Gnocchetti di miglio e zucca

Gnocchi di miglio autosvezzamento

La foto orrenda non rende onore a questi gnocchetti che qui invece abbiamo tutti molto molto apprezzato. Il mio problema principale in questi giorni di pigrizia intensi è trovare qualcosa da cucinare che sia buono, che piaccia ad entrambi i miei uomini, ma che sia anche rapido e vario… insomma la pasta al pomodoro tutti i giorni non è proponibile.:D

Questi sono gnocchetti di miglio, un cereale che non avevo mai provato fino a qualche settimana fa, e che invece mi ha stupito per la sua versatilità e il suo sapore.

Poi ovviamente c’è la mia adorata zucca, un po’ di farina di riso e il gioco è fatto.

Sono conditi semplicemente con un po’ di olio e qualche (mi è scappata la mano…) semino di papavero, per dare colore e allegria. Peraltro questi gnocchi sono un ottimo modo per riutilizzare il miglio lessato avanzato e qualche verdura rimasta lì ad aspettare. Si possono fare anche con altre verdure, vedo bene spinaci e verdure a foglia verde per restare sul classico:D

Sullo sfondo notate la tovaglia macchiata dalle zucche precedenti:D

Ricetta degli gnocchetti di miglio e zucca

per 3 persone

– una bella fetta di zucca cotta al forno fino a che non sia morbida (io ne cuocio molta in una volta sola per ottimizzare l’uso del forno, e poi la conservo in frigo per qualche giorno)
– un bicchiere e mezzo di miglio
– 2 bicchieri e mezzo di acqua
– sale
– qualche cucchiaio di farina di riso
– olio evo
– semi di papavero

  • Lavate bene il miglio, mettetelo in un pentolino, copritelo con l’acqua e un po’ di sale e cuocete fino a che tutta l’acqua non sarà assorbita e il cereale non sarà morbido (sembrerà quasi un cous cous)
  • Lasciate freddare.
  • Frullate il miglio, unire la polpa di zucca ben schiacciata con una forchetta e abbastanza farina di riso da ottenere un composto denso e colloso, ma uniforme.
  • Mettete tutto in una sac a poche, oppure usate due cucchiaini , e formate gli gnocchi tuffandoli direttamente in acqua bollente. Quando verranno a galla saranno pronti.
  • Servire con olio evo che avrete scaldata con i semi di papavero.

Non dimenticate che se vi va di condividere le vostre ricette con la comunità autosvezzante potete scrivermele direttamente a genny@alcibocommestibile.com così posso riproporle qui :)

Iscriviti alla newsletter e ricevi SUBITO

la NUOVA EDIZIONE dell’ebook sul soffocamento, “E SE SI STROZZA?”

Con noi i tuoi dati sono SEMPRE al sicuro e non verranno condivisi con NESSUNO.

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


SE LO MORDI, LO SCRIVI
Il diario dove registrare
giorno per giorno il VOSTRO autosvezzamento.
se lo mordi lo scrivi


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


18 comments

  1. Autosvezzamento - La pagina ufficiale di www.autos says:

    Grazia Cristiano, direi che al supermercato lo dovresti trovare senza problemi. /Andrea

  2. Paola Merola says:

    La cucino proprio oggi!menu’…zuppa di lenticchie e zucca con crostini di pane al finocchio,volendo si puo’ fare una vellulata ma io preferisco farlo masticare…bon apetit!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *