Le foto della settimana: Angela a quasi 6 mesi



Affascinante… davvero affascinante…

Quando il bambino inizia il suo percorso verso l’alimentazione complementare, si comincia con quello che capita a tiro… Ad esempio la frutta matura, come vediamo in questo caso, è perfetta (certo, aiuta se la stagione è quella giusta, ma ci si può comunque sempre arrangiare). Che succede quel giorno fatidico? Quando meno ce lo aspettiamo il bambino afferra qualcosa dalla tavola e decide di (provare a) portarselo alla bocca. Alcune volte ci riesce e altre no, ma piano piano affina la tecnica.

Prendiamo bene la mira…

E noi genitori che facciamo? Magari proviamo di fare i disinvolti perché ci sta per venire un attacco di cuore (e allo stesso tempo cerchiamo di afferrare il telefonino al volo per immortalare l’evento). Tuttavia la domanda chiave è: aiutiamo o no? La risposta è… dipende da quello che vuole il bambino. Spesso e volentieri guardare e basta è più che sufficiente. Il bambino sta esplorando e non ha bisogno di aiuto. Dopo tutto non è che stiamo lì ogni volta che vuole afferrare qualcosa. È anche vero però che dopo le prime volte ci chiederà di essere aiutato perché la mira non è ancora così buona, e noi saremo lì pronti a fornire il nostro supporto.

…e centro!

La cosa importante però è ricordarsi sempre che il nostro aiuto potrebbe essere richiesto un giorno, e rifiutato quello dopo. Il nostro compito non è quello di stare lì tutto il tempo ad assicurarci che ogni boccone vada in bocca; siamo invece una specie di “spalla” pronta a dare una mano se e quando ce ne dovesse essere bisogno. Dobbiamo imparare che non è necessario che ci sostituiamo in tutto e per tutto ai nostri figli (e questo diventerà sempre più vero mano mano che crescono), anzi dobbiamo allenarci a dar loro spazio.

Noi sorvegliamo con fare indifferente e lasciamo loro il tempo e il piacere di scoprire.

(Proprio adesso le mie, di 8 e 10 anni, stanno in cucina a preparare dei biscotti senza alcuna supervisione. Speriamo di ritrovare tutto intatto… Vado a dare un’occhiata, va…)

Iscriviti alla newsletter e ricevi SUBITO l’ebook sul soffocamento, “E SE SI STROZZA?”

Con noi i tuoi dati sono SEMPRE al sicuro e non verranno condivisi con NESSUNO.

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


4 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.