“Un giorno” di Alison McGhee, e tante scatole



Recensione di: Un giorno
Product by:
Alison McGhee e Peter H Reynolds
Price:
€7,57

Recensione di:
Valutazione:
5
Pubblicata il 10 gennaio 2014
Ultima modifica: 17 febbraio 2016

In breve:

Un testo semplice e molto profondo, accompagnato da bellissime illustrazioni, per un buon pianto liberatorio :-)

Ho passato gli ultimi giorni di ferie che avevo a disposizione a svuotare scatoloni. Ci siamo trasferiti, e dopo un paio di mesi di fuoco, durante i quali ci siamo trasformati chi in imbianchino, chi in piastrellista, ed entrambi in pulitrici automatiche (ma esistono?), finalmente mi posso dedicare al compito emotivamente più difficile: aprire scatole e valigie chiuse con 3 passate di scotch oltre 2 anni e mezzo fa, troppo a lungo, e fare i conti con la puzza di cantina e con il passato. Quando siamo andati via da qui, oltre due anni e mezzo fa, dovevamo stare via pochi mesi, e abbiamo impacchettato tutto un po’ alla buona, tanto era solo per poco. Beata ingenuità. Così sugli scatoloni marcati “mensole di BM” ho ritrovato i quadretti del battesimo, le creme per il sederino e i carillon che ascoltavamo durante il nostro rito della nanna. All’epoca non aveva ancora 2 anni (e nemmeno i capelli), ora ne ha 4 e mezzo e quest’anno andrà a scuola. Ho trovato pannolini per la piscina, pezzi di un passeggino, cose messe via “per il fratellino”, che nel frattempo è diventato una sorellina che adesso ha 2 anni e qualcosa. E ho trovato un mucchietto di libri che non ricordavo più di avere, tra i quali… è saltato fuori questo

alison mcghee, pete h reynolds, un giorno, someday

L’ho guardato e con il sopracciglio alzato ho cercato nei ricordi. L’ho aperto e tempo 3 pagine avevo in gola un nodo grosso come un pugno e non c’era verso di ricacciare dentro le lacrime, tale e quale alla primissima volta che l’ho letto.

E così ho pensato subito a voi, al forum, a questo blog e mi è venuta una voglia matta di scrivere, perché era davvero troppo che non lo facevo, per raccontarvi di questo gioiellino che fa piangere le sentimentalone come me (“Mamma, leggiamo il libro che ti fa piangere?” sadica quattrenne :-)))

“Un giorno” di Alison McGhee (link affiliato*) è un libricino piccolo piccolo che spara dritto al cuore. È lo sguardo pieno d’amore di ogni madre che osserva lo spettacolo della sua bambina che cresce; è la mano che tiene forte la sua, piccola, e le infonde coraggio e forza; è lo slancio al sellino della bici perché inizi a pedalare da sola nella vita, godendola appieno, senza guardarsi indietro. E le mani che, infine, si intrecceranno di nuovo, come accade solo alle mani delle madri e delle figlie.

Un giorno ti spingerai in alto, così in alto, più di quanto non avresti mai osato immaginare.
[…]
Un giorno andrai per la tua strada e ti seguirò con lo sguardo fino a non vederti più.

Un librino piccolo piccolo che nel mio caso è ancora più speciale perché c’è sopra la dedica da parte della suocera. Da questo punto di vista a me è andata bene :-)

Un libro che vale solo per le femmine? No, assolutamente no, ma a me, terza di 3 sorelle e che le bambine le ho tanto sognate, il fatto che parli di una bambina lo fa piacere ancora di più e fa toccare delle corde molto sensibili.

Il regalo ideale per una neomamma, o per quella che è mamma da un po’. O per la propria madre. Insomma… un bel regalo per tutte. Bello da leggere al proprio bambino mentre gli si baciano le manine e gli si fanno gli occhi dolci… inevitabile, ve lo assicuro :-)

E a voi quale libro ha provocato questo imbarazzante effetto cascate del Niagara? :-) E invece uno che regalereste, mammesco ma non pedagogico?
Sotto con i suggerimenti e… buon 2014! È bello tornare a scrivere.

 

Scopri l’autosvezzamento!

Iscrivendoti alla newsletter riceverai immediatamente l'ebook

Alimentazione complementare e paura del soffocamento
E se si strozza?

In più potrai scegliere tra:

  • Il minicorso sull'autosvezzamento
  • Le ricette della community
  • L'attività settimanale del blog
  • L'attività settimanale del forum

La tua privacy è importante.
Con noi la tua email è al sicuro!

COS'È L'AUTOSVEZZAMENTO E PERCHÉ È DAVVERO PER TUTTI.
Con oltre 140 ricette per TUTTA la famiglia


autosvezamento per tutti


BABY FOOD, BIOLOGICO O CONVENZIONALE?
Per aiutare a districarci c'è...
la questione cibo


IL LIBRO CHE TUTTI I GENITORI DOVREBBERO LEGGERE
Nella RECENSIONE vi dico perché...
amarli senza se e senza ma


29 comments

  1. alexaleaia says:

    Hem … mi sa che ad oggi, se leggessi alla Cucciola un libro che parla del giorno in cui andrà per la sua strada senza di me, lei mi farebbe almeno una settimana di multirisvegli urlanti per incubo terrorrizzante: è in piena fase da “no, non voglio essere grande, io sono bebè piccolino piccolino in braccio alla sua mamma”.
    Su di me l’effetto lacrime sarebbe garantito. Vi dico solo che quando siamo andati a Cape Canaveral con la Cucciola di neanche 1 anno e mezzo, e abbiamo assistito alla ricostruzione del momento del lancio della prima navetta spaziale dalla sala di controllo, mi immaginavo la partenza dell’astronave con la Cucciola a bordo, giovane astronauta …

  2. apemaia says:

    Proprio questo!
    L’ho preso in mano per caso attirata dalle illustrazioni mi sono ritrovata con lacrime di 2 litri incontenibili versate tra gli scaffali della libreria….
    Che momento….. L’avrei comprato ma non ho avuto il coraggio di andare alla cassa conbinata così!! :-D

  3. Valentina Zoboli says:

    Un giorno sono entrata in libreria con il mio secondo pancione bello tondo, da poco avevo scoperto che a nuotarci dentro era una femmina. L’ho visto e l’ho letto per caso. Ho iniziato a singhiozzare, mi si è avvicinata una commessa e mi ha sorriso dicendomi: non si preoccupi, lo fanno tutte! E’ ancora sul mio comodino ed in queste notti difficili ogni tanto lo leggo per ricordarmi che la strada è ancora lunga… e la fatica che sto facendo è solo una piccola parte di un grande progetto… :)

  4. ChiaraC says:

    Ma sai che mi son commossa solo a leggere la recensione? Aggiungi anche che sono anche io prossima a un trasloco in cui temo alcune scatole resteranno chiuse per un po´…
    Mi sa che me lo regalo e poi inizio a regalarlo anche….

  5. Alessandra says:

    bentornati e buon trasloco fatto…
    Mi hai convinta, l’ho messo nel carrello. 
    Per me, quello che mi ha fatto versare lacrime con la pala (in pieno post parto) e’
    Mammalingua di tognolini.
    Infatti lo ri-regalo….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *