Libri consigliati – genitorialità

In questo articolo vi propongo una lista di libri utili non solo per i neo-genitori, ma per tutti. Prima di iniziare però, ci tengo a sottolineare che non troverete metodi o ricette infallibili, ma volumi che spero potranno fornire un aiuto concreto a farvi diventare un genitore – e una persona – migliore.

Carlos Gonzaléz, Un dono per tutta la vita. Guida all’allattamento materno.
Un libro serio, ma dal tono leggero e spiritoso, indispensabile per chi ha qualche difficoltà durante l’allattamento sia da un punto di vista psicologico (“ma non lo vizi??”) che da uno prettamente fisico (stanchezza, problemi di attacco, ecc.). Da leggersi preferibilmente prima della nascita, perché dopo ci potrebbe non essere più tempo.
Gonzaléz è e rimane uno dei migliori scrittori di libri per le mamme e i genitori in generale.

Vi ricordo che alcuni di questi link sono affiliati Amazon, per cui se li utilizzerete per effettuare un acquisto, il sito riceverà una piccola commissione


Carlos Gonzaléz, Bésame mucho. Come crescere i vostri figli con amore
Questo è il libro PRE-tutto. No, non PER-tutto, ma proprio PRE-tutto, ovvero il libro da leggere PRIMA della nascita del bambino o subito dopo per capire come tante cose che diamo per scontate sulla crescita e lo sviluppo del bambino siano sbagliate. Gonzaléz, da medico pediatra, spiega il perché con dovizia di particolari, ma sempre con il suo inconfondibile stile ironico. Sicuramente da non perdere.

Questo libro è solitamente difficile da reperire; al momento è disponibile su Amazon, anche se solo attraverso un venditore terzo, per cui vi consiglio di affrettarvi prima che sparisca di nuovo per chissà quanto.


Alfie Kohn, Amarli senza se e senza ma. Dalla logica dei premi e delle punizioni a quella dell’amore e della ragione
Questo non è un libro facile… Non tanto da leggere, ma da digerire in quanto mette in luce impietosamente come molti comportamenti che noi genitori riteniamo “educativi” siano in realtà profondamente dis-educativi. Lo standard proposto dall’autore è incredibilmente alto, ma per poco che sia, il leggere questo libro non potrà non migliorare il modo con cui vi relazionate con i vostri figli.
Utile per chi ha figli neonati, cresciutelli, preadolescenti, adolescenti, quasi adulti e adulti. Insomma, tutti ne ricaveranno qualcosa.
In breve, una lettura obbligatoria per tutti, ma per saperne di più, questa è la nostra recensione.

Il problema di questo libro, se vogliamo, è che perfetto per esporre il problema, ma non ti dà una soluzione pratica e attuabile per non cadere nelle solite trappole. A questo però ci pensa quest’altro libro che rappresenta il compagno perfetto di “Amarli senza se e senza ma”.

Adele Faber, Come parlare perché i bambini ti ascoltino & come ascoltare perché ti parlino
Se il libro precedente è forse carente di esempi e consigli pratici, qui invece abbondano dall’inizio alla fine. È quasi come un libro scolastico con tanto di esercizi da fare. Vi insegnerà tantissimo sui rapporti umani e su come aprire un dialogo.
A mio avviso fareste bene a leggerli entrambi e nell’ordine in cui ve li ho presentati.


Libri sulla genitorialità crescerli con amore

Hillary Flower, Crescerli con amore
Il libro de La Leche League Crescerli con Amore, parla proprio dell’ avventura della disciplina dolce. Come gestire i capricci? Perché è così piagnucoloso? È vero, come dicono, che se non lo si mette subito in riga diventerà maleducato? Andare a letto deve necessariamente essere un incubo? Come possiamo porre dei limiti senza che diventi una prova di forza? Come gestire i sentimenti negativi che un bambino riesce a suscitare in noi genitori quando “tocca un nervo scoperto”?


Libri allattamento allattare e lavorare

Giorgia Cozza, Allattare e lavorare si può
Le politiche del lavoro hanno mille sfaccettature, e quelle che riguardano le donne sono spesso complicate dal doppio o triplo ruolo della donna nella società: lavoratrice, moglie, madre, figlia di genitori anziani. All’incarico lavorativo si aggiunge spesso un incarico di cure riservate biologicamente e tradizionalmente alla donna.
Una delle fasi più critiche per il mantenimento del posto di lavoro è nell’immediato post parto, quando il bambino è talmente piccolo che la donna ha su di sé una responsabilità enorme ed è già di per sé fragile. Sebbene le leggi italiane siano sufficientemente buone e di decente garanzia, parlare di prosecuzione dell’allattamento nonostante il rientro al lavoro (che sia in casa, in bottega, in ufficio o in fabbrica) può suonare utopistico e irreale, ma il cuore di questo libro è proprio l’esperienza e le testimonianze di tante mamme che “ce l’hanno fatta”.

Da notare che questi elencati sono solo 2 dei libri disponibili messi a disposizione dalla LLL. Comunque, cliccando sul titolo di uno dei due potete vedere la lista intera.


Giorgia Cozza, Bebè a costo zero. Guida al consumo critico per accogliere e accudire al meglio il nostro bambino

Il genitore in attesa del primo figlio troverà ad ogni angolo opportunità per spendere soldi e comprare oggetti che vengono presentati come irrinunciabili e senza i quali non si può assolutamente essere dei buoni genitori.
Invece in questo libro Giorgia Cozza ci dimostra come in effetti le cose che servono veramente si contano sulle dita di una mano, mentre il resto si può aspettare per vedere se servirà oppure si può tranquillamente fare a meno di comprarlo.
Questo è un libro su l’inutile esistente nel campo maternità e puericultura (e ce n’è tanto in giro…)

Poi invece se vostro figlio è più grandicello, c’è il seguito, ovvero Giorgia Cozza,
Bebè a costo zero crescono. Meno oggetti e più affetti per crescere felici dalla prima infanzia alle soglie dell’adolescenza.

Cito dalla quarta di copertina: “nessuno di noi vorrebbe far mancare qualcosa ai propri figli. Per un figlio solo il meglio. Ma cos’è il meglio per un bambino?


Giorgia Cozza, Neomamma è facile. Suggerimenti da seguire per vivere con gioia e serenità i primi mesi con il prorpio bambino
Un insieme di fumetti che racconta paure e idee preconcette che abbiamo sulla maternità, cercando di farle vivere con il giusto passo, quello dell’amore verso la nuova creatura.
Come nel caso degli altri tascabili della stessa collana, le vignette chiariscono il concetto espresso dal testo dando anche utili spunti per risposte a domande indesiderate.


Alessandra Bortolotti, E se poi prende il vizio? Pregiudizi culturali e bisogni irrinunciabili dei nostri bambini
Questo libro vuole riportare la maternità in una sfera più naturale e spontanea dove è inutile porsi tante domande o cercare risposte improbabili. L’autrice spiega che basta semplicemente seguire i bisogni del bambino con naturalezza e spontaneità senza farsi condizionare dalla società che ci circonda (cosa che è più facile a dirsi che a farsi); i figli hanno un bisogno innato di stare a contatto con i genitori e negarglielo vuol quasi dire andare contro la loro (e nostra) natura.
Leggi anche la nostra recensione.


Grazia Honegger Fresco,Facciamo la nanna: Quel che conviene sapere sui metodi per far dormire il vostro bambino In questo libro non troverete metodi per “fare la nanna”, ma piuttosto perché questi metodi non funzionano.
Più che offrire metodi alternativi l’autrice spiega come favorire il sonno dei bambini, ma sempre senza dare adito a aspettative irrealistiche.


Guido Benedetti, Mamma che denti! Guida pratica alla salute dei denti del tuo bambino
Un libro piccolo che parla di un grande argomento e lo fa in maniera semplice, piacevole e diretta. L’autore va dritto al punto raccontando alle mamme, ai papà, ai nonni e a chiunque sia in prima linea nella cura e nell’educazione dei bambini, come salvaguardare la salute dei loro denti e, con essi. Un concentrato di consigli e informazioni utili.
Leggete la nostra intervista a Guido Benedetti.


Stéphane Clerget, La madre perfetta sei tu. Perché non è giusto sentirsi in colpa nei confronti dei propri figli
Stéphane Clerget prova a prenderci per mano e a portarci lontano dal mammocentrismo che spesso ci fa più male che bene. Consigliato a chi sta per cedere alla tentazione di sentirsi colpevole.
Vale la pena di acquistare questo libro se non altro per il titolo: è il genere di titolo consolatorio che allo sguardo vacuo di una madre un po’ scoraggiata salta subito agli occhi. Te lo tieni lì, sul comodino, e nei momenti difficili ci butti un occhio, sospiri, ritrovi un mezzo sorriso e vai avanti. Ti dà speranza.
Leggi anche la nostra recensione completa.


Silvia Garozzo, Psicoecologia
Dal consumismo al recupero dei valori, dalla malattia mentale vissuta come altro da noi alla comprensione delle dinamiche psicosociali che determinano le più comuni sintomatologie moderne, ad un’idea di cura che passi per uno stravolgimento dei valori culturali e dello stile di vita di tutti noi. La teoria esposta e denominata Psicoecologia si inserisce nello stesso filone del downshifting e della decrescita felice.
“Quello che di sbagliato si impara da piccoli nel rapporto con il cibo si rispecchia in modo esatto da adulti nei disturbi del comportamento alimentare. Laddove la diseducazione ottenuta così da bambini si incontra con una fragilità personale, con storie familiari difficili e con i dettami dell’era moderna si sviluppa una dipendenza che ha come oggetto il cibo.

(Al momento il libro è disponibile solo da venditori terzi)


Loredana Lipperini, Ancora dalla parte delle bambine
Quali sono i modelli delle “nuove” bambine? Che cosa sognano di essere, madri, ballerine, estetiste, moglie di calciatori? Le eroine dei fumetti le invitano a essere belle. Le loro riviste propongono test sentimentali e consigli su come truccarsi. Nei libri scolastici le mamme continuano ad accudire la casa per padri e fratelli.
Com’è possibile che le ragazze che volevano diventare presidenti degli Stati Uniti abbiano partorito figlie che sognano di sculettare seminude?


A letto, piccolo mostro! è, sì, un libro per bambini, ma TUTTI i genitori dovrebbero leggerlo. La storia è semplice e i disegni belli, per cui ai bambini piacerà, ma al termine della lettura saranno molto probabilmente i genitori ad aver imparato qualcosa :)

Purtroppo anche questo titolo è quasi esaurito e disponibile solo da venditori terzi, ma magari lo trovate il libreria.


Alison McGhee, Un giorno
Un libricino piccolo piccolo che spara dritto al cuore. È lo sguardo pieno d’amore di ogni madre che osserva lo spettacolo della sua bambina che cresce; è la mano che tiene forte la sua, piccola, e le infonde coraggio e forza; è lo slancio al sellino della bici perché inizi a pedalare da sola nella vita, godendola appieno, senza guardarsi indietro. E le mani che, infine, si intrecceranno di nuovo, come accade solo alle mani delle madri e delle figlie.
Un testo semplice e molto profondo, accompagnato da bellissime illustrazioni, per un buon pianto liberatorio :-)
Leggete la nostra recensione completa.


Disclaimer: buona parte dei link di libri contenuti su questo sito sono affiliati ad Amazon.
Ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Iscriviti alla newsletter e ricevi SUBITO l’ebook sul soffocamento, “E SE SI STROZZA?”

Con noi i tuoi dati sono SEMPRE al sicuro e non verranno condivisi con NESSUNO.

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


21 comments

  1. Daniela says:

    “Genitori efficaci” di Thomas Gordon e anche “genitori a portata di cuore” sula comunicazione nonviolenta, e di Elisabet pantley “fai la nanna senza lacrime

  2. Clo says:

    Aggiungerei anche “I bambini hanno bisogno di fiducia” di Tim Seldin e “100 attività Montessori” di Eve Herrmann: due libri con approccio montessoriano per guidare i genitori in un programma educativo, ricco di attività e giochi a misura di bambino, pensato per una crescita spontanea e felice.
    Consiglio anche “Il mio bambino non mi dorme” di Sara Letardi: non trova la soluzione ai problemi del sonno ma, spiegando come funziona il meccanismo della nanna-veglia nei bambini di tutte le età, lascia che siano i genitori stessi a risolvere il problema (mi ha aiutato molto!).

Rispondi a Lidia Baronchelli Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *