La visione d’insieme



Sul nostro forum molte discussioni vertono sulle problematiche relative ai micronutrienti (sali minerali, vitamine, ecc…). Le mamme si pongono domande riguardo l’apporto di tali sostanze con l’autosvezzamento: sarà sufficiente quello che mangia? Non avrà qualche carenza? L’assorbimento di sostanze nutritive essenziali, per esempio il ferro, è ostacolato o favorito da certi alimenti in abbinamento? Le mamme riportano anche vari consigli ricevuti (i più disparati). Ora, è possibile che ci siano studi (ma non mi sono documentata) che affermano che tal cibo ostacola l’assorbimento di tal nutriente, è possibile che ci siano studi su Pinco che fa assorbire meglio Pallino. Il problema è che a voler guardare troppo da vicino, si perde la visione d’insieme. Non credo che cucinare tutti i santi giorni Pinco e Pallino sia la soluzione. Nell’autosvezzamento parliamo tanto di dieta variata proprio per questo motivo, VARI alimenti cucinati in maniera DIVERSA con abbinamenti, condimenti DIVERSI ogni volta; la stagionalità è altrettanto importante: un ortaggio contiene la quantità maggiore di sostanze utili all’apice della sua maturazione naturale, nella stagione che madre natura gli ha dato. Inoltre questa quantità va diminuendo dopo la raccolta, perciò è importante che tra il campo e la nostra tavola il passo sia breve.

Spesso viene chiamata in causa la vitamina D, ma non ci si capisce niente: viene assorbita col cibo, oppure con l’alimentazione si introduce il precursore e poi è la luce del sole a fare il resto? Ma allora devo integrare o no? E se integro, ma non vedo mai il sole, va bene lo stesso? La risposta (e se vogliamo la soluzione) a tutti questi interrogativi è, a mio modesto parere, il nostro stile di vita. Ci siamo evoluti come raccoglitori-cacciatori, i nostri antenati vivevano nelle caverne, il cibo non lo trovavano lavato sbucciato e cucinato nel banco frigo del più vicino supermercato. Se volevano una mela… beh, dovevano raccoglierla dall’albero, se volevano una bistecca dovevano inseguirla e cacciarla e già cosi consumavano molte delle calorie che quella stessa bistecca avrebbe fornito loro. Noi Uomini moderni stiamo 40-50 ore settimanali seduti in ufficio o a scuola, in ambienti termocondizionati e così impediamo al nostro corpo di riscaldarci col movimento, di godere della luce del sole (e di sintetizzare vitamina D) e dell’aria aperta, di consumare le calorie introdotte con un’alimentazione pantagruelica. Il nostro corpo è frutto dell’evoluzione e per mantenerlo sano dobbiamo farlo funzionare nella maniera in cui è stato programmato.

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


6 comments

  1. Giulia Tenuta says:

    Brava Cancy!!
    Mi ha fatto riflettere molto la tua ultima frase. Io, istintivamente, non amo molto integratori e vitamine di sintesi mentre, da quello che scrivi, sembrerebbe che tu li consigli proprio per sopperire allo stile di vita contemporaneo troppo “innaturale”. Ho capito bene?

  2. StellaLuna says:

    Hai ragione, solo lasciandoci guidare dai nostri bimbi possiamo capire di cosa hanno veramente bisogno. È incredibile come loro sappiano ‘ascoltare’ il proprio corpo sin da piccolissimi..

  3. Valentina says:

    Evviva! Sono d’accordo d’accordissimo. Brava Cancy/Francesca, dovremmo fare così con molti argomenti. Ci vuole semplicità e buon senso.
    E, anche se è un po’ fuori tema, non vedo l’ora di avere meloni e pesche succosissime da tenere sempre in tavola, ma ci siamo quasi! E pomodori gustosi e tutto il bello dell’estate.

  4. rossana says:

    sante parole cancy! se ci si svincola dai conteggi matematici di proteine, carboidrati, ferro, vitamine ecc. e si lascia liberi i nostri figli di autoregolarsi abbiamo solo da imparare da loro! Preoccupiamoci di fornire tanta frutta e verdura di stagione sulle nostre tavole e di cucinare cibi sani. Loro sceglierenno ciò di cui hanno bisogno ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *