troppo asciutti non li mangia).
    Capita che in un giorno, come ieri, mangi solamente un po di pasta a pranzo e null’altro. .è molto frustrante..
    Si rifiuta di mangiare, prende il mio latte, oramai poco, e non c’è modo di dargli quello di proseguimento..è veramente un mingherlino…ma a vederlo é il ritratto della salute!!
    Le ho provate tutte e non so più cosa fare….la pediatra, mese prossimo se continua così , gli inizierà a dare gli esami del sangue per vedere se c’è qlc che non va…
    Avete consigli? ?
    Grazie e buona giornata

  20. andrea_ says:

    Graziella Berlingeri, cominciamo eliminando la cosa “sua” e lo facciamo mangiare come il papà e la sorella (così come deve essere). Poi al massimo se siete solo voi insieme, mangerà anche lui la pasta per celiaci…

  21. Graziella Berlingeri says:

    andrea_ Graziella Berlingeri lui ha sempre mangiato i maccheroncini della plasmon.. Se vedeva qualcosa di diverso già all’inizio rugnava! E ne ho fatta davvero poca! Un pugnetti di pasta! Boh io non ci capisco niente! Un’altra cosa.. Io sono celiaca quindi un po’ di casini ci sono perche devo fare mille cosa diverse.. A mia figlia e mio marito una cosa a me un’altra e a lui la sua..

  22. andrea_ says:

    Graziella Berlingeri innanzitutto ti fai passare l’ansia, altrimenti non vai da nessuna parte e poi ti armi di santa pazienza. Non ti mettere però l’ come un gufo ad aspettare che lui mangi. Tu bada al piatto tuo e lascialo fare. L’unico consiglio magari è di fargli un piatto che contiene 1/3 di quello che ha adesso. Metti pochissimi fusilli/rigatoni/quello che è. Giusto qualcuno e poi se ne vuole altri, glieli potrai dare.

  23. Graziella Berlingeri says:

    La pasta la mangiava.. Secondo me non è che non gli piace, anche perché non mette in bocca niente..appena vede il piatto davanti a lui comincia a fare “bla”… Mentre nei giorni indietro, forse sbagliando, alla fine mangiava la carne omogenizz.. Un pezzo di parmigiano e poi uno yogurt, oggi mi sono impuntata io perche la pasta era buona!!! Ora come faccio per merenda?

  24. andrea_ says:

    Graziella Berlingeri, ma no. quella mangiatela tu (se non te la sei già mangiata).
    Non dimenticare poi che i comportamenti cambiano piano piano e non tutti in una volta.

  25. Graziella Berlingeri says:

    Aiuto! Da stamattina alle 9 che ha finito colazione, Federico si è rifiutato di mangiare la pasta col sugo! Ora sono le 14 e si sta per addormentare! Per merenda devo riproporli la pasta di pranzo?

  26. Graziella Berlingeri says:

    Aiuto! Da stamattina alle 9 che ha finito colazione, Federico si è rifiutato di mangiare la pasta col sugo! Ora sono le 14 e si sta per addormentare! Per merenda devo riproporli la pasta di pranzo?

  27. Carola says:

    Questo blog mi ha aperto la mente e ho iniziato a far mangiare il mio cibo a mia figlia di 10 mesi e lei ha imparato a mettere in bocca pezzi anche grandi, sputandoli se non riesce a ingoiarli. Il problem è che Divertimento a parte mia figlia vuole solo il mio latte e non mangia nè baby food nè cibo “normale”. Mi chiedo, okay non forzare nessuno, ma se lei non vuole null se non il seno (20.000 volte al giorno perché ovviamente non lo sazia) cosa fare? Mi dicono forzala/ affamala/ cambia ecc ecc…voi che mi sembrate parecchio equilibrati, cosa consigliate?
    Grazie!

  28. Graziella Berlingeri says:

    andrea_ oh mamma!! Ho letto il link del fruttolo!!! Non ci posso credere. Fino ad oggi mi sono limitata a pensare che fosse studiato per i più piccoli! Grazie di vero cuore! Ora aspetto l’e-Book dell’autosvezz così mi aggiorno per diventare una mamma come si deve! ;-)

  29. andrea_ says:

    Graziella Berlingeri ciao :D

    in breve ti consiglio immediatamente di togliere il junk food (biscottino, fruttolo e non so cos’altro) e di limitarti ai pasti per mangiare.
    Cerca di attivare l’interesse di tuo figlio verso quello che avete nel piatto, magari rendendolo partecipe nella preparazione e piano piano unifica i menu. Non c’è davvero motivo che a due anni il bambino non mangi quello che mangiate voi.

    Tuttavia la prima cosa in assoluto da fare è smettere di insistere affinché mangi. Se il bambino ha fame, stai pur certa che mangerà. Se continui ad addentrarti nel loop del “se non insisto non mangia”, anche sui si adeguerà di conseguenza ti troverai a farlo anche tra 20 anni e va all’università :D
    Ricorda sempre che solo l’altro sa quanto a fame. tu NON lo puoi sapere.

  30. Graziella Berlingeri says:

    Interessante questo sito! Sono qui perché cerco di capire come comportarmi con Federico che il 22 compie due anni. Come peso sarà sui 12 kg e altezza 88cm ma io lo vedo un po’ magro! Ultimamente rifiuta le pappe e non vuole assaggiare le cose che mangiamo noi al di fuori dei maccheroncini al sugo preparati per lui e un po’ sforzato un vasetto di carne. Passata un’oretta gli do un fruttolo o una fruttina. Ma assolutamente frutta fresca non riesco. Nell’arco della giornata fa la merenda poi magari qualche biscottino o grissino qua e la. Mangia ancora di notte 300 ml di latte con un cucchiaino di bisc granulato. Quindi avendo letto ora il vs articolo mi rendo conto che effettivamente mangia ma sono io che lo vorrei vedere mangiare a pranzo e cena! E come faccio a far si che voglia assaggiare ciò che mangiamo noi? Grazie 1000!

  31. andrea_ says:

    gaiabo , capisco che deve essere difficile, ma anche se tuo figlio certo un gigante non è, cosa proponi di fare che non sia lasciarlo fare? dopo tutto mi pare di capire che le hai provate più o meno tutte per convincerlo a mangiare, ma con zero successo.

    Leggi questa discussione, vedrai che la troverai interessante:
    http://www.autosvezzamento.it/forum/Thread-non-si-lasciano-morire-di-fame-proprio-sicuri

    La discussione si protrae lungo diversi anni, ma la troverai istruttiva.

  32. gaiabo says:

    sono capitata in questo sito per caso cercando pareri e racconti…mio figlio
    33mesi pesa 11kg…quasi 90 cm…non è mai stato un mangione e adesso
    lo è ancora meno…non vuole nemmeno piu il latte…mezzo
    budino al mattino,mezzo a merenda,a pranzo se va bene 10 pezzi di pasta e
    a cena se ha voglia come a pranzo se no niente…è fermo a 11 kg da diversi mesi…l’anno scorso il pediatra ci ha fatto fare esami del sangue
    ma erano ok.

  33. andrea_ says:

    SaraZorzolo , onestamente ti dico che la vita è troppo breve per perdere tempo con cose così. Il bambino non si vuole sedere a tavola perché… [inserire ipotesi preferita], pace. Vorrà dire che mangerà a merenda. È molto probabile che quello che ha mangiato ai pasti precedenti gli basta e gli avanza. Se preferisce giocare… va benissimo. A che pro imporsi e rendere il pasto un momento miserabile per tutti? Tranquilla che di fame non muore :D :D

  34. SaraZorzolo says:

    Ho letto le vostre domande e le risposte di Andrea, io ho un  bambino di 34 mesi che va all’asilo  ed è abbastanza dinamico ed energico. Lui ha sempre mangiato volentieri quasi tutto compresa frutta e verdura , ma da qualche mese ha perso l’appetito, i primi li rifiuta quasi sempre, riesco a fargli mangiare un poco di carne o di prosciutto, verdura 0 e poca frutta. Ho capito che questa è solo una fase e bisogna lasciargli un po più di libertà.
    OK ma quindi non devo neanche costringerlo a sedersi a tavola con mamma e papà?? Ci sono dei giorni che non riesco neanche a metterlo sulla sedia da quanto urla.  Devo lasciarlo stare ed aspettare il pasto successivo e riprovare tutto da capo??

  35. MoonChicca says:

    Gloria_ MoonChicca
    Grazie Gloria! Infatti se mangio anche io insieme a lui è più incuriosito e qualche boccone qua e là lo fa! Comunque pesa 10 kg fin’ora nn ha mai avuto problemi di “denutrizione”! Avevo anche pensato che fosse dipeso dal fatto che continuo ad allattarlo a richiesta (notte comprersa) per cui magari il suo senso di sazietà è ancora accentuato alle ore presunte del pasto.chissà. Comunque vi terrò aggiornati e non esiterò a chiedere qualche altro consiglio! Grazie mille ancora! :-)

  36. Gloria_ says:

    Ciao MoonChicca, la nostra prima figlia era cosi, non chiedeva mai di mangiare :) comunque se ti fai un giretto sul sito e leggi gli articoli qua e la’, soprattutto quelli che parlano di “inappetenza”, capirai che e’ tutto assolutamente normale e che ilproblema e’ alla base del tuo ragionamento: l’orario in cui mangiare lo stai decidento tu cosi’ come la quantita’ di pappa che dovrebbe mangiare. Ma la fame e’ la sua, il corpo e’ suo e alla guida di un istinto primario come il mangiare non puo’ esserci che lui, il tuo bambino :-) Mangera’ la quantita’ a lui congeniale (perche’ mai il pediatra dovrebbe sapere quanta fame ha tuo figlio? Perche’ mai le quantit’ dovrebbero essere standard per TUTTI i neonati? Non sono forse invidui diversi con caratteristiche diverse?) e mangera’ al momento in cui lui si sentira’ di farlo :)
    Il consiglio migliore che mi sento di darti e’ di offrirgli cibo mentre mangi anche tu. L’esempio gioca un ruolo decisivo in tutto questo!
    In bocca al lupo e facci sapere come procede!

  37. MoonChicca says:

    Buonasera a tutti voi! Mi sono appena imbattuta per la prima volta su questo sito ed è davvero interessante,,,Approfitto infatti per chiedere a voi “esperti” un consiglio sull’alimentazione del mio bimbo che ha 8 mesi e mezzo. Ho allattato esclusivamente al seno fino ad un mesetto fa circa,non ne voleva sapere nè di acqua nè di cibo diverso dal mio latte,ora invece è più o meno regolare con i classici pasti di carne frullata,passato di verdure ecc.. il mio “problema” è che non riesco a capire quando ha realmente fame perchè non dà alcun segnale e soprattutto di giorno,quando arriva l’ora presunta della pappa lui dorme,si sveglia verso le 13 (saltando la merenda) ma senza fame. Se però provo comunque a dargli da mangiare quando vedo che si è fatta una certa ora allora mangia ma malto svogliatamente,infatti nn finisce quasi mai la pappa…a qualcuno di voi è capitato? Grazie a tutti per la lettura!

  38. AlceChloe says:

    Mi chiedevo se mangia così poco perchè prende ancora il mio latte.. Ma riflettendo bene il latte è un alimento e quindi non devo preoccuparmi!

  39. andrea_ says:

    AlceChloe , non sono sicuro di capire… Pesa 9 Kg, e mi sembra un peso normalissimo per una bimba di 13 mesi. Quindi qual è il problema, a parte il fatto che alcuni rimangono scandalizzati perchè ancora la allatti?

  40. AlceChloe says:

    Premetto che ho letto “Il mio bambino non mi mangia”, “io mi svezzo da solo” e leggo sempre la vostra rubrica. La mia bimba ha quasi 13 mesi. Abbiamo iniziato lo svezzamento seguendo il metodo classico delle pappe, verso 7 mesi e il mio latte a richiesta. Quando ho capito che le pappe non le sopportava proprio (nè io nè lei) siamo passate all’autosvezzamento.. Nn ha mai mangiato tantissimo, diciamo sempre assaggi, può mangiare giusto 4 penne a pranzo, assaggiare 4 cucchiaini di minestra se la faccio, poca carne e pesce perchè non le piace.. Praticamente va avanti grazie al mio latte e a me va bene.. Ma ora son diversi mesi che è rimasta a nove chili (è partita da 2,660 quindi ha raddoppiato il peso alla nascita ed anche triplicato), e tutti mi dicono che è colpa del mio latte perchè io all’atto ancora a richiesta, quando vuole lei, prima e dopo i pasti. So che il latte materno fino all’anno è un alimento completo, ma dopo l’anno? Io non la forzo a mangiare, le propongo le cose che mangiamo noi nel suo piatto e lei fa da sola, ma spesso mangiucchia e devo sentire le critiche di chi mi sta intorno.. Sto sbagliando ad allattarla ancora? È per questo che mangia poco le altre cose?

  41. Marta says:

    Buongiorno,
    sono la mamma di Sofia che ora ha quasi 14 mesi. A partire dai 6 mesi ho incominciato a prepararle pappe con farine varie accompagnate da liofilizzato fino ad arrivare a darle pappe preparate con pastina piccola (tipo stelline) e carne fresca, cotta al vapore molto sminuzzata o, alla sera, con diversi formaggi freschi. Ha sempre avuto un ottimo rapporto con il cibo nel senso che ha sempre mangiato tutto molto volentieri e apprezzando i diversi sapori. A parte il pane, il biscotto e qualche pezzo di frutta, però, non ha mai provato a mangiare nulla “da grande”.
    Ritengo che ormai sia il caso di abbandonare l’alimentazione che segue ora per passare ad un’alimentazione più varia. Forse sono io che mi sono stufata di prepararle le solite cose ma credo che per lei sia giusto iniziare ad assaggiare cibi diversi dai soliti, introducendo poco alla volta qualche piattino “da grande”. Ho provato, quindi, a cucinarle poca pasta e a dargliela dopo la sua pappa, al posto del pane che di solito mangia a tavola quando mangiamo noi. Il problema è che non pare apprezzare la pasta, fa facce strane come se dovesse vomitare e poi butta tutto per terra. 
    Ho una gran voglia di buttare tutte le pastine e i brodi per passare ad un’alimentazione diversa, però ho paura “che non mangi abbastanza”: se mangia due o tre fusilli al sugo e un pezzettino minuscolo di carne, buttando a terra il resto, non sarà un problema? Leggendo i vostri articoli ho capito che no, non è un problema.. In ogni caso ho un po’ di perplessità: per quanto tempo andrà avanti a buttare tutto per terra prima di iniziare a mangiare il giusto? E se questa fase dovesse durare troppo tempo?
    Grazie a tutti per le eventuali risposte

  42. rafcris says:

    salve,
    premetto che solo un paio di giorni fa ho fatto conoscenza con il sito e soprattutto con la filosofia “rivoluzionaria” a cui si ispira.
    sono papà di un bimbo di quasi 4 anni che ovviamente non ha conosciuto l’autosvezzamento.
    Purtroppo, sicuramente per colpa dei grandi, mio figlio non ha un rapporto molto buono con il cibo: mangia quasi solo cose preparate per lui, niente verdure, frutta solo frullata, difficilmente mangia da solo più di un paio di forchettate, poi viene imboccato, spesso e volentieri viene distratto durante il pasto con tv o giochini vari…insomma tutto il repertorio degli errori in fatto di alimentazione.
    Vorrei chiedere se c’è qualcuno tra di voi che si è trovato in una situazione simile, cioè ha capito i propri errori quando il bimbo era ormai grandicello, e soprattutto se, come noi, per motivi di lavoro, siete costretti a delegare ai nonni o alla mensa scolastica buona parte dei pasti.
    Grazie a chi vorrà rispondermi.

  43. allerea77 says:

    Mia figlia ha 9 mesi, ha iniziato lo svezzamento a 4 mesi per migliorare i problemi di RGE. Il primo mese di pappe è andato liscio come l’olio, poi ha fatto 3 mesi senza mangiare pappe prendeva solo il mio latte e assaggiava il nostro cibo. Poi ha ripreso a mangiare le pappe per un mese e adesso è iniziato un nuovo “sciopero della fame”. Vuole solo il mio latte, niente latte artificiale o biberon!!! Ogni tanto assaggia il nostro cibo ma avendo solo due denti fa fatica o si stanca in fretta.
    A fine mese devo rientrare al lavoro e ho iniziato ad abituarla alla nonna, che si occuperà di lei durante la mia assenza, insomma ha la costanza di non mangiare anche per 9 ore!A volte smangiucchia, altre niente!Beve solo acqua e non si lamenta mai fino al mio arrivo.
    Ho anche preso in considerazione di portarla al nido sperando che la forza del gruppo possa convincerla a mangiare…
    La situazione è davvero snervante e non so più cosa fare!
    Grazie!

  44. andrea_ says:

    asterin76 , ciao :)
    a mio avviso devi cambiare modo di pensare. Quello che traspira dal tuo messaggio è che la relazione tra te, tuo figlio e il cibo è diventata molto oppositiva, e questo non è MAI un buon punto di partenza. Ti consiglierei di dargli il latte comunque, che male non gli fa, e in più lo metti a tavola con voi e gli fai mangiare quello che vuole, quanto ne vuole (chiaramente all’interno di quello che c’è a tavola… non è che it metti a fare 100 cose) e poi piano piano le cose si sistemeranno. Ricordati che i bambini non si lasciano morire di fameprima o poi tutti passano ai solidi.

    Hai letto questo?
    http://www.autosvezzamento.it/se-il-bambino-non-mangia-non-forzatelo/

  45. asterin76 says:

    Il mio bimbo di 12 mesi non mangia qualunque cosa di solido io gli proponga. Lui vuole il latte. Solo il latte, Sempre il latte. Adesso mi chiedo. Se so perfettamente che vuole il latte, e lui sa che io so, e cerco di proporgli qualcos’altro, scatenando in lui lacrime indicibili, non lo sto in qualche modo forzando non preparandogli il latte? Scusate, rileggendo ciò che ho scritto, lo so che sembro una matta…ma vi giuro che poco ci manca! Io non lo vorrei forzare ma solo capire come uscire da questa situazione. Grazie infinite

  46. andrea_ says:

    giusi , a mio avviso la prospettiva è sbagliata. Ad esempio, perché dai il cibo al gatto e non lo mangi tu? Evidentemente differenzi tra il cibo “per lui” e quello “per te”. Forse se mangiaste tutti  le stesse cose questo problema si risolverebbe in partenza.

    A chi ti dice che il bambino non lo nutri a sufficienza, rispondi che da che mondo è mondo i bambini non si lasciano morire di fame. Evidentemente quello che mangia a lui basta :)

  47. giusi says:

    Ti farei provare a pesare il cibo che si butta al gatto avendo un bambino inappetente. E l’amarezza che il rifiuto del cibo comporta x una madre che è sempre stata accusata di non nutrirlo a sufficienza sin dalla nascita. La mia è invidia

  48. Pingback: Geek food: perchè i bambini rifiutano il cibo? | Tendi Trendy
  49. MariaCirilli says:

    Ciao Valentina io ho Maya adesso 14 mesi e non mi mangia quasi niente ultimamente ma prende la tetta….non mi preoccupo arriverà il giorno che mangerà…..quindi stai tranquilla non ti far riempire la testa da altre persone la mamma sei tu,e sai tu cosa è bene o male per tuo/a figlia

  50. Evelin says:

    La mia bimba ha 13 mesi e mangia quando le va… Non ho capito cosa le piace o meno perche’ sembra che una cosa le piace la divora e la volta dopo non vuole neanche assaggiarla…. Non nascondo che sono in ansia perche’ vorrei che mangiasse regolarmente…. Non sono d’accordo sul costringere ma spesse volte mi sono accorta che lei non vuole neanche assaggiare e se la costringo ad assaggiare dopo le piace e continua a mangiare…. Non e’ mai stata curiosa di assaggiare i nostri cibi…. Molto di rado lo fa ora… In piu se ha qualsiasi tipo di disturbo dai denti alla febbre… Serra la bocca ( tranne il biberon di latte….salvezza per tanti pasti solidi rifiutati)
    I miei dubbi maggiori sono dovrei prepararle un alternativa a quello che le propongo? Siamo quasi sempre sole per cui faccio una portata che altre volte aveva gradito e avolte sperimento nuove ricette.
    Se non mangia a pranza non devo proporle il latte?
    Che stresssssss
    Si accettano consigli

  51. andrea_ says:

    Antonietta303, perché sei disperata? Secondo te tuo figlio si lascerebbe morire di fame se lo lasciassi stare? Scommetto di no :) Come di dice nel post, più insisti e peggio fai, più punisci e meno ottieni, ecc. ecc.
    Devi solo imparare a FIDARTI di tuo figlio. Tu decidi COSA si mangia e quando, LUI decide SE e QUANTO mangiare. Altro non c’è da fare.
    Insistere? La tua storia insegna che è oltremodo controproducente, per cui cambiamo tattica da subito. :D

  52. andrea_ says:

    NicolettaMonteleone, non sono sicuro di aver capito :) 
    Riassumiamo, tua figlia di 7 mesi mangia:un po’ di pastina a pranzo un omogeneizzato di carne a merendaun po’ di tapioca (ma non so quando)un altro barattolo di non so cosalatte quando dorme
    E ti pare poco?
    Chiedi cosa fare… ti dico spassionatamente di fare 1-2-3  passi indietro, fare un bel respiro e di riflettere su cosa sta succedendo. L’approccio che stai seguendo non funziona e va interrotto immediatamente, altrimenti ne pagherai le conseguenze per anni a venire.
    La bimba non si lascia morire di fame… quello che mangia evidentemente le basta.

    Interrompi immediatamente il latte mentre dorme; cosa peggiore davvero non si può fare in quanto fai mangiare tua figlia senza che se ne renda conto, per cui come può imparare cos’è “aver fame” se le dai da mangiare così?

    Lascia perdere vasi, vasetti e compagnia… non trasformare il momento del pasto di tua figlia in un incubo (per lei), in quanto non le farà del bene in nessun modo. Invece metti tua figlia a tavola con voi e piano piano si avvicinerà anche lei al cibo, ma è IMPERATIVO che tu ti fidi di lei e le lasci la possibilità di provare il senso di fame, sfamarsi fino a quando si senta sazia, che possa scegliere le consistenze che preferisce, ecc. ecc. INUTILE imporsi, farsi venire le crisi, farsi prendere dall’ansia, ecc. ecc. Facendo così peggiori solo la situazione.
    Se non l’hai letto, leggi anche questo:
    http://www.autosvezzamento.it/se-il-bambino-non-mangia-non-forzatelo/

    e ricorda che i bambini NON si lasciano morire di fame :)

  53. NicolettaMonteleone says:

    Aiuto
    Mia figlia 7 mesi 7 kg si serra la bocca e non vuole mangiare
    Le fa schifo il latte ne prende 100 gr la mattina quando dorme
    Pastina poche cucchiaiate a prenzo e un vasetto di carne il pM un dramma mangia un po’ di tapioca e le do un’altro barattolo no di carne
    Questa sera solo un po’ di latte con tapioca 50 gr
    Io sto esaurendo che posso fare?
    Le ho provate tutte

  54. Antonietta303 says:

    mi trovo in questa situazione…ho un bimbo di 2 anni e mezzo e non vuole mangiare…ho provato di tutto..di giocare mentre mangia…di punirlo se non mangia…di non costringerlo..di  coinvolgerlo quando preparo le polpette…ma il risultato non cambia…lui non mangia..lui è sempre stato un bimbo da quando l’ho svezzato che non mangia…sono disperata…e amareggiata…se potete aiutarmi…lo gradisco…grazie

  55. Raffaella Smem Forte says:

    Ho una bimba di 15 mesi che pesa 8 kg! Seguita da gastroenterologo per intolleranza alle proteine del latte e dalla auxologa per la crescita! Per loro sta bene perché anche se poco cresce in maniera costante e’ fatta così lunga e magra! Certo prima di dirmi tutto ok mi hanno messo un ansia che nn vi dico! Questo ovviamente si ripercuote sulla serenità di pappe merende colazioni! Adesso però ho cambiato strategia niente ansie la coinvolgo mentre preparo il pranzo la tavola ecc ecc le faccio pietanze sane ma più gustose che possiamo mangiare tutti! Certo a volte quando si stufa insisto un po’ ma poi basta! La sua crescita nn deve incidere sulla sua serenità! …. Per concludere io credevo che mio figlio grande mangiasse poco … Era un vitellino tante paranoie per niente decidono loro !

  56. PlayVintage Pa Andrè Marty says:

    La mia è sempre stata una super-mega-mangiona anche a detta del nido che confrontano…invece di dirle “su mangia” divevo dirle “non so più cosa darti da mangiare” oppure “mangia piano”…ed ha 11mesi!!! Però ora è una settimana che è inappetente e “non mi mangia molto”, sarà per i denti, per una possibile gastrite o per la vaccinazione
    …fatto sta che è veramente triste vederla mangiare così poco….capisco le mamme (la mia l ha vissuto con me x 6 anni!!!) un po’ giù per questo!

  57. Giovanna Giaconia says:

    Mio figlio è un mese abbondante che la sera non tocca cibo, nulla. Neanche un boccone. Ha mangiato solo un paio di volte a casa di amici…

  58. Elisabetta Namastè Fancellu Satta says:

    Io sono così entusiasta che l’unico problema è trovare bavaglini a prova di criptonite!!!!

  59. Valentina Rosetti says:

    oh che bello! Mia suocera mi sta letteralmente logorando: Viola, 9 mesi e qualche giorno, dice lei:” non mangia abbastanza, è ora che vada dormire la sera con la pancia piena, altrimenti ci credo non ti fa dormire, e poi basta darle il cibo con le mani, per forza non vuole il cucchiaino!” E ancora:” se continui a darle la tetta lei sa che appena finito di mangiare c’è quella quindi lascia sempre uno spazio vuoto e non si sazia…” sono letteralmente logorata da questo suo blaterare…!!!!

  60. Chia Ra says:

    8. pensare che se a noi una cosa non piace non solo non la cuciniamo, non la compriamo neanche. facile finire tutto il piatto :)

  61. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Bruna Tola il titolo e’ scritto cosi’ apposta ;-)) si rifa’ proprio proprio alla classica frase “non mi mangia!” /Gloria

  62. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Stefania Mariano, credo proprio che la chiave di volta sia proprio “la richiesta”.
    Un po’ come un negoziante che cerca di rifilarti la merce invernale d’estate… lui può proporla quanto vuoi, ma fino che non arriva il momento giusto ne venderà proprio poca.
    Pazienza e taaaanto zen :D /Andrea

  63. Simona Durando says:

    il mio ha attraversato la fase fruttariana che mi andava benissimo!! adesso ha 2 anni e mezzo ma spilucca uno o due pezzi di pasta e poi chiede altro ad esempio pane o gallette (tipo di mais o riso) e formaggio . il problema e che non mi sembra tanto salutare mangiare sempre pane e parmigiano… voi che ne dite? del piccolo di 10 mesi nemmeno parlo!!!!!! :-),

  64. Stefania Mariano says:

    grazie! oggi avevo proprio bisogno del vostro conforto. edmondo (3 anni a luglio) continua con lo sciopero!quello che mi fa più male è che fino ad un mese fa mangiava di tutto, non le grandi quantità, ma mangiava. ora anarchia totale! mangia solo quando, quanto e cosa vuole lui! e pensare che con l’allattamento sono stata bravissima! a richiesta fino a 22 mesi senza che le parole degli altri mi disturbassero. inoltre sono anche stata una bambina inappetente e fino a 10 anni fa pesavo 48 kg per 170 cm! ora ho 38 anni e peso 65 kg! ;) con lui sono una frana! ma secondo voi posso cominciare con lui le “tecniche” dell’autosvezzamento anche se è un pò grandicello? forse è meglio che io cambi testa…

  65. Marzia Meloni says:

    pienamente d’accordo…il mio sta vivendo la fase pasta…cerco di dominare l’ansia e di pensare che prima o poi, ritroverà piacere anche nel mangiare la frutta, il pesce ecc….

  66. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Proprio come te, Paola … il buttare per terra o lanciare lontano lo prendiamo come segno inequivocabile che la cena e’ conclusa :) /Gloria

  67. Paola Cipriano says:

    mia figlia di 13 mesi ha dei periodi in cui non mangia nulla..o meglio, visto che l’allatto ancora a richiesta, mangia il mio latte ma passa settimane a non toccare nulla del nostro cibo. abbiamo fatto autosvezzamento, sempre libera di mangiare quello che voleva, quanto voleva e come voleva ..mi sembra di notare che in concomitanza dell’arrivo di un dente nuovo smette di mangiare cibo solido (qualsiasi cosa) ..ultimamente vuole provare lei con il cucchiaino (fino ad ora ha sempre mangiato con le mani o imboccata da me su sua indicazione ;).. ma ora noto che vuole il cucchiaino, mette il cibo nel cucchiaino e lo butta per terra… senza mangiare nulla..a quel punto dopo un pò che butta tutto per terra e non mangia nulla ( nè con il cucchiaino nè con le mani) la metto giù e considero chiuso il pranzo (lei mangia seduta sulla sedia della stokke).. considerando che so benissimo che non morirà di fame, che il fatto che non mangi sinceramente non mi mette l’ansia..la domanda è come gestire i momenti in cui butta tutto per terra e basta.. voi che fate?

    • FilippoCrostella says:

      @Paola Cipriano i momenti in cui butta tutto per terra? noi stiamo provando a gestirli con un sorriso :-) se non mangia mangerà, l’importante è che a) stia bene di salute, b) cresca correttamente c) sia vigile e vispa come si addice alla sua età, d) non mostri segni o comportamenti sospetti di qualcos’altro…. ah, altra cosa, poi ci tocca pulire tutto quello che ja amabilmente sparso!!!!!!!! daje Paola!!!!!!!

  68. Alice Cao says:

    a parer mio mai insistere,se non mangia ha i suoi motivi..anche a noi capitano dei giorni con poca fame..poi magari mi sbaglio ,fortunatamente non ho di questi problemi,mio figlio nel mangiare e’ peggio di un mutuo=)

  69. Marzia D'adamo says:

    7. tapparsi le orecchie quando tutti intorno a noi dicono ” ohhh, ma non mangia niente? ohhh, ma com’è magro, ohhh ecc. ecc.”

  70. Chiara Bellese says:

    Beh, mia mamma non mi ha mai forzata, io faccio lo stesso con mio figlio!!! Poi, se mi vengono dubbi, vedo che aumenta sempre di peso, cresce, sta bene e così i dubbi spariscono!! ^^

  71. Marilina Karpan says:

    Se penso a tutto quello che divorano i miei, non posso fare a meno di pensare a quanto risparmiano i genitori con il “problema” dei bambini inappetenti. Mi scuso fin d’ora per il cinismo, dettato da pura invidia :D

  72. Sara Bertoli says:

    Mai avuto di questi problemi…
    Però in effetti quando andiamo dai nonni mangia meno. Che senta che mia suocera “ci tiene” a vederla mangiare?

    Una volta mi ha detto che non aveva mai la soddisfazione di vederla mangiare (perché non le davo le pappe) e io le ho detto “ma perché a mezzogiorno cosa ha fatto secondo te?”. Stessa solfa con la merenda, lei la vorrebbe imboccare ma la bimba vuol mangiare lo yogurt da sola… “oh, mi togliete anche questa soddisfazione”

    Riempire la bocca di un bambino non è soddisfazione è quasi una perversione a questo punto IMHO

  73. gisella says:

    questo intervento cade a puntino. proprio ieri ho scritto un post sul forum perchè ho notato che il mio bambino da qualche tempo a questa parte sta mangiando meno. premessa: non sono preoccupata per la quantità di cibo visto che si strafoga di tetta!! mi sono però chiesta se ciò poteva derivare da qualche mio errore, ad esempio devo ammettere che troppo spesso gli propongo io il cibo arrestando così, forse, la sua libertà di richiedere. alcune volte mi è anche capitato di insistere affinchè assaggi un cibo poichè mi sono accorta che molte volte rifiuta qualcosa ma se poi lo assaggia ne mangia anche parecchio. ho sempre rispettato però la sua decisione per quanto riguarda i limiti, quando dice stop non insisto.
    detto questo ho pensato come prima cosa di togliere il piano del seggiolone e sederlo attaccato al tavolo in modo che possa meglio vedere e più facilmente afferrare o indicare ciò che vuole e poi ho fatto un grosso passo indietro e ho smesso di proporre e aspetto una sua esplicita richiesta. vediamo quali saanno i risultati, per questa sera mi sembra che le cose siano già andate meglio, tra l’altro lui era felicissimo di essere proprio a tavola con noi!

  74. CosmicMummy1976 says:

    sull’offriamo scelta anche se solo apparente, è un consiglio che vale in tutti gli ambiti. te ne accorgi durante i terrible twos: non vuole vestirsi? lascialo scegliere fra 2 o 3 magliette (che hai comunque scelto tu e sono equivalenti fra loro), non vuole lavare i denti? mettigli a disposizione 2 o 3 diversi spazzolini e lascia che scelga quello che preferisce ogni sera. non vuole mettere le scarpe? idem. non dico che si risolvano tutti i capricci, ma una buona parte. 

  75. Roberta Blackbird says:

    Facciamo porzioni più piccole! E’ verissimo. Qualche mese fa mio figlio ha passato una piccola fase, non direi di inappetenza, piuttosto c’è stata una brusca frenata, soprattutto rifiutava carboidrati. Ho pensato che sarebbe stato opportuno fare una serie di passi indietro e non dare per scontato il suo piatto. E’ tornato a chiedere come faceva durante i primi mesi di AS.
    Inoltre vorrei aggiungere che l’interesse per il cibo passa anche da piccoli gesti, come fare la spesa assieme e cucinare, ovviamente quest’ultima cosa non si può fare con un bimbo di sei mesi! Mangiare quello che si è “cucinato” (s’intende: pesare la pasta, aggiungere il sale, girare il sughetto dietro strettissima sorveglianza) da un piacere del tutto diverso

  76. Fata Carabina says:

    che due queste suocere….. pure a me ha detto che poverino è dimagrito e le ho fatto notare più volte che i bambini in africa poverini non hanno i rotoli di ciccia nelle cosce, ma lei non demorde -__- ad ogni modo a pranzo da lei da solo non ci va più

  77. Antonella Gilli says:

    chissà perchè,dalla nonna pqaterna, che continua col “mangia” “hai mangiato poco”ecc, ale mangia sempre pochissimo, a casa invece, è un bidone della spazzatura!!!
    ieri ho detto a mia suocera”oggi sarà una di quelle giornate in cui ha poca fame” e lei “ma ha mangiato poco!” e io “non lo possiamo mica ingozzare a forza”..non sapeva più che dire..

  78. Vaslav Nijinsky says:

    mi hanno sempre spaventato i genitori che rincorrono i figli per farli mangiare…quelli che fanno i pagliacci pur di vederli ingoiare un pezzettino di carne…e quelli che sono ossessionati dal fatto che i figli non mangiano ma intanto loro sono pure belli in carne…

  79. andrea_ says:

    Non ho aggiunto all’articolo la mia esperienza personale:
     
    1) io ero uno di quei bambini inappetenti, ma andavo avanti a latte e biscotti (quindi mangiavo… dopo tutto sono arrivato fino ad oggi :) ) e i mia madre più insisteva e io meno mangiavo (fino a poco tempo fa…)
    2) Conosco una bambina “inappetente” che mangia poco e niente a tavola, però guarda caso si strafoga di cioccolata, pane e non so cos’altro tra i pasti (o forse INVECE dei pasti). La bambina in questione è simpatica e per nulla viziata (per quanto abbia visto), MA è cresciuta con questo rapporto con il cibo che è andato storto sin da quando era molto piccola. Sul perché possiamo solo speculare, ma quello che importa dopotutto è il risultato finale.

    • Marimoon says:

      qualche giorno fa una signora mi ha chiesto “ti mangia?” ed io “beh sì…anche più volte al giorno (riferendomi alla tetta), ma prima o poi smetterà” lei mi ha guardato perplessa, mi sa che non ha capito l’humor!!

    • CosmicMummy1976 says:

      stavo x scrivere la stessa cosa. “mi mangia”, “mi dorme”… sono modi di dire che sottintendono il fatto che i figli non siano considerati persone, ma delle bamboline che dovrebbero fare ciò che vogliamo noi, e x far contenti noi. per poi andare in paranoia se non lo fanno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *