Purché (il bambino) sia sano



pirata, autosvezzamento

Abbiamo già parlato delle obiezioni che si fanno all’autosvezzamento in caso il bambino mangi troppo o troppo poco.

Oggi parliamo della postilla che si aggiunge praticamente sempre quando si spiega l’alimentazione complementare a richiesta a chi non la conosce… “l’autosvezzamento va bene, purché il bambino sia sano“. Cosa vuol dire però questa precisazione che in tanti (io per primo) ci sentiamo in dovere di aggiungere?

È chiaro che se ci sono patologie in atto si dovranno prendere degli accorgimenti adeguati, ma questo vale sempre. Ad esempio, se una persona ha un problema agli occhi e deve portare una benda, ciò non vuol dire che andare bendati diventi la norma né che uno dica “sì, le persone possono vedere, purché sane”.

Proprio l’altro giorno mi è stato raccontato di un bambino che aveva problemi a ingerire solidi in quanto la bocca era conformata in modo tale da renderlo quasi impossibile. Non ho idea di quanto sia comune un problema del genere, né di quanto sia pericoloso, ma sapere che esiste ci fa concludere che bisogna stare attenti in generale a fare autosvezzamento? Secondo me, no. La patologia non è e non deve essere presa come la norma in quanto, per definizione, è un caso a parte che esula dalla normalità.

Di nuovo, è una questione di prospettiva in quanto si continua a vedere l’autosvezzamento come l’alternativa, per cui vi si attaccano codicilli da soddisfare prima di poterlo attuare come se fosse solo per i più fortunati.

Prendiamo l’imparare a camminare, il quale, al momento, non ha tutte le sovrastrutture culturali di cui “gode” il mangiare. Nonostante in commercio si trovino “strumenti” (bretelle, girelli, stampelle, ecc.) atti, secondo chi li produce, a rendere più facile/rapido l’apprendimento di questa “arte”, sono pochi oggigiorno quelli che ne fanno uso e a nessuno verrebbe in mente di dire che il bambino può imparare a camminare senza aiuti “industriali” purché sano.

Per imparare a mangiare è diverso… c’è bisogno di tutta una serie di ammennicoli e se vuoi fare qualcosa di alternativo, come l’autosvezzamento, si sente la necessità di specificare che il bambino deve essere sano (no allergie, no problemi fisici di alcun tipo, predisposizione naturale all’alimentazione, ecc.) come se la norma fosse quella che i bambini NON sono sani e che vanno necessariamente aiutati.

Già mi immagino ora il fiume di commenti che dicono: “ah, ma nel mio caso…”, però vi invito prima a chiderVI se il problema sia reale o meno e se con pochi accorgimenti non sarebbero tutti quanti risolvibili.

Certo, ci saranno bambini con problemi particolarissimi a causa dei quali bisognerà fare attenzione a determinate cose, ma ciò non ci fa dire che il bambino imparerà a camminare, purché sano, o imparerà a parlare, purché sano. Per l’alimentazione vale lo stesso principio… non dobbiamo mai dimenticare che mangiare è un atto naturale e come tale va trattato

Io per primo ho aggiunto il “purché sano” non so quante volte in passato, ma riflettendoci meglio mi sono reso conto di quanto fosse poco sensato. Lo so da solo che se ho un problema medico dovrò prendere delle accortezze; di sicuro non c’è bisogno di specificarlo ogni volta in quanto è scontato.

 

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


There are 8 comments

Dicci come la pensi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *